Quanto dura l'influenza?

Molte fonti parlano del raffreddore e dell’influenza comuni come se fossero intercambiabili, ma l’influenza è generalmente peggiore del comune raffreddore. Sebbene la maggior parte delle persone con l’influenza si sentano meglio dopo circa una settimana, la malattia può durare più a lungo se una persona sviluppa complicazioni.

L’influenza può lasciare una persona che non è in grado di lavorare, svolgere mansioni domestiche o che tende ai bambini per diversi giorni. Alcune persone sviluppano sintomi gravi e potrebbero aver bisogno di cure ospedaliere.

In questo articolo, discutiamo per quanto tempo dura l’influenza, una cronologia dei sintomi comuni e quando vedere un medico per il trattamento.

Quanto dura l’influenza?

Per le persone che non sviluppano gravi complicanze influenzali, i sintomi di solito durano 3-7 giorni. Alcune persone scoprono che i loro sintomi migliorano e peggiorano o peggiorano in determinati momenti della giornata, ad esempio la mattina.

Sebbene la febbre ei sintomi più gravi si risolvano in genere in una settimana, alcune persone hanno una bassa energia per un massimo di 2 settimane, ed è possibile sperimentare una tosse fino a 8 settimane.

Il vaccino antinfluenzale riduce il rischio di contrarre l’influenza ma non lo elimina. Tuttavia, le persone che hanno ancora l’influenza dopo aver ricevuto un colpo tendono ad avere sintomi meno gravi che durano per un periodo più breve.

I farmaci antivirali, come l’oseltamivir (Tamiflu), possono anche ridurre la lunghezza dell’influenza e ridurre il rischio di gravi complicanze.

Neonati e bambini molto piccoli, anziani e persone con malattie respiratorie possono avere sintomi che durano più a lungo. Questi individui sono anche più vulnerabili alle gravi complicanze influenzali, come la polmonite e le difficoltà respiratorie.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa 200.000 persone negli Stati Uniti devono recarsi in ospedale ogni anno a causa dell’influenza.

È improbabile che le complicanze influenzali si risolvano da sole e possono essere un’emergenza medica. Possono richiedere che una persona rimanga in ospedale. Può essere settimane o addirittura mesi prima che una persona si riprenda da gravi complicanze influenzali.

Cronologia e sintomi

A differenza del freddo e di altri virus, che si presentano gradualmente, i sintomi influenzali tendono ad apparire improvvisamente. Nel giro di poche ore, una persona può passare da sentirsi bene ad avere la febbre e altri sintomi.

Una febbre alta si verifica più comunemente con l’influenza che con un raffreddore e spesso compare prima degli altri sintomi.

I sintomi più comuni dell’influenza includono:

  • febbre alta
  • brividi
  • dolori muscolari
  • mal di testa
  • debolezza e estremo esaurimento
  • una tosse secca
  • mal di gola
  • vomito
  • congestione

I sintomi tendono a raggiungere il picco tra i giorni 2 e 4. Al giorno 5, alcune persone iniziano a sentirsi meglio. Alcuni si sentono abbastanza bene per tornare al lavoro oa scuola.

Tuttavia, è importante rimanere a casa per 24 ore dopo la rottura della febbre. Se la febbre va via solo con farmaci anti-febbre, rimani a casa.

Al giorno 7, la maggior parte delle persone si sente significativamente meglio, anche se alcuni sono ancora malati. Non è insolito che l’influenza duri più a lungo di una settimana, quindi una lenta guarigione non è necessariamente un brutto segno. Tuttavia, se i sintomi continuano a peggiorare dopo una settimana, potrebbe essere meglio consultare un medico.

Trattamento

Il trattamento migliore e più efficace per l’influenza è un farmaco antinfluenzale antivirale. L’assunzione di questo farmaco entro 2 giorni dall’assunzione può ridurre la durata dell’influenza e aiutare una persona a evitare complicazioni.

Prima di assumere qualsiasi farmaco anti-influenzale, una persona può valutare i rischi e i benefici con un medico. È importante comunicare al medico eventuali precedenti problemi di salute o reazioni ai farmaci perché alcune persone hanno effetti collaterali quando assumono farmaci anti-influenzali.

Gli antibiotici non possono curare l’influenza. L’influenza è un virus e gli antibiotici curano solo le infezioni batteriche.

Tuttavia, alcune persone sviluppano infezioni secondarie a causa dell’influenza. I bambini sono particolarmente vulnerabili alle infezioni dell’orecchio, ma gli adulti possono prenderli anche loro. Se i sintomi cambiano improvvisamente o peggiorano, ciò potrebbe significare che c’è una nuova infezione, che potrebbe essere virale o batterica.

Come aiutare il recupero

Le seguenti strategie possono aiutare ad accelerare il processo di guarigione:

  • Riposando e rimanendo a letto.
  • Evitare di andare a lavorare, a scuola o in qualsiasi altro posto, perché questo può diffondere l’influenza.
  • Bere molti liquidi. Se si verifica febbre o vomito, provare a bere una bevanda elettrolitica per prevenire la disidratazione.
  • Usando farmaci da banco, come l’ibuprofene o il paracetamolo.
  • Lavarsi spesso le mani per evitare di diffondere l’infezione ad altri membri della famiglia.

Quando vedere un dottore

Le persone dovrebbero provare a vedere un medico entro 24-48 ore dall’apparizione dei sintomi dell’influenza, poiché questo è il momento in cui i trattamenti antivirali sono più efficaci.

È anche importante consultare un medico se i sintomi non migliorano dopo 7 giorni o se compaiono nuovi sintomi, come il dolore all’orecchio.

Le persone dovrebbero cercare cure mediche di emergenza se:

  • la respirazione diventa difficile o faticosa
  • il dolore muscolare è insopportabile o abbastanza grave da impedire la deambulazione
  • un bambino sviluppa una febbre superiore a 104 ° F
  • quando si respira, un bambino o un bambino emette suoni forti o attira i muscoli attorno alle costole
  • una persona ha convulsioni, perde conoscenza, sembra confusa o non è in grado di comunicare efficacemente
  • un bambino di età inferiore alle 12 settimane sviluppa una febbre
  • i sintomi di condizioni mediche croniche peggiorano
  • ci sono vertigini intense che non scompaiono dopo poche ore
  • una persona smette di urinare o urina molto raramente
  • i sintomi migliorano ma poi ritornano più tardi e peggiorano

Sommario

La maggior parte delle persone che hanno l’influenza avrà sintomi che durano tra 3 e 7 giorni. Se sviluppano complicazioni, possono ammalarsi più a lungo.

Migliaia di persone muoiono per l’influenza ogni anno. I bambini, gli anziani o le persone con un sistema immunitario compromesso sono molto più vulnerabili alle complicanze influenzali. Le persone dovrebbero prendere sul serio l’influenza riposando ed evitando luoghi pubblici fino a quando i sintomi non scompaiono.

Con il riposo e le cure mediche, è possibile recuperare anche da gravi complicazioni. Chiunque abbia gravi sintomi influenzali dovrebbe consultare un medico. Per ridurre il rischio di contrarre l’influenza, una persona può ottenere l’influenza antinfluenzale ogni anno.

Questo post è stato utile per te?