Urologia / Nefrologia

Test di funzionalità renale: tutto ciò che devi sapere

I test di funzionalità renale sono procedure semplici che utilizzano sangue o urina per aiutare a identificare i problemi nei reni. Esistono alcuni tipi diversi di test della funzione renale che indagano vari aspetti della funzione renale.

Un test di funzionalità renale può verificare se i reni filtrano troppo lentamente i rifiuti. Un altro tipo di test può vedere se i reni perdono proteine ​​nelle urine.

Un medico che pensa che una persona possa avere un problema con i propri reni può ordinare un test di funzionalità renale, ma i test regolari possono essere utili per tutti gli adulti.

Come nota la National Kidney Foundation, 1 adulto su 3 negli Stati Uniti è a rischio di malattia renale e molte persone con forme precoci della malattia non hanno sintomi. È importante diagnosticare e trattare la condizione prima che possa causare danni permanenti.

In questo articolo, scopri una varietà di test sulla funzione renale e i loro risultati.

Panoramica

I test di funzionalità renale prendono di mira il sangue o l’urina e misurano diversi aspetti della funzione renale.

Spesso i medici ordinano più di un test alla volta per ottenere un quadro più ampio della funzione renale complessiva.

I reni svolgono un ruolo essenziale nel mantenere il corpo sano. Il loro compito principale è quello di filtrare i materiali di scarto dal sangue e inviarli fuori dal corpo nelle urine.

Il danno renale può impedire ai reni di filtrare correttamente i rifiuti, lasciandoli rimanere nel corpo e causare sintomi pericolosi.

Test regolari possono aiutare a identificare problemi come la malattia renale nelle fasi iniziali, rendendo possibile l’arresto del progresso della malattia.

I medici possono anche ordinare altri test per ottenere maggiori informazioni sul rene, come test di imaging o una biopsia.

Continua a leggere per scoprire i vari tipi di test di funzionalità renale.

Test delle urine

I test delle urine possono richiedere un piccolo campione di urina o tutte le urine che una persona produce in un periodo di 24 ore.

Analisi delle urine

L’analisi delle urine è un ampio test delle urine che aiuta i medici a identificare i problemi sottostanti o determinare quale test utilizzare successivamente. L’analisi delle urine può aiutare a identificare molte particelle indesiderabili nelle urine, come ad esempio:

  • sangue
  • pus
  • batteri
  • zucchero
  • proteina

Se il test torna positivo per una o più di queste particelle, potrebbe indicare un problema sottostante, come ad esempio:

  • infezioni ai reni o alla vescica
  • malattie renali
  • calcoli renali
  • diabete

Test di rapporto microalbuminuria o rapporto albumina-creatina

Questi due test richiedono un piccolo campione di urina. Entrambi aiutano a identificare i livelli di albumina nelle urine.

L’albumina è una proteina importante nel sangue. Se i reni filtrano troppa albumina nelle urine, potrebbe essere un segno che non stanno facendo il loro lavoro correttamente.

Un risultato di albumina nelle urine di 30 milligrammi per grammo (mg / g) o meno è normale. Qualunque cosa più alta di questa può essere un segno di malattia renale.

La microalbuminuria è un test molto più sensibile, in grado di rilevare anche piccole quantità di proteine ​​nelle urine.

Le persone a più alto rischio di malattie renali potrebbero dover eseguire un test di microalbuminuria anche se altri test delle proteine ​​urinarie risultano negativi.

Test di clearance della creatina

Un test di clearance della creatina è sia un esame del sangue che delle urine. Si tratta di raccogliere tutte le urine che una persona crea in 24 ore, oltre a prelevare un piccolo campione di sangue.

La creatina è un prodotto di scarto nel corpo che si trova naturalmente dall’uso quotidiano nei muscoli.

I medici confrontano la quantità di creatina nel campione di urina con i livelli di creatina nel sangue. Questo confronto mostra quanti rifiuti i reni stanno filtrando, il che potrebbe essere un indicatore della loro salute generale.

Analisi del sangue

Per gli esami del sangue, un medico o un infermiere inserirà un ago nel braccio di una persona per prelevare un piccolo campione di sangue. La persona potrebbe aver bisogno di digiunare prima o fare il test per prima cosa al mattino.

Test della creatina sierica

Livelli di creatina sierici troppo elevati possono essere un segno che i reni hanno difficoltà a svolgere il loro lavoro. I medici ordineranno anche un test della creatina nel siero come parte del test di clearance della creatina.

La National Kidney Foundation nota che i livelli sierici di creatina sopra 1,2 per le donne o 1,4 per gli uomini possono essere un segnale precoce che i reni non funzionano come dovrebbero. Questi numeri possono aumentare ulteriormente con il progredire della malattia renale.

I medici possono anche calcolare la velocità di filtrazione glomerulare (GFR) di una persona utilizzando questo test per confermare la diagnosi o ordinare più test per verificare i risultati.

Il test GFR prende i risultati di un test della creatina sierica e li regola per una serie di altri fattori, come età, sesso e razza. Il valore GFR tipico è 60 o superiore. Un GFR intorno a 60 o inferiore è un segno di problemi renali.

Test dell’azoto di urea nel sangue

La prova di azoto ureico nel sangue (BUN) controlla la presenza di altri prodotti di scarto nel sangue, come l’azoto ureico.

L’azoto di urea si verifica quando le proteine ​​del cibo si disgregano e livelli elevati possono indicare che il rene non sta filtrando efficacemente questi rifiuti.

Un tipico livello di BUN è compreso tra 7 e 20 milligrammi per decilitro. Valori più alti potrebbero essere un segno di una condizione di base che colpisce i reni.

Detto questo, molte altre cose possono influenzare i livelli di BUN, come i farmaci o gli antibiotici. Una dieta molto ricca di proteine ​​può anche influenzare i livelli.

I medici in genere confronteranno questi risultati con i risultati di un test della creatina per comprendere meglio quanto bene il rene sta filtrando questi rifiuti.

Test di imaging

I test di imaging possono aiutare i medici a identificare eventuali cambiamenti fisici ai reni, come lesioni o calcoli renali.

ultrasuoni

I test ad ultrasuoni utilizzano onde sonore innocue per scattare foto. I medici possono ordinare un ultrasuono per cercare cambiamenti nella forma o nella posizione dei reni. Possono anche richiedere un’ecografia per verificare la presenza di tumori o blocchi, ad esempio calcoli renali.

Scansioni CT

Una scansione TC utilizza una serie di immagini a raggi X per creare un’immagine 3D più dettagliata dei reni. Può aiutare a identificare eventuali cambiamenti strutturali o deformazioni in un rene.

A volte la scansione richiede l’iniezione della persona con una tintura, che può essere problematica per le persone che possono avere una malattia renale.

biopsie

In alcuni casi, i medici potrebbero voler eseguire una biopsia renale. Questo è un processo che prevede l’inserimento di un piccolo ago nel rene per rimuovere il tessuto renale. Il medico invierà il tessuto a un laboratorio per il test.

I medici possono ordinare una biopsia quando hanno bisogno di identificare una malattia specifica e vedere quanto bene possa rispondere al trattamento. Possono anche usare una biopsia per determinare la progressione della malattia renale.

risultati

Risultati positivi su test multipli indicano che esiste un problema di fondo nei reni.

I risultati di ciascuno di questi test aiutano i medici a ottenere un quadro migliore della salute generale dei reni di una persona. I test possono anche identificare i marcatori di malattia renale e giustificare l’ordinazione di ulteriori test.

Una volta identificato l’esistenza di un problema nei reni, i medici lavoreranno per diagnosticare a fondo il problema e sviluppare un piano di trattamento.

Molte possibili condizioni di base possono portare alla perdita della funzionalità renale. Una diagnosi approfondita è la chiave per trovare il trattamento corretto in ogni caso.

Porta via

I test di funzionalità renale sono una parte vitale della diagnosi e del trattamento dei disturbi che colpiscono i reni. Anche se una persona non ha ancora sintomi, alcune persone potrebbero dover sottoporsi a test regolari.

L’Istituto nazionale di diabete e malattie renali e digestive raccomandano che le persone a più alto rischio di problemi ai reni ricevano regolari test di funzionalità renale. Le persone ad alto rischio includono quelli con:

  • alta pressione sanguigna
  • diabete
  • malattia del cuore
  • una storia familiare di malattia renale o insufficienza renale

Test di funzionalità renale regolari possono aiutare a identificare i problemi nei reni in anticipo e quando le prospettive sono le migliori.

Seguendo un piano di trattamento, le persone possono aiutare a prevenire la progressione della condizione. Lavorare direttamente con un medico è il modo migliore per monitorare e gestire qualsiasi segno di danno renale o condizioni sottostanti.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu