Depressione

Quali sono i segnali di allarme del suicidio?

Il suicidio non è una minaccia inattiva. Non è qualcosa di cui le persone parlano per attirare l’attenzione, quindi è fondamentale prendere sul serio qualsiasi segnale di avvertimento o minaccia di suicidio. Parlare con qualcuno dell’ideazione suicidaria non causerà il suicidio.

I tassi di suicidio sono in aumento negli Stati Uniti. Tra il 1999 e il 2017, c’è stato un aumento del 33% delle morti per suicidio.

Prevenzione del suicidio

  • Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o ferimento di un’altra persona:
  • Chiama il 911 o il numero di emergenza locale.
  • Resta con la persona fino all’arrivo di un aiuto professionale.
  • Rimuovere eventuali armi, farmaci o altri oggetti potenzialmente dannosi.
  • Ascolta la persona senza giudizio.

Segnali di avvertimento di suicidio

Una persona non deve mostrare ogni possibile segnale di avvertimento per essere a rischio di suicidio. In effetti, un singolo segnale di avvertimento potrebbe segnalare che una persona è a rischio.

Alcuni comuni segnali di allarme suicidio includono:

Segni verbali

Una persona che considera il suicidio può parlare di porre fine alla propria vita o esprimere sentimenti di disperazione. Alcuni segnali di pericolo includono:

  • parlando di suicidio
  • esprimendo il desiderio di morire
  • parlando di uno specifico piano di suicidio
  • dicendo che si sentono un peso per gli altri
  • esprimere rabbia o desiderio di cercare vendetta
  • esprimere sentimenti di intrappolamento
  • parlando di depressione o dolore insopportabile

Segni comportamentali

Le persone che considerano il suicidio possono mostrare le loro intenzioni in modo indiretto. Alcuni comportamenti correlati con un rischio di suicidio includono:

  • regalando beni
  • cambiamenti nel sonno o abitudini alimentari
  • impegnarsi in autolesionismo
  • esplorare metodi di suicidio, ad esempio ricercando il suicidio online
  • raggiungere i propri cari, soprattutto per dire addio o esprimere amore o rabbia
  • scrivere una nota di suicidio
  • ignorando gli hobby che si divertivano
  • ritirarsi dalla routine quotidiana, come andare a scuola o al lavoro

Segni dell’umore

I cambiamenti nell’umore di una persona possono indicare che stanno pensando o pianificando il suicidio. Alcuni sintomi legati all’umore da cercare includono:

  • una storia di sintomi di salute mentale
  • sintomi psicotici, come apparire disconnessi dalla realtà o credere in cose che non esistono
  • disperazione, disperazione o apatia
  • rabbia o agitazione
  • depressione o ansia
  • vergogna o umiliazione
  • solitudine o isolamento
  • sbalzi d’umore estremi
  • sentirsi come un peso

Inoltre, alcune persone a rischio di suicidio mostrano un improvviso, inspiegabile miglioramento del loro umore. Questo cambiamento di umore potrebbe essersi verificato perché hanno preso la decisione di morire e provare sollievo.

Fattori di rischio

Numerosi fattori di rischio aumentano la probabilità che una persona possa tentare il suicidio, soprattutto quando mostrano diversi segnali di avvertimento.

Medico

Alcune condizioni mediche possono aumentare il rischio di suicidio, tra cui:

  • depressione
  • disordine bipolare
  • disturbo borderline di personalità
  • schizofrenia
  • disturbo da uso di alcol
  • disturbo post traumatico da stress (PTSD)
  • condizioni che causano dolore cronico
  • una diagnosi terminale

Ambientale

Il suicidio non si manifesta da solo ma è un fenomeno culturale diffuso. L’esposizione al suicidio, nella comunità di una persona o attraverso i media, può causare un aumento dei tassi di suicidio.

Le persone con i seguenti fattori di rischio ambientale hanno maggiori probabilità di essere a rischio di suicidio:

  • una storia di traumi, abusi o maltrattamenti da bambino
  • accesso a mezzi letali, in particolare pistole
  • isolamento o mancanza di supporto sociale
  • credenze religiose o culturali che sostengono il suicidio in determinati contesti
  • focolai locali di suicidio
  • il recente suicidio di una celebrità che la persona ammirava
  • il recente suicidio di una persona cara
  • una perdita recente, inclusa la perdita di una relazione o di un lavoro
  • accesso inadeguato a un’assistenza sanitaria di qualità
  • stigma della salute mentale
  • resistenza alla ricerca di aiuto
  • un precedente tentativo di suicidio

Storia famigliare

I fattori di rischio legati alla famiglia includono:

  • familiari stretti con una storia di suicidio o malattia mentale
  • mancanza di sostegno familiare
  • abuso attuale o passato da parte di familiari
  • un recente cambiamento stressante nella famiglia, come un divorzio

Fattori protettivi

I fattori protettivi possono ridurre il rischio che una persona muoia per suicidio. Le persone preoccupate per il comportamento suicidario di una persona cara dovrebbero considerare di lavorare per mettere in atto quanti più fattori protettivi possibili.

L’assenza di fattori protettivi è essa stessa un fattore di rischio per il suicidio perché le persone che ne sono prive possono sentirsi senza speranza o isolate.

Alcuni fattori di protezione dal suicidio includono:

  • accesso a cure di salute mentale di qualità, tempestive e di supporto
  • sostegno dai propri cari
  • mancanza di stigmatizzazione della salute mentale, ad esempio, la famiglia e gli amici che vedono i pensieri suicidi come un problema trattabile e non un fallimento personale
  • un senso di connessione con gli altri
  • capacità nonviolente di risoluzione dei conflitti
  • accesso limitato o inesistente a pistole o altri mezzi letali

Cosa fare

Le persone che cercano di aiutare una persona cara che si sente suicida dovrebbero prendere sul serio la minaccia. Alcune strategie che possono aiutare includono:

  • Supportare la persona per ottenere assistenza per la salute mentale e accompagnarla a un appuntamento (con il permesso).
  • Chiedere alla persona di sviluppare un piano di sicurezza che includa chiamare una persona cara prima di tentare il suicidio.
  • Rimozione di pistole e qualsiasi altro mezzo letale da casa.
  • Evitare di giudicare la persona o respingere la gravità dei loro problemi.
  • Concentrarsi sui sentimenti della persona piuttosto che sui sentimenti personali sulla loro situazione.
  • Effettuare il check-in con la persona frequentemente e non aspettare che chiamino, invii messaggi di testo o e-mail.
  • Ridurre al minimo la quantità di tempo che la persona trascorre da sola, soprattutto se ha accesso a una pistola.
  • Chiamare il 911 se la minaccia è immediata.
  • Evitare di lasciare una persona a rischio critico da sola.
  • Contattare altre persone affidabili che potrebbero essere in grado di offrire supporto. Non contattare le persone che causeranno più stress o incolperanno la persona.
  • Parlare apertamente di suicidio ponendo domande dirette, come:
    • Stai pensando al suicidio?
    • Sai come lo faresti?
    • Hai i mezzi per farlo?
    • Hai già una data pianificata?

Le persone dovrebbero ricordare che un intenso dolore emotivo e pensieri suicidi possono essere travolgenti. È essenziale essere gentili, empatici e gentili con una persona che sta vivendo questi problemi.

Le persone che hanno pensieri suicidi dovrebbero sapere che i sentimenti suicidi possono rappresentare una crisi temporanea. È possibile trovare speranza e sbarazzarsi di questi sentimenti senza suicidio.

Alcune strategie che possono aiutare includono:

  • Contattare un terapista o un altro professionista della salute mentale. Trattare i problemi di salute mentale può eliminare i pensieri suicidi.
  • Contattare una persona cara e attendibile che ascolterà senza giudizio.
  • Sviluppare un piano di sicurezza che includa idee su cosa fare la prossima volta che sorgono sentimenti suicidi. Anche condividere questo piano con una persona cara può essere d’aiuto.
  • Impegnarsi a ritardare il suicidio di un giorno, una settimana o un mese.

Conclusione

Il suicidio è una tragedia prevenibile. Amici, familiari, colleghi e altre persone possono aiutare offrendo supporto e collegando individui a rischio a risorse preventive.

Ogni minaccia di suicidio è grave perché ogni vita è preziosa. Non tardare a chiedere aiuto. La maggior parte delle persone che hanno pensieri suicidi non vogliono davvero che la loro vita finisca, vogliono che il dolore finisca.

Per ulteriori consigli su come sostenere una persona che sta pensando al suicidio, visitare la Fondazione americana per la prevenzione del suicidio.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu