Cancro / Oncologia

Un nuovo rapporto mostra la mortalità complessiva del cancro in declino

I tassi di mortalità complessivi continuano a diminuire, secondo l’ultimo rapporto annuale alla nazione sullo status del cancro.

Questo rapporto, che appare sul Journal of National Cancer Institute, è stato uno sforzo congiunto tra il National Cancer Institute, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), l’American Cancer Society (ACS) e l’Associazione nordamericana di centrale Registri del cancro (NAACCR).

Nel periodo 1999-2016, i tassi di mortalità per cancro per uomini, donne e bambini hanno continuato a diminuire, secondo il rapporto.

Quando i ricercatori hanno esaminato le informazioni dal 2011-2015, considerato tutti i siti di cancro e hanno esaminato tutti i dati relativi ai gruppi di età, gli uomini hanno avuto un tasso di incidenza complessivo di circa 1,2 volte superiore a quello delle donne.

Inoltre, nel 2012-2016, il tasso di mortalità complessivo negli uomini era 1,4 volte superiore a quello delle donne.

Tariffe diverse per gruppi di età differenti

Tuttavia, il rapporto ha rivelato dati che hanno fatto luce su alcuni dati demografici in cui i numeri non erano così promettenti. Ad esempio, nel gruppo di età 20-49, ci sono state alcune notevoli differenze nei tassi tra uomini e donne che non riflettevano i tassi di cancro nel loro complesso.

Quando i ricercatori hanno esaminato solo questa fascia di età, le donne hanno avuto un tasso di incidenza molto più elevato di tumori invasivi, ovvero 115,3 per 100.000 persone per gli uomini e 203,3 per 100.000 persone per le donne.

Durante il periodo 2012-2016, le donne hanno anche avuto un più alto tasso annuale di decessi per cancro: 27,1 per 100.000 persone per le donne e 22,8 per 100.000 persone per gli uomini.

“Il maggiore carico di cancro tra le donne rispetto agli uomini tra i 20 ei 49 anni è stato un risultato sorprendente di questo studio”, afferma l’autrice principale Elizabeth Ward, Ph.D., consulente presso la NAACCR.

“L’alto onere del cancro al seno rispetto ad altri tumori in questa fascia d’età rafforza l’importanza della ricerca sulla prevenzione, la diagnosi precoce e il trattamento del cancro al seno nelle donne più giovani”.

Nel gruppo di età 20-49, il tumore al seno era il tipo più comune nelle donne, seguito da cancro alla tiroide e melanoma. Per gli uomini, il tumore del colon-retto era il più comune, seguito dal cancro del testicolo e dal melanoma.

Statistiche sul cancro

Secondo l’ACS, gli uomini e le donne negli Stati Uniti hanno una probabilità su 1 di sviluppare un cancro invasivo a un certo punto durante la loro vita. Il cancro alla prostata è il più comune tra gli uomini (1 su 9 possibilità), mentre il tumore al seno è il più comune tra le donne (1 su 8 possibilità).

Notano anche che il rischio di sviluppare il cancro aumenta con l’età, con quasi 9 tumori su 10 che colpiscono coloro che hanno 50 anni o più. Sebbene la maggior parte dei casi di cancro non abbia una causa facilmente identificabile, ci sono fattori di rischio che possono aumentare le probabilità che si sviluppi.

La genetica può giocare un ruolo, dato che il 5-10% di tutti i tumori sono legati ai geni. L’esposizione a radiazioni o determinate sostanze chimiche può anche aumentare il rischio di cancro. Esistono anche abitudini di vita che possono aumentare il rischio di cancro, come l’uso di tabacco e l’eccessiva esposizione alla luce ultravioletta.

I tassi di mortalità per cancro continuano a diminuire

Nonostante queste statistiche, il rapporto ha rilevato che i tassi di mortalità complessivi sono diminuiti dell’1,8% all’anno negli uomini e dell’1,4% all’anno nelle donne per il periodo 2012-2016. Inoltre, anche se i tassi erano più alti in alcuni dati demografici, il rapporto segnala dove sono necessarie ulteriori ricerche.

“Siamo incoraggiati dal fatto che il rapporto di quest’anno continua a mostrare un declino della mortalità per cancro per uomini, donne e bambini, così come altri indicatori di progresso”.

Betsy A. Kohler, direttore esecutivo della NAACCR

“Ci sono anche diverse scoperte che evidenziano l’importanza della continua ricerca e degli sforzi per la prevenzione del cancro”, aggiunge Kohler.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu