Nutrizione / Dieta

Le diete povere di carboidrati "non sono sicure e dovrebbero essere evitate"

Un ampio studio conclude che un basso apporto di carboidrati solleva il rischio di mortalità prematura, così come la mortalità di diverse malattie croniche. Pertanto, gli scienziati sollecitano dietisti per evitare diete a basso contenuto di carboidrati.

Stime recenti hanno suggerito che ben 45 milioni di persone negli Stati Uniti vanno a dieta ogni anno.

Inoltre, gli individui statunitensi spendono annualmente circa 33 miliardi di dollari in prodotti per la perdita di peso.

I due terzi della popolazione che sono in sovrappeso o obesi hanno una pletora di diete tra cui scegliere. Dalle diete a basso contenuto di grassi a quelle ad alto contenuto di grassi, a digiuno e al digiuno intermittente, le mode sono numerose – ma quali sono le loro conseguenze per la nostra salute?

Un nuovo studio si concentra sulle diete low-carb ed esplora i rischi per la salute che sono associati a loro. I carboidrati sono una delle principali fonti di energia per la maggior parte degli organismi viventi, quindi come fa una dieta a basso contenuto di queste molecole a influire sulla salute?

La nuova ricerca non offre una risposta causale a questa domanda, ma esamina i legami tra diete a basso contenuto di carboidrati e il rischio di mortalità prematura, così come la mortalità da specifiche malattie croniche.

Il nuovo studio è stato presentato al Congresso della Società Europea di Cardiologia, tenutosi a Monaco di Baviera, in Germania, dal Prof. Maciej Banach, dell'Università Medica di Lodz in Polonia.

Studiando diete a basso contenuto di carboidrati e rischio di morte

Il Prof. Lodz ed i suoi colleghi hanno esaminato i legami tra diete a basso contenuto di carboidrati e il rischio di morte per qualsiasi causa tra 24.825 individui che avevano partecipato al National Health and Nutrition Examination Survey nel 1999-2010.

Inoltre, i ricercatori hanno esaminato le associazioni tra un basso apporto di carboidrati e il rischio di morte per malattia coronarica, malattia cerebrovascolare – che comprende ictus – e cancro.

In media, i partecipanti allo studio avevano 47,6 anni e l'assunzione di carboidrati era calcolata in percentuale. Quindi, in base a queste percentuali, i partecipanti sono stati divisi in quarti. Il prof. Banach e colleghi hanno seguito i partecipanti per un periodo medio di 6,4 anni.

I partecipanti sono stati anche classificati come obesi e non obesi, in base al loro indice di massa corporea (BMI).

Nella seconda parte dello studio, il team ha esaminato le stesse associazioni in una vasta meta-analisi di studi prospettici che ha riassunto quasi 450.000 partecipanti che sono stati seguiti per un periodo medio di 15,6 anni.

Perché "le diete povere di carboidrati dovrebbero essere evitate"

Nel complesso, l'analisi utilizzando i dati del sondaggio ha rilevato che coloro che hanno consumato la minor quantità di carboidrati avevano il 32% in più di probabilità di morire prematuramente per qualsiasi causa. Questo è stato in confronto con i partecipanti che hanno mangiato la maggior parte dei carboidrati.

Inoltre, i consumatori a basso contenuto di carboidrati avevano il 51% in più di probabilità di morire per malattia coronarica, il 50% in più di probabilità di morire per malattia cerebrovascolare e il 35% in più di probabilità di morire di cancro. Le associazioni erano più forti tra le persone anziane e non-obese.

Questi risultati sono stati replicati nella meta-analisi, che ha rilevato che il rischio complessivo di morte per qualsiasi causa era del 15% più alto nelle persone che consumavano la minor quantità di carboidrati, il rischio di morte cardiovascolare era del 13% più alto e quello della morte di il cancro era superiore dell'8%.

"Le diete a basso contenuto di carboidrati dovrebbero essere evitate", conclude il prof. Banach, che si cimenta anche con alcune possibili spiegazioni causali dei collegamenti trovati.

Dice: "Il ridotto apporto di fibre e frutta e un maggiore apporto di proteine ​​animali, colesterolo e grassi saturi con queste diete possono giocare un ruolo, anche le differenze in minerali, vitamine e sostanze fitochimiche potrebbero essere coinvolte".

"Le diete a basso contenuto di carboidrati potrebbero essere utili a breve termine per perdere peso, abbassare la pressione sanguigna e migliorare il controllo della glicemia, ma il nostro studio suggerisce che a lungo termine sono associati a un aumentato rischio di morte per qualsiasi causa, e decessi dovuti a malattie cardiovascolari, malattie cerebrovascolari e cancro. "

"I risultati suggeriscono che le diete a basso contenuto di carboidrati non sono sicure e non dovrebbero essere raccomandate".

Prof. Maciej Banach

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu