Orecchio, naso e gola

Qual è la faringite?

La faringite è l'infiammazione delle membrane mucose che rivestono la parte posteriore della gola, o faringe. Questa infiammazione può causare disagio, secchezza e difficoltà a deglutire.

Faringite è il termine medico per il mal di gola. Le cause della faringite comprendono le infezioni virali, come i comuni raffreddori e le infezioni batteriche, come lo streptococco di gruppo A.

La faringite è una condizione comune e raramente causa di preoccupazione. La faringite virale spesso si risolve da sola entro una settimana circa. Tuttavia, conoscere la causa può aiutare le persone a restringere le loro opzioni di trattamento.

In questo articolo, esaminiamo le cause, la trasmissione e i sintomi della faringite. Copriamo anche condizioni simili, diagnosi, trattamento e prevenzione.

Le cause

Le infezioni virali sono la causa più comune di faringite. Alcuni virus comuni che possono causare faringite includono:

  • rhinovirus, coronavirus o parainfluenza, che sono le cause del comune
  • coldadenovirus, che può causare congiuntivite, noto anche come occhio rosa, e il raffreddore comune
  • influenza, o influenza
  • Virus Epstein-Barr, che causa la mononucleosi

La mononucleosi, o mono, è un'infezione virale contagiosa che causa una serie di sintomi simil-influenzali. Il virus può diffondersi attraverso la saliva, quindi una persona può contrarla condividendo utensili e posate, essendo esposta a tosse e starnuti o baciando. Conosciuto anche come la malattia del bacio, la mononucleosi colpisce soprattutto adolescenti e giovani adulti.

Mentre meno comuni, le infezioni batteriche possono anche causare faringite. Il batterio dello streptococco di gruppo A è responsabile della faringite nei bambini intorno al 20-40 percento delle volte. Le persone si riferiscono comunemente a faringite causata da infezione da streptococco di gruppo A come mal di gola.

Altre infezioni batteriche che possono causare faringite includono:

  • gruppo C e G Streptococco
  • clamidia
  • gonorrea
  • mycoplasma pneumoniae

I fattori che possono aumentare il rischio di una faringite sono:

  • avere una storia di allergie
  • avere una storia di infezioni sinusali frequenti
  • fumo o esposizione al fumo passivo

Trasmissione

Sia le forme virali che quelle batteriche della faringite sono contagiose. I germi che causano la faringite tendono a vivere nel naso e nella gola.

Quando una persona con la condizione tossisce o starnutisce, rilascia nell'aria piccole goccioline che contengono virus o batteri. Una persona può essere infettata da:

  • respirando queste piccole goccioline dentro
  • toccando oggetti contaminati e poi toccandone la faccia
  • consumare cibi e bevande contaminati

Questo è il motivo per cui è essenziale che una persona si lavi le mani prima di maneggiare il cibo o di toccarsi il viso.

Le persone di solito si riprendono dalle infezioni virali, come il comune raffreddore, entro 7-10 giorni. Tuttavia, a causa del periodo di incubazione virale, le persone possono essere contagiose prima che compaiano i sintomi.

Secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC), una persona può aiutare a prevenire la diffusione di streptococco ad altre persone restando a casa fino a quando non hanno più la febbre e hanno assunto antibiotici per almeno 24 ore.

Sintomi

Il sintomo principale della faringite è una gola irritata, secca o pruriginosa. Ulteriori sintomi possono comparire a seconda del tipo di infezione, come i sintomi del raffreddore o dell'influenza.

I sintomi della faringite virale includono:

  • una tosse
  • mal di testa
  • febbre
  • dolori muscolari
  • starnuti
  • congestione nei passaggi nasali
  • linfonodi ingrossati
  • fatica
  • ulcere della bocca

La faringite associata alla mononucleosi può avere ulteriori sintomi tra cui:

  • dolore addominale, soprattutto nella parte superiore sinistra
  • stanchezza travolgente
  • scarso appetito
  • linfonodi ingrossati
  • eruzione cutanea

I sintomi della faringite batterica possono includere:

  • dolore significativo durante la deglutizione
  • linfonodi teneri e gonfi al collo
  • macchie bianche visibili o pus sul retro della gola
  • tonsille che sono gonfie e rosse
  • mal di testa
  • dolore addominale
  • fatica
  • nausea
  • vomito
  • eruzione cutanea, che è conosciuta come scarlattina o scarlattina

Condizioni simili

L'infiammazione della gola è un problema medico comune e può derivare da una varietà di cause. Altre possibili cause possono includere:

Laringite

La laringite è una condizione che causa l'infiammazione nella laringe o nella scatola vocale. La laringe si trova nella parte anteriore della gola, sopra la trachea, e contiene le corde vocali.

L'infiammazione delle corde vocali può causare raucedine della voce e alcune persone potrebbero addirittura perdere temporaneamente la propria voce.

Le persone possono ottenere laringiti dallo sforzare le loro corde vocali urlando o esagerando con la loro voce.

Altre cause di laringite includono:

  • allergie
  • acido gastrico da reflusso acido
  • infezione virale
  • infezioni batteriche

Tonsillite

La tonsillite è un'infiammazione delle tonsille. Le tonsille sono raccolte di tessuti che siedono su entrambi i lati della faringe. La tonsillite è il risultato di un'infezione virale o batterica. La tonsillite batterica può anche derivare dall'infezione da batteri dello streptococco di gruppo A.

La tonsillite è raramente seria e spesso si risolve da sola o con un breve ciclo di antibiotici orali. Tuttavia, un medico può raccomandare la rimozione chirurgica delle tonsille di una persona se la condizione è a lungo termine o continua a ricorrere.

I sintomi di tonsillite e faringite sono simili. Loro includono:

  • mal di gola
  • tonsille rosse e gonfie
  • punti bianchi o gialli sulle tonsille
  • difficoltà a deglutire
  • dolore addominale
  • mal di testa
  • rigidità del collo

Ulcere alla gola

Un'ulcera è una piaga piena di pus che può formarsi sulla gola, corde vocali o tubo di cibo. Le cause delle ulcere alla gola includono:

  • infezioni virali o batteriche
  • danno al tessuto che riveste la gola
  • chemioterapia
  • acido gastrico da vomito o reflusso acido

I sintomi delle ulcere della gola sono simili alla faringite. Loro includono:

  • difficoltà o dolore durante la deglutizione
  • macchie bianche nella gola
  • febbre
  • brividi
  • linfonodi ingrossati
  • nausea

Quando vedere un dottore

Le persone con faringite dovrebbero contattare il proprio medico se si verifica uno dei seguenti problemi:

  • i sintomi durano più di 10 giorni
  • grave difficoltà o dolore durante la deglutizione
  • respirazione difficoltosa
  • eruzione cutanea

Diagnosi

Il mal di gola può derivare da una varietà di condizioni mediche di base. Mentre le infezioni virali sono la causa più comune di faringite, è comunque importante diagnosticare correttamente la causa al fine di trattare la condizione con successo.

Un medico di solito inizia a diagnosticare la faringite eseguendo un esame fisico. Esamineranno i sintomi attuali della persona e controlleranno la loro gola, orecchie e naso per i segni di infezione.

Quando un individuo ha chiari segni di un'infezione virale, il medico probabilmente non eseguirà ulteriori test.

Se il medico sospetta un'infezione batterica, può ordinare una coltura della gola per confermare la diagnosi. Ciò comporta il prelievo di un tampone nella gola di una persona e l'invio a un laboratorio per l'analisi.

Trattamento e rimedi casalinghi

Il trattamento appropriato per faringite varia a seconda della causa sottostante.

Per le infezioni batteriche, un medico può prescrivere a una persona un ciclo di antibiotici orali, come l'amoxicillina o la penicillina. Gli antibiotici mirano a prevenire complicazioni, come febbre reumatica o malattie renali, a non curare il mal di gola. È essenziale completare l'intero ciclo degli antibiotici per garantire che l'infezione si sia risolta e per prevenire la reinfezione.

La faringite virale non risponde agli antibiotici, ma in genere si risolve da sola. Tuttavia, i farmaci da banco, come il paracetamolo o l'ibuprofene, possono aiutare a ridurre il dolore e la febbre.

I rimedi casalinghi che possono aiutare ad accelerare il recupero includono:

  • riposarsi molto
  • rimanendo idratato
  • usando un umidificatore per aggiungere umidità all'aria
  • succhiare trucioli di ghiaccio o pastiglie per la gola per lenire la gola
  • gargarismi con acqua salata
  • bere bevande calde, come tè, acqua al limone o brodo

Prevenzione

Una persona può ridurre il rischio di contrarre o trasmettere la faringite e altre infezioni da:

  • lavarsi le mani accuratamente e regolarmente
  • coprendo la bocca e il naso quando si tossisce o si starnutisce
  • evitando stretti contatti con persone che hanno infezioni virali o batteriche contagiose
  • evitare il fumo e l'esposizione al fumo passivo

prospettiva

La faringite è una condizione raramente grave e spesso si verifica insieme a raffreddori e influenza. La faringite virale normalmente si risolve da sola entro un paio di settimane, ma la faringite batterica può richiedere un ciclo di antibiotici per prevenire le complicanze.

Le complicanze della faringite, come l'ascesso peritonsillare e la febbre reumatica, sono rare. Chiunque abbia sintomi gravi, ricorrenti o persistenti dovrebbe consultare un medico.

Praticare una buona igiene e coprire la bocca e il naso quando si tossisce o starnutisce può aiutare a prevenire o diffondere i germi che possono causare faringite.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu