Un'infezione del tratto urinario è contagiosa?

Le infezioni del tratto urinario sono comuni infezioni batteriche che si sviluppano nel tratto urinario, che comprende l’uretra, i reni, gli ureteri e la vescica. In generale, queste infezioni non sono contagiose.

I sintomi di un’infezione del tratto urinario (UTI) includono:

  • frequente bisogno di urinare
  • dolore o bruciore durante la minzione
  • urina torbida e maleodorante
  • urina rosa, rossa o arancione, che indica la presenza di sangue
  • pressione o tenerezza nell’addome inferiore, nella parte bassa della schiena e nei lati
  • fatica
  • febbre
  • nausea o vomito

Sebbene una IVU non sia tecnicamente un’infezione a trasmissione sessuale (STI) o un’infezione contagiosa, fare sesso può aumentare il rischio di una persona di sviluppare una IVU. Inoltre, alcune malattie sessualmente trasmissibili, come la gonorrea, la clamidia e la tricomoniasi, possono influenzare il tratto urinario e causare sintomi che imitano una IVU.

In questo articolo, esaminiamo se le infezioni del tratto urinario sono contagiose. Discutiamo anche delle loro cause e dei fattori di rischio e forniamo suggerimenti su come prevenirli.

Le infezioni delle vie urinarie sono contagiose?

I batteri responsabili delle infezioni del tratto urinario possono viaggiare tra le persone. Tuttavia, l’infezione stessa non è contagiosa.

Le IVU si manifestano quando i germi presenti nell’intestino di una persona si trasferiscono e crescono nel tratto urinario. Le IVU superiori colpiscono gli ureteri e i reni, mentre le IVU inferiori interessano l’uretra e la vescica.

Fare sesso può aumentare il rischio di sviluppare una IVU. I batteri Escherichia coli, che in genere vivono nelle viscere, possono viaggiare dall’ano all’uretra o all’apertura del pene durante il sesso anale. Il sesso vaginale può spingere i batteri sulla pelle nell’apertura uretrale, che può aumentare il rischio di IVU.

Le cause

La maggior parte delle infezioni del tratto urinario si verificano quando batteri, come E. Coli, entrano nel tratto urinario. Un UTI può svilupparsi nella vescica, nell’uretra o negli ureteri. Se una persona non riceve un trattamento, l’infezione può spostarsi nel tratto urinario e infettare i reni.

Le IST possono produrre sintomi simili a quelli di una UTI. La gonorrea, la clamidia e la tricomoniasi possono infettare l’uretra, causando gonfiore e risultante in una condizione chiamata uretrite.

I sintomi di una STI includono:

  • prurito, bruciore o indolenzimento dei genitali
  • dolore o disagio durante la minzione o l’eiaculazione
  • insolita secrezione vaginale o peniena

Ulteriori informazioni sulle malattie sessualmente trasmissibili e sui loro sintomi qui.

Fattori di rischio

Alcune persone hanno un rischio maggiore rispetto ad altre di sviluppare infezioni del tratto urinario. I fattori di rischio includono:

  • essere sessualmente attivi
  • essere femmina
  • avere una condizione che blocca il normale flusso di urina, come i calcoli renali o della vescica
  • usando un catetere urinario
  • avere una storia di IVU
  • avere il diabete
  • avere un sistema immunitario indebolito

Secondo il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases, tra il 40% e il 60% delle donne sviluppa una IVU durante la loro vita. La maggior parte di queste IVU sono infezioni della vescica.

Le femmine hanno un rischio maggiore di sviluppare IVU perché hanno uretra più corte rispetto ai maschi. Di conseguenza, i batteri hanno una distanza più breve da coprire per raggiungere altre parti del tratto urinario.

Le persone con diabete hanno anche un rischio più elevato di IVU. In uno studio del 2016, i ricercatori hanno osservato una maggiore incidenza di IVU tra le persone con glicemia incontrollata, specialmente negli adulti di età superiore ai 40 anni.

Livelli incontrollati di glucosio nel sangue possono portare a danni ai nervi e scarsa circolazione sanguigna, il che può spiegare perché le persone con diabete hanno un aumentato rischio di IVU. Tuttavia, il motivo esatto per questo collegamento rimane poco chiaro.

Diagnosi

Un medico può utilizzare un’analisi delle urine per diagnosticare un UTI. Un’analisi delle urine verifica la presenza di cellule del sangue e batteri in un campione di urina.

Un medico può utilizzare una coltura delle urine per identificare il tipo di batteri responsabili dell’infezione.

Possono anche utilizzare altri test diagnostici, inclusi esami del sangue e test di imaging, come raggi X, risonanza magnetica e ultrasuoni.

Trattamento

I medici spesso prescrivono antibiotici per trattare le infezioni del tratto urinario. Il dosaggio esatto e il tipo di terapia antibiotica e la durata del corso dipenderanno dalla storia medica dell’individuo e dalla gravità dell’infezione.

I sintomi di IVU possono scomparire subito dopo che una persona inizia a prendere antibiotici. Tuttavia, le persone dovrebbero completare l’intero ciclo di antibiotici prescritto dal medico.

Le persone possono accelerare il processo di guarigione bevendo molta acqua per aiutare a eliminare i batteri dal tratto urinario.

Sebbene le persone con una IVU possano tranquillamente impegnarsi in attività sessuali, potrebbero voler parlare con un medico se insorgono nuovi sintomi, come:

  • mal di schiena lombare
  • dolore addominale
  • scarico insolito dalla vagina o dal pene
  • febbre o brividi
  • nausea o vomito

Prevenzione

Sebbene alcune persone abbiano un rischio maggiore di infezioni del tratto urinario rispetto ad altre, possono ridurre il rischio praticando tecniche igieniche corrette e apportando cambiamenti nello stile di vita.

Ad esempio, le persone possono ridurre il rischio di sviluppare una UTI:

  • bere molta acqua
  • urinare quando sorge l’impulso
  • urinare prima e dopo il sesso
  • asciugandosi da davanti a dietro dopo un movimento intestinale
  • evitando la transizione tra l’ano, la vagina e la bocca durante il sesso

Sommario

Una IVU si verifica quando i batteri dell’intestino infettano parti del tratto urinario, tra cui uretra, vescica, ureteri e reni.

Sebbene fare sesso possa aumentare il rischio di una persona di sviluppare una UTI, queste infezioni non sono IST. Tuttavia, poiché le IST possono causare sintomi simili a quelli delle IVU, a volte esiste il rischio di diagnosi errate.

Le infezioni delle vie urinarie non sono contagiose. Tuttavia, i batteri responsabili delle infezioni del tratto urinario possono viaggiare tra le persone durante il rapporto sessuale. Le persone possono aiutare a prevenire questo utilizzando contraccettivi di barriera e praticando adeguate tecniche igieniche durante le attività sessuali.

Questo post è stato utile per te?