Alcol / Dipendenza

Lucemyra (lofexidina)

Lucemyra generico

Lucemyra è disponibile solo come farmaco di marca. Al momento non è disponibile in forma generica.

Lucemyra contiene il farmaco attivo lofexidina.

Dosaggio di Lucemyra

Il dosaggio di Lucemyra prescritto dal medico dipenderà da diversi fattori. Questi sono:

  • la gravità della condizione che stai usando Lucemyra per il trattamento
  • come il tuo corpo risponde al farmaco
  • altre condizioni mediche che potresti avere

In genere, il medico ti inizierà con un dosaggio basso. Quindi lo adegueranno nel tempo per raggiungere l’importo giusto per te. Il medico prescriverà infine il dosaggio più piccolo che fornisce l’effetto desiderato.

Le seguenti informazioni descrivono i dosaggi comunemente utilizzati o consigliati. Tuttavia, assicurati di prendere il dosaggio prescritto dal medico per te. Il medico stabilirà il dosaggio migliore per soddisfare le tue esigenze.

Forme e punti di forza della droga

Lucemyra contiene il farmaco lofexidina. Si presenta come un tablet che si prende per bocca.

Ogni compressa di Lucemyra contiene 0,18 mg di lofexidina.

Dosaggio per astinenza da oppiacei

La dose iniziale abituale di Lucemyra per la sospensione degli oppioidi è di tre compresse (0,54 mg) assunte quattro volte al giorno. Questa sarà probabilmente la dose per i primi 5-7 giorni di trattamento (che di solito inizia dopo l’ultima dose di oppioidi).

Non deve assumere una dose più spesso di ogni 5-6 ore.

Il dosaggio singolo massimo è di quattro compresse (0,72 mg) alla volta. Il dosaggio giornaliero massimo è di 16 compresse (2,88 mg) in un giorno.

Il medico ridurrà il dosaggio lentamente nel corso di 2-4 giorni poiché i sintomi di astinenza diventano meno gravi. Ciò le consentirà di interrompere in modo sicuro l’assunzione di Lucemyra dopo 14 giorni.

La durata massima del trattamento con Lucemyra è di 14 giorni.

Cosa succede se mi manca una dose?

Se dimentica una dose di Lucemyra, la prenda non appena se ne ricorda. Tuttavia, se è quasi l’ora della dose successiva, attenda e prenda la dose successiva all’ora normale.

Non assumere una dose più spesso di ogni 5-6 ore. Ciò può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali.

Per assicurarti di non perdere una dose, prova a impostare un promemoria sul telefono. Anche un timer per i farmaci può essere utile.

Dovrò usare questo farmaco a lungo termine?

Lucemyra deve essere assunto per un massimo di 14 giorni. Non è pensato per essere usato come trattamento a lungo termine.

Lucemyra è usato per trattare i sintomi di astinenza durante le prime 2 settimane dopo l’interruzione dell’assunzione di oppioidi.

Lucemyra vs. clonidina

Potresti chiederti come Lucemyra si confronta con altri farmaci che sono prescritti per usi simili. Qui guardiamo come Lucemyra e clonidina sono uguali e diversi.

Ingredienti

Lucemyra è un farmaco di marca che contiene il farmaco lofexidina. La clonidina è un farmaco disponibile come farmaco generico e come il marchio Catapres.

Usi

Lucemyra è approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) per aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza negli adulti che interrompono improvvisamente l’assunzione di oppioidi.

La clonidina è approvata dalla FDA per il trattamento della pressione alta. Tuttavia, viene utilizzato off-label (un uso non approvato) per alleviare i sintomi di astinenza da oppiacei.

Forme e somministrazione di farmaci

Lucemyra si presenta come un tablet. La dose iniziale abituale è di tre compresse assunte quattro volte al giorno.

La durata massima del trattamento con Lucemyra è di 14 giorni.

La clonidina si presenta sotto forma di compresse. In genere è necessario ogni 6-8 ore per trattare i sintomi di astinenza da oppiacei.

Non esiste una durata massima specifica del trattamento con clonidina perché non è approvato dalla FDA per questo uso.

Effetti collaterali e rischi

Lucemyra e clonidina hanno alcuni effetti collaterali simili e altri che differiscono. Di seguito sono riportati esempi di questi effetti collaterali.

Effetti collaterali più comuni

Queste liste contengono esempi di effetti collaterali più comuni che possono verificarsi con Lucemyra, con clonidina o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Lucemyra:
    • ipotensione ortostatica
  • Può verificarsi con clonidina:
    • stipsi
  • Può verificarsi sia con Lucemyra che con clonidina:
    • sonnolenza / sonnolenza
    • bocca asciutta
    • vertigini

Effetti collaterali gravi

Questo elenco contiene esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi sia con Lucemyra che con clonidina (se assunti singolarmente).

  • bassa pressione sanguigna
  • bradicardia (frequenza cardiaca lenta) o sindrome del QT lungo (frequenza cardiaca anormale)
  • grave reazione allergica

Efficacia

Lucemyra e clonidina hanno diversi usi approvati dalla FDA, ma sono entrambi usati per alleviare i sintomi di astinenza nelle persone che hanno smesso di assumere improvvisamente oppioidi. (Questo è un uso off-label per la clonidina.)

Una revisione di cinque studi clinici ha scoperto che Lucemyra e la clonidina sono altrettanto efficaci nell’alleviare i sintomi da astinenza da oppiacei. Tuttavia, la pressione sanguigna bassa e il malessere sono stati segnalati più comunemente con la clonidina che con Lucemyra.

L’American Society of Addiction Medicine descrive entrambi i farmaci come opzioni di trattamento sicure ed efficaci per i sintomi di astinenza. Lucemyra o clonidina devono essere usati come parte di un piano di trattamento completo per il disturbo da uso di oppioidi, ma non devono essere presi insieme.

Costi

Lucemyra e clonidina (Catapres) sono entrambi disponibili come farmaci di marca. Al momento non ci sono forme generiche di Lucemyra, ma la clonidina è disponibile come generico. I farmaci di marca costano generalmente più dei farmaci generici.

Effetti collaterali di Lucemyra

Lucemyra può causare effetti collaterali lievi o gravi. I seguenti elenchi contengono alcuni dei principali effetti collaterali che possono verificarsi durante l’assunzione di Lucemyra. Questi elenchi non includono tutti i possibili effetti collaterali.

Per maggiori informazioni sui possibili effetti collaterali di Lucemyra, si rivolga al medico o al farmacista. Possono darti consigli su come affrontare eventuali effetti collaterali che possono essere fastidiosi.

Nota: la Food and Drug Administration (FDA) tiene traccia degli effetti collaterali dei farmaci che hanno approvato. Se desideri segnalare alla FDA un effetto collaterale che hai avuto con Lucemyra, puoi farlo tramite MedWatch.

Effetti collaterali più comuni

Gli effetti collaterali più comuni di Lucemyra possono includere:

  • vertigini
  • sonnolenza o sonnolenza
  • secchezza delle fauci (vedere “Dettagli sugli effetti collaterali” di seguito)
  • ipotensione ortostatica (vedere “Dettagli sugli effetti collaterali” di seguito)

La maggior parte di questi effetti indesiderati può scomparire entro pochi giorni o un paio di settimane. Se sono più gravi o non vanno via, si rivolga al medico o al farmacista.

Effetti collaterali gravi

Gli effetti collaterali gravi di Lucemyra non sono comuni, ma possono verificarsi. Chiama subito il medico se hai gravi effetti collaterali. Chiama il 911 se i sintomi si sentono in pericolo di vita o se pensi di avere un’emergenza medica.

Effetti collaterali gravi e i loro sintomi possono includere:

  • Bassa pressione sanguigna. I sintomi possono includere:
    • sentirsi storditi
    • debolezza
    • sentirsi svenire quando si riposa, si è seduti o sdraiati
    • svenimenti
  • Bradicardia (frequenza cardiaca lenta) e sindrome del QT lungo (ritmo cardiaco lento o anormale). Vedi “Dettagli sugli effetti collaterali” di seguito.

Dettagli sugli effetti collaterali

Potresti chiederti quanto spesso si verificano determinati effetti collaterali con questo farmaco. Ecco alcuni dettagli su alcuni degli effetti collaterali che questo farmaco può causare.

Reazione allergica

Come con la maggior parte dei farmaci, alcune persone possono avere una reazione allergica dopo aver assunto Lucemyra. I sintomi di una lieve reazione allergica possono includere:

  • eruzione cutanea
  • prurito
  • rossore (calore e arrossamento della pelle)

Una reazione allergica più grave è rara ma possibile. I sintomi di una grave reazione allergica possono includere:

  • gonfiore sotto la pelle, in genere palpebre, labbra, mani o piedi
  • gonfiore della lingua, della bocca o della gola
  • problema respiratorio

Non è noto quante persone abbiano avuto una reazione allergica a Lucemyra.

Chiama subito il medico se hai una grave reazione allergica a Lucemyra. Chiama il 911 se i sintomi si sentono in pericolo di vita o se pensi di avere un’emergenza medica.

Ipotensione ortostatica

L’ipotensione ortostatica può verificarsi con l’uso di Lucemyra.

L’ipotensione ortostatica è un improvviso calo della pressione sanguigna che si verifica quando si passa rapidamente da sdraiati a sedersi o in piedi. Questo può farti sentire vertigini o stordimento e può persino farti cadere o svenire.

Negli studi clinici, dal 29% al 42% delle persone che hanno assunto Lucemyra presentavano ipotensione ortostatica. Le persone che assumevano dosi più elevate avevano un rischio maggiore per questo effetto collaterale. In confronto, il 5% delle persone che hanno assunto un placebo (un trattamento senza farmaco attivo) presentavano ipotensione ortostatica.

Per prevenire lesioni o incidenti legati all’ipotensione ortostatica, assicurarsi di sedersi e alzarsi lentamente. Aggrappati ai mobili mentre ti siedi o ti alzi. Questo può aiutare a ridurre il rischio di ipotensione ortostatica. Ti aiuterà anche a prevenire di cadere e ferirti. Bere molti liquidi può anche aiutare a mantenere la pressione sanguigna in un intervallo sicuro.

Informi immediatamente il medico se ha ipotensione ortostatica durante l’assunzione di Lucemyra. Se questo effetto indesiderato è grave, il medico può consigliarle un dosaggio più basso di Lucemyra. Possono anche raccomandarti di saltare la dose successiva.

Se ha problemi cardiaci o renali, Lucemyra può causare ipotensione ortostatica più grave. Vedere la sezione “Precauzioni Lucemyra” di seguito per ulteriori informazioni.

Bradicardia

Lucemyra può causare bradicardia (battito cardiaco lento). Negli studi clinici, dal 24% al 32% delle persone che hanno assunto Lucemyra ha avuto bradicardia. Questo è rispetto al 5% delle persone che hanno assunto un placebo.

La frequenza cardiaca lenta può causare sintomi tra cui:

  • stanchezza (mancanza di energia)
  • vertigini
  • dolore al petto
  • mancanza di respiro
  • palpitazioni cardiache (sentirsi come se il cuore stesse saltando un battito)
  • svenimenti

Parlate immediatamente con il medico se avete bradicardia o uno qualsiasi di questi sintomi durante l’assunzione di Lucemyra. Possono consigliarti di ridurre o saltare la dose successiva.

Chiama il 911 se i sintomi si sentono in pericolo di vita o se pensi di avere un’emergenza medica.

Se ha problemi cardiaci, epatici o renali, Lucemyra può causare un grave peggioramento della bradicardia. Vedere la sezione “Precauzioni Lucemyra” di seguito per maggiori dettagli.

Bocca asciutta

La secchezza delle fauci è un effetto collaterale comune di Lucemyra. Negli studi clinici, dal 10% all’11% delle persone che hanno assunto Lucemyra aveva la bocca secca. Nessuno che ha preso un placebo ha riferito secchezza delle fauci.

Informi il medico se ha la bocca secca durante il trattamento con Lucemyra. Possono consigliare alcuni modi per gestire questo effetto collaterale, tra cui:

  • bere più acqua del solito
  • gomma da masticare senza zucchero
  • usando collutorio senza alcool
  • mangiare cibi pieni d’acqua, come sedano o carote
  • usando un umidificatore nella tua camera da letto per aggiungere umidità all’aria mentre dormi

Alternative a Lucemyra

Sono disponibili altri farmaci che possono trattare l’astinenza da oppiacei. Alcuni potrebbero adattarti meglio di altri. Se sei interessato a trovare un’alternativa a Lucemyra, parla con il tuo medico. Possono parlarti di altri farmaci che potrebbero funzionare bene per te.

Nota: alcuni dei farmaci elencati qui sono usati off-label per trattare queste condizioni specifiche. L’uso off-label è quando un farmaco approvato per il trattamento di una condizione viene utilizzato per trattare una condizione diversa.

Alternative per i sintomi di astinenza da oppiacei

Altri farmaci possono essere usati per trattare i sintomi di astinenza da oppioidi a breve termine (giorni o settimane dopo l’ultima dose di oppioidi). (Questo è un uso off-label per clonidina e guanfacina.)

Esempi di questi farmaci includono:

  • clonidina (Catapres, Kapvay)
  • guanfacine (Intuniv)
  • metadone (Dolophine, Methadose)

Questi farmaci sono generalmente prescritti in ambito ospedaliero, come un ospedale o un centro di trattamento, per trattare i sintomi di astinenza da oppiacei.

Esistono anche molti farmaci da banco (OTC) che possono essere utilizzati per trattare alcuni sintomi di astinenza da oppiacei. Vedere la sezione “Uso di Lucemyra con altri farmaci” per un elenco di altri farmaci OTC utilizzati.

Altri farmaci per il disturbo da uso di oppioidi

Esempi di farmaci usati a lungo termine per trattare il disturbo da uso di oppioidi includono:

  • buprenorfina (Probuphine, Sublocade, Butrans)
  • buprenorfina / naloxone (Bunavail, Suboxone, Zubsolv)
  • metadone (Dolophine, Methadose)
  • naltrexone (Vivitrol)

Questi farmaci sono generalmente prescritti in regime ambulatoriale, come lo studio del medico. Sono usati per ridurre l’appetito e aiutarti a evitare l’assunzione di oppioidi a lungo termine.

Lucemyra vs. Suboxone

Lucemyra e Suboxone sono prescritti per usi simili. Di seguito sono riportati i dettagli di come questi farmaci sono simili e diversi.

Ingredienti

Lucemyra contiene il farmaco attivo lofexidina. Il subossone contiene due farmaci attivi: buprenorfina e naloxone.

Usi

Lucemyra è approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) per aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza per gli adulti che hanno smesso di assumere improvvisamente oppioidi. Viene utilizzato a breve termine.

Lucemyra non è un trattamento per il disturbo da uso di oppioidi. Invece, viene utilizzato immediatamente dopo aver smesso di assumere oppioidi. Aiuta ad alleviare alcuni sintomi di astinenza, ma non ti impedirà di bramare gli oppioidi.

Suboxone è approvato dalla FDA per il trattamento della dipendenza da oppioidi (ora chiamato disturbo da uso di oppioidi da parte degli operatori sanitari). Può essere utilizzato a breve o lungo termine.

Suboxone aiuta a ridurre i sintomi di astinenza di una persona e aiuta anche a ridurre il desiderio di oppiacei. È usato per aiutare una persona a evitare l’uso costante di oppioidi.

Entrambi i farmaci vengono utilizzati come parte di un programma di trattamento completo, che può includere consulenza, gruppi di supporto e altri farmaci.

Forme e somministrazione di farmaci

Lucemyra si presenta come un tablet. La dose iniziale abituale è di tre compresse assunte quattro volte al giorno. La durata massima del trattamento con Lucemyra è di 14 giorni.

Suboxone viene come un film che si posiziona sotto la lingua o tra i denti e la guancia. Una volta che lo metti in bocca, si dissolve rapidamente. È preso una volta al giorno.

Non esiste una durata massima del trattamento con Suboxone. Tu e il tuo medico deciderete quanto durerà il trattamento con Suboxone.

Effetti collaterali e rischi

Lucemyra e Suboxone contengono diversi tipi di farmaci. Pertanto, questi farmaci possono causare diversi effetti collaterali. Di seguito sono riportati esempi di questi effetti collaterali.

Effetti collaterali più comuni

Queste liste contengono esempi di effetti collaterali più comuni che possono verificarsi con Lucemyra o Suboxone.

  • Può verificarsi con Lucemyra:
    • vertigini
    • sonnolenza / sonnolenza
    • bocca asciutta
    • ipotensione ortostatica
  • Può verificarsi con Suboxone:
    • nausea
    • mal di testa
    • sonnolenza
    • irritazione in bocca dove è posizionato il film
    • ridotto senso del gusto e sensazione in bocca
    • stipsi
    • insonnia (difficoltà a dormire)
    • mal di pancia
    • ansia
    • sudorazione
    • sintomi di astinenza da oppiacei, come dolori muscolari, crampi addominali (pancia) e battito cardiaco accelerato

Effetti collaterali gravi

Queste liste contengono esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi con Lucemyra o Suboxone.

  • Può verificarsi con Lucemyra:
    • bassa pressione sanguigna
    • bradicardia (frequenza cardiaca lenta) o sindrome del QT lungo (frequenza cardiaca lenta o anormale)
  • Può verificarsi con Suboxone:
    • uso improprio e dipendenza dalla droga
    • depressione respiratoria (respirazione lenta e debole)
    • insufficienza surrenalica (problemi ormonali)
    • gravi sintomi da astinenza da oppiacei
    • danno al fegato
    • aumento della pressione sanguigna nella testa
    • aumento della pressione sanguigna dentro e vicino alla cistifellea

Efficacia

Lucemyra e Suboxone hanno diversi usi approvati dalla FDA. Lucemyra è approvato dalla FDA per aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza da oppiacei negli adulti che interrompono improvvisamente l’assunzione di oppioidi.

Suboxone è approvato dalla FDA per il trattamento della dipendenza da oppioidi (ora chiamato disturbo da uso di oppioidi da parte degli operatori sanitari).

Una revisione di numerosi studi clinici ha scoperto che la buprenorfina (uno dei farmaci attivi in ​​Suboxone) era più efficace nell’alleviare i sintomi di astinenza rispetto a Lucemyra. Questo è un uso off-label (non approvato) di Suboxone, tuttavia.

L’American Society of Addiction Medicine afferma che sia Lucemyra che Suboxone sono componenti sicure ed efficaci di un piano di trattamento completo. È importante notare che né Lucemyra né Suboxone devono essere usati da soli.

Come funziona Lucemyra

Lucemyra è approvato per aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza negli adulti che hanno interrotto improvvisamente l’assunzione di oppioidi.

A proposito del ritiro di oppioidi

L’uso ripetuto di farmaci oppiacei riduce la quantità di noradrenalina (un messaggero chimico) che viene rilasciato nel corpo e nel cervello.

La noradrenalina svolge un ruolo in molte funzioni corporee quotidiane, come veglia e sonno, attività muscolare e cardiaca, attività gastrointestinale e respirazione. La noradrenalina viene rilasciata dalle cellule nervose che hanno recettori adrenergici (docking station) su di esse.

Quando il tuo corpo si abitua ad avere oppioidi, si regola aumentando i livelli di noradrenalina. Non si avvertono gli effetti spiacevoli degli alti livelli di noradrenalina (vedere l’elenco di seguito) durante l’assunzione di oppioidi perché gli oppioidi ne bloccano molti.

Quando interrompe improvvisamente l’assunzione di oppioidi, il corpo non può immediatamente ridurre i livelli di noradrenalina. Questo porta alla iperattività di molti sistemi del tuo corpo, causando sintomi di astinenza che possono includere:

  • dolori muscolari
  • mal di pancia e crampi
  • brividi
  • ansia
  • sudorazione
  • diarrea
  • depressione
  • insonnia
  • battito cardiaco accelerato

Cosa fa Lucemyra

Lucemyra contiene il farmaco attivo lofexidina. Appartiene a una classe di farmaci chiamati agonisti adrenergici alfa-2.

Lucemyra aiuta ad alleviare i sintomi di astinenza. Lo fa legandosi ai recettori alfa-2 adrenergici. Quando Lucemyra si attacca a questi recettori, dice alle cellule nervose di rilasciare meno noradrenalina. Bassi livelli di noradrenalina aiutano a ridurre i sintomi di astinenza. Questo rende il ritiro dagli oppioidi più tollerabile per molte persone.

È importante notare, tuttavia, che Lucemyra non elimina completamente i sintomi di astinenza. Inoltre non riduce il desiderio di oppiacei. Lucemyra non deve essere usato da solo, ma piuttosto come parte di un piano di trattamento completo per il disturbo da uso di oppioidi.

Quanto tempo ci vuole per funzionare?

Lucemyra inizia ad aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza entro poche ore dalla sua assunzione.

Lucemyra usa

La Food and Drug Administration (FDA) approva farmaci da prescrizione come Lucemyra per il trattamento di determinate condizioni.

Lucemyra per il ritiro degli oppioidi

Lucemyra è approvato dalla FDA per aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza per gli adulti che hanno interrotto improvvisamente l’assunzione di oppioidi. I sintomi di astinenza possono verificarsi in persone che sono fisicamente dipendenti dal farmaco. Ciò significa che devono continuare a prendere il farmaco per sentirsi “normali”.

Lucemyra non è un trattamento per il disturbo da uso di oppioidi. Aiuta solo a rendere alcuni sintomi di astinenza meno gravi. Lucemyra non deve essere usato da solo, ma piuttosto come parte di un piano di trattamento completo. Il piano di trattamento può includere consulenza, gruppi di supporto e altri farmaci.

Efficacia

Lucemyra ha dimostrato di essere efficace nell’aiutare ad alleviare i sintomi da astinenza da oppiacei. L’efficacia di Lucemyra è stata misurata negli studi clinici in due modi:

  • il numero di persone che hanno completato con successo 5-7 giorni di trattamento con Lucemyra dopo l’interruzione improvvisa degli oppioidi
  • il Gossop scala di prelievo da oppiacei corti (SOWS-Gossop), che è un punteggio di gravità dei sintomi medio basato su una scala di 30 punti (dove punteggi più alti indicano sintomi peggiori)

In questi studi, l’efficacia di Lucemyra è stata confrontata con un placebo (un trattamento senza farmaco attivo).

In uno studio clinico, la percentuale di persone che hanno completato con successo 7 giorni di trattamento è stata:

  • Dal 40% al 41% delle persone che hanno assunto Lucemyra
  • Il 28% delle persone che hanno assunto un placebo

Anche in questo studio, le persone che hanno assunto Lucemyra hanno avuto sintomi di astinenza meno gravi rispetto alle persone che hanno assunto un placebo. Nel corso di 7 giorni, le persone che hanno assunto Lucemyra hanno ottenuto punteggi dei sintomi SOWS-Gossop inferiori di 2,3 a 2,7 punti (su una scala di 30 punti) rispetto a quelli che hanno assunto un placebo.

In un altro studio clinico, la percentuale di persone che hanno completato con successo 5 giorni di trattamento è stata:

  • Il 49% delle persone che hanno assunto Lucemyra
  • Il 33% delle persone che hanno assunto un placebo

In quei 5 giorni, le persone che hanno assunto Lucemyra hanno avuto un punteggio medio di gravità dei sintomi SOWS-Gossop inferiore di 1,9 punti rispetto a quelli che hanno assunto un placebo.

Lucemyra usa con altri farmaci

Lucemyra deve essere usato come parte di un programma di trattamento completo. Questo perché Lucemyra non è un trattamento per il disturbo da uso di oppioidi.

Un programma di trattamento completo può includere consulenza, terapia comportamentale e gruppi di supporto. Può anche includere farmaci per il trattamento del disturbo da uso di oppioidi su base continuativa.

Lucemyra può anche essere usato con altri farmaci che trattano alcuni sintomi di astinenza da oppiacei. Questo perché Lucemyra potrebbe non trattare tutti i sintomi di astinenza che hai. Esempi di altri farmaci che possono essere utilizzati con Lucemyra includono:

  • antiacidi, come Tums, per mal di stomaco
  • subsalicilato di bismuto (Pepto-Bismol) per mal di stomaco
  • paracetamolo (Tylenol) o ibuprofene (Advil) per mal di testa e dolori muscolari
  • loperamide (Imodium-AD) per la diarrea
  • metoclopramide (Reglan) o ondansetron (Zofran) per nausea e vomito
  • zolpidem (Ambien) per problemi di sonno
  • diazepam (Valium) o alprazolam (Xanax) per l’ansia

Lucemyra e alcool

Assumere Lucemyra mentre si beve alcol può aumentare il rischio di sonnolenza grave e perdita di coordinazione (difficoltà a controllare i movimenti).

Se bevi alcolici, parla con il tuo medico se è sicuro che tu possa bere durante l’assunzione di Lucemyra.

Interazioni di Lucemyra

Lucemyra può interagire con molti altri farmaci. Interazioni diverse possono causare effetti diversi. Ad esempio, alcune interazioni possono interferire con il funzionamento di un farmaco. Altre interazioni possono aumentare gli effetti collaterali o renderli più gravi.

Lucemyra e altri farmaci

Di seguito è riportato un elenco di farmaci che possono interagire con Lucemyra. Questo elenco non contiene tutti i farmaci che potrebbero interagire con Lucemyra.

Prima di prendere Lucemyra, parli con il medico e il farmacista. Raccontagli di tutte le prescrizioni, i farmaci da banco (OTC) e altri farmaci che assumi. Parla anche di eventuali vitamine, erbe e integratori che usi. La condivisione di queste informazioni può aiutarti a evitare potenziali interazioni.

In caso di domande sulle interazioni farmacologiche che potrebbero interessarti, si rivolga al medico o al farmacista.

Lucemyra e metadone o buprenorfina

L’assunzione di Lucemyra con metadone (Dolophine, Methadose) o buprenorfina (Buprenex) può aumentare il rischio di gravi problemi cardiaci. Tutti e tre questi farmaci possono causare una lunga sindrome QT (ritmo cardiaco lento o anormale) se usati da soli. L’assunzione di Lucemyra con metadone o buprenorfina può aumentare il rischio di questo pericoloso effetto collaterale.

La buprenorfina può anche essere una parte dei farmaci combinati, come la buprenorfina / naloxone (Bunavail, Suboxone, Zubsolv). Assicurati di informare il tuo medico di tutti i farmaci che assumi.

Se è necessario assumere Lucemyra con metadone o buprenorfina, il medico controllerà attentamente la salute del cuore. Probabilmente lo faranno raccomandando un elettrocardiogramma (ECG), che verifica l’attività elettrica del cuore.

Se i risultati dell’ECG mostrano che hai un rischio maggiore di gravi problemi cardiaci, il medico può raccomandare di interrompere l’assunzione di uno o entrambi i farmaci.

Lucemyra e naltrexone presi per bocca

Il naltrexone è un farmaco usato per trattare il disturbo da alcol e il consumo di oppiacei.

L’assunzione di Lucemyra e naltrexone potrebbe rendere il naltrexone meno efficace. È molto probabile che questa interazione si verifichi se Lucemyra e il naltrexone vengono assunti entro 2 ore l’uno dall’altro. È anche probabile che si verifichi se il naltrexone viene assunto per via orale. (Non si prevede che questa interazione avvenga con il naltrexone assunto in altri modi, ad esempio mediante iniezione).

Se è necessario assumere Lucemyra e naltrexone (per via orale) insieme, il medico può raccomandare di assumere i due farmaci a distanza di almeno 2 o più ore.

Lucemyra e farmaci per l’ansia

L’assunzione di Lucemyra con farmaci per l’ansia, come le benzodiazepine, può causare sonnolenza grave e perdita di coordinazione (difficoltà a controllare i movimenti).

Esempi di farmaci per l’ansia che possono causare questa interazione con Lucemyra includono:

  • alprazolam (Xanax, Xanax XR)
  • diazepam (Valium)
  • lorazepam (Ativan)
  • temazepam (Restoril)

Se è necessario assumere Lucemyra con questi o altri farmaci per l’ansia, il medico la controllerà attentamente per sonnolenza grave e perdita di coordinazione. Potrebbero anche voler ridurre il dosaggio di uno o entrambi i farmaci.

Lucemyra e paroxetina

La paroxetina (Brisdelle, Paxil, Pexeva) è usata per trattare la depressione, l’ansia e altre condizioni.

L’assunzione di Lucemyra e paroxetina può aumentare i livelli di Lucemyra nel tuo corpo. Ciò può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali, tra cui bassa pressione sanguigna e battito cardiaco lento.

Se è necessario assumere Lucemyra con paroxetina, il medico la controllerà attentamente per questi effetti collaterali. Potrebbero anche voler ridurre il dosaggio di Lucemyra.

Lucemyra e alcuni farmaci per la pressione del cuore o del sangue

L’assunzione di Lucemyra con determinati farmaci per la pressione del cuore o della pressione arteriosa può aumentare il rischio di grave pressione sanguigna bassa o rallentamento della frequenza cardiaca.

Esempi di farmaci che possono causare pressione sanguigna gravemente bassa o battito cardiaco lento se assunti con Lucemyra includono:

  • beta-bloccanti, come:
    • atenololo (Tenormin)
    • carvedilol (Coreg)
    • metoprololo (Toprol XL)
    • propranololo (Inderal)
    • sotalol (Betapace)
  • bloccanti dei canali del calcio, come:
    • diltiazem (Cardizem, Cartia XT)
    • verapamil (Calan)
  • bloccanti dei canali del potassio, come:
    • amiodarone (Pacerone)
    • dronedarone (Multaq)

L’assunzione di Lucemyra con questi farmaci deve essere generalmente evitata. Se è necessario assumere Lucemyra con uno di essi, il medico la controllerà attentamente per rilevare gravi effetti collaterali.

Anche molti farmaci per la pressione sanguigna o per il cuore fanno parte dei farmaci combinati, quindi assicurati di informare il tuo medico di tutti i farmaci che assumi.

Lucemyra ed erbe e integratori

Non ci sono erbe o integratori che sono stati specificamente segnalati per interagire con Lucemyra. Tuttavia, è comunque necessario consultare il medico o il farmacista prima di utilizzare uno di questi prodotti durante l’assunzione di Lucemyra.

Come prendere Lucemyra

Deve prendere Lucemyra secondo le istruzioni del medico o dell’operatore sanitario.

Lucemyra è un tablet assunto per via orale.

Quando prenderlo

Lucemyra viene generalmente assunto quattro volte al giorno. Può essere assunto in qualsiasi momento della giornata, ma ci dovrebbero essere almeno 5 o 6 ore tra ogni dose.

Per assicurarti di non perdere una dose, prova a impostare un promemoria nel telefono. Anche un timer per i farmaci può essere utile.

Assunzione di Lucemyra con il cibo

Lucemyra può essere assunto con o senza cibo.

Lucemyra può essere schiacciata, divisa o masticata?

Il produttore di Lucemyra non ha dichiarato se le compresse possono essere frantumate, divise o masticate. Chiedi al tuo farmacista se puoi schiacciare, dividere o masticare Lucemyra.

Se ha problemi a deglutire le compresse di Lucemyra, si rivolga al medico. Possono raccomandare modi per facilitare la deglutizione delle compresse. Potrebbero anche consigliarti un farmaco diverso per te.

Lucemyra e gravidanza

Non è noto se Lucemyra sia sicuro da assumere durante la gravidanza. Negli studi sugli animali, si è verificato un danno al feto quando all’animale incinta è stata somministrata Lucemyra. Tuttavia, gli studi sugli animali non prevedono sempre cosa accadrà negli esseri umani.

Se sei incinta o stai pensando di rimanere incinta, parla con il tuo medico se Lucemyra è sicuro per te.

Lucemyra e controllo delle nascite

Non è noto se Lucemyra sia sicuro da assumere durante la gravidanza. Se sei sessualmente attivo e tu o il tuo partner potete rimanere incinta, parlate con il vostro medico delle vostre esigenze di controllo delle nascite mentre state usando Lucemyra.

Lucemyra e l’allattamento

Non è noto se Lucemyra passi nel latte materno o se causi effetti negativi nei bambini allattati al seno.

Se stai assumendo Lucemyra, parla con il tuo medico di modi sicuri per nutrire tuo figlio.

Domande comuni su Lucemyra

Ecco le risposte ad alcune domande frequenti su Lucemyra.

I miei sintomi di astinenza da oppioidi torneranno dopo che ho smesso di prendere Lucemyra?

È possibile. Potresti avere sintomi che sembrano ritiro dopo l’interruzione del trattamento con Lucemyra. Questi possono includere diarrea, sudorazione, ansia e altri sintomi. Tuttavia, la risposta di ogni persona all’arresto di Lucemyra può essere diversa.

Il medico consiglierà una lenta riduzione del dosaggio nell’arco di almeno 2-4 giorni in prossimità della data di interruzione del trattamento con Lucemyra. Ciò ridurrà il rischio di avere sintomi quando interrompe il trattamento con Lucemyra.

Lucemyra è un oppioide?

No. Lucemyra non è un oppioide, ma è usato per trattare i sintomi di astinenza dagli oppioidi. In effetti, Lucemyra è il primo farmaco non opposto approvato per questo scopo. Anche Lucemyra non crea dipendenza e non sarà necessario prenderla a lungo termine.

Cosa succederà se prendo oppioidi mentre sto usando Lucemyra?

L’assunzione di oppioidi durante l’assunzione di Lucemyra potrebbe aumentare il rischio di sovradosaggio. Questo perché le persone che hanno improvvisamente smesso di assumere oppioidi e stanno assumendo Lucemyra possono essere più sensibili ai gravi effetti collaterali degli oppioidi di quanto non sono passati. (Questo è vero anche con dosi più basse di oppioidi.)

Lucemyra non bloccherà né annullerà gli effetti degli oppioidi.

Non assumere oppioidi (compresi i farmaci usati per trattare il disturbo da uso di oppioidi) con Lucemyra, meno che non sia stato prescritto dal medico.

Come posso ridurre il rischio di ipotensione ortostatica mentre prendo Lucemyra?

Esistono diversi modi per ridurre il rischio di ipotensione ortostatica, ovvero la bassa pressione sanguigna che si verifica quando ti alzi dopo esserti seduto o sdraiato. L’ipotensione ortostatica può causare vertigini, caduta e svenimento.

Bevi molti liquidi durante l’assunzione di Lucemyra. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di disidratazione, che può peggiorare l’ipotensione ortostatica. Altri modi per aiutare a prevenire questo effetto collaterale includono:

  • dormire con la testa leggermente elevata
  • indossare calze a compressione
  • evitando un duro esercizio fisico al caldo
  • evitare o limitare l’assunzione di alcol
  • seduto sul bordo del letto per un minuto prima di alzarti

Parlate con il vostro medico se avete ipotensione ortostatica grave, che può includere cadute o svenimenti durante l’assunzione di Lucemyra. Non prenda la tua prossima dose di Lucemyra fino a quando non parlerai con loro di cosa fare. Il medico può ridurre il dosaggio di Lucemyra o raccomandare di saltare una dose. Possono anche consigliarti di interrompere l’assunzione del farmaco.

Precauzioni Lucemyra

Prima di prendere Lucemyra, parla con il tuo medico della tua storia di salute. Lucemyra potrebbe non essere adatto a te se hai determinate condizioni mediche o altri fattori che incidono sulla tua salute. Questi sono:

  • Bassa pressione sanguigna. Lucemyra può causare bassa pressione sanguigna in alcune persone. Ciò può portare a ipotensione ortostatica, caduta e svenimento. Se hai la pressione sanguigna bassa, parla con il tuo medico per scoprire se Lucemyra è sicuro per te.
  • Problemi di cuore. Lucemyra può causare bradicardia (frequenza cardiaca lenta) o sindrome QT lunga (ritmo cardiaco anormale). Se hai una frequenza cardiaca o un ritmo lenti o anormali, parla con il tuo medico per scoprire se Lucemyra è sicuro per te.
  • Problemi al fegato o ai reni Il rischio di problemi cardiaci causati da Lucemyra è maggiore se si hanno problemi al fegato o ai reni. Parla con il tuo medico della salute del fegato e dei reni per scoprire se Lucemyra è sicuro per te.
  • Gravidanza. Non è noto se Lucemyra sia sicuro da assumere durante la gravidanza. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione “Lucemyra e gravidanza” sopra.
  • L’allattamento al seno. Non è noto se Lucemyra sia sicuro da assumere durante l’allattamento. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione “Lucemyra e l’allattamento al seno” sopra.

Nota: per ulteriori informazioni sui potenziali effetti negativi di Lucemyra, vedere la sezione “Effetti collaterali di Lucemyra” sopra.

Overdose di Lucemyra

L’uso di più del dosaggio raccomandato di Lucemyra può portare a gravi effetti collaterali.

L’assunzione di oppioidi con Lucemyra può anche aumentare il rischio di overdose. Per saperne di più, vedi “Cosa accadrà se prendo oppioidi mentre sto usando Lucemyra?” sotto “Domande comuni su Lucemyra” sopra.

Sintomi di overdose

I sintomi di un sovradosaggio possono includere:

  • bassa pressione sanguigna
  • battito cardiaco lento
  • sonnolenza

Cosa fare in caso di sovradosaggio

Se pensi di aver preso troppo di questo farmaco, vai immediatamente al pronto soccorso più vicino. Ma se i sintomi sono gravi, chiama il 911 o vai subito al pronto soccorso più vicino.

Scadenza, conservazione e smaltimento di Lucemyra

Quando ricevi Lucemyra dalla farmacia, il farmacista aggiungerà una data di scadenza all’etichetta sulla bottiglia. Questa data è in genere 1 anno dalla data di erogazione del farmaco.

La data di scadenza aiuta a garantire l’efficacia del farmaco durante questo periodo. L’attuale posizione della Food and Drug Administration (FDA) è quella di evitare l’uso di farmaci scaduti. Se hai farmaci inutilizzati che sono andati oltre la data di scadenza, chiedi al tuo farmacista se potresti essere ancora in grado di usarli.

Conservazione

Per quanto tempo un farmaco rimane buono può dipendere da molti fattori, tra cui come e dove lo si conserva.

Le compresse di Lucemyra devono essere conservate a temperatura ambiente (tra 20 ° C e 25 ° C e 25 ° C) in un contenitore ermeticamente chiuso lontano dalla luce o dal calore. Evitare di conservare questo farmaco in aree dove potrebbe essere umido o bagnato, come i bagni.

Disposizione

Se non è più necessario assumere Lucemyra e assumere farmaci rimanenti, è importante smaltirlo in modo sicuro. Questo aiuta a impedire ad altri, compresi bambini e animali domestici, di assumere il farmaco per caso. Inoltre aiuta a evitare che il farmaco danneggi l’ambiente.

Il sito Web della FDA fornisce numerosi suggerimenti utili sullo smaltimento dei farmaci. Puoi anche chiedere al farmacista informazioni su come smaltire i farmaci.

Informazioni professionali per Lucemyra

Le seguenti informazioni sono fornite per clinici e altri professionisti sanitari.

Indicazioni

Lucemyra è approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) per mitigare i sintomi di astinenza da oppiacei negli adulti che tentano una brusca interruzione degli oppioidi.

Meccanismo di azione

Lucemyra (lofexidina) è un agonista adrenergico alfa-2 centrale. Riduce la gravità dei sintomi di astinenza da oppioidi riducendo il rilascio di noradrenalina, che è iperattivo durante la sospensione.

Farmacocinetica e metabolismo

Dopo somministrazione orale, Lucemyra raggiunge il picco di concentrazione plasmatica in circa 3-5 ore. La biodisponibilità orale è circa il 72% della disponibilità dopo l’infusione. Il legame con le proteine ​​è di circa il 55%.

L’effetto di primo passaggio converte circa il 30% di una dose somministrata per via orale in metaboliti inattivi. Il metabolismo epatico si verifica principalmente tramite CYP2D6, con un contributo minore di CYP1A2 e CYP2C19.

L’emivita di eliminazione è di circa 17-22 ore a concentrazione allo stato stazionario. L’escrezione si verifica principalmente attraverso l’eliminazione renale (93,5%).

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni all’uso di Lucemyra.

Conservazione

Conservare le compresse Lucemyra a temperatura ambiente (da 68 ° F a 77 ° F / 20 ° C a 25 ° C) nella confezione originale, lontano da luce, calore e umidità. Conservare i pacchetti di essiccante nel contenitore fino a quando non sono state utilizzate tutte le compresse.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu