HIV e AIDS

HIV e AIDS: miti e fatti della trasmissione

Non è possibile trasmettere o contrarre l'AIDS, che è l'HIV avanzato o di stadio 3. Ci sono molti miti sulla trasmissione dell'HIV, ma sfatarli può dare alle persone una migliore comprensione di quali precauzioni prendere e quando vedere un medico.

Le innovazioni nei test e nel trattamento hanno notevolmente ridotto il rischio di contrarre l'HIV e hanno aiutato le persone con HIV a condurre una vita lunga e sana.

In questo articolo, esaminiamo alcuni fraintendimenti comuni sulla trasmissione dell'HIV. È fondamentale ricordare che subire un trattamento per l'HIV rende molto improbabile che una persona trasmetta il virus a qualcun altro.

Se una persona sospetta che potrebbe avere il virus o avere fattori di rischio, potrebbe voler parlare con il proprio medico di test.

Mito 1: una persona può contrarre l'HIV dal toccare qualcuno che ce l'ha

Fatto: Le persone non possono trasmettere o contrarre l'HIV semplicemente toccando.

Stringere la mano, abbracciare, lanciare il fiato o altri tipi di contatto fisico non trasmetteranno il virus.

Una persona può contrarre il virus solo se entra in contatto con i seguenti fluidi di una persona che ha già l'HIV:

  • sangue
  • latte materno
  • pre-seminale
  • rettale
  • sperma
  • vaginale

Questi fluidi devono entrare in contatto con le mucose di un'altra persona, come nel o sul retto, nella vagina, nel pene o nella bocca, perché una persona sia a rischio di contrarre l'HIV.

La trasmissione può anche avvenire attraverso la pelle rotta o utilizzando aghi infetti.

Mito 2: una persona può contrarre l'HIV da insetti e animali infetti

Fatto: Alcune persone credono di poter contrarre l'HIV da insetti infetti. Mentre gli insetti possono trasmettere alcune malattie, l'HIV non è uno di questi.

Per trasmettere l'HIV, una zanzara o un altro insetto dovrebbe mordere una persona con HIV, quindi iniettare il sangue nel corpo di un'altra persona.

Gli insetti non reintroducono il sangue vecchio in una nuova persona, quindi è impossibile per loro trasmettere l'HIV.

Mentre esistono altre forme di malattia, come il virus dell'immunodeficienza felina (FIV), l'HIV colpisce solo gli esseri umani. Allo stesso modo, gli esseri umani non possono contrarre la FIV, che colpisce i gatti o altri virus di immunodeficienza negli animali.

Mito 3: una persona può contrarre l'HIV dall'acqua infetta

Fatto: L'HIV non può sopravvivere nell'acqua. Di conseguenza, una persona non può contrarre il virus dal nuoto, dal bere, dal bagno o da altre attività che coinvolgono l'acqua.

Inoltre, una persona non può contrarre l'HIV dalla saliva, dal sudore o dalle lacrime di una persona con HIV, a condizione che questi componenti a base d'acqua non contengano sangue.

Mito 4: se una coppia ha l'HIV, non ha bisogno di proteggersi

Fatto: Esistono diversi ceppi di HIV. Pertanto, se una persona e il suo partner hanno due diversi ceppi di HIV, possono trasmetterli tra loro.

Avere più di un ceppo di HIV può renderlo più impegnativo, poiché i farmaci mirano a ceppi specifici per impedirne la replicazione.

Inoltre, una persona può ancora trasmettere e contrarre infezioni sessualmente trasmesse dal sesso senza preservativo.

Usare il preservativo o un'altra forma di protezione della barriera durante il rapporto sessuale e assumere farmaci antiretrovirali per prevenire la trasmissione dell'HIV sono di vitale importanza. Questo è il caso anche se entrambi i partner hanno già l'HIV.

Mito 5: le trasfusioni di sangue aumentano il rischio di HIV

Fatto: I medici negli Stati Uniti e in molte altre regioni sviluppate controllano rigorosamente l'afflusso di sangue per una varietà di condizioni correlate al sangue, compreso l'HIV.

Il sangue in rilievo disponibile per la trasfusione non contiene l'HIV. Inoltre, una persona non può contrarre l'HIV dalle donazioni di organi e tessuti, poiché anch'esse sono state sottoposte a test.

Quando gli scienziati hanno identificato per la prima volta l'HIV, hanno riconosciuto i sintomi della malattia ma non hanno saputo quale virus lo abbia causato. Di conseguenza, non hanno testato il sangue donato per l'HIV.

Ora, tuttavia, i funzionari delle banche del sangue esaminano il sangue donato per assicurarsi che non siano presenti virus.

Mito 6: Una persona non può contrarre l'HIV dal sesso orale o dai baci profondi

Fatto: I medici considerano la trasmissione dell'HIV attraverso il bacio a bocca aperta (bacio alla francese) e il sesso orale raro ma possibile.

Durante il sesso orale, posizionare la bocca sul pene, sulla vagina o sull'ano può potenzialmente esporre una persona a fluidi infetti che potrebbero entrare nelle mucose della bocca.

Mentre il rischio di contrarre l'HIV a causa del sesso orale è basso, una persona può ancora adottare misure per proteggersi se il suo partner è affetto da HIV.

Per prevenire la trasmissione, i medici raccomandano il sesso monogamico con un partner che sta prendendo la terapia antiretrovirale in modo coerente. La terapia antiretrovirale può ridurre i livelli virali di una persona in modo che l'HIV non sia trasmissibile.

Un'altra rara modalità di trasmissione è il bacio profondo, a bocca aperta. Una persona non può contrarre l'HIV dal baciare qualcuno sulle guance o persino sulle labbra.

Tuttavia, se baciarsi con una bocca aperta li espone a piaghe o gengive sanguinanti da una persona con HIV, potrebbero contrarre il virus.

È essenziale notare che l'HIV non viene trasmesso attraverso la saliva ma attraverso il sangue nella bocca di una persona.

Mito 7: una persona non può contrarre l'HIV da un vecchio ago

Fatto: L'HIV può sopravvivere in un ago fino a 42 giorni. Non esiste un modo sicuro per condividere gli aghi.

Una persona dovrebbe usare un nuovo ago ogni volta che si inietta con farmaci da prescrizione o ricreativi. Dovrebbero anche assicurarsi che un tatuatore usi gli aghi freschi prima di farsi un tatuaggio.

Sommario

Le persone non possono trasmettere l'AIDS, ma possono trasmettere l'HIV. Ci sono molti trattamenti disponibili per aiutare a prevenire l'HIV a progredire verso l'AIDS.

Chiunque sia preoccupato di avere l'HIV o l'esposizione al virus potrebbe voler parlare con un medico di test.

Dissuadendo i miti sull'HIV e l'AIDS, più persone possono cercare diagnosi e trattamenti prima e condurre una vita lunga e sana.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu