Cancro / Oncologia

Quali tumori ricevono il minor finanziamento e perché?

Un recente studio che ha esaminato il finanziamento della ricerca senza scopo di lucro per diversi tipi di cancro ha scoperto che alcuni dei tumori più comuni (e più mortali) ricevono molto meno denaro di altri, il che può influire direttamente sulla ricerca, sullo sviluppo di farmaci e sull’educazione dei pazienti.

La ricerca, che appare sul Journal of National Comprehensive Cancer Network, ha scoperto le tendenze nel finanziamento del cancro che mettono in evidenza le aree che necessitano di maggiore attenzione.

Il finanziamento di alcuni tipi di tumore era scarso, considerando la frequenza con cui si verificano e quante persone muoiono a causa loro. Questi tipi includevano il cancro del colon, dell’endometrio, del fegato e della bile, il cancro cervicale, ovarico, pancreatico e polmonare.

D’altro canto, alcuni tumori, tra cui carcinoma mammario e pediatrico, leucemia e linfoma, hanno ricevuto un finanziamento significativamente maggiore rispetto a tali fattori.

I ricercatori principali, tutti della Northwestern University di Evanston, Illinois, erano: Suneel Kamath, il capo del dipartimento di ematologia e oncologia della Feinberg School of Medicine dell’università al momento di questo studio; Sheetal Kircher, assistente professore di ematologia e oncologia a Feinberg; e Al Benson, professore di ematologia e oncologia a Feinberg.

“Le organizzazioni di difesa dei pazienti ben finanziate dovrebbero essere applaudite per i loro successi”, afferma Kircher. “Speriamo di sensibilizzare le organizzazioni con meno finanziamenti relativi in ​​modo da poter collaborare per migliorare finanziamenti e risultati per tutti i pazienti con cancro”.

I registri fiscali dell’IRS rivelano disparità di finanziamento

Per scoprire quanti finanziamenti ha ricevuto ogni tipo di cancro, i ricercatori hanno esaminato i registri fiscali dell’IRS per le organizzazioni non profit che raccolgono denaro per qualsiasi tipo di cancro. Includono solo organizzazioni che hanno registrato entrate per almeno $ 5 milioni nel 2015.

Complessivamente, c’erano 119 organizzazioni senza scopo di lucro e, insieme, hanno raccolto $ 5,98 miliardi di entrate annuali. Una grossa fetta di questo importo non era destinata a un tumore specifico – invece, i soldi andavano ai fondi generali per il cancro, come l’American Cancer Society.

Per le restanti organizzazioni senza scopo di lucro, i ricercatori hanno esaminato la quantità di entrate generate da ciascuna e le hanno confrontate con il numero di nuovi casi del particolare tipo di cancro. Hanno anche esaminato il numero di decessi causati da ciascun tipo e considerato il numero di anni di vita persi che potrebbero derivare da tali decessi.

In questo modo, sono stati in grado di determinare il tasso di finanziamento rispetto al tasso di prevalenza e mortalità della malattia.

Una tendenza allarmante per alcuni tumori

I risultati hanno mostrato che uno scarso finanziamento ha influito negativamente sui tumori che le persone tendono ad associare a comportamenti stigmatizzati.

Questi tumori includono: cancro ai polmoni, che può provocare il fumo di sigaretta; cancro al fegato, che può derivare dal bere alcolici; e melanoma, che è spesso dovuto a una persona che usa lettini abbronzanti o passa il tempo al sole senza indossare la protezione solare.

“L’obiettivo di questo studio non è quello di deviare i fondi dai tumori che sono ben supportati, ma piuttosto espandere i finanziamenti per altri tumori che attualmente non ricevono abbastanza sostegno”, spiega Kamath.

“Queste sono tutte malattie mortali e che cambiano la vita che meritano la nostra attenzione e sostegno.”

Suneel Kamath

Le organizzazioni senza scopo di lucro per tumori specifici possono svolgere un ruolo importante in molti aspetti della ricerca sul cancro e della cura dei pazienti. Non solo possono aiutare a finanziare la ricerca medica e farmacologica, ma possono promuovere l’educazione alle malattie per i pazienti e le loro famiglie. Possono anche aiutare a influenzare la politica sanitaria.

I ricercatori osservano che uno scarso finanziamento ha influito anche su altri tumori che non ruotano necessariamente attorno a comportamenti che le persone considerano negativi.

“La vergogna e il disagio nel parlare delle nostre viscere e delle” parti intime “possono ridurre i finanziamenti per malattie come il cancro del colon o dell’endometrio”, afferma Kamath.

Questo studio è il primo a studiare la distribuzione di finanziamenti senza scopo di lucro tra diversi tipi di cancro. Gli autori dello studio sperano di rendere le persone consapevoli della disparità e di come può influenzare le popolazioni di pazienti.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu