Diabete

Un semplice testo potrebbe aiutare a tenere sotto controllo il diabete

Fornire alle persone un modo sicuro per gestire le proprie cure potrebbe essere una soluzione efficace all’onere sanitario delle condizioni a lungo termine. Secondo i ricercatori cinesi, questo potrebbe presentarsi sotto forma di messaggi di testo.

I ricercatori hanno scoperto che una serie di semplici testi motivazionali può migliorare il controllo della glicemia nelle persone con diabete e malattie coronariche.

Non solo questa è una soluzione economica e scalabile, ma è anche una soluzione che i ricercatori possono applicare a quasi ogni popolazione in tutto il mondo.

I ricercatori hanno scelto le persone con diabete e malattie cardiovascolari per lo studio perché hanno bisogno di prestare particolare attenzione ai loro corpi.

Nel tempo, alti livelli di zucchero nel sangue possono portare a una serie di gravi complicazioni, tra cui malattie renali, malattie cardiache e ictus. Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in tutto il mondo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

La gestione di queste condizioni può spesso richiedere di attenersi a diverse raccomandazioni sullo stile di vita, quindi i ricercatori hanno studiato se i testi potrebbero aiutare.

In passato, le prove sui sistemi basati su testo erano limitate per non aver tenuto conto del fatto che alcune persone potrebbero avere più di una condizione.

Includendo le persone con diabete e malattia coronarica, gli scienziati speravano che i risultati si sarebbero applicati meglio ai contesti della vita reale.

Controllo dei livelli vitali

Pubblicato sulla rivista Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes, lo studio ha arruolato 502 persone provenienti da 34 ospedali in Cina.

Tutti hanno ricevuto cure tipiche, ma gli scienziati hanno diviso i partecipanti in due gruppi. Un gruppo ha ricevuto sei testi generati automaticamente alla settimana (il gruppo di testo motivazionale).

Questi messaggi si sono concentrati su una varietà di fattori, tra cui il controllo dei livelli di glucosio e della pressione sanguigna, consigli sullo stile di vita e l’importanza di aderire alle regole sui farmaci.

Ad esempio, un testo recitava: “Paura di testare la glicemia perché fa male? Prova a testare sui lati della punta delle dita o ruota le dita, il che può aiutare a ridurre al minimo il dolore.”

L’altro gruppo ha ricevuto solo due testi al mese (il gruppo di controllo), semplicemente ringraziandoli per aver preso parte allo studio.

Dopo 6 mesi dalla ricezione dei testi, i livelli di zucchero nel sangue erano notevolmente più bassi nel gruppo di testo motivazionale.

I livelli medi di HbA1c dei partecipanti negli ultimi 2-3 mesi hanno mostrato una diminuzione dello 0,2% nel gruppo di testo motivazionale e un aumento dello 0,1% nella coorte di controllo.

I medici consigliano che i livelli di HbA1c dovrebbero essere inferiori al 7%. Questo al fine di ridurre le complicanze legate al diabete.

Un numero più elevato di partecipanti (69,3%) ha raggiunto questo obiettivo nel gruppo di testo motivazionale rispetto al gruppo di controllo (52,6%).

Non c’era alcuna differenza tra i due gruppi in termini di pressione arteriosa sistolica, indice di massa corporea (BMI) o colesterolo lipoproteico a bassa densità.

Una soluzione mondiale

I ricercatori non sono sicuri del perché i testi abbiano causato una riduzione dei livelli di zucchero nel sangue.

Il dott. Xiqian Huo, dell’ospedale Fuwai di Pechino, osserva che “consigli sullo stile di vita come un rigoroso controllo dietetico possono aver contribuito a miglioramenti glicemici, insieme a promemoria per monitorare regolarmente la glicemia”.

“I messaggi sono stati progettati per fornire informazioni e motivazione e aiutare (le persone) a fissare obiettivi e gestire lo stress”.

Anche la sensibilità culturale dei messaggi potrebbe aver avuto un ruolo. “I cinesi tendono a preferire istruzioni di consulenza dirette e strutturate piuttosto che approcci indiretti e orientati all’intuizione, quindi i messaggi motivazionali erano pratici, con esempi di vita reale anziché teorie astratte”, spiega il dott. Huo.

“Gli obiettivi sociali e orientati alla famiglia sono stati usati più spesso dei risultati individuali per contribuire a migliorare i comportamenti sanitari, coerenti con le norme culturali in Cina”, aggiunge il dott. Huo.

Un altro successo è arrivato sotto forma dei sentimenti dei partecipanti riguardo al sistema. Quasi tutti (97%) hanno descritto i testi come una forma utile di comunicazione.

“Sono necessarie ulteriori indagini, ma questo intervento non farmacologico potrebbe servire da potente strumento per trasformare la fornitura mondiale di servizi sanitari e migliorare la salute in diverse popolazioni”.

Dr. Xiqian Huo

In futuro, un sistema simile potrebbe ridurre il rischio di complicanze e morte derivanti dal diabete.

Per vedere se ciò sarebbe possibile, saranno necessarie ricerche a lungo termine. Anche garantire una migliore rappresentanza delle donne si rivelerà utile, poiché solo il 17,5% dei partecipanti a questo studio erano donne.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu