Salute sessuale / Malattie sessualmente trasmissibili

Qual è il legame tra Vyvanse e l'ipersessualità?

Vyvanse è il nome commerciale di un farmaco chiamato lisdexamfetamine dimesylate, che i medici spesso prescrivono per trattare le persone con disturbo da deficit di attenzione e iperattività o grave disturbo da alimentazione incontrollata. Vyvanse appartiene a una classe di farmaci chiamati anfetamine e alcuni studi di ricerca collegano questi farmaci all’ipersessualità.

Ipersessualità significa attività sessualmente aumentata o pensieri e stimoli sessuali.

È normale pensare al sesso e la maggior parte delle persone vive periodi in cui ci pensano più del solito. Tuttavia, con l’ipersessualità, questi pensieri o comportamenti interferiscono con la vita quotidiana e le relazioni.

Come con la maggior parte delle anfetamine, i cambiamenti nella libido e nella funzione sessuale sono tra i possibili effetti collaterali di Vyvanse. Tutti i farmaci hanno potenziali effetti collaterali, ma è importante ricordare che non tutti li sperimenteranno.

Sintomi di ipersessualità

Le persone comunemente attraversano fasi di sentirsi più o meno sessuali. Tuttavia, i sintomi dell’ipersessualità, che è anche chiamato disturbo dell’ipersessualità, tendono a persistere per periodi più lunghi.

I sintomi dell’ipersessualità possono includere fantasie sessuali ricorrenti e intense, impulsi o comportamenti che soddisfano quattro o più dei seguenti criteri:

  • dedicare una quantità eccessiva di tempo a occuparsi completamente di pensieri sessuali oa pianificare e impegnarsi in comportamenti sessuali
  • ripetutamente impegnarsi in fantasie, stimoli o comportamenti sessuali in risposta al sentirsi ansiosi, depressi, annoiati o irritabili
  • frequentemente impegnati in pensieri e attività sessuali in risposta a eventi di vita stressanti
  • essere infruttuoso nel tentativo di controllare o ridurre la frequenza delle fantasie, degli stimoli e dei comportamenti sessuali
  • impegnarsi in comportamenti sessuali senza alcun riguardo per il rischio di causare danni fisici o emotivi a se stessi o agli altri intorno a loro

I comportamenti sessuali possono includere:

  • fare sesso
  • masturbarsi
  • guardando la pornografia
  • prendere parte al sesso telefonico o al sesso cibernetico
  • andare a spogliarelli

La ricerca ha collegato l’ipersessualità all’utilizzo di anfetamine, in particolare nei maschi.

In uno studio su 1.159 uomini che usavano illecitamente le droghe, metà dei partecipanti ha dichiarato che i farmaci avevano influenzato la loro vita sessuale. Hanno riportato una riduzione della soddisfazione sessuale e orgasmi più intensi. Alcuni dissero che le droghe avevano aumentato il loro desiderio sessuale, ma altri sentivano che questo era diminuito.

Usi di Vyvanse

I medici possono prescrivere Vyvanse per trattare le persone con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e quelli con disturbo da alimentazione incontrollata (BED).

ADHD

Alcuni medici prescrivono Vyvanse per trattare i sintomi dell’ADHD, che includono:

  • difficoltà a prestare attenzione
  • iperattività
  • agire senza pensare

Secondo l’Istituto Nazionale di Salute Mentale, i segnali di allarme di ADHD possono includere:

  • trascurare o mancare dettagli e fare errori incuranti
  • problemi nel sostenere l’attenzione mentre si ascolta, si conversa o si legge
  • incapacità di ascoltare la comunicazione diretta
  • non essere in grado di seguire le istruzioni
  • perdere la concentrazione o essere facilmente sviato
  • problemi nell’organizzazione di compiti e attività

Un crescente numero di prove suggerisce che l’ADHD ha anche un effetto sull’attività sessuale. In uno studio del 2006, i ricercatori hanno scoperto che le persone che avevano l’ADHD fin dall’infanzia tendevano a iniziare a fare sesso prima e avevano più partner sessuali e più sesso occasionale rispetto alle persone senza ADHD.

Disturbo da alimentazione incontrollata

I medici possono anche prescrivere Vyvanse per aiutare a trattare il BED. Le persone con questa condizione in genere hanno episodi di abbuffate che durano circa 2 ore e coinvolgono almeno tre dei seguenti comportamenti:

  • mangiare molto più velocemente del solito
  • mangiare fino al punto di sentirsi a disagio
  • mangiare grandi quantità nonostante non si senta affamato
  • mangiare da solo per nascondere i sentimenti di imbarazzo relativi al mangiare
  • sentirsi disgustato, angosciato, depresso o colpevole dopo l’abbuffata

Tale abbuffata tende ad accadere almeno una volta alla settimana per un minimo di 3 mesi. Di solito la persona non si libera o si ammala dopo.

Le donne che vivono con disturbi alimentari hanno maggiori probabilità di soffrire di disfunzione sessuale. Una revisione della ricerca corrente ha riportato che le donne con anoressia, bulimia o BED avevano meno partner sessuali e meno rapporti sessuali rispetto alle donne senza una di queste condizioni.

I disturbi alimentari possono causare disfunzioni sessuali e diminuzione della libido. Una persona che ha un disturbo alimentare può anche evitare il sesso perché si sente ansioso o impacciato.

Diagnosi e quando vedere un medico

Secondo l’American Psychiatric Association, l’ipersessualità non è una diagnosi formale perché c’è una mancanza di prove per dimostrare che si tratta di una condizione di salute piuttosto che di una serie di sintomi.

È normale che sia i maschi che le femmine attraversino periodi di maggiore interesse o attività sessuale.

Quando i pensieri ipersessuali interferiscono con la vita o le relazioni quotidiane di una persona, tuttavia, è una buona idea per loro vedere un medico.

prospettiva

Se i pensieri ipersessuali della persona sono un effetto collaterale di un farmaco, il loro team sanitario sarà in grado di aiutare.

I medici possono ridurre il dosaggio o suggerire un diverso tipo di farmaco. Possono anche raccomandare consulenza o terapia cognitivo comportamentale (CBT). Queste forme di terapia possono aiutare una persona a modificare i propri schemi e comportamenti di pensiero sessuale.

Sommario

Vyvanse è un tipo di anfetamina. Un noto effetto collaterale delle anfetamine è l’ipersessualità, che è una preoccupante preoccupazione per il sesso che può rasentare l’ossessione.

I medici possono prescrivere Vyvanse per trattare le condizioni di salute mentale, inclusi ADHD e BED. Entrambe queste condizioni possono anche influenzare la libido e la funzione sessuale di una persona.

Chiunque subisca pensieri sessuali intrusivi dopo aver iniziato questo farmaco dovrebbe parlare con il proprio team sanitario. Le opzioni per il trattamento includono la riduzione del dosaggio o il passaggio a un diverso tipo di farmaco.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu