Cardiovascolare / Cardiologia

Latticini e carne "utili per la salute e la longevità del cuore"

Una nuova ricerca suggerisce che le attuali linee guida dietetiche dovrebbero essere riviste per tenere conto delle abitudini alimentari delle popolazioni moderne di tutto il mondo. La carne rossa e latticini non trasformati, ad esempio, dovrebbero essere inclusi come parte di una dieta sana per il cuore.

Molti studi suggeriscono che una dieta che eviti carne rossa e latticini ma sia ricca di frutta, verdura, noci e cereali integrali sia la migliore per la salute del cuore.

Tuttavia, nuove ricerche suggeriscono che dovremmo modificare queste linee guida.

Lo studio Prospective Urban Rural Epidemiological (PURE) – guidato dal professor Salim Yusuf, direttore del Population Health Research Institute (PHRI) presso la McMaster University di Hamilton, in Canada, suggerisce che i risultati di questi studi tradizionali potrebbero essere di parte e obsolete.

Specificamente, spiegano i ricercatori, tali studi si basano sulle abitudini alimentari dei paesi ad alto reddito e si basano su dati di decenni fa. Per questi motivi, il nuovo studio si proponeva di effettuare un'analisi più completa delle abitudini alimentari delle persone in tutto il mondo.

I suoi risultati sono stati presentati alla conferenza annuale 2018 della Società europea di cardiologia, tenutasi a Monaco di Baviera, in Germania.

I ricercatori hanno anche pubblicato i loro risultati sulla rivista The Lancet.

Qualità dietetica e salute cardiovascolare

Per lo studio PURE, il Prof. Yusuf e colleghi hanno esaminato il legame tra dieta e salute del cuore in quasi 140.000 persone sane, di età compresa tra i 35 e i 70 anni, che sono state clinicamente seguite per oltre 9 anni.

Durante questo periodo, 6.821 persone sono morte di una malattia cardiovascolare e 5.466 hanno avuto gravi eventi cardiovascolari come infarto, ictus e insufficienza cardiaca.

La qualità delle diete dei partecipanti è stata valutata utilizzando un punteggio alimentare. Per sviluppare il punteggio, i ricercatori hanno incluso alimenti che gli studi precedenti suggerivano potrebbe ridurre il rischio di morte prematura, come ad esempio: frutta, verdura, noci, legumi, pesce, latticini e carne.

Andrew Mente del PHRI, il co-principale investigatore dello studio, riassume i risultati. "Le persone che hanno consumato una dieta sottolineando frutta, verdura, noci, legumi, pesce, latticini e carne hanno avuto i più bassi rischi di malattie cardiovascolari e morte prematura", dice.

"Per quanto riguarda la carne, abbiamo scoperto che la carne non trasformata è associata al beneficio".

Andrew Mente

In particolare, rispetto alle persone che hanno ottenuto il punteggio più basso sulla qualità della loro dieta, quelli con il punteggio di qualità più alto hanno un 11% in meno di probabilità di subire un evento cardiovascolare maggiore, il 17% in meno di probabilità di avere un ictus e il 25% meno probabilità di morire di qualsiasi causa.

Inoltre, i risultati suggeriscono che l'assunzione di carboidrati raffinati dovrebbe essere limitata, ma che la carne rossa casearia e non trasformata può essere salutare.

"I prodotti lattiero-caseari e la carne sono benefici"

I ricercatori hanno replicato le loro scoperte in quattro ulteriori studi. Nel complesso, i risultati sono stati confermati in un campione totale di oltre 218.000 persone provenienti da oltre 50 paesi sparsi in tutto il mondo.

"I nostri risultati sembravano essere applicati a persone provenienti da diverse parti del mondo e quindi i risultati sono applicabili a livello globale", spiega Mahshid Dehghan, che è anche un co-principale investigatore affiliato al PHRI.

Il Prof. Yusuf spiega che, mentre questi risultati possono andare contro le credenze tradizionali, sono un riflesso migliore delle nostre abitudini alimentari moderne e internazionali.

"Pensare a ciò che costituisce una dieta di alta qualità per una popolazione globale deve essere riconsiderato: ad esempio, i nostri risultati mostrano che i latticini e la carne sono benefici per la salute e la longevità del cuore, e questo differisce dagli attuali consigli dietetici".

Prof. Salim Yusuf

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu