Cancro / Oncologia

Il magnesio è la chiave per i benefici della vitamina D?

Una nuova ricerca ha scoperto che il magnesio può essere la chiave per capire in che modo i livelli di vitamina D si riferiscono alla salute e alle malattie.

La vitamina D, conosciuta anche come la vitamina del sole, ha goduto di qualcosa di uno status di celebrità, ricevendo lodi per una moltitudine di benefici per la salute.

Eppure, nella complessa rete di processi biologici che governano la nostra salute, pochi giocatori lavorano mai in isolamento.

Nuove evidenze spostano l'attenzione sul magnesio, implicandolo nel ruolo centrale nel determinare la quantità di vitamina D che i nostri corpi possono produrre.

In uno studio pubblicato nel numero di dicembre dell'American Journal of Clinical Nutrition, un team di ricerca del Vanderbilt University Medical Center di Nashville, TN conclude che livelli ottimali di magnesio possono giocare un ruolo importante nello stato di vitamina D di un individuo.

Il legame tra magnesio e vitamina D

Il dott. Qi Dai, professore di medicina presso il Vanderbilt University Medical Center e l'autore dello studio principale, ha precedentemente riferito sulla relazione tra l'assunzione di magnesio e i livelli di vitamina D in oltre 12.000 persone che prendono parte al National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 2001 -2006 studio.

Qui, il Dr. Dai e il team hanno scoperto che le persone con alti livelli di assunzione di magnesio, da fonti dietetiche o assunzione di integratori, avevano meno probabilità di avere bassi livelli di vitamina D.

È importante sottolineare che i ricercatori hanno anche trovato una possibile associazione tra l'assunzione di magnesio e una riduzione della mortalità, in particolare quando hanno esaminato la mortalità dovuta a malattie cardiovascolari e cancro intestinale.

Quindi, in che modo il magnesio influisce sulla biologia della vitamina D nel corpo? È un cofattore nella sintesi della vitamina D sia dall'esposizione alla luce solare sia da fonti alimentari.

"La carenza di magnesio interrompe la sintesi della vitamina D e il metabolismo", spiega il dott. Dai.

Scavando più a fondo

Mentre i dati dello studio NHANES indicavano un legame tra magnesio, vitamina D e mortalità, il team non progettò lo studio per mostrare se dare un extra di magnesio in più avrebbe cambiato i loro livelli di vitamina D.

Per esaminare il legame tra la supplementazione di magnesio e i livelli di vitamina D in modo più dettagliato, il dott. Dai e colleghi hanno lavorato con un sottogruppo di 180 persone che hanno preso parte al trial sulla prevenzione del cancro colorettale, che ha arruolato un totale di 250 individui.

Il trattamento con un integratore di magnesio ha portato ad un aumento dei livelli di vitamina D nelle persone che avevano inizialmente bassi livelli, ma ha ridotto i livelli di vitamina del sole in quelli con alti livelli.

Questo è importante perché esiste un'associazione tra troppa vitamina D ed eccesso di calcio nel sangue (ipercalcemia), che può causare gravi complicazioni di salute.

D'altra parte, i ricercatori hanno collegato bassi livelli di vitamina D con una varietà di sintomi, e il Dr. Dai è particolarmente interessato al suo ruolo nel cancro dell'intestino.

Vitamina D, magnesio e carcinoma intestinale

I risultati di studi recenti che esaminano il legame tra vitamina D e cancro intestinale sono contraddittorie.

All'inizio di quest'anno, Medical News Today ha riportato uno studio che raggruppava i dati di 17 coorti di studio e includeva 5.706 individui con cancro intestinale e 7.107 partecipanti di controllo.

In questo studio, gli autori hanno scoperto che le persone con livelli di vitamina D inferiori alle linee guida nazionali avevano un rischio aumentato del 31% di sviluppare il cancro dell'intestino.

Tuttavia, il mese scorso, uno studio diverso ha scoperto che i partecipanti allo studio che assumevano integratori di vitamina D non andavano diversamente da quelli che assumevano un placebo quando si trattava di sviluppare il cancro, compreso il cancro dell'intestino.

Il magnesio potrebbe essere l'ingrediente mancante?

"L'insufficienza di vitamina D è qualcosa che è stato riconosciuto come un potenziale problema di salute su larga scala negli Stati Uniti", spiega Martha Shrubsole, Ph.D., professore di ricerca di medicina e autore di studi superiori.

Shrubole osserva che, in molti casi, i professionisti del settore sanitario hanno raccomandato l'assunzione di vitamina D a individui i cui esami del sangue hanno rivelato bassi livelli di vitamina del sole.

"Oltre alla vitamina D, tuttavia, la carenza di magnesio è un problema sottovalutato: fino all'80 per cento delle persone non consuma abbastanza magnesio in un giorno per soddisfare il fabbisogno dietetico raccomandato (RDA) sulla base di tali stime nazionali".

Martha Shrubsole, Ph.D.

I dati presentati dal team implicano certamente che ottenere la giusta quantità di magnesio è importante per consentire al corpo di regolare i livelli di vitamina D. Sono necessari ulteriori studi per determinare esattamente come questo influisce sul cancro intestinale e altre condizioni.

Per assicurarti di assumere abbastanza magnesio nella tua dieta, il National Institutes of Health (NIH) raccomanda verdure a foglia verde, legumi, cereali integrali, semi e noci come buone fonti.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu