Nutrizione / Dieta

Qual è la differenza tra le diete cheto e Atkins?

Le diete chetogeniche o cheto e Atkins sono due popolari piani alimentari che limitano l’assunzione di carboidrati allo scopo di promuovere la perdita di peso e migliorare la salute generale.

L’assunzione giornaliera raccomandata di carboidrati per gli adulti è di circa 200–300 grammi (g) al giorno. Le diete cheto e Atkins comportano entrambe una riduzione significativa del consumo di carboidrati e le due possono produrre effetti simili sul corpo.

Vi sono, tuttavia, differenze in questi piani alimentari. Le differenze riguardano i tempi e l’estensione dell’assunzione di carboidrati e gli effetti specifici sul corpo.

Questo articolo esamina le somiglianze e le differenze tra le diete cheto e Atkins, compresi i loro potenziali benefici ed effetti collaterali e gli alimenti coinvolti.

Quali sono le diete cheto e Atkins?

Le diete cheto e Atkins mirano entrambe a promuovere la perdita di peso e migliorare la salute limitando l’assunzione di carboidrati.

Gli alimenti esclusi da entrambe le diete sono i cereali, la maggior parte dei frutti e gli zuccheri.

La dieta cheto pone più enfasi sul consumo di grassi salutari rispetto alla dieta Atkins.

Comprendere come funzionano queste diete può aiutare una persona a decidere se una delle due è una buona scelta.

La dieta cheto

Una persona che segue la dieta cheto mangerà pochissimi carboidrati, molti grassi e alcune proteine.

Di seguito sono riportate le proporzioni dell’apporto giornaliero totale di macronutrienti di una persona nella dieta cheto:

  • 70–80% di grassi
  • 20-25% di proteine
  • 5-10% di carboidrati

I carboidrati sono la fonte principale di carburante per il corpo. La dieta cheto comporta una riduzione significativa dei livelli di carboidrati in modo che il corpo non possa più usarli come carburante.

Quando ciò accade, il corpo entra in uno stato chiamato chetosi, in cui inizia a bruciare grassi e produrre chetoni, molecole che servono come nuova fonte di energia. Per questo motivo, molte persone seguono la dieta cheto come un modo per bruciare il grasso corporeo.

I sostenitori della dieta Keto raccomandano di ottenere i carboidrati consentiti da alimenti specifici, comprese le verdure cheto-compatibili, come le verdure a foglia verde e alcuni frutti, principalmente bacche. La dieta esclude cereali e legumi.

La dieta Atkins

Come la dieta cheto, la dieta Atkins consente pochi carboidrati, moderate quantità di proteine ​​e elevate quantità di grassi.

Nel corso degli anni, la dieta Atkins si è evoluta per includere vari piani alimentari. Il nome attuale della versione originale della dieta è “Atkins 20.”

Secondo il sito Web di Atkins, questa dieta consiste in 4 fasi distinte dalla quantità di carboidrati che una persona mangia ogni giorno:

  • Fase 1 – Questa è la fase più restrittiva, consentendo solo 20–25 g di carboidrati al giorno. Le persone rimangono in questa fase fino a quando non sono 15 chili dal loro peso ideale.
  • Fase 2 – Durante questa fase, le persone mangiano 25-50 g di carboidrati ogni giorno.
  • Fase 3 – Ciò consente alle persone di mangiare fino a 80 g di carboidrati al giorno fino a quando raggiungono il loro obiettivo di peso e lo mantengono per almeno 1 mese.
  • Fase 4 – La fase 4 è la fase di manutenzione, che consente 80-100 g di carboidrati al giorno.

La fase finale è la meno restrittiva. L’obiettivo è aiutare una persona a essere consapevole del proprio apporto di carboidrati e mantenere un peso salutare.

Durante la prima fase, il corpo entra nella chetosi, come nella dieta cheto. Mentre la persona si muove attraverso le diverse fasi, iniziano a mangiare più carboidrati e cibi più vari.

Quali sono le differenze tra le diete cheto e Atkins?

Le diete cheto e Atkins comportano entrambe una limitazione dell’assunzione di carboidrati, anche nella fase finale della dieta Atkins. Tuttavia, ci sono differenze chiave.

Restrizione

In generale, la dieta cheto è molto più restrittiva della dieta Atkins.

La dieta cheto pone maggiore enfasi sull’eliminazione dei carboidrati e limita le fonti proteiche, poiché il corpo può scomporre le proteine ​​in glucosio per ottenere energia. La stragrande maggioranza delle calorie nella dieta cheto proviene da grassi.

La dieta Atkins pone inizialmente forti restrizioni sull’assunzione di carboidrati, ma consente una moderata assunzione di proteine. Mentre la persona si muove attraverso le fasi, la dieta Atkins diventa più rilassata, consentendo più carboidrati e una maggiore varietà di cibi.

chetosi

Le diete cheto e Atkins possono entrambe portare a uno stato di chetosi.

Tuttavia, nella dieta Atkins, solo il primo – e talvolta il secondo – comportano la restrizione di carboidrati necessaria per mantenere la chetosi.

Se una persona lo segue rigorosamente, la dieta cheto comporta chetosi continua.

Vitalità a lungo termine

Nessuno studio a lungo termine indica che le diete restrittive a basso contenuto di carboidrati siano salutari per lunghi periodi. In effetti, potrebbe essere vero il contrario.

La ricerca pubblicata su The Lancet Public Health nel 2018 ha rilevato un aumento del rischio di mortalità tra le persone a seguito di diete a basso contenuto di carboidrati ricchi di proteine ​​e grassi animali.

I ricercatori hanno anche scoperto che le persone che seguivano una dieta ricca di fonti vegetali di grassi e proteine ​​avevano un rischio inferiore di mortalità.

Molte di queste fonti vegetali, come burro di noci, cereali integrali e legumi, contengono anche carboidrati. Di conseguenza, sono fortemente limitati nelle diete a basso contenuto di carboidrati.

Alcune persone trovano che la dieta Atkins sia un’opzione realizzabile a lungo termine. Anche se inizia in modo restrittivo, una persona introduce più alimenti e carboidrati man mano che si avvicinano al loro peso obiettivo.

L’ultima fase, o fase di mantenimento, della dieta Atkins può sembrare più gestibile che tenere il passo con la dieta perennemente restrittiva del cheto.

Tuttavia, è pericoloso rimanere in chetosi per periodi prolungati. Inoltre, la maggior parte delle persone non è in grado di mantenere un’assunzione di grassi molto elevata o una limitazione estrema dei carboidrati per lungo tempo.

origini

I medici hanno sviluppato la dieta cheto per aiutare a curare l’epilessia negli anni ’20. I ricercatori hanno notato che potrebbe avere altri benefici e dalla metà degli anni ’90 la dieta è diventata più popolare.

Il Dr. Robert Atkins ha sviluppato la dieta Atkins come un approccio semplice, a basso contenuto di carboidrati alla nutrizione. La dieta è cambiata nel corso degli anni per assumere la sua struttura in quattro fasi.

Somiglianze tra le diete cheto e Atkins

Sia le diete di Atkins che quelle di cheto comportano una limitazione dei carboidrati e gli effetti possono essere simili.

Perdita di peso

Molte persone seguono la dieta cheto o Atkins per la perdita di peso.

Numerosi studi hanno dimostrato che queste diete possono causare perdita di peso, poiché il corpo brucia molto bene il grasso quando entra in chetosi. Gli studi più rilevanti indicano che una dieta a basso contenuto di carboidrati produce più perdita di peso rispetto a una dieta a basso contenuto di grassi a breve termine, ma a lungo termine, queste diete producono risultati di perdita di peso simili.

Come uno studio su piccola scala pubblicato su Diabete e sindrome metabolica: Ricerche cliniche e recensioni rileva che la chetosi può aiutare a gestire l’obesità e i fattori di rischio metabolico che sono precursori del diabete di tipo 2. Tuttavia, la conferma di questi risultati richiederà ulteriori ricerche.

Potenziali benefici per la salute

Una recensione pubblicata sull’European Journal of Clinical Nutrition suggerisce che le diete chetogeniche proteggono il corpo da alcune malattie, come le malattie cardiovascolari e il diabete di tipo 2.

Questi benefici possono derivare da una riduzione degli alimenti altamente trattati, ricchi di carboidrati e zucchero in eccesso nella dieta.

Ci sono prove emergenti che queste diete possono aiutare con altri problemi, come l’acne e i disturbi neurologici, anche se la conferma di ciò richiederà ulteriori ricerche.

Concentrati sugli alimenti naturali

Entrambe le diete incoraggiano una persona a mangiare cibi non trasformati. Gli alimenti altamente trasformati sono collegati all’obesità, alle malattie cardiovascolari e ad altre condizioni di salute.

Effetti collaterali e rischi

Qualsiasi dieta che coinvolge la chetosi può causare effetti avversi, come il respiro cheto, eruzioni cutanee cheto e influenza cheto. Stare in uno stato di chetosi per lunghi periodi può essere dannoso.

Inoltre, le persone che seguono una dieta possono sviluppare carenze nutrizionali dovute a restrizioni alimentari. Per molte persone, le fonti di carboidrati sono anche fonti chiave di fibre. Quando si riducono i carboidrati, le persone dovrebbero essere sicure di ottenere abbastanza fibra giornaliera da altre fonti, come le verdure.

Inoltre, queste diete possono aumentare il rischio di carenze di elettroliti e molti nutrienti idrosolubili che provengono da frutta e verdura.

Infine, la chetosi può aiutare a bruciare i grassi, ma può anche bruciare i muscoli da usare per l’energia. Seguire una dieta povera di carboidrati può provocare una perdita di massa muscolare.

Sommario

Ci sono molte somiglianze con le diete cheto e Atkins. Entrambi richiedono una riduzione significativa delle calorie dai carboidrati e incoraggiano una persona a ottenere le proprie calorie dai grassi.

La dieta cheto pone maggiori restrizioni sulla fonte di calorie. La dieta Atkins inizia in modo molto restrittivo, ma diventa meno nel tempo, permettendo a una persona di mangiare una maggiore varietà di alimenti.

Le diete restrittive possono aiutare con la perdita di peso a breve termine o obiettivi di fitness, ma potrebbero non essere salutari a lungo termine come altre opzioni.

Consultare un operatore sanitario prima di apportare importanti cambiamenti dietetici. Ciò è particolarmente importante per le persone con patologie croniche, come malattie cardiache, diabete o ipertensione.

Quando segui una dieta che elimina i gruppi alimentari, assicurati di evitare carenze soddisfacendo il fabbisogno giornaliero di nutrienti in altri modi.

Una volta che una persona raggiunge i propri obiettivi di peso target, può essere una buona idea passare a una dieta meno restrittiva che includa una varietà di alimenti ricchi di nutrienti. Ottenere la giusta quantità di attività fisica quotidiana può anche aiutare a mantenere un peso salutare.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu