Asma

Misuratori di portata di picco: una guida per l'utente

Un misuratore di portata di picco è uno strumento che misura la portata di picco espiratoria (PEFR). Il PEFR è la quantità di aria che una persona può espellere rapidamente dai polmoni in un respiro.

Le persone utilizzano principalmente le misurazioni del PEFR come guida per la gestione dei sintomi dell’asma.

Tuttavia, i medici possono anche raccomandare misurazioni del flusso di picco per le persone con malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) per determinare un aumento dei sintomi.

Questo articolo esamina come funzionano i misuratori di portata di picco, i loro benefici e come usarli.

Come funzionano i misuratori di portata di picco?

Per utilizzare un misuratore di portata di picco, una persona deve soffiare con forza nel dispositivo. Il misuratore misura l’aria forzata in litri al minuto.

L’indicatore sul dispositivo si sposta in risposta all’espirazione e fornisce una lettura su una scala numerata.

La registrazione delle misurazioni del flusso di picco fa parte dei piani d’azione per l’asma per aiutare a trattare la condizione. Un misuratore di portata di picco è utile per rilevare i cambiamenti nelle vie aeree di una persona, che potrebbe indicare un peggioramento dei sintomi dell’asma.

Perché usare un flussimetro di picco per l’asma?

Le persone con asma possono sviluppare un restringimento delle vie aeree, che riduce la quantità di aria che possono espirare. Il PEFR cambia spesso in risposta a una riacutizzazione dell’asma. Il tempo, l’esposizione agli allergeni e le infezioni possono portare a un cambiamento nell’asma di una persona.

Il monitoraggio regolare con un flussimetro di picco può aiutare una persona a rilevare i cambiamenti nelle proprie vie aeree prima che inizino altri sintomi. In alcuni casi, una diminuzione del PEFR è l’unico segno di un imminente attacco d’asma.

Uno studio del 2012 ha coinvolto 53 persone con asma che hanno registrato i loro sintomi e misurazioni del flusso di picco due volte al giorno per 274 giorni. I ricercatori hanno analizzato la relazione tra i cambiamenti nelle misurazioni del flusso di picco e i sintomi dell’asma dei partecipanti.

I ricercatori hanno scoperto che alcune persone hanno erroneamente percepito i loro sintomi come lievi, anche se avevano un’ostruzione significativa delle vie aeree. Lo studio ha anche indicato che le persone con asma scarsamente controllato avevano fluttuazioni di PEFR anche senza sintomi di asma segnalati.

Riconoscere i segni di un attacco d’asma attraverso il monitoraggio del flusso di picco e seguendo un piano d’azione per l’asma, può impedire che i sintomi diventino gravi. Un graduale declino della PEFR nel tempo può anche indicare una diminuzione della funzionalità polmonare e aiutare un medico a modificare un piano di trattamento dell’asma.

Utilizzando un misuratore di portata di picco per BPCO

Insieme ai suoi usi per l’asma, un misuratore di portata di picco può anche essere utile con altre condizioni polmonari, come la BPCO. Le persone con BPCO possono anche sviluppare restringimento delle vie aeree e infiammazione.

Monitorando il loro PEFR, le persone con BPCO possono determinare ciò che è normale per loro. Proprio come con l’asma, quando c’è una significativa riduzione del flusso di picco, questa è una bandiera rossa che qualcosa potrebbe innescare un aumento dei sintomi della BPCO.

Come utilizzare un misuratore di portata di picco

È fondamentale utilizzare correttamente un misuratore di portata di picco e compiere uno sforzo per ottenere una misurazione accurata. I misuratori di portata di picco hanno modelli leggermente diversi a seconda del produttore, ma richiedono tutti la stessa procedura.

Le persone dovrebbero prendere una misurazione del flusso di picco mentre si alzano. Per utilizzare un misuratore di portata di picco, attenersi alla seguente procedura:

  1. Assicurarsi che l’indicatore o il puntatore sia impostato su zero.
  2. Fai un respiro profondo.
  3. Metti il ​​misuratore di portata in bocca con la lingua verso il basso, lontano dal bocchino e chiudi le labbra attorno al bocchino.
  4. Soffiare forte e veloce. L’indicatore si sposterà in risposta all’espirazione.
  5. Controlla il numero sulla scala accanto al puntatore o all’indicatore. Questo è il picco del flusso espiratorio.
  6. Riporta l’indicatore a zero e ripeti altre due volte.
  7. Registra il meglio dei tre tentativi in ​​un grafico o in un taccuino.
  8. Misura il flusso di picco alla stessa ora ogni giorno per alcune settimane per determinare il meglio personale.

Cosa significano i risultati?

Le previsioni del flusso di picco variano in base al sesso, all’età e all’altezza di una persona. Tuttavia, è più importante per una persona determinare il proprio meglio personale, o ciò che è “normale” per loro.

Secondo la Asthma and Allergy Foundation of American, le persone possono determinare il proprio personale meglio usando il dispositivo ogni giorno per alcune settimane e registrando il numero più alto che possono raggiungere.

Una volta che una persona conosce il proprio personale, può determinare se il loro picco di flusso cambia o meno. I risultati di un flusso di picco possono indicare cose diverse a seconda che la misurazione sia migliorata, peggiorata o rimasta invariata.

Le variazioni del flusso di picco possono indicare quanto segue:

  • la necessità di ottenere cure mediche di emergenza
  • una riacutizzazione dei sintomi dell’asma
  • il farmaco è efficace
  • una persona ha l’asma ben controllato
  • la necessità di cambiare le medicine quotidiane

Zone di flusso di picco

Misurando il flusso di picco ogni giorno per alcune settimane, una persona può identificare il proprio meglio personale. Il monitoraggio successivo del flusso di picco comporta la determinazione della percentuale del “migliore” che una persona ottiene durante una determinata misurazione.

Le zone di flusso di picco interpretano le portate di picco e aiutano un individuo a sapere quali passi devono adottare per gestire il proprio asma.

Secondo l’American Lung Association, le zone di flusso di picco da seguire includono:

Zona Percentuale Cosa segnala
verde 80–100% del miglior numero personale
  • Buon controllo dell’asma.
  • I sintomi non sono presenti
  • Nessun segnale di avvertimento precoce di una riacutizzazione dell’asma.
Giallo 50–80% del miglior numero personale
  • Potrebbero essere presenti sintomi come naso che cola, tosse e affaticamento.
  • Segui un piano d’azione per l’asma.
  • Le persone potrebbero aver bisogno di prendere un inalatore ad azione rapida.
  • Chiamare il medico se il flusso di picco non migliora.
Rosso Meno del 50% del miglior numero personale
  • Emergenza medica.
  • Di solito sono presenti sintomi come respiro sibilante, respiro corto e tosse.
  • Utilizzare un inalatore ad azione rapida.
  • Consultare un medico o chiamare il 911 se i problemi con la respirazione continuano.

Sommario

Un misuratore di portata di picco è un piccolo dispositivo che misura la quantità di aria che una persona può espellere con forza dai polmoni in un respiro veloce. È un indicatore dei cambiamenti delle vie aeree che possono verificarsi nelle persone con asma o BPCO.

Per ottenere un misuratore di portata di picco, parla con un medico. Potrebbero dartene uno o consigliarne un tipo da acquistare. Ci sono molte varietà tra cui scegliere online.

La misurazione del flusso di picco di una persona può indicare un peggioramento dei sintomi dell’asma o di una condizione polmonare. Sebbene sia solo un test, può essere uno strumento utile per determinare il trattamento necessario, comprese le cure mediche di emergenza.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu