Salute pubblica

Il cancro è ora la principale causa di morte nei paesi ricchi

Le malattie cardiache sono state a lungo la principale causa di morte. Tuttavia, un nuovo studio globale ha dimostrato – almeno nei paesi a più alto reddito – che il cancro ha ora il doppio delle probabilità di causare la morte rispetto alle malattie cardiache.

Negli Stati Uniti, le malattie cardiache sono tradizionalmente in cima alla lista come la principale causa di morte per uomini e donne.

Attualmente è responsabile di circa 1 su 4 decessi. Tuttavia, gli esperti si sono chiesti quando il cancro lo supererà.

Ora, un nuovo studio ha scoperto che il cancro sta rapidamente diventando la principale causa di morte nei paesi ad alto reddito.

Potrebbe sembrare una brutta notizia, ma i ricercatori dietro lo studio – che hanno studiato il verificarsi di condizioni comuni e cause di morte in un ampio spettro di paesi in tutto il mondo – affermano che non è necessariamente così.

Più specificamente, hanno scoperto che il cancro provoca ora il 55% dei decessi tra le persone di mezza età nei paesi a reddito più elevato, mentre le malattie cardiache causano solo il 23%.

I ricercatori, che hanno pubblicato i loro risultati su The Lancet, affermano che ciò è dovuto al miglioramento degli sforzi per prevenire e curare le malattie cardiache nei paesi più prosperi.

“Per alcuni aspetti, questa è una buona notizia”, ​​afferma l’autore dello studio co-lead Dr. Darryl Leong. “Suggerisce che gli sforzi per curare la pressione sanguigna, il colesterolo e le malattie cardiovascolari stanno riscuotendo un certo successo”.

La prevalenza è in calo ma è necessario più lavoro

La SEER Cancer Statistics Review per il 2018 ha rilevato un calo del 26% dei decessi per cancro negli Stati Uniti tra il 1991 e il 2015.

Anche se questo mostra progressi, c’è ancora molto lavoro da fare, secondo il National Cancer Institute. Ad esempio, il numero di persone che fumano potrebbe essere diminuito, ma l’obesità è in aumento e la popolazione degli Stati Uniti sta invecchiando. Tutti questi fattori influenzano le statistiche sul cancro.

“Se i tassi di cancro sono in aumento o meno è una domanda complessa senza una risposta facile”, ha detto il dott. Leong a Medical News Today. Dirige il programma di cardio-oncologia presso la McMaster University ed è affiliato alla Hamilton Health Sciences in Canada.

“Diversi tumori hanno schemi diversi; i tassi di diagnosi del cancro dipendono in parte dall’uso di test di screening in diverse popolazioni; le popolazioni che invecchiano influenzano anche il rischio di sviluppare il cancro a livello di popolazione.”

Nel loro studio sull’epidemiologia rurale urbana prospettica, il dott. Leong e i suoi colleghi hanno deciso di ottenere una comprensione aggiornata di quali condizioni sono le minacce più significative per gli adulti di mezza età in tutto il mondo.

Uno studio sulle attuali principali minacce per la salute

I ricercatori hanno condotto i loro studi in 21 paesi in cinque continenti. L’Istituto di ricerca sulla salute della popolazione della McMaster University e Hamilton Health Sciences hanno guidato il progetto.

Per 9,5 anni, il team ha seguito 162.534 adulti, di età compresa tra 35 e 70 anni, da:

  • alto reddito Canada, Arabia Saudita, Svezia e Emirati Arabi Uniti
  • reddito medio Argentina, Brasile, Cile, Cina, Colombia, Iran, Malesia, Palestina, Filippine, Polonia, Turchia e Sudafrica
  • Bangladesh, India, Pakistan, Tanzania e Zimbabwe a basso reddito

I ricercatori hanno rivelato che, sebbene le malattie cardiache non siano più il principale killer nei paesi ad alto reddito, rimangono la causa di morte più comune al mondo.

Nei paesi a reddito medio, le malattie cardiache erano responsabili del 41% dei decessi, e nei paesi a basso reddito, era responsabile del 43% dei decessi. Questo nonostante i fattori di rischio che hanno le popolazioni più ricche.

Il cancro era al secondo posto più comune, al 26%. Tuttavia, sebbene il cancro fosse responsabile del 55% dei decessi nei paesi ad alto reddito, questo è sceso al 30% nei paesi a medio reddito e al 15% nei paesi a basso reddito.

La previsione è che mentre altri paesi iniziano o continuano ad affrontare la prevenzione e il trattamento delle malattie cardiache, è probabile che il cancro diventi la principale causa di morte nel mondo.

Quando il team ha eliminato il cancro dai risultati, la mortalità complessiva era più alta nei paesi a basso reddito (13,3%) e più bassa nei paesi ad alto reddito (3,4%), il primo dei quali i ricercatori hanno ridotto l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità.

Implicazioni cliniche dei risultati

Questa è stata la prima volta che i ricercatori in questo campo hanno raccolto dati in uno studio standardizzato globale. Ha permesso loro di confrontare “mele con mele”.

“Abbiamo raccolto informazioni dai partecipanti in modo standardizzato, il che ci consente di confrontare diverse popolazioni, mentre altri studi potrebbero non essere in grado di effettuare questi confronti con la stessa sicurezza”, ha affermato Leong. “Abbiamo ritenuto che ci fossero aspetti unici nei nostri dati”.

Per quanto riguarda le implicazioni cliniche:

“Con le persone che sopravvivono più a lungo con le malattie cardiovascolari, specialmente nei paesi ad alto reddito, lo sviluppo di altri problemi di salute, incluso il cancro, sarà un problema crescente”.

Dr. Darryl Leong

La risposta, affermano i ricercatori, è di continuare a prevenire e curare le malattie cardiache aumentando gli sforzi per combattere il cancro.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu