Può mangiare troppa frutta causa il diabete di tipo 2?

Sebbene gli scienziati non siano chiari su ciò che causa il diabete di tipo 2, le persone possono avere determinati fattori di rischio che includono una storia familiare di diabete, sovrappeso e prediabete. La frutta contiene zucchero ma è improbabile che sia dannosa per la salute quando fa parte di una dieta equilibrata.

In questo articolo, guardiamo a cosa è il diabete, se mangiare troppa frutta può causare il diabete e le linee guida su quanto frutta una persona dovrebbe mangiare.

Cos'è il diabete?

Il diabete causa un aumento della glicemia o del glucosio nel sangue di una persona. Esistono due tipi principali di diabete.

Il diabete di tipo 1 si sviluppa tipicamente durante l'infanzia e le persone con questa condizione non sono in grado di produrre l'ormone noto come insulina. Non è ancora possibile prevenire questa forma di diabete.

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune di diabete e può verificarsi a qualsiasi età, ma di solito si sviluppa quando le persone invecchiano. In quelli con diabete di tipo 2, le loro cellule non rispondono adeguatamente all'insulina. Questa mancanza di risposta è nota come resistenza all'insulina.

L'insulina induce lo zucchero a muoversi dal flusso sanguigno nelle cellule del corpo, che lo usano come fonte di energia.

Quando una persona mangia, il loro sistema digestivo rompe i carboidrati negli alimenti in un semplice zucchero chiamato glucosio.

Se non c'è abbastanza insulina nel corpo o le cellule non rispondono correttamente all'insulina, lo zucchero può accumularsi nel sangue e portare a una serie di sintomi e complicazioni di salute.

Anche se una persona non può sempre prevenire il diabete di tipo 2, ci sono cambiamenti nello stile di vita e nella dieta che possono far sì che riducano il rischio di sviluppare questa condizione.

Il consumo di frutta può causare il diabete?

Mangiare troppo zucchero può causare un aumento di peso, che può portare a livelli più elevati di zucchero nel sangue o prediabete. Questi sono fattori di rischio per il diabete di tipo 2.

In genere, mangiare frutta come parte di una dieta e uno stile di vita salutari non dovrebbe aumentare il rischio di diabete. Ma consumare più della dose giornaliera raccomandata (RDA) di frutta potrebbe significare che una persona sta assumendo troppo zucchero nella sua dieta.

Una dieta ad alto contenuto di zuccheri, carboidrati raffinati e grassi saturi rischia di essere più a rischio di quella che contiene quantità moderate di questi tipi di alimenti.

La frutta contiene molte vitamine, minerali e fibre, quindi è una parte fondamentale di una dieta salutare. Scegliere frutta fresca anziché frutta secca e limitare l'assunzione di succhi o frullati di frutta può aiutare a ridurre l'assunzione di zucchero.

Linee guida sulla frutta

Quanto frutta dovrebbe mangiare una persona dipende dalla loro età, sesso e quanto esercizio fanno. Per le persone che fanno meno di 30 minuti di esercizio moderato al giorno, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) raccomanda quanto segue:

Età Importo al giorno
Bambini 2-3 anni 1 tazza
4-8 anni Da 1 a 1,5 tazze
9-13 anni 1,5 tazze
Ragazze 14-18 anni 1,5 tazze
Ragazzi 14-18 anni 2 tazze
Donne 19-30 anni 2 tazze
più di 30 anni 1. 5 tazze
Uomini più di 19 anni 2 tazze

Esempi di 1 tazza di frutta includono:

  • 1 piccola mela
  • 32 chicchi d'uva
  • 1 grande arancione
  • 8 grandi fragole
  • 1 tazza di succo di frutta al 100%

La frutta secca contiene più zucchero di quanto non faccia in forma fresca o congelata. Ad esempio, metà di una tazza di frutta secca equivale a 1 tazza di frutta in qualsiasi altra forma.

Le persone che fanno più di 30 minuti di esercizio moderato al giorno possono essere in grado di mangiare più frutta di quelle che non lo fanno.

Le persone a rischio dovrebbero mangiare meno frutta?

Le persone in sovrappeso sono più a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto a quelli che non lo sono. Una delle principali cause di aumento di peso è se una persona mangia più calorie di quelle che bruciano. Gli alimenti e le bevande zuccherati sono generalmente ricchi di calorie.

Mangiare la RDA per la frutta non dovrebbe aumentare il rischio di diabete di una persona. Il succo di frutta è particolarmente ricco di zuccheri, ma bere più di 1 tazza di succo di frutta al giorno può aiutare a mantenere l'assunzione di zucchero entro limiti salutari.

Molti alimenti trasformati o cotti, come biscotti o ketchup, contengono zuccheri aggiunti. Limitando questi alimenti, le persone possono ridurre il loro apporto calorico e zuccherino.

Le persone con prediabete hanno livelli di glucosio nel sangue più alti della media, ma non abbastanza alti da consentire al medico di diagnosticare il diabete di tipo 2. Sebbene prediabete aumenti il ​​rischio di sviluppare il diabete, ciò non significa che una persona svilupperà sicuramente la condizione.

È possibile per le persone con prediabete abbassare la glicemia e il rischio di sviluppare diabete di tipo 2.

Perdere peso e fare esercizio quotidiano può aiutare a ridurre questo rischio. Alcuni farmaci possono anche ridurre il rischio di sviluppare il diabete.

Le persone con diabete possono mangiare frutta?

L'American Diabetes Association consiglia di mangiare frutta, come parte di una dieta salutare.

Per le persone con diabete, una parte cruciale della gestione della loro condizione è la loro dieta, e spesso hanno bisogno di pianificare i loro pasti. Potrebbe essere necessario monitorare la quantità di zucchero nella loro dieta, o evitare di mangiare troppi carboidrati.

La frutta contiene carboidrati e zuccheri. Una persona con diabete può voler controllare questi importi quando mette insieme un piano alimentare.

Oltre a zuccheri e carboidrati, la frutta è ricca di fibre. Gli alimenti che contengono fibre impiegano più tempo a digerire, quindi aumentano la glicemia più lentamente rispetto a quelli con meno fibre.

Gli alimenti che contengono carboidrati aumentano i livelli di glucosio nel sangue. Alcuni alimenti aumentano questi livelli più di altri.

Alcune persone usano l'indice glicemico (GI) per pianificare la loro dieta. GI è una misura di quanto un particolare alimento aumenta la glicemia di una persona. Gli alimenti con un basso GI aumentano la glicemia meno degli alimenti con un IG alto.

La maggior parte dei frutti sono a basso indice glicemico, ma alcuni, come i meloni e l'ananas, sono ad alto IG. La trasformazione di un alimento aumenta il suo GI, quindi il succo di frutta ha un IG più alto di un intero frutto. Il frutto maturo ha un GI più alto di quello acerbo.

La combinazione di un frutto con un IG alto con alimenti a basso indice glicemico può renderlo una scelta più salutare. Un esempio di questo potrebbe essere, affettare una banana matura e averla su un toast integrale per colazione.

Frutta secca, succo di frutta e alcuni frutti tropicali, come i manghi, sono più ricchi di zuccheri. Una persona può scegliere di mangiare una piccola porzione o evitare di averne troppo regolarmente.

Una certa frutta in scatola ha aggiunto zucchero o è servita allo sciroppo. La frutta in scatola che è nel succo di frutta o sciroppo di zucchero basso conterrà meno zucchero di quello in sciroppo comune.

Mangiare frutta in relazione al rischio di diabete

Uno studio del 2017 in Cina ha trovato un'associazione significativa tra mangiare frutta fresca e un rischio ridotto di sviluppare il diabete. È stato anche riscontrato che i partecipanti con diabete hanno un rischio ridotto di sviluppare problemi cardiovascolari se mangiavano più frutta fresca.

Tuttavia, lo studio non ha trovato una causa specifica per questa associazione. Potrebbe essere che le persone che mangiano regolarmente frutta fresca scelgano una dieta generale più sana di quelle che non lo fanno. Quindi, mangiare frutta fresca potrebbe non essere sufficiente da solo per ridurre il rischio di diabete.

Porta via

Le cause del diabete sono complesse, ma è improbabile che una persona sviluppi la condizione esclusivamente mangiando troppa frutta. Essere sovrappeso o avere alti livelli di zucchero nel sangue sono entrambi fattori di rischio per lo sviluppo del diabete.

Mangiare frutta con moderazione è parte integrante di una dieta salutare. Limitare la quantità di frutta secca e succo di frutta nella dieta può aiutare a ridurre il consumo di zucchero.

Questo post è stato utile per te?