Neurologia

Le donne sono migliori degli uomini nel ricordare parole e volti

Hai mai avuto una discussione con qualcuno dell’altro sesso e ti sei reso conto che voi due avete avuto ricordi diversi degli eventi passati? Bene, una nuova ricerca suggerisce che le donne potrebbero essere leggermente migliori degli uomini nel ricordare certe cose, comprese le conversazioni e le facce delle persone.

Esistono molti tipi diversi di memoria che consentono collettivamente agli esseri umani di sopravvivere e prosperare nel mondo in cui viviamo.

Un tipo di memoria chiave è quello che gli scienziati chiamano “episodico”.

“I ricordi episodici sono ricordi consapevolmente legati a eventi vissuti personalmente”, spiegano gli autori della Encyclopedia of Neuroscience.

Tuttavia, non tutti possono ricordare tutti i tipi di ricordi episodici altrettanto bene.

Un modo per illustrare questo è pensare a disaccordi nelle coppie eterosessuali: mentre un partner può spiegare di essere arrabbiato per un particolare evento del passato, l’altro partner potrebbe non ricordare nemmeno che l’evento abbia mai avuto luogo.

Molti fattori possono influenzare la capacità di una persona di ricordare memorie episodiche, tra cui il declino cognitivo legato all’età e il declino cognitivo legato alla demenza preclinica.

Tuttavia, il sesso biologico di una persona può anche svolgere un ruolo, secondo una nuova ricerca dal Karolinska Institutet di Solna, in Svezia. Lo studio ha analizzato le prove di centinaia di studi su come i membri dei due sessi ricordano le informazioni episodiche.

I risultati, che ora compaiono nel giornale Psychological Bulletin, indicano che le donne sono migliori nel ricordare certi tipi di ricordi episodici rispetto agli uomini.

Memoria episodica nelle donne rispetto agli uomini

La ricercatrice principale Agneta Herlitz e il team hanno condotto una meta-analisi di 617 studi che si sono svolti nel 1973-2013, tra cui oltre 1,2 milioni di partecipanti in tutto.

“I risultati mostrano che c’è un leggero vantaggio femminile nella memoria episodica e questo vantaggio varia a seconda di quali materiali devono essere ricordati”, spiega l’autore del primo studio Martin Asperholm, uno studente di dottorato presso il Karolinska Institutet.

Nello specifico, le donne sembrano essere più brave a ricordare il discorso, dove hanno lasciato un oggetto e cosa è successo in un film. Sono anche più adatti a ricordare volti e immagini sensoriali. Gli uomini, d’altra parte, sembrano essere più bravi a ricordare informazioni astratte e dati di navigazione.

“In generale, le donne si comportano meglio quando si tratta di ricordare informazioni verbali, come parole, frasi, testi e oggetti, ma anche la posizione di oggetti e film. Gli uomini possono ricordare meglio le immagini astratte e ricordare il loro ritorno da una posizione a un altro.”

Prof. Agneta Herlitz

“Inoltre, c’è un vantaggio femminile quando si tratta di ricordare i volti e con i ricordi sensoriali, come gli odori”, aggiunge il Prof. Herlitz.

Dal momento che i dati analizzati dagli scienziati indicano che esistono davvero sottili differenze tra ciò che le donne e gli uomini sono bravi a ricordare, ciò potrebbe avere effetti diversi sulla loro vita quotidiana.

La ricerca futura potrebbe esplorare questa strada nel tentativo di scoprire se, o in quale misura, i membri dei due sessi vivono il mondo in modi diversi.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu