Lovesick: quali sono gli effetti negativi dell'amore?

Molte persone vedono l'amore come l'apice dell'esistenza umana, e alcuni lo equiparano alla felicità stessa. Ma a volte, essere "innamorato" può sentirsi esattamente così – una malattia. In effetti, l'amore romantico può causare molti effetti psicologici avversi, e in questa caratteristica di Spotlight, diamo un'occhiata a quello che sono.

A San Valentino, le persone di tutto il mondo si soffermano sugli aspetti positivi e belli dell'amore romantico. Celebrano il valore che questa sensazione unica apporta all'esistenza umana e il ruolo centrale che svolge nella nostra ricerca di felicità.

Inoltre, la scienza dimostra che i benefici neurofisiologici dell'essere innamorati sono numerosi. Alcuni anni fa, abbiamo scritto una funzione di Spotlight sugli effetti positivi sulla salute causati da una relazione.

Da alleviare il dolore, abbassare la pressione sanguigna, alleviare lo stress e, in generale, migliorare la salute cardiovascolare, l'amore e l'essere in una relazione hanno associazioni con una vasta gamma di benefici per la salute.

Ma se l'amore fosse nient'altro che sentimenti positivi, sensazioni di riscaldamento e sostanze chimiche di benessere, probabilmente non applicheremo parole come "smitten" o "lovesick" per descrivere gli intensi effetti di questa emozione.

In questo giorno di San Valentino, abbiamo deciso di concentrare la nostra attenzione su alcuni degli effetti psicologici meno entusiasmanti – e talvolta anche debilitanti – dell'amore romantico.

Amore e ormone dello stress

Essere innamorati fa scattare un cocktail di sostanze chimiche nel cervello. Alcuni degli ormoni – che fungono anche da neurotrasmettitori – che il corpo rilascia quando siamo infatuati possono avere un effetto calmante.

Ad esempio, le persone hanno soprannominato l'ossitocina come "l'ormone dell'amore" perché il corpo lo rilascia durante il sesso o il contatto fisico. Le prove neuroscientifiche dimostrano anche che abbassa lo stress e l'ansia.

Ma i livelli di ossitocina iniziano solo ad aumentare considerevolmente dopo il primo anno di amore. Il neurotrasmettitore aiuta a consolidare le relazioni a lungo termine, ma cosa succede nelle prime fasi dell'amore?

Un piccolo ma influente studio che i ricercatori hanno realizzato più di un decennio fa rispetto a persone che si erano recentemente innamorate di persone che erano in rapporti di lunga durata o single.

Valutazioni standard di vari ormoni hanno rivelato che le persone che si erano innamorate nei 6 mesi precedenti avevano livelli molto più alti di cortisolo con l'ormone dello stress. Quando i ricercatori hanno testato nuovamente i partecipanti 12-24 mesi dopo, i loro livelli di cortisolo sono tornati alla normalità.

I livelli più alti di cortisolo rilasciati dal cervello nei primi 6 mesi di amore sono "indicativi delle condizioni stressanti e suscettibili associate all'avvio di un contatto sociale", hanno concluso i ricercatori.

Livelli elevati di cortisolo possono compromettere il sistema immunitario e comportare un maggior rischio di infezioni. Aumenta anche la probabilità di sviluppare ipertensione e diabete di tipo 2. Eccessivo cortisolo può compromettere la funzione cerebrale, la memoria, e alcuni hanno suggerito che potrebbe anche ridurre il volume del cervello.

Limerence: quando l'amore è opprimente

Nel 1979, la psicologa Dorothy Tennov, Ph.D., coniò il termine "limerence" per descrivere un aspetto un po 'debilitante dell'essere innamorati.

Nel suo libro Love and Limerence: The Experience of Being in Love, definisce la limerence come uno stato involontario, enormemente intenso e travolgente appassionato in cui la persona "limerente" può sentirsi ossessionata ed emotivamente dipendente dall'oggetto della loro limerenza.

"Essere nello stato di limerence è sentire ciò che viene solitamente definito 'essere innamorati'", scrive l'autore. Tuttavia, il suo conto sfumato del sentimento distingue tra limerence, amore e sesso. "(L) ove e il sesso possono coesistere senza alcuna limitazione, infatti (…) ognuno dei tre può esistere senza gli altri", scrive.

Tennov elenca diversi componenti, o segni, di limerence. Questi includono:

  • "Pensiero intrusivo sull'oggetto del tuo desiderio appassionato"
  • "acuto desiderio di reciprocità"
  • dipendenza dalle azioni dell'oggetto della tua limitazione, o piuttosto, dalla possibilità che possano ricambiare i tuoi sentimenti
  • un'incapacità di avere sentimenti liminari nei confronti di più di una persona alla volta
  • un'intensa paura del rifiuto
  • "a volte incapacitante ma sempre inquietante timidezza" in presenza del tuo oggetto limatore
  • "intensificazione attraverso le avversità", il che significa che più è difficile consumare il sentimento, più diventa intenso
  • "un dolore al 'cuore' (una regione nel centro davanti al petto) quando l'incertezza è forte"
  • "galleggiabilità (una sensazione di camminare in aria) quando la reciprocità sembra evidente"
  • un'intensità del sentimento e una ristretta concentrazione sull'oggetto limatore che fa impallidire altre preoccupazioni e attività al confronto
  • "una notevole capacità di enfatizzare ciò che è veramente ammirevole in (l'oggetto limatore) e di evitare di soffermarsi sul negativo"

Quindi, la limerenza è salutare? Nel racconto di Tennov, i molti aspetti negativi della limerenza non hanno ricevuto l'attenzione che meritano.

Limerence ha associazioni con molte "situazioni tragiche", dice, compresi gli "incidenti" previsti (molta fantasia comporta situazioni in cui il limerente subisce un infortunio e (l'oggetto limatore) è "scusa"), completamente suicida (spesso con nota lasciata dietro a (l'oggetto limatore)), il divorzio, l'omicidio e una serie di effetti secondari "minori" che lei documenta nel suo libro.

Inoltre, a posteriori, le persone che hanno sperimentato la limerenza riferiscono di sentimenti di auto-odio e tendono a rimproverarsi per non aver potuto scrollarsi di dosso l'incontrollabile sensazione.

Il libro di Tennov è pieno di molte strategie che i limerenti hanno tentato – più o meno con successo – di liberarsi dei sentimenti, incluso il diario, concentrandosi sui difetti dell'oggetto limatore o vedendo un terapeuta.

L'amore come una dipendenza

Di recente, sempre più scienziati hanno suggerito che i meccanismi neurobiologici alla base del sentimento di amore assomigliano alla dipendenza in vari modi.

Ad esempio, è un fatto noto che l'amore innesca il rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che è stato soprannominato "l'ormone del sesso, della droga e del rock'n'roll" perché il corpo lo rilascia quando una persona intraprende attività piacevoli.

Nel complesso, da un punto di vista neurologico, l'amore attiva gli stessi circuiti cerebrali e ricompensa i meccanismi coinvolti nella dipendenza. Helen Fisher, Ph.D., un'antropologa biologica e ricercatrice presso il Kinsey Institute, University of Indiana, ha condotto un esperimento ormai famoso che lo ha illustrato.

Nello studio, i ricercatori hanno chiesto a 15 partecipanti che hanno riferito di sentirsi intensamente innamorati di guardare le immagini dei loro amanti che li avevano respinti. Mentre lo facevano, gli scienziati hanno scansionato il cervello dei partecipanti in una macchina MRI funzionale.

Lo studio ha rilevato un'elevata attività cerebrale in aree associate alla dipendenza da cocaina, "guadagni e perdite", bramosia, motivazione e regolazione delle emozioni. Queste regioni del cervello includevano l'area tegmentale ventrale, lo striato ventrale, la corteccia orbitofrontale / prefrontale laterale e mediale e il giro cingolato.

"L'attivazione delle aree coinvolte nella dipendenza da cocaina può aiutare a spiegare i comportamenti ossessivi associati al rifiuto in amore", scrivono Fisher e colleghi. Alcuni di questi comportamenti includono "sbalzi d'umore, bramosia, ossessione, coazione, distorsione della realtà, dipendenza emotiva, cambiamenti di personalità, assunzione di rischi e perdita di autocontrollo".

Tali tratti hanno spinto alcuni ricercatori a considerare l'inclusione della dipendenza d'amore nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), insieme ad altre dipendenze comportamentali, come "disturbo del gioco d'azzardo, dipendenza dal sesso, acquisto compulsivo", così come la dipendenza per esercitare, lavorare o tecnologia.

Altri scienziati, al contrario, hanno assunto un atteggiamento più moderato nei confronti della questione della natura dipendente dall'amore.

In un articolo intitolato Addicted to love: cos'è la dipendenza da amore e quando dovrebbe essere trattato ?, Brian Earp ei suoi colleghi dell'Oxford Centre for Neuroethics, presso l'Università di Oxford nel Regno Unito, scrivono: "(E) veryone who l'amore è in uno spettro di condizioni di dipendenza. "

"(B) eing dipendente da un'altra persona non è una malattia ma semplicemente il risultato di una fondamentale capacità umana che a volte può essere esercitata in eccesso".

Tuttavia, quando una persona lo esercita in eccesso, l'amore dovrebbe essere "trattato" allo stesso modo di qualsiasi altra dipendenza. Mentre un sentimento spesso esilarante, vale la pena di diffidare degli effetti avversi dell'amore.

Come Earp e colleghi concludono, "Vi sono ora abbondanti prove comportamentali, neurochimiche e di neuroimaging per sostenere l'affermazione che l'amore è (o almeno può essere) una dipendenza, in modo simile allo stesso modo in cui il comportamento cronico di ricerca di droghe può essere definito una dipendenza. " Continuano:

"(N) o importa come interpretiamo questa prova, dovremmo concludere che le persone le cui vite sono influenzate negativamente dall'amore dovrebbero essere offerte opportunità di supporto e trattamento analoghi a quelli che estendiamo agli abusatori di sostanze".

Abbiamo scelto gli articoli collegati in base alla qualità dei prodotti ed elencato i pro e i contro di ciascuno per aiutarti a determinare quale funzionerà meglio per te. Collaboriamo con alcune delle aziende che vendono questi prodotti, il che significa che Ital.live e i nostri partner potrebbero ricevere una parte dei ricavi se si effettua un acquisto utilizzando un link (s) di cui sopra.

Questo post è stato utile per te?