Quanto le bevande zuccherine possono alimentare e accelerare la crescita del cancro

Esiste un legame diretto tra gli zuccheri aggiunti nelle bevande analcoliche e la crescita dei tumori del cancro? I risultati di un nuovo studio possono risolvere questa domanda.

I ricercatori riconoscono che l'obesità aumenta il rischio di cancro e alcuni studi considerano anche l'esistenza di una relazione causale tra questa condizione metabolica e il cancro.

Un fattore importante che può portare all'obesità è l'elevato apporto di zuccheri attraverso il consumo frequente di alimenti trasformati e bevande zuccherate.

Tuttavia, finora, è stata condotta una ricerca limitata che esamina gli effetti dello zucchero sulla crescita del tumore indipendentemente dall'obesità.

Ora, un team di specialisti del Baylor College of Medicine di Houston, TX e Weill Cornell Medicine di New York City, NY, ha collaborato con colleghi di altri istituti di ricerca per identificare un legame chiaro tra le bevande zuccherate e la crescita accelerata dei tumori nel cancro del colon-retto .

Nel nuovo studio, i cui risultati sono apparsi ieri sulla rivista Science, il team di ricerca ha studiato gli effetti dello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio nei modelli murini di cancro del colon-retto.

Il team ha optato per una soluzione di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio al 25% perché questo è il tipo di dolcificante che i produttori utilizzano più comunemente come ingrediente nelle bevande analcoliche popolari.

"Un numero crescente di studi osservazionali ha aumentato la consapevolezza dell'associazione tra consumo di bevande zuccherate, obesità e rischio di cancro del colon-retto", spiega il co-autore Jihye Yun, che è un assistente professore di genetica molecolare e umana presso il Baylor College of Medicine .

"Il pensiero attuale è che lo zucchero è dannoso per la nostra salute, soprattutto perché consumare troppo può portare all'obesità", continua. "Sappiamo che l'obesità aumenta il rischio di molti tipi di cancro, compreso il cancro del colon-retto, tuttavia non eravamo certi che esistesse un nesso diretto e causale tra il consumo di zucchero e il cancro".

Gli zuccheri nell'intestino e il sangue "nutrono" i tumori

Lavorando su modelli murini, gli scienziati hanno mirato non solo a confermare il legame tra zuccheri dietetici e progressione tumorale, ma anche a conoscere meglio il meccanismo in gioco.

Il team ha condotto la ricerca su topi con carcinoma colorettale in stadio iniziale in cui hanno eliminato un gene chiamato "Apc". Questo gene codifica per una proteina con lo stesso nome e la sua cancellazione simula una mutazione che caratterizza il cancro del colon in rapida crescita negli esseri umani.

"APC è un gatekeeper nel cancro del colon-retto", dice Yun. "Eliminare questa proteina è come rimuovere le pause di un'auto, senza le quali le normali cellule intestinali non smettono di crescere o morire, formando tumori in stadio iniziale chiamati polipi", spiega.

"Più del 90% dei pazienti con cancro del colon-retto ha questo tipo di mutazione di Apc", sottolinea il ricercatore.

Nella prima fase dello studio, i ricercatori hanno permesso ai topi di bere liberamente la bevanda zuccherata. Di conseguenza, i roditori hanno accumulato molto peso in appena 1 mese.

Per determinare se lo sciroppo di mais stimolasse o meno la crescita del cancro indipendentemente dall'obesità, il team decise allora di somministrare la bevanda zuccherata in modo da consentire ai topi di ingerirla senza ingrassare. Quindi, i ricercatori hanno somministrato ai topi la bevanda zuccherata per via orale attraverso una siringa appositamente progettata una volta al giorno per 2 mesi.

Dopo questo intervento di 2 mesi, gli investigatori hanno osservato che i roditori non avevano assunto troppo peso, ma avevano effettivamente sviluppato tumori più grandi e più avanzati rispetto ai roditori che avevano ricevuto solo acqua.

"Questi risultati suggeriscono che quando gli animali hanno uno stadio precoce di tumori nell'intestino – che può verificarsi in molti giovani adulti per caso e senza preavviso – il consumo di quantità anche modeste di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio in forma liquida può aumentare la crescita e la progressione del tumore indipendentemente dall'obesità ", sottolinea Yun.

"Sono necessarie ulteriori ricerche per tradurre queste scoperte nelle persone", ammette, anche se aggiunge che "tuttavia i nostri risultati su modelli animali suggeriscono che il consumo cronico di bevande zuccherate può ridurre il tempo necessario allo sviluppo del cancro".

"Negli esseri umani, in genere occorrono dai 20 ai 30 anni perché il cancro del colon-retto cresca da tumori benigni in stadio iniziale a tumori aggressivi", afferma Yun.

Il fruttosio favorisce gli effetti avversi del glucosio

In un'ulteriore fase dello studio, il team di ricerca è andato avanti e ha esaminato i potenziali meccanismi con cui lo zucchero nello sciroppo di mais ha alimentato una rapida crescita del tumore.

In primo luogo, gli scienziati hanno scoperto che i topi con la mutazione di Apc che ricevevano moderate dosi giornaliere della bevanda zuccherata avevano elevate quantità di fruttosio e glucosio – due diversi tipi di zucchero – nel colon e nel sangue.

Questa scoperta, spiegano i ricercatori, suggerisce che i tumori del cancro sono stati in grado di raccogliere e utilizzare questi zuccheri attraverso percorsi diversi.

Successivamente, gli scienziati hanno utilizzato strumenti specializzati e ad alta sensibilità per stabilire il destino dei due zuccheri nei tumori del cancro del colon e hanno scoperto che il fruttosio ha subito alcuni cambiamenti chimici nel corpo, che gli hanno permesso di aumentare gli effetti di promozione del tumore del glucosio.

"La maggior parte degli studi precedenti utilizzava solo glucosio o fruttosio per studiare l'effetto dello zucchero negli animali o nelle linee cellulari", osserva Yun.

Tuttavia, continua: "Abbiamo pensato che questo approccio non riflettesse il modo in cui le persone consumano bevande zuccherate perché né le bevande né i cibi hanno solo glucosio o fruttosio, hanno sia glucosio che fruttosio insieme in quantità simili".

"I nostri risultati suggeriscono che il ruolo del fruttosio nei tumori è quello di migliorare il ruolo del glucosio di dirigere la sintesi degli acidi grassi", dice Yun. "La conseguente abbondanza di acidi grassi può essere potenzialmente utilizzata dalle cellule tumorali per formare membrane cellulari e molecole di segnalazione, per crescere o per influenzare l'infiammazione".

'Evita di consumare bevande zuccherate'

In una fase finale, gli scienziati hanno ingegnerizzato i topi che avevano già la mutazione di Apc in modo tale che mancassero anche i geni che aiutano a regolare il metabolismo del fruttosio o quelli che svolgono un ruolo nella sintesi degli acidi grassi.

Questo esperimento ha rivelato che i tumori del cancro non crescevano ad un tasso accelerato in nessuno di questi gruppi di topi. Questo risultato è in contrasto con la situazione dei topi di modello Apc.

"Questo studio ha rivelato il sorprendente risultato che i cancri del colon-retto utilizzano lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, l'ingrediente principale nella maggior parte delle bevande zuccherate e molti altri alimenti trasformati, come combustibile per aumentare i tassi di crescita del tumore", osserva il coautore del Dr. Lewis Cantley , da Weill Cornell Medicine.

"Mentre molti studi hanno correlato l'aumento dei tassi di cancro del colon-retto con la dieta, questo studio mostra un meccanismo molecolare diretto per la correlazione tra il consumo di zucchero e il cancro del colon-retto", aggiunge Cantley.

Inoltre, secondo Yun, "[questi] risultati aprono anche nuove possibilità di trattamento: a differenza del glucosio, il fruttosio non è essenziale per la sopravvivenza e la crescita delle cellule normali, il che suggerisce che le terapie mirate al metabolismo del fruttosio valgano la pena esplorarle".

"In alternativa, evitare di consumare bevande zuccherate il più possibile invece di fare affidamento sui farmaci ridurrebbe significativamente la disponibilità di zucchero nel colon."

Jihye Yun

Questo post è stato utile per te?