Salute dell'Uomo

In che modo una vasectomia influenza l'eiaculazione?

L’eiaculazione dopo una vasectomia rimane la stessa di prima della procedura. Non vi è alcun cambiamento nella capacità della persona di eiaculare o nell’aspetto del liquido eiaculato.

L’unica differenza nell’eiaculazione è l’assenza di sperma nel seme. Né la persona che ha subito la procedura né i loro partner sessuali saranno consapevoli di questa differenza.

Una vasectomia è una procedura chirurgica minore e un metodo permanente di controllo delle nascite maschile. Ogni anno, oltre 500.000 uomini negli Stati Uniti hanno una vasectomia.

Durante la procedura, un medico taglierà e sigillerà i tubi del deferente – i due tubi che trasportano lo sperma dai testicoli all’uretra. Dopo una vasectomia, il corpo produrrà ancora sperma, ma lo sperma non può entrare nel seme o lasciare il corpo attraverso l’eiaculato.

Continua a leggere per saperne di più sull’eiaculazione dopo una vasectomia.

Prima eiaculazione dopo l’intervento chirurgico

Le persone che possono avere un’erezione ed eiaculare prima della vasectomia saranno ancora in grado di farlo dopo la procedura. L’unica modifica all’eiaculazione è che lo sperma non conterrà più lo sperma.

Per i primi giorni dopo una vasectomia, la maggior parte degli individui avverte dolore, gonfiore e disagio nei loro testicoli. Ci sarà una piccola ferita da ciascun testicolo in cui il medico ha effettuato l’incisione chirurgica.

Di conseguenza, è consigliabile attendere qualche giorno dopo una vasectomia prima di fare sesso o masturbarsi. Questo ritardo aiuta una persona a evitare i tessuti irritanti che sono già gonfi e sensibili.

Dopo alcuni giorni, è probabilmente sicuro riprendere l’attività sessuale. La maggior parte delle persone guarisce abbastanza rapidamente per tornare alle loro normali attività entro una settimana.

Le prime eiaculazioni possono sembrare un po ‘scomode, ma questo disagio non dovrebbe persistere troppo a lungo. Potrebbe esserci anche una piccola quantità di sangue nel seme.

Se l’eiaculazione causa ancora disagio dopo alcune settimane, è meglio consultare un medico. Questo disagio può indicare una complicazione della chirurgia, come la sindrome del dolore post-vasectomia.

Circa l’1–2% delle persone che hanno una vasectomia sperimenterà la sindrome del dolore post-vasectomia, che è dolore cronico nei testicoli che dura per almeno 3 mesi. Questa sindrome può causare dolore costante o occasionale e può provocare eiaculazioni dolorose.

Durante il sesso

Una volta che il gonfiore e il dolore scompaiono, le persone possono riprendere in sicurezza l’attività sessuale. Farlo prima che le ferite siano guarite aumenta il rischio di dolore e infezione.

È importante usare il preservativo o altre forme di controllo delle nascite per alcuni mesi dopo la procedura. È necessaria un’ulteriore contraccezione per evitare la gravidanza perché una vasectomia non funziona immediatamente. Lo sperma è ancora presente nelle provette per diverse settimane.

Inoltre, una vasectomia non protegge dalle infezioni a trasmissione sessuale (IST). Oltre all’astinenza, i preservativi e altri contraccettivi di barriera forniscono la migliore protezione contro le IST.

Ad un certo punto, gli individui dovranno sottoporsi a un test di follow-up per verificare la presenza di sperma nel loro seme. La maggior parte degli urologi consiglia di controllare lo sperma almeno 3 mesi o 20 eiaculati dopo la vasectomia, a seconda di quale evento si verifichi per primo.

A questo punto, il 20% delle persone avrà ancora lo sperma nel proprio eiaculato. Dovranno continuare a usare un’altra forma di contraccezione, come i preservativi, fino a quando un’analisi del seme non confermerà che l’eiaculato è privo di spermatozoi.

Molte persone temono che una vasectomia avrà un effetto negativo sulla loro vita sessuale, ma la ricerca indica che non è così. Un sondaggio del 2017 ha rilevato che molti maschi hanno riportato un miglioramento della soddisfazione sessuale dopo una vasectomia, mentre non ci sono stati cambiamenti nella soddisfazione delle loro compagne.

Altre ricerche riportano che non esiste alcuna associazione tra una vasectomia e una riduzione della frequenza del sesso.

Masturbazione

È sicuro masturbarsi quando le ferite da vasectomia guariscono e il dolore e il gonfiore scompaiono. Le persone non hanno bisogno di prendere ulteriori precauzioni prima di masturbarsi dopo una vasectomia.

Una volta che una persona ha aspettato 3 mesi o ha avuto 20 eiaculazioni – attraverso il sesso o la masturbazione – possono consultare un medico per un’analisi dello sperma di follow-up. Il medico chiederà loro di masturbarsi in una tazza a casa o nell’ufficio del medico per fornire un campione di sperma.

Cosa succede agli spermatozoi dopo una vasectomia?

I testicoli continueranno a produrre sperma dopo una vasectomia.

L’unica differenza è che lo sperma non può passare attraverso i tubi del deferente nell’uretra. Invece, il corpo riassorbe lo sperma.

Poiché lo sperma contiene solo una quantità molto piccola di sperma, gli individui e i loro partner non noteranno cambiamenti nell’eiaculato a causa dell’assenza di sperma.

prospettiva

Una vasectomia è una procedura chirurgica minore che è altamente efficace nel prevenire la gravidanza. Fino a quando un’analisi del seme non conferma che l’eiaculato è privo di spermatozoi, tuttavia, le persone dovrebbero usare un’altra forma di controllo delle nascite. La vasectomia non protegge dalle IST.

Le persone che si sottopongono a una vasectomia non dovrebbero notare alcun cambiamento nella loro pulsione o funzione sessuale. Non ci dovrebbero essere differenze nella sensazione di eiaculazione o nell’aspetto dell’eiaculato.

La maggior parte dei medici consiglia di attendere una settimana prima di fare sesso o masturbarsi per evitare infezioni o ulteriori dolori. È comune che le prime eiaculazioni si sentano a disagio, e solo il disagio persistente richiede cure mediche.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu