Gli utenti di marijuana hanno meno probabilità di essere sovrappeso, obesi

Una nuova ricerca rileva che, nonostante il comune fenomeno di avere “i munchies” dopo aver usato la marijuana, gli utenti di cannabis tendono a pesare meno e hanno meno probabilità di essere obesi.

Recenti indagini stimano che oltre 22 milioni di persone negli Stati Uniti dai 12 anni in su utilizzano regolarmente cannabis e che sempre più adulti e anziani stanno prendendo l’abitudine.

La maggior parte degli adulti che consumano marijuana lo fanno regolarmente per scopi ricreativi. Quasi il 90 percento degli adulti consumatori di cannabis americani afferma di utilizzarlo in modo ricreativo, mentre solo il restante 10 percento lo usa per scopi medici.

Uno degli effetti fisiologici della marijuana è un aumento dell’appetito, o quello che viene comunemente definito come avere gli spuntini.

Sebbene possa sembrare intuitivo che un aumento dell’appetito porti ad un aumento di peso, gli attuali studi epidemiologici suggeriscono che gli utenti di marijuana hanno meno probabilità di essere obesi.

Così, un team di ricercatori della Michigan State University (MSU), a East Lansing, ha deciso di approfondire ulteriormente la questione, indagando se le persone che consumano regolarmente marijuana hanno maggiori probabilità di aumentare di peso.

Omayma Alshaarawy, Ph.D., assistente professore di medicina di famiglia presso MSU, ha guidato la nuova ricerca, che appare sull’International Journal of Epidemiology.

Studiare l’uso e il peso della cannabis

Alshaarawy e colleghi hanno esaminato i dati di uno studio prospettico chiamato National Epidemiological Survey on Alcohol and Related Conditions (NESARC).

NESARC ha incluso 33.000 partecipanti negli Stati Uniti dai 18 anni in su che hanno completato interviste assistite dal computer sul loro uso di cannabis e sul loro indice di massa corporea (BMI) tra il 2001 e il 2005.

I ricercatori hanno applicato una modellazione lineare generale per studiare la relazione tra l’IMC e l’uso di marijuana.

Alla fine del periodo di studio NESARC, il 77% dei partecipanti allo studio non aveva mai fumato cannabis, il 18% aveva smesso, il 3% era appena iniziato e il 2% era “utenti persistenti”.

Gli utenti di marijuana hanno un BMI più basso

L’attuale studio ha rilevato che, in generale, gli utenti di marijuana avevano meno probabilità di essere sovrappeso o di avere obesità.

“In un periodo di 3 anni, tutti i partecipanti hanno mostrato un aumento di peso, ma in modo interessante, quelli che hanno usato la marijuana hanno avuto un aumento minore rispetto a quelli che non hanno mai usato”, riporta l’autore principale dello studio.

Alshaarawy riconosce che i risultati dello studio possono sembrare controintuitivi, dato che la marijuana aumenta l’appetito. “Il nostro studio si basa su prove crescenti che questo effetto contrario si verifica”, dice.

Un BMI inferiore è stato trovato tra gli utenti nuovi e persistenti.

“Abbiamo scoperto che gli utenti, anche quelli che avevano appena iniziato, avevano più probabilità di trovarsi a un peso normale e più sano e mantenevano quel peso. (…) Solo il 15% degli utenti persistenti era considerato obeso, rispetto al 20% dei non utilizzatori “.

Omayma Alshaarawy, Ph.D.

Il ricercatore continua spiegando che, mentre la differenza nel BMI tra utilizzatori di marijuana e non utilizzatori non era molto grande, è significativo che i ricercatori abbiano trovato questa tendenza nell’intera dimensione del campione.

“Una differenza media di 2 libbre non sembra molto, ma l’abbiamo trovata in più di 30.000 persone con tutti i diversi tipi di comportamento e ancora ottenuto questo risultato”, dice Alshaarawy.

La marijuana ti aiuta a perdere peso?

Sebbene questo studio sia osservativo e non possa inferire la causalità, l’investigatore capo avanza alcune opinioni sui meccanismi che potrebbero spiegare l’associazione tra un basso IMC e il consumo di marijuana.

“Potrebbe essere qualcosa di più comportamentale, come qualcuno che sta diventando più consapevole del proprio consumo di cibo in quanto si preoccupano dei munchies dopo l’uso di cannabis e di aumentare di peso”, dice.

“Oppure potrebbe essere la cannabis stessa, che può modificare il modo in cui determinate cellule o recettori rispondono nel corpo e possono infine influenzare l’aumento di peso.” C’è bisogno di più ricerca “, conclude il ricercatore.

Fino a quando non sapremo di più sui meccanismi sottostanti, tuttavia, Alshaarawy mette in guardia contro i pericoli dell’uso di marijuana per perdere peso.

“Ci sono troppe preoccupazioni per la salute riguardo alla cannabis che superano di gran lunga i potenziali effetti positivi, ma modesti, che ha sull’aumento di peso. (…) Le persone non dovrebbero considerarlo un modo per mantenere o persino perdere peso”.

Omayma Alshaarawy, Ph.D.

Questo post è stato utile per te?