Qual è la dieta GAPS? Una panoramica completa

La teoria della dieta GAPS afferma che l’eliminazione di determinati alimenti, come cereali e zuccheri, può aiutare le persone a trattare le condizioni che influenzano il cervello, come l’autismo e la dislessia.

Il termine “GAPS” sta per “sindrome dell’intestino e della psicologia”. La dieta GAPS segue l’idea che la salute dell’intestino è legata alla salute fisica e mentale complessiva.

In questa teoria, il miglioramento della salute dell’intestino può migliorare altre condizioni di salute.

I ricercatori non hanno ancora completamente studiato questa dieta. Ci sono attualmente prove limitate per suggerire che la dieta può trattare le condizioni di salute che afferma, e ci sono diverse controversie intorno alla premessa di questa dieta.

In questo articolo, esaminiamo le prove per le affermazioni della dieta GAPS, come seguirla e i suoi possibili benefici. Forniamo anche elenchi di prodotti alimentari e piani pasto.

Qual è la dieta GAPS?

La dottoressa Natasha Campbell-McBride, che ha inventato la dieta GAPS, crede che una cattiva alimentazione e un intestino permissivo, o una maggiore permeabilità intestinale, siano responsabili di molti problemi psicologici, neurologici e comportamentali.

Al centro della dieta GAPS, le persone evitano cibi difficili da digerire e potrebbero danneggiare la flora intestinale o il rivestimento dell’intestino. Li sostituiscono con alimenti ricchi di nutrienti che aiutano a guarire l’intestino.

Secondo la teoria GAPS, un intestino permeabile rilascia batteri nocivi e tossine nel flusso sanguigno, che quindi viaggiano nel cervello e interferiscono con il funzionamento del cervello. La teoria afferma che l’eliminazione degli alimenti che danneggiano l’intestino potrebbe aiutare a trattare condizioni come il disturbo dello spettro autistico (ASD), il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e la dislessia.

Sebbene la ricerca attuale suggerisca che esiste una connessione tra il cervello e l’intestino, in particolare per condizioni come ansia e depressione, non ci sono prove evidenti che suggeriscano che seguire la dieta GAPS possa migliorare condizioni psicologiche o comportamentali.

Quali condizioni ha la dieta GAPS?

Dr. Campbell-McBride ha originariamente progettato la dieta GAPS con l’obiettivo di curare l’autismo di suo figlio. Alcune persone usano anche la dieta GAPS come terapia alternativa per una serie di condizioni psicologiche e comportamentali, tra cui:

  • autismo
  • ADHD
  • dislessia
  • disprassia
  • epilessia
  • depressione
  • schizofrenia
  • disordine bipolare
  • disturbo ossessivo-compulsivo (OCD)
  • mangiare disordinato
  • intolleranza e allergie alimentari infantili

L’obiettivo iniziale del Dr. Campbell-McBride con la dieta GAPS era di aiutare i bambini con disturbi comportamentali e dell’umore. Tuttavia, alcuni adulti ora lo usano per migliorare i problemi digestivi.

La dieta GAPS e l’autismo

La dott.ssa Campbell-McBride ritiene che i bambini sviluppino l’autismo a causa della scarsa nutrizione e della sindrome dell’intestino permissivo. Afferma che la dieta GAPS può “curare” o migliorare i sintomi dell’autismo.

L’ASD causa una serie di sintomi che influenzano il modo in cui una persona sperimenta il mondo e interagisce con le impostazioni sociali. Gli scienziati ritengono che una combinazione di fattori genetici e ambientali contribuisca allo sviluppo dell’ASD.

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che non esiste una cura per l’ASD. Molte persone con ASD non vedono l’autismo come qualcosa che devono curare o curare. È tuttavia possibile migliorare le condizioni di salute associate all’ASD, come i problemi gastrointestinali (GI).

Una revisione sistematica del 2014 ha rilevato che i bambini con ASD presentavano tassi significativamente più alti di sintomi gastrointestinali rispetto a quelli senza. Gli autori affermano che i bambini con ASD erano più inclini a dolori addominali, stitichezza e diarrea. Non è ancora chiaro il motivo per cui questo è il caso.

Un caso clinico ha riportato che un bambino di 12 anni ha mostrato una significativa riduzione dei sintomi GI e dei sintomi dell’autismo core dopo 4 settimane di trattamento probiotico.

Tuttavia, i risultati di uno studio del 2014 che ha testato 133 bambini non hanno trovato alcuna associazione tra permeabilità intestinale e la presenza di sintomi ASD.

Ad oggi, non ci sono prove concrete che suggeriscano che i cambiamenti nella dieta possano influenzare in modo sostanziale l’ASD.

Ci sono benefici per la dieta GAPS?

Non ci sono prove evidenti che suggeriscano che la dieta GAPS può aiutare a trattare le condizioni che afferma.

Seguendo questa dieta potrebbe, tuttavia, migliorare la salute dell’intestino di una persona. Incoraggia le persone a consumare meno alimenti trasformati e più frutta, verdura e grassi naturali. Questi semplici cambiamenti nella dieta potrebbero migliorare la salute dell’intestino e la salute generale.

Tuttavia, le linee guida sulla dieta GAPS non tengono conto esplicitamente di tutti i bisogni nutrizionali. Quando si segue questa dieta, le persone dovrebbero assicurarsi di assumere abbastanza vitamine e minerali per evitare di sviluppare carenze nutrizionali.

Le seguenti sezioni discutono le prove per i possibili benefici della dieta GAPS.

Migliorare la salute dell’intestino

La dieta GAPS potrebbe migliorare la salute dell’intestino in tre modi principali:

  • Eliminando i dolcificanti artificiali: Secondo alcuni studi sugli animali, i dolcificanti artificiali possono creare squilibri nei batteri intestinali e aumentare il rischio di problemi metabolici.
  • Concentrandosi su frutta e verdura: Uno studio del 2016 che ha coinvolto 122 persone ha dimostrato che mangiare frutta e verdura può impedire la crescita nell’intestino di un ceppo potenzialmente pericoloso di batteri.
  • Compresi i probiotici: I probiotici contengono molti batteri benefici. Uno studio suggerisce che mangiare yogurt probiotico può aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue tra le persone con sindrome metabolica.

Possibilmente gestendo alcune condizioni psicologiche e comportamentali

Secondo uno studio di revisione, recenti studi clinici hanno suggerito che i microbi nell’intestino possono influenzare significativamente la funzione cerebrale.

I ricercatori suggeriscono che gli squilibri intestinali potrebbero contribuire alla schizofrenia e ad altre condizioni comportamentali complesse.

I risultati di una revisione sistematica del 2019 suggeriscono che i probiotici hanno un forte potenziale terapeutico nel trattamento dei sintomi depressivi.

Tuttavia, attualmente non esiste una ricerca solida che suggerisca che il cambiamento della dieta possa effettivamente trattare queste condizioni.

Come segui la dieta GAPS?

Per seguire la dieta GAPS, eliminare dalla dieta cereali, zucchero, soia, latte pastorizzato, verdure amidacee e alimenti trasformati.

La dieta è molto restrittiva e potrebbe richiedere fino a 2 anni per essere completata.

Ci sono tre fasi della dieta GAPS:

1. La dieta di introduzione

Il dott. Campbell-McBride raccomanda alle persone di seguire la dieta introduttiva prima di iniziare la dieta GAPS completa.

Mentre è altamente restrittiva, questa fase mira a guarire l’intestino ea ridurre rapidamente i sintomi digestivi. Può durare da poche settimane a 1 anno.

La dieta di introduzione ha sei fasi progressive. Ogni fase introduce nuovi alimenti. Le persone non dovrebbero passare allo stadio successivo se hanno sintomi digestivi, che possono includere:

  • diarrea
  • gonfiore
  • gas
  • stipsi
  • dolore addominale

Fase 1

Nella fase 1, la dieta consiste di:

  • brodo di ossa fatto in casa
  • carne o pesce bollito
  • verdure ben cotte
  • probiotici, come succhi di verdura fermentati, yogurt o kefir e siero di latte fermentato fatto in casa
  • tè allo zenzero o camomilla con miele crudo
  • acqua purificata

Fase 2

Nella fase 2, aggiungi i seguenti alimenti:

  • tuorli d’uovo crudi e biologici
  • casseruole fatte con carne e verdure
  • pesce fermentato
  • ghee fatto in casa

Fase 3

Nella fase 3, aggiungi i seguenti alimenti:

  • avocado
  • crauti e verdure fermentate
  • Pancakes GAPS
  • uova strapazzate fatte con burro chiarificato, grasso d’oca o grasso d’anatra
  • integratori probiotici

Fase 4

Nella fase 4, aggiungi i seguenti alimenti:

  • carni arrostite o grigliate
  • olio d’oliva spremuto a freddo
  • succo di carota appena spremuto
  • Milkshake GAPS
  • Pane GAPS

Fase 5

Nella fase 5, aggiungi i seguenti alimenti:

  • purea di mele cotte
  • verdure crude, come la lattuga e il cetriolo sbucciato
  • succo di frutta pressato

Fase 6

Nella fase 6, aggiungi i seguenti alimenti:

  • mela cruda e sbucciata
  • frutta cruda
  • aumentare il miele
  • prodotti da forno addolciti con frutta secca

Dopo aver completato la dieta introduttiva, molte persone passano alla dieta GAPS completa.

2. La dieta GAPS completa

Durante la dieta GAPS, evitare tutti i cereali, zuccheri, verdure amidacee, carboidrati raffinati e alimenti trasformati. Questa fase dura 1,5-2 anni.

Gli alimenti GAPS accettabili includono:

  • uova
  • carne, pesce e molluschi (solo freschi o congelati)
  • verdure fresche e frutta
  • aglio
  • grassi naturali, come olio d’oliva, olio di cocco e burro chiarificato
  • una quantità moderata di noci
  • GAPS prodotti da forno realizzati con farina di noci

La dieta GAPS raccomanda anche che le persone:

  • utilizzare alimenti biologici il più spesso possibile
  • evitare tutti gli alimenti trasformati e confezionati
  • mangiare cibo fermentato ad ogni pasto
  • bere il brodo di ossa con ogni pasto
  • evitare di mangiare frutta con i pasti
  • combinare tutto il cibo proteico con le verdure, che la teoria dice manterrà i livelli di acidità corporea normali

3. La fase di reintroduzione

Dopo almeno 6 mesi di normale digestione, le persone possono scegliere di passare alla fase di reintroduzione.

L’ultima fase della dieta GAPS consiste nel reintrodurre gradualmente gli alimenti nel corso di diversi mesi.

La dieta consiglia di iniziare con patate e cereali fermentati. Inizia con piccole porzioni e aumenta gradualmente la quantità di cibo, purché non sorgano problemi digestivi. Continua questo processo con verdure amidacee, cereali e fagioli.

Dopo aver completato la dieta GAPS, molte persone continuano a evitare cibi raffinati e altamente trasformati.

La lista degli alimenti dietetici GAPS

Le persone possono mangiare i seguenti alimenti nella dieta GAPS:

  • brodo d’osso
  • carni, preferibilmente senza ormoni o nutriti con erba
  • pesce
  • mollusco
  • grassi animali
  • uova
  • frutta fresca e verdure non amidacee
  • alimenti e bevande fermentati
  • formaggi duri e naturali
  • kefir
  • noci di cocco, latte di cocco e olio di cocco
  • noccioline
  • vino secco
  • fagioli bianchi

Gli alimenti da evitare nella dieta GAPS includono:

  • zucchero e dolcificanti artificiali
  • sciroppi
  • alcol, ma gli adulti possono bere occasionalmente un bicchiere di vino secco
  • alimenti trasformati e confezionati
  • cereali come riso, mais, grano e avena
  • verdure amidacee, come patate e patate dolci
  • latte
  • fagioli, eccetto fagioli bianchi e verdi
  • caffè
  • tè forte
  • soia

Esempio di piano alimentare dietetico GAPS

Inizia la giornata con uno dei seguenti:

  • un bicchiere di acqua filtrata di limone e kefir
  • un bicchiere di succo di frutta e verdura appena spremuto

Per colazione:

  • Pancakes GAPS conditi con burro o miele
  • una tazza di tè al limone e zenzero

Per pranzo:

  • carne o pesce con verdure
  • una tazza di brodo di ossa fatto in casa
  • una porzione di probiotici, come kimchi, crauti, yogurt o kefir

Per cena:

  • zuppa di verdure fatta in casa con brodo di ossa
  • una porzione di probiotici, come kimchi, crauti, yogurt o kefir

Sommario

La dieta GAPS sostiene di aiutare a curare l’autismo e altre condizioni comportamentali e psicologiche. Tuttavia, nessun risultato di ricerca credibile supporta queste affermazioni.

Come è comune nel settore dietetico, la dieta GAPS sembra essere parte di un più ampio schema di marketing. Oltre ad offrire consigli dietetici, il sito web ufficiale vende libri, integratori, DVD, oli essenziali, amari biologici e altro ancora.

Le persone dovrebbero quindi procedere con cautela.

Chi è interessato a provare la dieta GAPS può consultare un professionista GAPS autorizzato per saperne di più. Tuttavia, le persone dovrebbero prima prendere in considerazione la possibilità di consultare un dietista o un altro operatore sanitario registrato.

Questo post è stato utile per te?