Trattamento e gestione domiciliare dei coaguli di sangue

La coagulazione del sangue è un processo vitale che impedisce il sanguinamento eccessivo a seguito di una lesione di un vaso sanguigno. Tuttavia, a volte può formarsi un coagulo di sangue all’interno di un vaso sanguigno che non ha subito alcun danno.

Alcuni coaguli possono anche non riuscire a dissolversi completamente dopo che una ferita è guarita. Questi coaguli possono viaggiare attraverso il sistema circolatorio e possono finire per limitare l’afflusso di sangue a un organo vitale. Questi tipi di coaguli di sangue sono molto gravi e richiedono un trattamento urgente.

In questo articolo, descriviamo i vari trattamenti per i coaguli di sangue e forniamo suggerimenti sulla prevenzione e la gestione a lungo termine dei disturbi della coagulazione del sangue.

Trattamento

Le opzioni di trattamento per i coaguli di sangue dipendono dalla salute generale di una persona e dalla posizione del coagulo di sangue.

Farmaci anticoagulanti

Nella maggior parte dei casi, un medico prescriverà farmaci anticoagulanti, che le persone spesso chiamano fluidificanti del sangue. Questi farmaci riducono la capacità del corpo di formare nuovi coaguli, impedendo nel contempo che i coaguli esistenti diventino più grandi.

I medici di solito somministrano farmaci anticoagulanti nei primi 5-10 giorni dopo la diagnosi di un coagulo di sangue.

Alcune persone possono continuare a prendere anticoagulanti per settimane, mesi o addirittura anni per impedire il ritorno dei coaguli.

I farmaci anticoagulanti più comuni includono:

Eparina non frazionata

L’eparina non frazionata (UFH) agisce con l’antitrombina, una proteina del corpo, per prevenire la formazione di nuovi coaguli.

Un medico somministrerà UFH per via endovenosa o tramite un’iniezione appena sotto la pelle per consentire al farmaco di funzionare rapidamente.

I livelli ematici di UFH possono cambiare in modo intermittente durante il giorno. Per questo motivo, una persona che riceve UFH richiederà quotidianamente diversi esami del sangue.

Eparina a basso peso molecolare

L’eparina a basso peso molecolare (LMWH) proviene dall’UFH. Gli effetti dell’LMWH sul corpo durano più a lungo di quelli dell’UFH e sono più prevedibili.

Le persone che assumono LMWH possono autoiniettarlo a casa e non richiedono un monitoraggio del sangue di routine.

warfarin

Il warfarin agisce interferendo con la produzione di vitamina K. Il fegato usa la vitamina K per rendere le proteine ​​necessarie per la coagulazione del sangue.

Un medico può prescrivere pillole di warfarin per le persone che stanno passando dal trattamento con eparina.

Durante la prima settimana di trattamento, una persona richiederà diversi esami del sangue in modo che i medici possano determinare il dosaggio corretto. Una volta che una persona ha un dosaggio stabilito, sarà necessario un monitoraggio del sangue di routine per prevenire il rischio di sanguinamento incontrollato.

Farmaci anticoagulanti orali diretti

Gli anticoagulanti orali diretti (DOAC) sono una nuova classe di anticoagulanti. Questi farmaci colpiscono direttamente le proteine ​​specifiche responsabili della coagulazione del sangue.

I DOAC agiscono rapidamente e i loro effetti sul corpo sono di breve durata. Perdere una dose può aumentare il rischio di coaguli di sangue.

Quando una persona li prende correttamente, i DOAC comportano meno rischi rispetto al warfarin. Hanno meno probabilità di causare emorragie e di interagire con alimenti, integratori e altri farmaci.

Tuttavia, tendono ad essere più costosi. È anche fondamentale che le persone non perdano le loro dosi regolari.

Alcuni farmaci DOAC includono:

  • apixaban (Eliquis)
  • betrixaban (BevyxXa)
  • dabigatran (Pradaxa)
  • edoxaban (Savaysa)
  • rivaroxaban (Xarelto)

Calze a compressione

Le persone che sviluppano un coagulo di sangue in una delle vene profonde delle braccia e delle gambe, chiamate trombosi venosa profonda (TVP), possono sperimentare la sindrome post-trombotica (PTS). Nelle persone con PTS, i vasi sanguigni danneggiati diventano gonfi e dolorosi.

Le calze a compressione sono calze elastiche che si adattano al piede e si estendono fino al polpaccio o all’inguine. Queste calze sono strette ai piedi ma si allentano più in alto sulla gamba.

Questo design aiuta il flusso sanguigno dalla parte inferiore delle gambe e torna verso il cuore, aiutando ad alleviare i sintomi della PTS.

Le calze a compressione sono disponibili su prescrizione o da banco presso la maggior parte delle principali farmacie. Un farmacista dovrà misurare la gamba per assicurarsi che le calze si adattino correttamente.

trombolitici

I trombolitici sono farmaci che dissolvono i coaguli di sangue. Un medico può somministrare un trombolitico per via endovenosa o può utilizzare un catetere nella vena, che consentirà loro di consegnare il farmaco direttamente al sito del coagulo.

I trombolitici possono aumentare il rischio di sanguinamento, tuttavia. I medici di solito li raccomandano solo per le persone che hanno grossi coaguli o grumi che non si risolvono con il trattamento anticoagulante.

Questi farmaci possono anche essere un’opzione per le persone che hanno una PTS persistente e debilitante.

Trombectomia chirurgica

In alcuni casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere un coagulo di sangue da una vena o un’arteria. Questa procedura è chiamata trombectomia.

Una trombectomia può essere necessaria per coaguli molto grandi o che causano gravi danni ai tessuti vicini.

Le persone dovrebbero parlare con il proprio chirurgo di cosa aspettarsi durante la procedura.

Nella maggior parte dei casi, il chirurgo eseguirà un taglio nell’area sopra il coagulo di sangue. Dopo aver rimosso il coagulo, il chirurgo può inserire un piccolo tubo o “stent” nel vaso sanguigno per tenerlo aperto. Quindi chiuderanno il vaso sanguigno per ripristinare il flusso sanguigno.

Filtri Vena cava

La vena cava è una grande vena nell’addome che trasporta il sangue dalla parte inferiore del corpo fino al cuore e ai polmoni.

Una TVP alle gambe a volte può viaggiare fino ai polmoni attraverso la vena cava. Quando il coagulo si sposta nei polmoni e blocca il flusso sanguigno, si parla di embolia polmonare (PE). Un chirurgo può inserire un filtro nella vena cava per impedire al coagulo di passare attraverso la vena.

Il chirurgo inserisce il filtro eseguendo una piccola incisione in una vena del collo o dell’inguine. Una serie di raggi X aiuta il chirurgo a posizionare correttamente il filtro all’interno della vena cava.

I medici di solito usano questa procedura solo per le persone ad alto rischio di sviluppare un’embolia polmonare e per coloro che non possono assumere anticoagulanti.

Gestione domestica

Un medico stabilirà un piano di trattamento su misura per aiutare le persone a gestire le loro condizioni e prevenire ulteriori coaguli di sangue.

La gestione domestica dipenderà dal tipo e dalla gravità del coagulo di sangue, nonché dai farmaci che una persona sta assumendo per questo.

Il piano può coinvolgere il medico che rimanda una persona a un team di specialisti, che probabilmente includeranno un cardiologo, un ematologo e un neurologo.

Le calze a compressione possono essere utili per le persone che si stanno riprendendo dalla TVP. Queste calze aiutano a prevenire il raggruppamento e la coagulazione del sangue nella parte inferiore della gamba.

Anche fare passeggiate regolari ed elevare la gamba colpita sopra l’anca può aiutare aumentando il flusso di sangue al cuore.

Le persone che assumono farmaci devono programmare regolari controlli del sangue per assicurarsi che il loro sangue non diventi troppo sottile o denso.

Prevenzione

Secondo l’American Society of Hematology, i coaguli di sangue sono uno dei tipi più prevenibili di malattie del sangue.

Alcuni individui possono avere un aumentato rischio genetico di sviluppare coaguli di sangue. Le persone dovrebbero dire al proprio medico se hanno una storia familiare di disturbi della coagulazione del sangue.

Il medico può raccomandare controlli regolari per aiutare a rilevare i disturbi in una fase precoce.

I seguenti fattori dello stile di vita possono anche ridurre il rischio di una persona di sviluppare coaguli di sangue:

  • indossare abiti larghi, soprattutto nella parte inferiore del corpo
  • indossare calze a compressione
  • smettere di fumare, se applicabile
  • bere molti liquidi
  • mangiare meno sale
  • esercitarsi regolarmente
  • mantenere un peso sano
  • cambiando posizione spesso, specialmente nei lunghi viaggi
  • in piedi o seduti per non più di un’ora alla volta
  • evitando di incrociare le gambe
  • evitando attività che potrebbero urtare e battere le gambe
  • sollevando le gambe sopra il livello del cuore quando sdraiati

segni e sintomi

La tabella seguente mostra i sintomi che possono verificarsi con coaguli di sangue in diverse parti del corpo:

Posizione Sintomi
Braccio o gamba
  • dolore al braccio o alla gamba
  • improvviso calore, gonfiore o tenerezza del braccio o della gamba
  • scolorimento della pelle rossa o blu
Polmone
  • respiro corto improvviso
  • tosse che fa apparire muco o sangue
  • dolore toracico improvviso e acuto che peggiora progressivamente
  • battito cardiaco accelerato o irregolare
  • febbre
  • sudorazione eccessiva
  • vertigini o vertigini
Cervello
  • intorpidimento o debolezza del viso, delle braccia o delle gambe
  • difficoltà a parlare o comprendere gli altri
  • perdita della vista in uno o entrambi gli occhi
  • difficoltà a camminare
  • perdita di equilibrio o coordinazione
  • mal di testa improvviso e grave
  • confusione
  • vertigini
Cuore
  • dolore o pesantezza al petto o alla parte superiore del corpo
  • mancanza di respiro
  • sudorazione
  • nausea
  • vertigini
Addome
  • forte dolore addominale
  • vomito
  • diarrea
Rene I sintomi sono rari, ma possono includere:

  • dolore e tenerezza nella parte superiore dell’addome, schiena e fianchi
  • sangue nelle urine
  • diminuzione della produzione di urina
  • febbre
  • nausea
  • vomito

complicazioni

Una TVP è un coagulo di sangue che si forma nelle vene profonde delle braccia e delle gambe.

A volte, una TVP può spostarsi e viaggiare attraverso il sistema circolatorio verso i polmoni o il cervello. Può quindi causare gravi complicazioni, tra cui:

Embolia polmonare

Un PE è un coagulo di sangue che viene incorporato nel tessuto polmonare.

Un PE blocca parte del flusso sanguigno al polmone, causando un pompaggio più intenso del cuore per cercare di soddisfare il fabbisogno di ossigeno del corpo.

La tensione aggiuntiva sul sistema circolatorio può causare insufficienza cardiaca.

Embolia cerebrale e ictus

A volte, un coagulo di sangue può entrare e bloccare una nave che fornisce sangue al cervello. Questo tipo di coagulo di sangue è chiamato embolia cerebrale (CE).

Senza sufficiente afflusso di sangue, le cellule cerebrali nell’area interessata diventano affamate di ossigeno e muoiono. Questa condizione è chiamata ictus ischemico.

Gli ictus sono gravi e potenzialmente letali. Le persone che ricevono un trattamento entro le prime 3 ore dall’ictus hanno meno probabilità di sperimentare una disabilità duratura.

Trombosi venosa renale

Una trombosi venosa renale (RVT) è un coagulo di sangue nella vena renale, che attira il sangue lontano dal rene. La maggior parte dei casi di RVT migliora nel tempo e non causa danni renali permanenti.

Tuttavia, RVT può talvolta causare insufficienza renale acuta. L’insufficienza renale acuta si verifica quando una compromissione della funzionalità renale porta ad un accumulo di rifiuti tossici nel sangue.

Quando vedere un dottore

Le persone che manifestano i sintomi di una TVP devono prendere un appuntamento urgente con un medico, soprattutto se hanno una storia familiare di disturbi della coagulazione del sangue. Il trattamento precoce di una TVP può prevenire ulteriori complicazioni.

Un coagulo di sangue in altre parti del corpo è un’emergenza medica. Una persona dovrebbe telefonare immediatamente al 911 o al numero di emergenza locale se si verificano sintomi di ictus, embolia polmonare, trombosi venosa renale o un’altra condizione correlata al cuore.

prospettiva

I coaguli di sangue sono gravi e potenzialmente pericolosi per la vita in alcuni casi. Esistono molte diverse opzioni di trattamento per i coaguli di sangue, a seconda della loro posizione e gravità.

La diagnosi e il trattamento precoci possono aiutare a prevenire ulteriori complicazioni e migliorare le prospettive di una persona.

Questo post è stato utile per te?