Respiratorio

Qual è il legame tra asma e polmonite?

Asma e polmonite sono due condizioni respiratorie. Condividono alcuni sintomi, ma hanno cause e trattamenti diversi. La polmonite può essere più difficile da rilevare nelle persone con asma.

L’asma non causa direttamente la polmonite, ma le persone con una storia di problemi respiratori cronici, come l’asma, potrebbero avere un rischio più elevato di sviluppare la polmonite.

In questo articolo, esaminiamo il legame tra asma e polmonite, esploriamo sintomi e diagnosi e discutiamo le differenze tra queste condizioni nei bambini e negli adulti.

Cosa sono l’asma e la polmonite?

Asma e polmonite sono condizioni che influenzano i polmoni.

L’asma è una condizione respiratoria cronica che provoca restringimento e infiammazione delle vie aeree bronchioliche.

I sintomi vanno e vengono nel tempo e in risposta ai trigger. Variano da persona a persona, ma spesso includono:

  • respirazione difficoltosa
  • stringimento del torace
  • tosse

Il respiro affannoso e la tosse tendono a verificarsi durante un attacco d’asma, rendendo la respirazione più difficile.

I trigger di un attacco d’asma includono ma non sono limitati a:

  • allergeni tipici, come peli di animali domestici, polline, muffe e polvere
  • fumi chimici
  • Fumo
  • inquinamento dell’aria
  • clima freddo e secco
  • esercizio

La polmonite è un’infezione dei polmoni causata da batteri, funghi, parassiti o virus. Può interessare uno o entrambi i polmoni.

La polmonite batterica è di gran lunga il tipo più comune di polmonite negli adulti.

Come l’asma, la polmonite causa infiammazione polmonare, anche se colpisce le sacche d’aria – chiamate alveoli – all’estremità delle vie aeree bronchioliche. Un accumulo di pus o di liquido nelle sacche d’aria rende difficile la respirazione.

Qual è il link?

L’asma non causa direttamente la polmonite, ma le persone con problemi polmonari cronici hanno maggiori probabilità di sviluppare polmonite, a causa di precedenti danni ai polmoni o di debolezza nel tessuto polmonare.

Per lo stesso motivo, una persona con asma può avere sintomi più gravi e complicazioni da raffreddore e influenza.

L’influenza può portare a polmonite e, secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC), “Adulti e bambini con asma hanno maggiori probabilità di sviluppare la polmonite dopo aver ammalato di influenza rispetto alle persone che non hanno l’asma.”

Alcuni ricercatori ritengono che i farmaci per l’asma possano svolgere un ruolo. Uno studio suggerisce che i corticosteroidi inalatori – una delle principali opzioni di trattamento per l’asma – potrebbero aumentare il rischio di sviluppare polmonite o altre infezioni respiratorie.

Inoltre, alcune ricerche indicano che i giovani adulti con asma potrebbero sperimentare “esacerbazioni in eccesso” della condizione dopo la polmonite. Gli autori hanno riferito che il gruppo di studio aveva effettuato visite ospedaliere correlate all’asma più frequenti dopo aver avuto una polmonite.

Sintomi di polmonite nelle persone con asma

I sintomi di asma e polmonite possono essere simili, il che può rendere difficile la diagnosi di polmonite da parte dei medici.

Sia l’asma che la polmonite possono causare:

  • dolore al petto
  • mancanza di respiro
  • un aumento della frequenza respiratoria
  • un impulso aumentato
  • tosse
  • dispnea

Tuttavia, le condizioni possono anche causare sintomi diversi.

Una persona con asma che sospetta di avere polmonite dovrebbe cercare:

  • muco nella loro tosse
  • la febbre
  • dolore al petto durante la tosse
  • un suono scoppiettante quando cercano di inspirare

Se uno qualsiasi di questi sintomi è presente, consultare un medico.

Una tipica riacutizzazione dell’asma comporta tosse, respiro sibilante e sensazione di oppressione al petto. Una diminuzione della funzione polmonare comporta difficoltà di respirazione e un aumento del polso. Il respiro sibilante potrebbe essere acuto e sibilante.

Sintomi di asma scomodi possono durare da pochi minuti a diverse ore. I sintomi possono divampare improvvisamente, e alcune persone chiamano questi episodi attacchi di asma.

Quando una persona ha la polmonite, i sintomi iniziali possono essere simili a quelli di un tipico raffreddore o influenza. Con l’evolversi dell’infezione polmonare, il verde, il giallo o il muco sanguinante possono accompagnare la tosse.

I sintomi comuni di polmonite includono, ma non sono limitati a:

  • mal di testa
  • stanchezza
  • una perdita di appetito
  • mancanza di respiro
  • pelle umida
  • febbre e brividi
  • dolore al petto che peggiora con la tosse o la respirazione

La polmonite può anche causare un suono scoppiettante durante la respirazione.

Quando la polmonite risulta da un virus, i sintomi tendono ad includere dolore muscolare e tosse secca fin dall’inizio. Mentre l’infezione continua, la tosse tende a peggiorare e una persona può produrre muco.

Quando la polmonite è causata da batteri, una persona può avere la febbre alta. La febbre di questo grado ha i suoi effetti collaterali, tra cui il delirio e la confusione. Nei casi gravi di polmonite, le labbra o le unghie possono diventare blu a causa della mancanza di ossigeno.

Complicazioni di polmonite nelle persone con asma

Se una persona non riceve cure, l’asma e la polmonite possono essere malattie respiratorie potenzialmente letali.

Mentre l’asma non ha cura, i sintomi tendono a rispondere bene al monitoraggio e ai trattamenti appropriati.

In alcuni casi, una persona può riprendersi dalla polmonite entro una settimana, mentre in altri può richiedere almeno un mese.

Poiché l’infiammazione polmonare può portare ad un attacco d’asma, la disfunzione delle vie aeree legata alla polmonite può provocare gravi attacchi e causare gravi complicazioni.

Come batteri o virus si replicano all’interno del tessuto polmonare, le difese immunitarie naturali del corpo iniziano a inondare i polmoni di muco. Questo rende la respirazione più difficile e fa tossire una persona.

Il muco blocca le vie aeree, che si restringono in risposta all’infiammazione, causando una mancanza di scambio di ossigeno nel corpo. Di conseguenza, i polmoni devono esercitare uno sforzo maggiore, che può peggiorare il dolore al petto.

È meglio trattare l’asma e la polmonite il prima possibile per evitare che le condizioni peggiorino.

Differenza tra asma e polmonite

La principale differenza è che l’asma è una condizione cronica non infettiva, mentre la polmonite è un’infezione polmonare.

L’asma provoca infiammazione e restringimento delle vie aeree. Colpisce principalmente i bronchioli, che sono i piccoli rami delle vie aeree nei polmoni.

L’asma non è una malattia curabile, anche se una persona può gestire i suoi sintomi con i farmaci giusti. I trigger per l’asma possono diminuire nel tempo e una persona impara a gestire la propria malattia.

La polmonite è un’infezione che può verificarsi in uno o entrambi i polmoni. Provoca l’infiammazione nelle sacche d’aria, non nei bronchioli.

La polmonite può far riempire i polmoni di fluido, rendendo la respirazione dolorosa e difficile. È curabile

Mentre l’asma e la polmonite possono causare molti sintomi simili, sono diverse malattie con differenti approcci terapeutici e assistenziali.

Sommario

È importante per le persone con asma capire il legame con la polmonite.

Mentre una condizione non causa l’altra, le persone con asma hanno maggiori probabilità di sviluppare la polmonite. Se ciò accade, hanno un maggiore rischio di complicanze.

Il trattamento precoce e le tecniche preventive sono fondamentali per ridurre il rischio di queste complicanze.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu