Depressione

Qual è il legame tra apnea notturna e depressione?

Una nuova ricerca ha esplorato il legame tra apnea notturna e depressione e suggerisce che la prima potrebbe essere una delle ragioni per cui i trattamenti per la depressione falliscono.

Circa il 20-30% delle persone con depressione e altri disturbi dell’umore non ottengono l’aiuto di cui hanno bisogno dalle terapie esistenti.

La depressione è la “principale causa di disabilità in tutto il mondo”.

Per questo motivo, elaborare terapie efficaci è fondamentale.

Una nuova ricerca indica l’apnea ostruttiva del sonno (OSA) come potenziale colpevole della depressione resistente al trattamento e suggerisce che lo screening e il trattamento delle condizioni del sonno possono alleviare i sintomi della depressione.

Il Dr. William V. McCall – presidente del Dipartimento di Psichiatria e Comportamento sanitario presso il Medical College of Georgia dell’Università di Augusta – è il primo e corrispondente autore dello studio.

Dice: “Nessuno sta parlando di valutare (OSA) come una potenziale causa di depressione resistente al trattamento, che si verifica in circa il 50% delle persone con disturbo depressivo maggiore”.

Spera che il nuovo documento del team – che appare nel Journal of Psychiatric Research – rimedierà a questo.

Il 14% delle persone con depressione aveva l’OSA

Il Dr. McCall e il team hanno esaminato il tasso di OSA non diagnosticato in uno studio clinico randomizzato di persone con disturbo depressivo maggiore e tendenze suicide.

Hanno reclutato 125 persone con depressione, originariamente allo scopo di determinare se il trattamento della loro insonnia migliorasse i sintomi della depressione.

Lo studio originale ha escluso le persone a rischio di OSA, come quelle che assumevano sonniferi o persone con obesità o sindrome delle gambe senza riposo.

Gli scienziati hanno testato i partecipanti con uno studio sul sonno e hanno scoperto che 17 dei 125 (quasi il 14%) avevano l’OSA.

Il dott. McCall e colleghi osservano che le persone che avevano l’OSA non presentavano i soliti indicatori della gravità dell’OSA, come la sonnolenza diurna. Inoltre, 6 delle 17 persone erano donne non obese.

Questo è in contrasto con il gruppo demografico solitamente a rischio di OSA: uomini in sovrappeso.

“Siamo rimasti completamente sorpresi”, afferma il Dr. McCall, “che le persone non corrispondessero al quadro di come dovrebbe essere (OSA)”.

Inoltre, 52 dei 125 partecipanti presentavano depressione resistente al trattamento; 8 di quelli con depressione resistente al trattamento avevano anche OSA.

Opzioni di trattamento future

I ricercatori sottolineano che le condizioni sottostanti – come l’ipotiroidismo, il cancro e la malattia dell’arteria carotide – possono spesso essere la causa della depressione resistente al trattamento.

Pertanto, molte persone con depressione sono sottoposte a una serie di test invasivi e costosi nel tentativo di capire la causa del fallimento del trattamento della depressione.

Tali test possono includere una risonanza magnetica o anche un prelievo spinale – ma il Dr. McCall e il team chiedono prima i test del sonno. “Penso che prima di eseguire un prelievo spinale per la depressione resistente al trattamento, potremmo prima fare un test del sonno”, afferma.

“Sappiamo che (le persone) con apnee notturne parlano dei sintomi della depressione”, continua. “Sappiamo che se hai (OSA), non risponderai bene a un antidepressivo.”

“Sappiamo che se hai l’apnea notturna e ottieni (una macchina CPAP), migliora e ora sappiamo che ci sono casi nascosti di apnea notturna nelle persone depresse e (hanno) suicidi (tendenze).”

Dr. William V. McCall

Tuttavia, gli autori dello studio riconoscono anche che altri fattori – come gli effetti collaterali di altri farmaci, inclusi beta-bloccanti e corticosteroidi – possono causare depressione resistente al trattamento.

Sottolineano anche che le tendenze suicide sono anche un fattore chiave e i ricercatori suggeriscono che un’ulteriore area di indagine dovrebbe essere la questione se il trattamento dell’apnea notturna riduca o meno l’idea del suicidio.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu