Dermatologia

I migliori rimedi casalinghi per un prurito al cuoio capelluto

Forfora, psoriasi, eczema e pidocchi sono cause comuni di un prurito del cuoio capelluto. Indipendentemente dalla causa, vari rimedi casalinghi possono alleviare il prurito del cuoio capelluto o il prurito del cuoio capelluto.

Le persone possono utilizzare oli essenziali, farina d'avena colloidale e prodotti da banco (OTC) per alleviare il prurito. Le persone con prurito persistente del cuoio capelluto che non rispondono ai rimedi naturali possono beneficiare di shampoo medicati.

Questo articolo discute i migliori trattamenti naturali e prodotti OTC, insieme con le cause di un prurito del cuoio capelluto.

1. Olio d'oliva caldo

L'applicazione di olio d'oliva caldo sul cuoio capelluto può aiutare ad ammorbidire e allentare le croste pruriginose e le squame sulla superficie della pelle.

Riscaldare l'olio d'oliva nelle mani prima di applicarlo sul cuoio capelluto e massaggiare sulla pelle.

Lasciare l'olio d'oliva sul cuoio capelluto per diverse ore prima di lavarlo con uno shampoo medicato come catrame di carbone o acido salicilico.

2. Farina d'avena colloidale

Alcuni shampoo antiforfora contengono un ingrediente naturale chiamato farina d'avena colloidale. La farina d'avena colloidale è farina d'avena finemente macinata sciolta in acqua.

La soluzione forma una pellicola protettiva sulla superficie della pelle, che aiuta a bloccare l'umidità e prevenire secchezza e desquamazione.

La farina d'avena colloidale ha anche proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che aiutano ad alleviare l'irritazione della pelle.

Le persone possono fare la loro farina d'avena colloidale a casa. Per preparare una soluzione di farina d'avena colloidale:

  • avvolgere una manciata di avena in un panno di mussola
  • tieni il panno sotto un rubinetto di acqua tiepida, raccogliendo il deflusso dell'acqua in una brocca
  • versare l'acqua di farina d'avena delicatamente e uniformemente sul cuoio capelluto

Le persone possono anche trovare farina d'avena colloidale nei negozi di salute e online.

3. Aceto di sidro di mele

L'aceto di mele contiene alti livelli di una sostanza naturale chiamata acido acetico. Le persone hanno usato questo acido come disinfettante per ferite per migliaia di anni a causa delle sue proprietà antibatteriche e antimicotiche.

L'aceto di mele può essere particolarmente efficace nell'alleviare il prurito del cuoio capelluto causato dalla psoriasi. La National Psoriasis Foundation afferma che alcune persone diluiscono l'aceto in acqua usando un rapporto di 1 parte di aceto e 1 parte di acqua. Lavare con acqua tiepida dopo alcuni minuti o dopo che si è asciugato.

L'aceto può causare una sensazione di bruciore quando viene applicato sulla pelle, specialmente sulla pelle screpolata o vescica. Le persone con ferite aperte sul cuoio capelluto dovrebbero evitare questo trattamento. L'aceto di sidro di mele può causare ustioni chimiche, quindi fai attenzione se cerchi questo rimedio.

4. Olio di menta piperita

L'olio di menta piperita contiene un'alta concentrazione di una sostanza naturale chiamata mentolo. Il mentolo ha un effetto rinfrescante sulla pelle e può essere particolarmente utile per alleviare il prurito causato da allergie cutanee.

Uno studio del 2012 ha esaminato gli effetti dell'olio di menta piperita sospesa nell'olio di sesamo sul prurito nelle donne in gravidanza. Usato due volte al giorno per 2 settimane, l'olio essenziale ha ridotto il prurito rispetto a un placebo.

Come con altri olii essenziali, le persone non dovrebbero applicare l'olio di menta piperita non diluito direttamente sulla pelle. Invece, prova ad aggiungere un paio di gocce di olio allo shampoo e insaponalo nel cuoio capelluto prima di sciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

L'olio di menta piperita è disponibile presso vari rivenditori nei negozi online.

5. Olio di citronella

La forfora è caratterizzata da un cuoio capelluto secco e pruriginoso. L'olio di citronella può essere un trattamento efficace per la forfora, secondo uno studio controllato randomizzato del 2015.

In questo studio, 30 partecipanti hanno applicato una soluzione di olio di citronella a metà della testa e una soluzione di placebo all'altra metà.

Dopo aver usato la soluzione due volte al giorno per 2 settimane, la formula della citronella ha ridotto la forfora rispetto al placebo. Una soluzione di olio citronella al 10% era più efficace di una soluzione al 5%.

Ci sono molti tipi di olio di citronella disponibili online.

6. Olio dell'albero del tè e nerolidolo

L'olio dell'albero del tè può essere un efficace trattamento naturale per il prurito del cuoio capelluto. Uno studio di laboratorio del 2012 ha rilevato che una concentrazione dell'1% di olio di tea tree ha ucciso con successo tutti i pidocchi testati entro 30 minuti dall'applicazione.

I ricercatori hanno anche testato un'altra sostanza naturale chiamata nerolidolo, che è presente in alcune piante. La metà di tutte le uova di pidocchio trattate con una concentrazione dell'1% di nerolidolo non è riuscita a schiudersi dopo 4 giorni.

Gli autori hanno concluso che una soluzione di 1 parte di olio di tea tree (a concentrazione dello 0,5 percento) in 2 parti di nerolidolo (con una concentrazione dell'1 percento) può essere particolarmente efficace nell'uccidere i pidocchi e le loro uova.

Le persone possono acquistare diversi marchi di olio di tea tree e nerolidol nei negozi online.

7. Acido salicilico

L'acido salicilico è una sostanza chimica naturale presente nelle piante. Ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie e aiuta a esfoliare la pelle.

L'acido salicilico è un ingrediente comune negli shampoo antiforfora. L'acido agisce ammorbidendo le aree di pelle spessa e indurita, permettendo così di staccarsi più facilmente dal cuoio capelluto. Questo aiuta a controllare il prurito associato a forfora e altre condizioni della pelle che interessano il cuoio capelluto.

8. Solfuro di selenio

Gli shampoo antiforfora contenenti solfuro di selenio agiscono rallentando la morte delle cellule della pelle. Ciò impedisce l'accumulo di scaglie sul cuoio capelluto.

Il solfuro di selenio aiuta anche a ridurre il numero di lieviti Malassezia sul cuoio capelluto, che contribuiscono alla forfora, alla dermatite seborroica e alla psoriasi del cuoio capelluto.

Seguire le istruzioni sulla bottiglia, che può consigliare l'applicazione dello shampoo due volte a settimana per 2 settimane, quindi ridurre a una volta alla settimana, seguita da una singola applicazione quando necessario.

Il solfuro di selenio può causare la decolorazione del cuoio capelluto. Tuttavia, questo è innocuo e tende a scomparire poco dopo che una persona smette di usare lo shampoo.

9. Zir piritione

Il piritione di zinco è un altro ingrediente di shampoo che agisce riducendo la Malassezia, un lievito che può causare la forfora.

Le persone dovrebbero applicare lo shampoo almeno due volte alla settimana, o come indicato da un medico o dermatologo.

10. Shampoo per ketoconazolo

Il ketoconazolo è un altro agente antifungino che aiuta a ridurre il numero di lieviti Malassezia sul cuoio capelluto.

Le persone possono usare questo shampoo come indicato sulla bottiglia, che può essere due volte a settimana. Smettere di usare lo shampoo se la forfora peggiora o non mostra segni di miglioramento dopo 1 mese.

Lo shampoo Ketoconazole non è adatto ai bambini sotto i 12 anni o alle donne in gravidanza o allattamento. Quelli con la pelle rotta o l'infiammazione del cuoio capelluto dovrebbero anche evitare l'uso di prodotti contenenti ketoconazolo.

Cosa causa un cuoio capelluto prurito?

Le cause più comuni di prurito del cuoio capelluto sono la forfora, un tipo di eczema chiamato dermatite seborroica e psoriasi.

La forfora si verifica quando le cellule della pelle sul cuoio capelluto si liberano e si sostituiscono troppo rapidamente. Questo provoca un accumulo di cellule morte della pelle, che alla fine si sfaldano nei capelli, dando luogo a forfora visibile e prurito al cuoio capelluto.

Nella dermatite seborroica, la pelle intorno alle ghiandole sebacea si infiamma e sviluppa squame giallastre e oleose. La dermatite seborroica può colpire qualsiasi area del corpo che ha ghiandole produttrici di petrolio, ma è particolarmente comune sul cuoio capelluto. Alcuni fattori come lo stress, i cambiamenti ormonali e la sensibilità della pelle possono peggiorare la condizione.

La psoriasi è tra le più comuni condizioni della pelle negli Stati Uniti. La psoriasi fa sì che le cellule della pelle crescano più velocemente del solito, causando un accumulo di pelle chiamato placche. È comune sul cuoio capelluto.

Altre possibili cause di un prurito del cuoio capelluto includono:

  • allergie agli ingredienti dello shampoo
  • orticaria
  • pidocchi
  • scabbia
  • tigna del cuoio capelluto
  • dermatite atopica
  • problemi nervosi
  • cancro della pelle

Sommario

Il prurito del cuoio capelluto è una condizione comune che ha molte cause diverse. Le persone possono spesso trovare sollievo dal prurito del cuoio capelluto usando i rimedi domestici naturali.

Ci sono molte diverse varietà di shampoo medicati OTC disponibili da farmacie e negozi online.

Il prurito persistente può rispondere meglio agli shampoo OTC contenenti agenti antifungini.

Le persone dovrebbero parlare con un medico se il prurito del cuoio capelluto persiste o peggiora nonostante il trattamento domiciliare. Un medico aiuterà a identificare la causa sottostante del prurito del cuoio capelluto e potrebbe prescrivere farmaci per trattare i sintomi.

Abbiamo scelto gli articoli collegati in base alla qualità dei prodotti ed elencato i pro e i contro di ciascuno per aiutarti a determinare quale funzionerà meglio per te. Collaboriamo con alcune delle aziende che vendono questi prodotti, il che significa che Ital.live e i nostri partner potrebbero ricevere una parte dei ricavi se si effettua un acquisto utilizzando un link (s) di cui sopra.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu