Sindrome di Tourette: trovate 400 mutazioni genetiche

Una nuova ricerca ci ha avvicinato molto alla comprensione delle radici genetiche e delle cause dello sviluppo neurologico della sindrome di Tourette.

Negli Stati Uniti, circa 200.000 individui ora vivono con la sindrome di Tourette nella sua forma più grave.

La condizione neuropsichiatrica è caratterizzata da movimenti o suoni involontari e ripetitivi chiamati tic.

Non conosciamo ancora la causa precisa della sindrome di Tourette. Tuttavia, i ricercatori hanno collegato lo sviluppo anormale di alcune aree del cervello, inclusi i gangli della base, i lobi frontali e la corteccia.

Inoltre, anche le reti cerebrali che collegano queste regioni – insieme a neurotrasmettitori come la dopamina e la serotonina – sono state collegate alla condizione.

Ora, i ricercatori portano nuove informazioni su ciò che potrebbe interrompere lo sviluppo cerebrale nella sindrome di Tourette e hanno pubblicato i loro risultati nella rivista Cell Reports.

Sheng Wang, che è affiliato con l'Istituto Nazionale di Scienze Biologiche di Pechino, in Cina, e il Dipartimento di Psichiatria all'Università della California a San Francisco, è il primo autore del recente articolo.

Studiare i geni coinvolti in Tourette

Wang e i suoi colleghi hanno lavorato al più grande studio genetico della sindrome di Tourette: lo studio di Tourette International Collaborative Genetics (TIC Genetics).

"Attraverso le famiglie iniziali che hanno partecipato, siamo stati in grado di raccogliere campioni e dati per iniziare lo studio e stabilire il primo deposito di condivisione per ricercatori di tutto il mondo interessati allo studio della sindrome di Tourette", riferisce il coautore dello studio Gary Heiman, un associato professore nel Dipartimento di Genetica della Rutgers University-New Brunswick nel New Jersey.

Il nuovo documento pubblicato rappresenta la seconda serie importante di risultati dello studio TIC Genetics, che ha attraversato oltre 11 anni.

Il primo gruppo di risultati è stato pubblicato l'anno scorso e ha rivelato quattro mutazioni genetiche che potrebbero essere responsabili delle interruzioni nello sviluppo del cervello notate in Tourette.

All'epoca, i ricercatori avevano analizzato 511 trii genetici. Nel nuovo studio, hanno eseguito il sequenziamento dell'intero esoma di ulteriori 291 trii e hanno effettuato un'analisi dei 802 trii genetici combinati.

Mutazioni genetiche e sviluppo cellulare

L'analisi ha rilevato che varianti del numero di copie (CNV) o variazioni cromosomiche che coinvolgono porzioni più grandi di DNA e che possono estendersi su più geni, possono scatenare la sindrome di Tourette. I CNV alterano il numero di copie delle regioni del DNA duplicandole e cancellandole.

Il coautore dello studio, Jay Tischfield, della Rutgers University, New Brunswick, spiega: "Abbiamo scoperto che i CNV si verificano da due a tre volte più spesso nei bambini con sindrome di Tourette rispetto a quelli senza."

Gli investigatori hanno anche scoperto un gene di rischio "ad alta confidenza" chiamato CELSR3, le cui mutazioni dannose sono state trovate in diverse famiglie.

Infine, hanno anche trovato mutazioni de novo in geni che "codificano per proteine ​​coinvolte nella polarità cellulare". La polarità cellulare descrive "l'intrinseca asimmetria" che si osserva nella "forma, struttura o organizzazione" delle cellule.

La polarità cellulare è la chiave per lo sviluppo e la specializzazione delle cellule. Le mutazioni rivelate aiutano ad illuminare i problemi di sviluppo del cervello che sono presenti in Tourette.

Complessivamente, gli scienziati approssima che oltre 400 mutazioni geniche, sia singolari che combinate, potrebbero aumentare il rischio di sindrome di Tourette.

"Questi (…) risultati significativi", afferma Tischfield, "forniscono un quadro per la ricerca futura sulle cause e sul trattamento di questo disturbo straordinario e peculiare".

Lo studio ha anche identificato "significative sovrapposizioni" di mutazioni de novo tra la sindrome di Tourette e alcune altre condizioni psichiatriche, come il disturbo ossessivo-compulsivo e l'autismo.

Questo post è stato utile per te?