Pediatria / Salute dei bambini

Influenza nei bambini: tutto ciò che devi sapere

I bambini possono sperimentare numerosi raffreddori ogni anno prima di iniziare la scuola. Tuttavia, l’influenza, o influenza, può portare questi dolori e dolori a un livello più alto, e potenzialmente molto più grave.

È comune per i bambini molto piccoli sperimentare la malattia molte volte ogni anno a causa del loro sviluppo del sistema immunitario e della tendenza a mettere tutto in bocca.

Secondo la ricerca, in media l’8% della popolazione degli Stati Uniti ha l’influenza ogni anno e i bambini hanno maggiori probabilità di contrarre la malattia.

La stagione influenzale negli Stati Uniti di solito inizia in ottobre con l’attività influenzale più comune tra dicembre e febbraio.

Sintomi

L’influenza è un’infezione acuta, virale e respiratoria da cui la maggior parte delle persone guarisce in 3-7 giorni.

I sintomi dell’influenza nei bambini sono simili a quelli degli adulti e possono includere:

  • tosse secca
  • gola infiammata
  • naso chiuso o che cola
  • febbre
  • dolori muscolari
  • mal di testa
  • stanchezza

Quando i bambini hanno l’influenza, hanno anche maggiori probabilità rispetto agli adulti di avere problemi gastrointestinali, come vomito e diarrea.

Differenza tra sintomi del raffreddore e dell’influenza

Ciò che sembra essere sintomi influenzali nei bambini piccoli possono essere segni di altre malattie, come il raffreddore. Conoscere ciò che sta causando la malattia di un bambino aiuta gli adulti a fornire cure migliori, promuove una migliore guarigione e riduce il rischio di complicanze.

Di seguito sono riportate le principali differenze tra sintomi di raffreddore e influenza nei bambini piccoli:

  • Velocità di insorgenza: Se i sintomi si manifestano molto rapidamente, è più probabile che sia l’influenza.
  • Febbre e brividi: Una febbre alta e brividi hanno maggiori probabilità di essere segni dell’influenza.
  • Dolori muscolari: I muscoli doloranti sono più comuni nei bambini con influenza.
  • Mal di testa: Il mal di testa è più frequente con l’influenza che con il raffreddore.
  • Bassa energia e appetito: I bambini sono in genere più letargici e meno affamati dell’influenza che del raffreddore.

Trattamento

In genere i bambini guariscono in una settimana, ma possono comunque sentirsi stanchi per circa 3-4 settimane. Gli elementi chiave del successo del trattamento domiciliare includono:

  • riposarsi molto
  • bere molti liquidi
  • usando ibuprofene o paracetamolo nei dosaggi raccomandati dal pediatra

Le persone non dovrebbero mai curare la febbre di un bambino con aspirina a causa della sua connessione con la sindrome di Reye.

Un medico può offrire un trattamento se è necessario. I bambini che possono essere a rischio di gravi complicanze possono assumere farmaci antivirali per l’influenza. Tuttavia, questo trattamento è più efficace se il bambino lo riceve entro 48 ore dalla comparsa dei sintomi.

Quando vedere il dottore

È comune che i bambini di età inferiore ai 5 anni abbiano bisogno di cure mediche. Se qualcuno è preoccupato per i sintomi di un bambino, dovrebbe prendere in considerazione l’idea di portarlo dal medico. Gli studi indicano che il 10-15% dei bambini negli Stati Uniti cerca cure mediche ogni anno a causa dell’influenza.

Consultare immediatamente un medico se si sviluppa uno dei seguenti sintomi:

  • difficoltà respiratorie
  • dolore al petto
  • grave disidratazione
  • confusione
  • convulsioni
  • una febbre di 104 ° F o più
  • dolore al petto
  • labbra o viso che diventano blu
  • nessun miglioramento con l’assistenza domiciliare

Un medico probabilmente inizierà la diagnosi di influenza in un bambino prendendo una storia medica completa e una revisione dei loro sintomi. Se necessario, il medico verificherà l’influenza prelevando un campione di muco del bambino dal naso o dalla gola.

Fattori di rischio

Anche se la maggior parte dei bambini si riprenderà rapidamente e senza complicazioni, l’influenza può essere pericolosa per alcuni bambini piccoli.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), i bambini dai 6 mesi ai 5 anni corrono un rischio significativo di sviluppare complicanze dovute all’influenza.

La malattia provoca tra i 7.000 e i 26.000 ricoveri infantili in ospedale ogni anno. Sebbene sia molto raro, l’influenza può essere fatale per alcuni bambini.

Secondo il CDC, i bambini hanno un rischio maggiore di contrarre l’influenza e di avere complicazioni quando hanno ulteriori problemi di salute. Queste preoccupazioni includono:

  • asma
  • diabete
  • cancro
  • problemi al sistema immunitario
  • malattia polmonare cronica
  • malattia del cuore
  • disturbi renali

Il CDC afferma inoltre che i bambini di origine nativa americana o nativa dell’Alaska hanno maggiori probabilità di subire gravi casi di influenza rispetto ad altri.

I ricercatori hanno scoperto che i bambini con asma e problemi neurologici preesistenti possono anche essere più vulnerabili alle complicazioni che l’influenza può causare.

Per i bambini piccoli, le potenziali complicanze sono:

  • polmonite
  • infezioni alle orecchie
  • infezioni del seno
  • convulsioni

Prevenzione

Il CDC raccomanda che tutti, a partire dai 6 mesi e oltre, ricevano un’influenza contro l’influenza ogni anno. Alcuni bambini piccoli potrebbero aver bisogno di due colpi per ricevere la piena immunità.

Altre tattiche di prevenzione includono:

  • lavarsi le mani regolarmente
  • mantenendo pulite tutte le superfici
  • insegnare ai bambini a coprire la bocca quando si tossisce
  • usando i tessuti dopo aver starnutito

Prospettiva

Sebbene l’influenza possa essere pericolosa per alcuni, la maggior parte dei bambini si riprenderà dall’influenza in una settimana o meno. Possono rimanere contagiosi fino a 1 settimana o più dopo essersi ammalati.

Un bambino dovrebbe essere libero dalla febbre per almeno 24 ore prima che sia sicuro per loro tornare all’asilo o all’infanzia. Tuttavia, alcune scuole o fornitori di servizi per l’infanzia possono avere altre regole specifiche.

Se una persona ha delle preoccupazioni su uno qualsiasi dei sintomi di un bambino, dovrebbe rivolgersi a un medico.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu