Anziani / Invecchiamento

La foglia d'acero 'Botox' potrebbe prevenire le rughe

I ricercatori hanno utilizzato l'estratto di foglie di acero per creare un prodotto per la cura della pelle che potrebbe presto prevenire le rughe nello stesso modo in cui lo fa Botox – ma senza iniezioni.

Una nuova ricerca presentata al 256 ° National Meeting & Exposition della American Chemical Society ha suggerito che l'estratto di foglie di acero potrebbe essere usato per prevenire le rughe.

Il Prof. Navindra P. Seeram, del Dipartimento di Scienze Biomediche e Farmaceutiche dell'Università del Rhode Island di Kingston, è l'investigatore senior dello studio.

Il prof. Seeram e colleghi hanno deciso di studiare le proprietà terapeutiche delle foglie di acero. "I nativi americani usavano foglie di aceri rossi nel loro tradizionale sistema di medicina", spiega, "quindi perché dovremmo ignorare le foglie?"

Rigorosi studi scientifici hanno sostenuto i benefici per la salute dei prodotti derivati ​​dagli aceri. Tre anni fa alla 253a riunione annuale della American Chemical Society, un simposio intitolato "Chimica e effetti biologici dei prodotti alimentari di acero" ha completato le ultime ricerche sugli effetti dell'acero sull'infiammazione cronica.

I prodotti alimentari dell'acero, hanno suggerito i ricercatori, potrebbero alleviare condizioni come la sindrome metabolica e le malattie del fegato, oltre a favorire la salute del cervello e contribuire a mantenere un intestino sano. Inoltre, i prodotti dell'albero di acero contenevano ben 65 antiossidanti benefici.

Ora, la ricerca condotta dal Prof. Seeram e colleghi – presentata quest'anno da Hang Ma, un ricercatore associato nel laboratorio del Prof. Seeram – approfondisce i benefici dermatologici dell'estratto di foglie di acero.

Composti fogliare, elastina ed elastasi

Come spiegano i ricercatori, l'elasticità della pelle è in parte dovuta a una proteina chiamata elastina. Durante il processo di invecchiamento, un enzima chiamato elastasi degrada l'elastina, portando a rughe.

"Volevamo vedere se gli estratti di foglie di aceri rossi potessero bloccare l'attività dell'elastasi", spiega Ma.

Il prof. Seeram e colleghi si sono concentrati sui composti delle foglie chiamati gallotannini contenenti glucitolo-nucleo (GCG). Precedenti studi dello stesso gruppo di ricerca hanno scoperto che i GCG possono prevenire l'infiammazione della pelle e proteggere dalle macchie dell'età oscura.

In questo studio, hanno esplorato la capacità dei GCG di interrompere l'attività dell'elastasi in laboratorio. Inoltre, i ricercatori hanno effettuato un'analisi computazionale per determinare quali GCG sono più efficaci nel bloccare l'elastasi.

L'analisi ha rilevato che i GCG che comprendono diversi gruppi galloyl bloccano l'elastasi in modo più efficace.

"Un Botox vegetale", senza iniezioni

I ricercatori sono desiderosi di trasformare gli estratti botanici in prodotti per la cura della pelle commerciabili. Hanno già sviluppato una formula che contiene GCG, che hanno chiamato "Maplifa".

Sono fiduciosi che i loro prodotti si rivolgeranno ai clienti che desiderano utilizzare prodotti naturali per la cura della pelle a base di piante.

"Si potrebbe immaginare che questi estratti potrebbero stringere la pelle umana come un Botox vegetale, anche se sarebbero un'applicazione topica, non una tossina iniettata."

Prof. Navindra P. Seeram

"Molti ingredienti botanici vengono tradizionalmente dalla Cina, dall'India e dal Mediterraneo", aggiunge il prof. Seeram, "ma l'acero da zucchero e l'acero rosso crescono solo nell'America settentrionale orientale".

Egli suggerisce che i prodotti per la cura della pelle a base di acero potrebbero stimolare l'economia locale.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu