Cardiovascolare / Cardiologia

In che modo le sigarette elettroniche prive di nicotina influiscono sui vasi sanguigni?

Una nuova ricerca esamina gli effetti di alcune boccate di sigarette elettroniche prive di nicotina sulla funzione endoteliale, una misura della salute dei vasi sanguigni.

Mentre sempre più persone stanno cercando di smettere di fumare, le sigarette elettroniche (e-sigarette) stanno guadagnando popolarità.

Secondo le ultime stime dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), oltre il 12% degli adulti negli Stati Uniti ha provato le sigarette elettroniche almeno una volta nella vita e quasi il 4% degli adulti statunitensi usa sigarette elettroniche regolarmente.

Gli inserzionisti pubblicizzano le sigarette elettroniche come alternativa “più salutare” o meno dannosa alle sigarette convenzionali a base di tabacco. Tuttavia, le implicazioni per la salute a lungo termine dell’uso prolungato di sigarette elettroniche richiedono ulteriori ricerche.

Le sigarette elettroniche in genere utilizzano il riscaldamento elettrico per erogare nicotina attraverso l’aerosol di un liquido elettronico. Alcuni studi hanno messo in dubbio la sicurezza delle sigarette elettroniche, o “vaping”, ma quali sono gli effetti dello svapo delle sigarette elettroniche senza nicotina?

Una nuova ricerca, che appare sulla rivista Radiology, indaga su questo problema. Alessandra Caporale, ricercatrice post-dottorato presso il Laboratory for Structural, Physiologic and Functional Imaging presso l’Università della Pennsylvania a Filadelfia, è l’autore principale dello studio.

Studiare gli effetti a breve termine dello svapo

Caporale e i suoi colleghi hanno esaminato gli effetti a breve termine dello svapo. Hanno chiesto a 31 adulti sani e non fumatori con un’età media di 24 anni di effettuare una risonanza magnetica prima e dopo aver usato una sigaretta elettronica priva di nicotina.

Le sigarette elettroniche contenevano glicole propilenico e glicerolo con aroma di tabacco, ma non fornivano nicotina. Per lo studio, i partecipanti hanno preso 16 sbuffi, che sono durati 3 secondi ciascuno.

I ricercatori hanno ristretto i vasi sanguigni dei partecipanti e li hanno rilasciati. Quindi, hanno misurato l ‘”iperemia reattiva” dei partecipanti, un breve aumento del flusso sanguigno dopo l’occlusione di un’arteria.

Alcuni studi hanno sostenuto che l’iperemia reattiva può essere una buona misura predittiva della funzione vascolare e della funzione endoteliale, anche se altri ricercatori mettono in dubbio la sua affidabilità.

Lo svapo compromette la funzione endoteliale

Le scansioni hanno rivelato una riduzione del flusso sanguigno nell’arteria femorale – l’arteria principale che trasporta sangue alla coscia e alla gamba. Il team ha anche notato una ridotta iperemia reattiva.

Sulla base di queste misure, i ricercatori hanno concluso che “l’inalazione di aerosol di sigarette elettroniche prive di nicotina ha avuto un impatto transitorio sulla funzione endoteliale in non fumatori sani”.

L’endotelio è un sottile strato di cellule che riveste l’interno dei vasi sanguigni. Un endotelio danneggiato significa cattiva circolazione e arterie spesse. Può anche potenzialmente causare un flusso sanguigno bloccato al cuore e al cervello, che può portare a infarto e ictus.

In particolare, lo studio ha scoperto che la dilatazione dell’arteria femorale è diminuita del 34%. Anche il picco del flusso sanguigno è diminuito del 17,5% dopo lo svapo, mentre i livelli di ossigeno venoso sono diminuiti del 20% e l’iperemia reattiva è diminuita di quasi il 26%.

Felix W. Wehrli, Ph.D., professore di scienze radiologiche e biofisiche e principale investigatore dello studio, commenta i risultati.

Dice: “Mentre il liquido per sigaretta elettronica può essere relativamente innocuo, il processo di vaporizzazione può trasformare le molecole – principalmente glicole propilenico e glicerolo – in sostanze tossiche”.

“Oltre agli effetti dannosi della nicotina, abbiamo dimostrato che lo svapo ha un effetto improvviso e immediato sulla funzione vascolare del corpo e potrebbe potenzialmente portare a conseguenze dannose a lungo termine.”

Prof. Felix W. Wehrli, Ph.D.

“Le sigarette elettroniche sono pubblicizzate come non dannose e molti utenti di sigarette elettroniche sono convinti che stanno solo inalando il vapore acqueo”, afferma Caporale.

“Ma i solventi, gli aromi e gli additivi nella base liquida, dopo la vaporizzazione, espongono gli utenti a molteplici insulti al tratto respiratorio e ai vasi sanguigni.”

“Vorrei avvertire i giovani di non iniziare nemmeno a usare le sigarette elettroniche”, afferma il prof. Wehrli. “La convinzione comune è che la nicotina è ciò che è tossico, ma abbiamo scoperto che esistono pericoli indipendenti dalla nicotina.”

“Chiaramente, se c’è un effetto dopo un singolo utilizzo di una sigaretta elettronica, allora puoi immaginare quale tipo di danno permanente potrebbe essere causato dopo lo svapo regolarmente negli anni”, conclude l’autore.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu