Cancro / Oncologia

Gleevec (imatinib)

Che cos’è Gleevec?

Gleevec è un farmaco di prescrizione di marca. È usato per trattare alcuni tipi di tumori del sangue negli adulti e nei bambini. Gleevec è anche usato per trattare un tipo di cancro della pelle e un tipo di cancro gastrointestinale.

Il manicotto contiene il farmaco imatinib mesilato, che appartiene a una classe di farmaci chiamati inibitori della tirosina cinese.

Gleevec si presenta come un tablet che si prende per bocca. Prendi il farmaco una o due volte al giorno, a seconda del dosaggio prescritto dal medico.

Cosa fa

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato Gleevec per il trattamento di alcuni tipi di tumori del sangue, tra cui:

  • Leucemia mieloide cronica (LMC) Philadelphia-positivo (Ph +) negli adulti e nei bambini
  • Leucemia linfatica acuta Ph + (TUTTI) recidiva * o refrattaria * negli adulti
  • Ph + ALL di nuova diagnosi nei bambini
  • malattie mielodisplastiche / mieloproliferative (tumori del midollo osseo) negli adulti con riarrangiamenti genici del recettore del fattore di crescita di origine piastrinica (PDGFR)
  • sindrome ipereosinofila o leucemia eosinofila cronica negli adulti
  • mastocitosi sistemica aggressiva negli adulti senza la mutazione D816v c-Kit

* Il cancro recidivato è tornato dopo la remissione, che è una diminuzione dei segni e dei sintomi del cancro. Il cancro refrattario non ha risposto ai precedenti trattamenti contro il cancro.

Gleevec è anche approvato per trattare:

  • un tipo di tumore della pelle chiamato dermatofibrosarcoma protuberans (DFSP) negli adulti
  • un tipo di tumore gastrointestinale chiamato tumori stromali gastrointestinali Kit-positivi (GIST) negli adulti

Per i dettagli, vedere le sezioni “Gleevec per CML” e “Altri usi per Gleevec”.

Efficacia Gleevec

Gleevec è stato trovato efficace nel trattamento di diversi tipi di tumori del sangue.

In uno studio clinico, gli adulti con LMC di nuova diagnosi nella fase cronica hanno assunto Gleevec per sette anni. In questo gruppo, il 96,6% delle persone ha avuto una risposta completa al farmaco. Ciò significa che non sono state trovate cellule cancerose nel loro sangue e che non presentavano sintomi di cancro.

La risposta completa è un modo per descrivere il tasso di successo. Nel gruppo di persone che hanno ricevuto la chemioterapia standard, il 56,6% ha avuto una risposta completa.

Gleevec è stato anche trovato efficace nel trattamento dei tumori stromali gastrointestinali (GIST) negli studi clinici. Il tasso di sopravvivenza complessivo era di circa quattro anni. Ciò significa che metà delle persone nello studio ha vissuto per circa quattro anni dopo aver iniziato a prendere Gleevec. Le persone che hanno assunto Gleevec dopo un intervento chirurgico hanno vissuto per circa cinque anni dopo aver iniziato il farmaco.

Per sapere quanto è efficace Gleevec nel trattamento di altri tipi di tumori, vedere la sezione “Altri usi di Gleevec”.

Gleevec generico

Gleevec è disponibile come farmaco di marca e come forma generica.

Gleevec contiene il principio attivo imatinib mesilato.

Effetti collaterali di Gleevec

Gleevec può causare effetti collaterali lievi o gravi. I seguenti elenchi contengono alcuni dei principali effetti collaterali che possono verificarsi durante l’assunzione di Gleevec. Queste liste non includono tutti i possibili effetti collaterali.

Per ulteriori informazioni sui possibili effetti collaterali di Gleevec, consultare il medico o il farmacista. Possono darti consigli su come affrontare eventuali effetti collaterali che possono essere fastidiosi.

Effetti collaterali più comuni

Gli effetti collaterali più comuni di Gleevec possono includere:

  • diarrea
  • mal di pancia
  • stanchezza (mancanza di energia)
  • edema (gonfiore, in genere gambe, caviglie o piedi e intorno agli occhi)
  • crampi muscolari o dolore
  • nausea
  • vomito
  • eruzione cutanea

Molti di questi effetti collaterali possono scomparire entro pochi giorni o un paio di settimane. Se sono più gravi o non vanno via, si rivolga al medico o al farmacista.

Effetti collaterali gravi

Gli effetti collaterali gravi di Gleevec non sono comuni, ma possono verificarsi. Chiama subito il medico se hai gravi effetti collaterali. Chiama il 911 se i sintomi sono potenzialmente letali o se pensi di avere un’emergenza medica.

Gli effetti collaterali gravi e i loro sintomi possono includere i seguenti:

  • Grave ritenzione di liquidi (troppo liquido o acqua) dentro e intorno al cuore, polmoni (versamento pleurico) e pancia (ascite). I sintomi possono includere:
    • aumento di peso inaspettato e rapido
    • dolore al petto
    • mancanza di respiro
    • difficoltà a fare respiri profondi
    • difficoltà a respirare quando ti corichi
    • tosse secca
    • pancia gonfia
  • Disturbi del sangue, tra cui anemia (bassi livelli di globuli rossi), neutropenia (bassi livelli di globuli bianchi) e trombocitopenia (bassi livelli di piastrine). I sintomi possono includere:
    • stanchezza (mancanza di energia)
    • battito cardiaco accelerato
    • mancanza di respiro
    • infezioni frequenti
    • febbri
    • lividi facilmente
    • gengive sanguinanti
    • sangue nelle urine o nelle feci
  • Insufficienza cardiaca congestizia e altri problemi cardiaci, come insufficienza cardiaca sinistra. I sintomi possono includere:
    • aumento di peso inaspettato
    • edema (gonfiore di piedi, caviglie e gambe)
    • frequenza cardiaca o ritmo anomali (battito cardiaco troppo veloce, troppo lento o irregolare)
    • dolore al petto
    • mancanza di respiro
  • Danno epatico o insufficienza epatica. I sintomi possono includere:
    • nausea
    • diarrea
    • perdita di appetito
    • prurito della pelle
    • ittero (colore giallastro della pelle e del bianco degli occhi)
    • edema (gonfiore di gambe, caviglie e piedi)
    • ascite (accumulo di liquidi nella pancia)
    • lividi frequenti
    • sanguinamento frequente
  • Grave emorragia (sanguinamento che non si ferma), molto spesso nell’intestino. I sintomi possono includere:
    • sangue nelle feci
    • sgabello nero o catramato
    • stanchezza (mancanza di energia)
    • tossendo sangue
    • tossendo fango nero
    • nausea
    • crampi allo stomaco
  • Problemi gastrointestinali, tra cui perforazioni (lacrime) nello stomaco o nell’intestino. I sintomi possono includere:
    • nausea
    • vomito
    • forte dolore allo stomaco
    • febbre
    • mancanza di respiro
    • battito cardiaco accelerato
  • Gravi problemi di pelle I sintomi possono includere:
    • eritema multiforme (macchie rosse o vesciche, spesso sulla pianta dei piedi o sui palmi delle mani)
    • Sindrome di Stevens-Johnson (febbre; piaghe dolorose alla bocca, alla gola, agli occhi, ai genitali o all’intero corpo)
    • febbre
    • dolori muscolari
  • Ipotiroidismo (bassi livelli di tiroide) nelle persone a cui è stata asportata la tiroide e che assumono farmaci sostitutivi della tiroide. I sintomi possono includere:
    • stanchezza (mancanza di energia)
    • stipsi
    • depressione
    • sentire freddo
    • pelle secca
    • aumento di peso
    • problemi di memoria
  • Crescita rallentata nei bambini. I sintomi possono includere:
    • non cresce a un ritmo normale
    • dimensioni inferiori rispetto ad altri bambini della loro età
  • Sindrome da lisi tumorale (quando le cellule tumorali rilasciano sostanze chimiche dannose nel sangue). I sintomi possono includere:
    • stanchezza (mancanza di energia)
    • nausea
    • vomito
    • diarrea
    • crampi muscolari
    • ritmo cardiaco anormale (battito cardiaco troppo veloce, troppo lento o irregolare)
    • convulsioni
  • Danno ai reni. I sintomi possono includere:
    • urinare meno spesso del solito
    • edema (gonfiore di gambe, caviglie e piedi)
    • stanchezza (mancanza di energia)
    • nausea
    • confusione
    • alta pressione sanguigna
  • Effetti collaterali che possono portare a incidenti automobilistici. I sintomi possono includere:
    • vertigini
    • sonnolenza
    • visione offuscata

Dettagli sugli effetti collaterali

Potresti chiederti quanto spesso si verificano determinati effetti collaterali con questo farmaco o se determinati effetti collaterali lo riguardano. Ecco alcuni dettagli su alcuni degli effetti collaterali che questo farmaco può o non può causare.

Reazione allergica

Come con la maggior parte dei farmaci, alcune persone possono avere una reazione allergica dopo aver assunto Gleevec. I sintomi di una lieve reazione allergica possono includere:

  • eruzione cutanea
  • prurito
  • rossore (calore e arrossamento della pelle)

Una reazione allergica più grave è rara ma possibile. I sintomi di una grave reazione allergica possono includere:

  • angioedema (gonfiore sotto la pelle, in genere palpebre, labbra, mani o piedi)
  • gonfiore della lingua, della bocca o della gola
  • problema respiratorio

Chiama subito il medico se hai una grave reazione allergica a Gleevec. Chiama il 911 se i sintomi sono potenzialmente letali o se pensi di avere un’emergenza medica.

Effetti collaterali a lungo termine

Alcuni degli effetti collaterali osservati negli studi clinici possono verificarsi con l’uso a lungo termine di Gleevec. Questi includono problemi cardiaci, come insufficienza cardiaca congestizia e insufficienza cardiaca sinistra.

In uno studio clinico, più di 500 persone che hanno assunto Gleevec per la leucemia mieloide cronica (LMC) sono state seguite per un massimo di 11 anni. Le persone in questo studio a lungo termine avevano molti degli stessi effetti collaterali comuni che sono stati riportati in studi più brevi. Tuttavia, questi effetti collaterali sembravano migliorare nel tempo.

Effetti collaterali gravi osservati con l’uso a lungo termine incluso:

  • gravi disturbi del sangue (bassi livelli di globuli rossi, globuli bianchi o piastrine) in sei persone
  • problemi cardiaci, inclusa insufficienza cardiaca congestizia, in sette persone
  • sei casi di nuovo tumore, incluso mieloma multiplo in una persona e tumore del colon in un’altra persona

Gli effetti collaterali sono stati più comuni durante il primo anno di trattamento con Gleevec. Ma più a lungo le persone assumevano Gleevec, meno spesso avevano molti di questi effetti collaterali. Ad esempio, nel primo anno di studio, tre persone hanno avuto seri disturbi del sangue, ma dopo il quinto anno, solo una persona ha avuto.

In uno studio di cinque anni su persone con tumori stromali gastrointestinali (GIST), il 16% delle persone ha smesso di assumere Gleevec a causa di effetti collaterali. Gli effetti collaterali erano simili a quelli descritti nello studio CML sopra. Al 40% delle persone nello studio sono state prescritte dosi più basse del farmaco per alleviare i loro effetti collaterali.

Se sei preoccupato per i possibili effetti collaterali a lungo termine di Gleevec, parla con il tuo medico. Possono suggerire modi per ridurre i rischi per determinati effetti collaterali.

Effetti collaterali correlati agli occhi

Negli studi clinici su Gleevec, alcune persone hanno avuto effetti collaterali correlati agli occhi come gonfiore e visione offuscata.

Il gonfiore delle palpebre e il gonfiore intorno agli occhi erano alcuni degli effetti collaterali più comuni. Fino al 74,2% delle persone che hanno assunto Gleevec ha avuto edema periorbitale (gonfiore della zona degli occhi).

Se hai questo effetto collaterale, il medico può prescrivere un diuretico (spesso chiamato pillola d’acqua). I diuretici aiutano il corpo a liberarsi di acqua e sale in più durante la minzione. Questo facilita l’accumulo di liquidi. Il medico può anche ridurre la dose di Gleevec, se necessario.

Inoltre, studi clinici hanno riportato che fino all’11,1% delle persone che hanno assunto Gleevec aveva una visione sfocata. Se hai una visione sfocata, non guidare o usare macchinari pesanti. E assicurati di dire al tuo medico che non puoi vedere chiaramente.

Altri effetti collaterali meno comuni relativi agli occhi inclusi:

  • occhio secco
  • occhi pieni di lacrime
  • irritazione agli occhi
  • congiuntivite (spesso chiamata occhio rosa)
  • vasi sanguigni rotti negli occhi
  • gonfiore della retina (uno strato di tessuto nella parte posteriore dell’occhio)

Se sta assumendo Gleevec e ha effetti collaterali correlati agli occhi, parla con il medico. Possono suggerire modi per alleviare i sintomi.

La perdita di capelli

La perdita dei capelli (alopecia) è un possibile effetto collaterale dell’assunzione di Gleevec.

Uno studio ha testato il funzionamento di Gleevec nelle persone affette da leucemia mieloide cronica (LMC) cromosomica positiva (Ph +). Il sette percento di queste persone aveva la caduta dei capelli dopo aver assunto il farmaco.

In un altro studio, le persone hanno assunto Gleevec per il trattamento dei tumori dello stroma gastrointestinale (GIST). Tra l’11,9% e il 14,8% di queste persone ha avuto perdita di capelli. Questo effetto collaterale è stato osservato più spesso nelle persone che hanno assunto dosi più elevate di Gleevec.

La perdita di capelli dovuta al trattamento del cancro è di solito temporanea. Se sei preoccupato per questo effetto collaterale, parla con il tuo medico. Possono suggerire suggerimenti per aiutarti a ridurre la caduta dei capelli durante il trattamento.

Eruzione cutanea e altri effetti collaterali della pelle

Gleevec può causare effetti collaterali lievi e più gravi sulla pelle.

Reazioni cutanee più comuni

Eruzioni cutanee e altre lievi reazioni cutanee sono molto comuni nelle persone che assumono Gleevec.

Negli studi clinici, le persone hanno assunto Gleevec per il trattamento della leucemia mieloide cronica Ph + (LMC). Fino al 40,1% di queste persone ha avuto eruzioni cutanee o altre reazioni cutanee dopo l’assunzione del farmaco.

In altri studi clinici, le persone hanno assunto Gleevec per tumori stromali gastrointestinali (GIST). Dopo aver assunto il farmaco, fino al 49,8% di queste persone ha avuto eruzioni cutanee o altre reazioni cutanee. Questi includevano:

  • desquamazione della pelle
  • pelle secca
  • scolorimento della pelle (una tinta bluastra sulla pelle)
  • infezioni dei follicoli piliferi (sacche sotto la pelle che trattengono le radici dei capelli)
  • eritema (arrossamento della pelle)
  • porpora (macchie di colore viola sulla pelle)

Questi effetti collaterali erano più comuni nelle persone che assumevano dosi più elevate di Gleevec.

Se sei preoccupato per eruzioni cutanee o altre lievi reazioni cutanee dovute a Gleevec, parla con il tuo medico. Possono suggerire modi per alleviare i sintomi.

Gravi reazioni cutanee

Negli studi clinici, le reazioni cutanee gravi sono state molto rare nelle persone che hanno assunto Gleevec. Fino all’1% delle persone che hanno assunto questo farmaco ha avuto una grave reazione cutanea. Esempi di gravi effetti cutanei correlati alla droga includono:

  • Sindrome di Stevens-Johnson (febbre; piaghe dolorose alla bocca, alla gola, agli occhi, ai genitali o all’intero corpo)
  • dermatite esfoliativa (desquamazione della pelle su ampie parti del corpo)
  • eruzione vescicolare (piccole vesciche e un’eruzione cutanea)

Eruzioni cutanee e vesciche possono essere molto dolorose. E se non vengono curati, possono intrappolare i batteri e portare a gravi infezioni. Quindi, se stai prendendo Gleevec e hai un’eruzione cutanea o vesciche con la febbre o non ti senti bene, informi immediatamente il medico. Inoltre menziona qualsiasi altra reazione cutanea che hai.

Effetti collaterali che influenzano la guida

Negli studi clinici, alcune persone che hanno assunto Gleevec hanno avuto effetti collaterali che potrebbero influenzare la loro capacità di guidare. Questi includevano:

  • vertigini: fino al 19,4% delle persone
  • visione sfocata: fino all’11,1% delle persone
  • affaticamento: nel 74,9% delle persone

Questi effetti collaterali possono influenzare la capacità di guidare veicoli o usare macchinari pesanti. Ci sono state segnalazioni di incidenti automobilistici da parte di persone che hanno preso Gleevec. Pertanto, è necessario prestare attenzione durante la guida o l’uso di macchinari durante l’assunzione di Gleevec.

Guarigione della ferita rallentata (non un effetto collaterale)

La guarigione della ferita rallentata non è stata riportata negli studi clinici su Gleevec.

Alcuni tipi di trattamento del cancro, come le radiazioni e la chemioterapia, possono indebolire il sistema immunitario. Questo può far guarire le ferite più lentamente.

Se sei preoccupato per il rallentamento della guarigione delle ferite, chiedi al tuo medico se hai un rischio maggiore per questo problema in base alle tue condizioni mediche.

Cancro al fegato (potrebbe non essere un effetto collaterale)

Il cancro al fegato non è stato riportato come effetto collaterale negli studi clinici su Gleevec. Tuttavia, si è verificato un danno al fegato sia nell’uso a breve che a lungo termine di Gleevec. Alcuni casi di danno epatico hanno portato a insufficienza epatica e trapianto di fegato.

Il danno epatico si trova spesso quando i medici controllano gli enzimi (proteine ​​speciali) che vengono prodotti nel fegato. Livelli di enzimi più alti del normale possono essere un segno di danno epatico.

Alcuni sintomi fisici di danno epatico includono:

  • nausea
  • diarrea
  • perdita di appetito
  • prurito della pelle
  • ittero (colore giallastro della pelle e del bianco degli occhi)
  • edema (gonfiore di gambe, caviglie e piedi)
  • ascite (accumulo di liquidi nella pancia)
  • lividi frequenti
  • sanguinamento frequente

Durante gli studi clinici, fino al 5% delle persone con leucemia mieloide cronica (LMC) presentava livelli di enzimi epatici gravemente elevati durante il trattamento con Gleevec. Fino al 6,8% delle persone con tumori stromali gastrointestinali (GIST) avevano livelli di enzimi epatici gravemente alti durante il trattamento. E fino allo 0,1% delle persone che hanno assunto Gleevec aveva insufficienza epatica.

Durante l’assunzione di Gleevec, il medico controllerà il funzionamento del fegato. Se manifesta segni di danno epatico durante l’assunzione di Gleevec, il medico può ridurre la dose. Ciò può prevenire danni che potrebbero causare insufficienza epatica.

Effetti collaterali nei bambini

I bambini negli studi clinici che hanno assunto Gleevec hanno avuto effetti collaterali molto simili a quelli negli adulti. Ma i ricercatori hanno trovato queste eccezioni:

  • meno bambini hanno avuto dolori muscolari o ossei rispetto agli adulti
  • l’edema (gonfiore di gambe, caviglie, piedi e area intorno agli occhi) non è stato riportato nei bambini

Gli effetti indesiderati più comunemente riportati nei bambini erano nausea e vomito. Gli effetti collaterali gravi più comuni erano bassi livelli di globuli bianchi e piastrine.

Se tuo figlio ha questi effetti collaterali, parla con il medico di tuo figlio su come gestirli.

Gleevec per CML

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato Gleevec per alcune persone con leucemia mieloide cronica Philadelphia (Ph +) cromosoma-positiva (Ph +). Il cromosoma Philadelphia è il cromosoma numero 22 con un difetto. Le persone con LMC Ph + hanno un cambiamento specifico nel loro DNA che provoca la formazione di troppi globuli bianchi.

La LMC si divide in tre fasi:

  • Fase cronica. Questa è la prima fase della LMC. Alla maggior parte delle persone viene diagnosticata la LMC durante la fase cronica. I sintomi sono generalmente lievi, se ce ne sono affatto.
  • Fase accelerata. In questa seconda fase, aumenta il numero di cellule tumorali nel sangue. Potresti avere più sintomi, come febbre e perdita di peso.
  • Fase di crisi esplosiva. In questa fase più avanzata, le cellule tumorali nel sangue si sono diffuse ad altri organi e tessuti. I sintomi possono essere più gravi.

Gleevec è approvato per il trattamento della LMC Ph + di nuova diagnosi nella fase cronica nelle persone di tutte le età.

È anche approvato per il trattamento della LMC Ph + nella fase di crisi cronica, accelerata o esplosiva per le persone che hanno avuto un trattamento senza successo con la terapia con interferone-alfa. L’interferone alfa è un farmaco che veniva usato più spesso in passato per trattare la LMC. È stato sostituito da farmaci come Gleevec che hanno dimostrato di essere più efficaci.

Efficacia

In uno studio clinico di sette anni, il tasso di sopravvivenza per gli adulti che hanno assunto Gleevec per la LMC Ph + di nuova diagnosi era dell’86,4%. Ciò significa che l’86,4% degli adulti è sopravvissuto per sette anni dopo aver iniziato a prendere Gleevec. Questo è stato confrontato con l’83,3% delle persone che hanno assunto farmaci chemioterapici standard.

In uno studio clinico, le persone che avevano precedentemente provato l’interferone alfa per la LMC assumevano Gleevec. Alcune di queste persone hanno avuto una risposta completa al trattamento con Gleevec. Ciò significa che non sono state trovate cellule cancerose nel loro sangue e che non presentavano sintomi di cancro. Ecco quante persone con LMC hanno avuto una risposta completa all’assunzione di Gleevec:

  • 95% delle persone nella fase cronica
  • Il 38% delle persone nella fase accelerata
  • 7% delle persone nella fase di crisi esplosiva

Lo studio clinico includeva anche bambini con LMC Ph + nella fase cronica. Nel gruppo che ha assunto Gleevec, il 78% dei bambini ha avuto una risposta completa al farmaco.

Altri usi per Gleevec

Inoltre la leucemia mieloide cronica (vedi sopra), la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato Gleevec per il trattamento di diverse altre condizioni.

Gleevec per leucemia linfatica acuta (TUTTI)

Gleevec è approvato dalla FDA per il trattamento di:

  • Leucemia linfocitica acuta (LLA) cromosomica positiva (Ph +) di Philadelphia recidiva * o refrattaria * negli adulti
  • Ph + ALL di nuova diagnosi nei bambini se usato con la chemioterapia

* Il cancro recidivato è tornato dopo la remissione, che è una diminuzione dei segni e dei sintomi del cancro. Il cancro refrattario non ha risposto ai precedenti trattamenti contro il cancro.

In uno studio clinico, il 19% degli adulti con ALL recidiva o refrattaria che hanno assunto Gleevec ha avuto una risposta completa nel sangue al trattamento. Ciò significa che non avevano sintomi di cancro.

Uno studio clinico ha anche esaminato i bambini con TUTTI che hanno assunto Gleevec e sottoposti a chemioterapia. Per il 70% dei bambini, il loro cancro non è peggiorato per quattro anni.

Gleevec per altri tipi di tumori del sangue

Gleevec è approvato dalla FDA per il trattamento di altri tipi di tumori del sangue, tra cui:

  • Malattie mielodisplastiche / mieloproliferative (tumori del midollo osseo) negli adulti con riarrangiamenti genici del recettore del fattore di crescita di origine piastrinica (PDGFR). In un piccolo studio clinico, il 45% delle persone trattate con Gleevec ha avuto una risposta completa nel sangue al trattamento. Ciò significa che non sono state trovate cellule cancerose nel loro sangue e che non presentavano sintomi di cancro.
  • Sindrome ipereosinofila e / o leucemia eosinofila cronica negli adulti, comprese le persone con chinasi di fusione FIP1L1-PDGFRα. In piccoli studi clinici, il 100% delle persone con mutazione del gene PDGFR che ha assunto Gleevec ha avuto una risposta completa nel sangue al trattamento. Tra il 21% e il 58% delle persone senza mutazione genetica o con uno stato di mutazione sconosciuto che ha assunto Gleevec ha avuto una risposta completa nel sangue.
  • Mastocitosi sistemica aggressiva negli adulti senza mutazione D816v c-Kit. In un piccolo studio clinico, il 100% delle persone con mutazione della chinasi di fusione FIP1L1-PDGFRα trattate con Gleevec ha avuto una risposta completa al trattamento.

Gleevec per il cancro della pelle

Gleevec è approvato dalla FDA per il trattamento di dermatofibrosarcoma protuberans, un raro tipo di tumore della pelle, negli adulti. È approvato per le persone il cui cancro:

  • non può essere operato
  • è tornato dopo il trattamento
  • è metastatico (si è diffuso ad altre parti del corpo)

Un piccolo numero di persone è stato trattato con Gleevec per questa condizione negli studi clinici. Di quelle persone che hanno assunto Gleevec, il 39% ha avuto una risposta completa al trattamento. Ciò significa che una biopsia cutanea (rimozione e test di un piccolo campione di pelle) non ha mostrato segni di cancro.

Gleevec per il cancro gastrointestinale

Gleevec è approvato dalla FDA per il trattamento dei tumori stromali gastrointestinali Kit-positivi (GIST) negli adulti che non possono essere operati o che sono metastatici (si sono diffusi ad altre parti del corpo). Gleevec è anche approvato per trattare GIST negli adulti che hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere i tumori. Questa forma di trattamento (trattamento adiuvante) viene utilizzata per prevenire il ritorno del cancro dopo l’intervento chirurgico.

Negli studi clinici, le persone con GIST che non possono essere rimosse chirurgicamente hanno assunto 400 o 800 mg di Gleevec. Sono sopravvissuti per circa quattro anni.

Altre persone con GIST hanno subito un intervento chirurgico. Tra 14 e 70 giorni dopo, hanno iniziato a prendere Gleevec nello studio. Avevano circa il 60% in meno di rischio di morte o di ritorno del cancro per un periodo di 12 mesi. Questo è stato confrontato con le persone che hanno assunto un placebo (trattamento senza farmaci attivi).

Usi off-label per Gleevec

Oltre agli usi sopra elencati, Gleevec può essere usato off-label per altri usi. L’uso di droghe off-label è quando un farmaco approvato per un uso è prescritto per un altro non approvato.

Gleevec può essere usato off-label per altri tumori, tra cui:

  • cancro alla prostata, secondo uno studio del 2015
  • melanoma, secondo le linee guida per il trattamento della Rete nazionale contro il cancro
  • diabete di tipo 1, secondo uno studio clinico del 2018

Tuttavia, non ci sono molte ricerche su come funziona Gleevec negli esseri umani in queste condizioni. Sono necessari ulteriori studi per determinare se Gleevec aiuta a trattare ogni condizione.

Gleevec per bambini

Gleevec è approvato dalla FDA come trattamento per i bambini con le seguenti condizioni:

  • leucemia mieloide cronica (LMC) Philadelphia-positivo (Ph +) di nuova diagnosi nella fase cronica (la prima fase della malattia)
  • leucemia linfatica acuta Ph + di nuova diagnosi (TUTTI) se usato con la chemioterapia

Gleevec è approvato per l’uso nei bambini di tutte le età. Tuttavia, non sono stati condotti studi sulla sicurezza o efficacia di Gleevec nei bambini di età inferiore a 1 anno.

Dosaggio di Gleevec

Il dosaggio di Gleevec prescritto dal medico dipenderà da diversi fattori. Questi includono:

  • il tipo e la gravità della condizione che stai utilizzando Gleevec per il trattamento
  • età
  • peso (per bambini)
  • presenza di mutazioni geniche
  • altre condizioni mediche che potresti avere
  • altri farmaci che potresti assumere
  • effetti collaterali che potresti avere

La dose che riceverai dipende dal tuo cancro. Per alcuni tumori, il medico può iniziare con un basso dosaggio. Quindi lo aggiusteranno nel tempo per raggiungere il dosaggio giusto per te.

Le seguenti informazioni descrivono i dosaggi comunemente utilizzati o consigliati. Tuttavia, assicurati di prendere il dosaggio prescritto dal medico per te. Il medico stabilirà il dosaggio migliore per soddisfare le tue esigenze.

Forme e punti di forza della droga

Gleevec si presenta come un tablet che prendi per bocca (lo inghiotti). È disponibile in compresse da 100 mg e compresse da 400 mg.

Le compresse da 100 mg e 400 mg vengono fornite in flaconi. Le compresse da 400 mg sono anche disponibili in blister che sono difficili da aprire per i bambini.

Dosaggi di Gleevec

Le seguenti dosi sono tipici dosaggi iniziali per ogni condizione:

  • adulti con leucemia mieloide cronica Philadelphia Philadelphia (Ph +) positiva (LMC) nella fase cronica (la prima fase della malattia): 400 mg / giorno
  • adulti con LMC Ph + nella fase di crisi accelerata o esplosione (la seconda e la terza fase della malattia): 600 mg / giorno
  • adulti con leucemia linfatica acuta Ph + (TUTTI): 600 mg / giorno
  • adulti con malattia mielodisplastica / mieloproliferativa: 400 mg / giorno
  • adulti con mastocitosi sistemica aggressiva: 100 mg o 400 mg / giorno
  • adulti con sindrome ipereosinofila e / o leucemia eosinofila cronica: 100 mg / giorno o 400 mg / giorno
  • adulti con dermatofibrosarcoma protuberans: 800 mg / giorno
  • adulti con tumori stromali gastrointestinali (GIST): 400 mg / giorno

Il medico può prescriverle un dosaggio diverso. Lo baseranno su quanto bene il tuo corpo risponde al farmaco, quanto sono gravi i tuoi effetti collaterali e altri fattori. Se hai domande sul giusto dosaggio di Gleevec per te, parla con il tuo medico.

Dosaggio pediatrico

I dosaggi per i bambini sono i seguenti:

  • bambini con LMC Ph + nella fase cronica (la prima fase della malattia): 340 mg / m2 / giorno
  • bambini con Ph + ALL: 340 mg / m2 / giorno da assumere con chemioterapia

Il medico del bambino baserà il dosaggio sull’altezza e sul peso del bambino. (Quindi 340 mg / m2 significa 340 mg per metro quadrato di superficie corporea.) Ad esempio, se il bambino è alto 4 piedi e pesa 49 libbre, la sua superficie corporea è di circa 0,87 m2. Quindi il dosaggio per Ph + CML sarebbe di 300 mg.

Cosa succede se mi manca una dose?

Se si dimentica una dose di Gleevec, prenderne una non appena se ne ricorda. Se è quasi l’ora della dose successiva, attenda e prenda la dose successiva come da programma. Non prenda due dosi per compensare la dose dimenticata. Ciò può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali.

Dovrò usare questo farmaco a lungo termine?

Gleevec è pensato per essere usato come trattamento a lungo termine. Se tu e il tuo medico decidete che Gleevec è sicuro ed efficace per voi, probabilmente lo prenderete a lungo termine.

Alternative a Gleevec

Sono disponibili altri farmaci che possono trattare la tua condizione. Alcuni potrebbero essere più adatti a te di altri. Se sei interessato a trovare un’alternativa a Gleevec, parla con il tuo medico per saperne di più su altri farmaci che potrebbero funzionare bene per te.

Nota: Alcuni dei farmaci elencati qui sono usati off-label per il trattamento di queste condizioni specifiche.

Alternativa per LMC

Esempi di altri farmaci che possono essere usati per trattare la leucemia mieloide cronica (LMC) Philadelphia-positivo (Ph +) sono:

  • dasatinib (Sprycel)
  • nilotinib (Tasigna)
  • bosutinib (Bosulif)
  • ponatinib (Iclusig)
  • omacetaxina (Synribo)
  • daunorubicina (Cerubidina)
  • citarabina
  • interferone alfa (Intron A)

Alternativa a GIST

Esempi di altri farmaci che possono essere usati per trattare i tumori dello stroma gastrointestinale (GIST) sono:

  • sunitinib (Sutent)
  • regorafenib (Stivarga)
  • sorafenib (Nexavar)
  • nilotinib (Tasigna)
  • dasatinib (Sprycel)
  • pazopanib (Votrient)

Sono disponibili anche alternative per altre condizioni che Gleevec può trattare. Parla con il tuo medico di quali farmaci possono essere usati per la tua condizione.

Gleevec vs. Tasigna

Potresti chiederti come Gleevec paragona ad altri farmaci prescritti per usi simili. Qui guardiamo come Gleevec e Tasigna sono simili e diversi.

USI

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato sia Gleevec che Tasigna per il trattamento di alcuni tipi di tumori del sangue.

I farmaci sono approvati dalla FDA per il trattamento della leucemia mieloide cronica (LMC) di Filadelfia (LM +) di nuova diagnosi nella fase cronica negli adulti e nei bambini.

Leucemia mieloide cronica (LMC) è divisa in tre fasi:

  • Fase cronica. Questa è la prima fase della LMC. Alla maggior parte delle persone viene diagnosticata la LMC durante la fase cronica. I sintomi sono generalmente lievi, se ce ne sono affatto.
  • Fase accelerata. In questa seconda fase, aumenta il numero di cellule tumorali nel sangue. Potresti avere più sintomi, come febbre e perdita di peso.
  • Fase di crisi esplosiva. In questa fase più avanzata, le cellule tumorali nel sangue sono diffuse ad altri organi e tessuti. I sintomi possono essere più gravi.

Gleevec è approvato per il trattamento della LMC positiva per Filadelfia (Ph +) negli adulti che si trovano nella fase di crisi cronica, accelerata o esplosiva se la terapia con interferone alfa non ha funzionato.

L’interferone alfa è un farmaco che usa regolarmente usato per trattare la LMC in passato. È un farmaco artificiale che agisce come determinate proteine ​​del sistema immunitario e previene la crescita delle cellule tumorali.

Tasigna è approvato per il trattamento della LMC Ph + nelle fasi croniche o accelerare negli adulti se altri trattamenti non hanno funzionato, incluso il trattamento con Gleevec. Tasigna non è stata approvata per la fase di crisi esplosiva.

Tasigna è inoltre autorizzata a trattare la LMC Ph + nei bambini di età pari o superiore a 1 anno se altri trattamenti non hanno funzionato. Gleevec è approvato per il trattamento della LMC Ph + di nuova diagnosi nei bambini.

Gleevec è anche approvato per il trattamento di altri tipi di tumori. Vedi la sezione “Altri usi di Gleevec” per saperne di più.

Forme e somministrazione di farmaci

Gleevec contiene il farmaco imatinib. Tasigna contiene il farmaco nilotinib.

Gleevec viene fornito come un tablet. Tasigna si presenta come una capsula. Vengono i farmaci vengono assunti per via orale.

Gleevec viene assunto una o due volte al giorno, a seconda della dose. Tasigna viene assunto due volte al giorno.

Gleevec è disponibile in compresse da 100 mg e 400 mg. Tasigna si presenta in capsule da 50 mg, 150 mg e 200 mg.

Effetti collaterali e rischi

Gleevec e Tasigna elencati farmaci simili. Pertanto, entrambi i farmaci possono causare effetti collaterali molto simili. Di seguito sono elencati esempi di questi effetti collaterali.

Effetti collaterali più comuni

Questi elenchi descritti esempi di effetti collaterali più comuni che possono essere utilizzati con Gleevec, con Tasigna o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può essere con Gleevec:
    • edema (gonfiore di gambe, caviglie e piedi e intorno agli occhi)
    • crampi muscolari
    • dolore muscolare
    • dolore osseo
    • mal di stomaco
  • Può svolgere con Tasigna:
    • mal di testa
    • prurito della pelle
    • tosse
    • stipsi
    • dolori articolari
    • rinofaringite (raffreddore comune)
    • Febbre
    • sudorazioni notturne
  • Può verificarsi con Gleevec e Tasigna:
    • nausea
    • vomito
    • diarrea
    • eruzione cutanea
    • stanchezza (mancanza di energia)

Effetti collaterali gravi

Questi elenchi contengono esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi con Gleevec, con Tasigna o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Gleevec:
    • insufficienza cardiaca congestizia o problemi cardiaci come insufficienza cardiaca sinistra
    • perforazioni gastrointestinali (buchi nello stomaco o nell’intestino)
    • gravi reazioni cutanee, inclusa la sindrome di Stevens-Johnson (febbre; piaghe dolorose alla bocca, alla gola, agli occhi, ai genitali o all’intero corpo)
    • danno ai reni
    • ipotiroidismo (bassi livelli di tiroide) nelle persone a cui è stata rimossa la tiroide
  • Può verificarsi con Tasigna:
    • lungo intervallo QT (attività elettrica anormale nel cuore), che è raro ma potrebbe portare a morte improvvisa
    • ostruito i vasi sanguigni nel cuore
    • pancreatite
    • squilibri elettrolitici (livelli alti o bassi di alcuni minerali)
  • Può verificarsi con Gleevec e Tasigna:
    • disturbi del sangue, tra cui anemia (bassi livelli di globuli rossi), neutropenia (bassi livelli di globuli bianchi) e trombocitopenia (bassi livelli di piastrine)
    • danno al fegato
    • sindrome da lisi tumorale (le cellule tumorali rilasciano sostanze chimiche dannose nel sangue)
    • emorragia (sanguinamento che non si ferma)
    • grave ritenzione idrica (troppo fluido o acqua)
    • crescita rallentata nei bambini

Efficacia

Gleevec e Tasigna hanno diversi usi approvati dalla FDA. Ma entrambi trattano Ph + CML nelle fasi cronica e accelerata se alcuni altri trattamenti non hanno funzionato. La LMC ha tre fasi: cronica (fase 1), accelerata (fase 2) e crisi esplosiva (fase 3).

L’uso di Gleevec e Tasigna nel trattamento della LMC Ph + di nuova diagnosi negli adulti è stato confrontato direttamente in uno studio clinico. I ricercatori hanno confrontato le persone che hanno assunto 400 mg di Gleevec una volta al giorno o 300 mg di Tasigna due volte al giorno.

Dopo 12 mesi di trattamento, il 65% delle persone che hanno assunto Gleevec non aveva cellule Ph + nel midollo osseo (dove crescono le cellule CML cancerose). Delle persone che hanno assunto Tasigna, l’80% non aveva cellule Ph + nel midollo osseo.

Dopo cinque anni di trattamento, il 60% delle persone che hanno assunto Gleevec aveva un numero significativamente ridotto di geni cancerosi nel sangue. Questo è stato confrontato con il 77% delle persone che hanno assunto Tasigna.

Anche dopo cinque anni di trattamento, il 91,7% delle persone che hanno assunto Gleevec era ancora vivo. Questo è rispetto al 93,7% delle persone che hanno assunto Tasigna.

I risultati di questo studio suggeriscono che Tasigna potrebbe essere più efficace di Gleevec nel trattamento della LMC Ph + di nuova diagnosi nella fase cronica.

Costi

Gleevec e Tasigna sono entrambi farmaci di marca. Tasigna non ha una forma generica, ma Gleevec ha una forma generica chiamata imatinib. I farmaci di marca costano generalmente più dei farmaci generici.

Anche la forma generica di Gleevec (imatinib) costa meno di Tasigna. Il prezzo effettivo che pagherai per entrambi i farmaci dipende dalla tua dose, dal piano assicurativo, dalla tua posizione e dalla farmacia che usi.

Gleevec vs. Sprycel

Potresti chiederti come Gleevec paragona ad altri farmaci prescritti per usi simili. Qui guardiamo come Gleevec e Sprycel sono simili e diversi.

USI

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato sia Gleevec che Sprycel per il trattamento di alcuni tipi di tumori del sangue.

Entrambi i farmaci sono entrambi approvati dalla FDA per il trattamento della leucemia mieloide cronica (LMC) di Filadelfia (LM +) di nuova diagnosi nella fase cronica negli adulti e nei bambini.

La LMC si divide in tre fasi:

  • Fase cronica. Questa è la prima fase della LMC. Alla maggior parte delle persone viene diagnosticata la LMC durante la fase cronica. I sintomi sono generalmente lievi, se ce ne sono affatto.
  • Fase accelerata. In questa seconda fase, aumenta il numero di cellule tumorali nel sangue. Potresti avere più sintomi, come febbre e perdita di peso.
  • Fase di crisi esplosiva. In questa fase più avanzata, le cellule tumorali nel sangue si sono diffuse ad altri organi e tessuti. I sintomi possono essere più gravi.

Gleevec e Sprycel sono usati per trattare la LMC Ph + negli adulti nella fase cronica.

Gleevec è anche usato per il trattamento della LMC Ph + negli adulti nelle fasi croniche, accelerate o di esplosione se la terapia con interferone alfa non ha funzionato. L’interferone alfa è un farmaco che veniva comunemente usato per trattare la LMC in passato. È un farmaco artificiale che agisce come determinate proteine ​​del sistema immunitario e previene la crescita delle cellule tumorali.

Sprycel è anche usato per trattare la LMC Ph + negli adulti nelle fasi croniche, accelerate o di esplosione se Gleevec non ha funzionato.

Sia Gleevec che Sprycel sono approvati per il trattamento della LMC Ph + nella fase cronica nei bambini. Entrambi sono anche approvati per il trattamento della leucemia linfatica acuta Ph + (TUTTI) nei bambini insieme alla chemioterapia.

Gleevec è anche approvato per il trattamento di altri tipi di tumori. Vedi la sezione “Altri usi di Gleevec” per saperne di più.

Forme e somministrazione di farmaci

Gleevec contiene il farmaco imatinib. Sprycel contiene il farmaco dasatinib.

Gleevec e Sprycel vengono entrambi in compresse da assumere per bocca (le ingoiate).

Le compresse di Gleevec sono disponibili in due dosaggi: 100 mg e 400 mg. Viene assunto una o due volte al giorno, a seconda della dose.

Le compresse di Sprycel sono disponibili nei seguenti dosaggi: 20 mg, 50 mg, 70 mg, 80 mg, 100 mg e 140 mg. Sprycel viene assunto una volta al giorno.

Effetti collaterali e rischi

Gleevec e Sprycel sono simili ma contengono diversi farmaci. Pertanto, entrambi i farmaci possono causare effetti collaterali molto simili. Di seguito sono riportati esempi di questi effetti collaterali.

Effetti collaterali più comuni

Questi elenchi contengono esempi di effetti collaterali più comuni che possono verificarsi con Gleevec, con Sprycel o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Gleevec:
    • vomito
    • crampi muscolari
    • mal di pancia
    • edema della zona degli occhi (gonfiore intorno agli occhi)
  • Può verificarsi con Sprycel:
    • problema respiratorio
    • mal di testa
    • emorragia
    • sistema immunitario indebolito (anche il tuo corpo non può combattere le infezioni)
  • Può verificarsi con Gleevec e Sprycel:
    • edema (gonfiore di gambe, caviglie e piedi)
    • nausea
    • dolore muscolare
    • dolore osseo
    • diarrea
    • eruzione cutanea
    • stanchezza (mancanza di energia)

Effetti collaterali gravi

Queste liste contengono esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi con Gleevec, con Sprycel o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Gleevec:
    • problemi cardiaci, come insufficienza cardiaca congestizia
    • danno al fegato
    • perforazioni gastrointestinali (buchi nello stomaco o nell’intestino)
    • danno ai reni
    • ipotiroidismo (bassi livelli di tiroide) nelle persone a cui è stata rimossa la tiroide
  • Può verificarsi con Sprycel:
    • ipertensione arteriosa polmonare (alta pressione sanguigna nei vasi sanguigni nei polmoni)
    • lungo intervallo QT (un tipo di attività elettrica anormale nel tuo cuore)
    • attacco cardiaco ischemico (mancanza di ossigeno ai muscoli cardiaci)
  • Può verificarsi con Gleevec e Sprycel:
    • grave ritenzione idrica (troppo fluido o acqua) attorno a polmoni, cuore e pancia
    • gravi patologie del sangue (bassi livelli di globuli rossi, piastrine o globuli bianchi)
    • grave emorragia (sanguinamento che non si ferma)
    • gravi reazioni cutanee, inclusa la sindrome di Stevens-Johnson (febbre; piaghe dolorose alla bocca, alla gola, agli occhi, ai genitali o all’intero corpo)
    • sindrome da lisi tumorale (le cellule tumorali rilasciano sostanze chimiche dannose nel sangue)
    • frequenza cardiaca o ritmo anomali (battito cardiaco troppo veloce, troppo lento o irregolare)
    • crescita stentata nei bambini

Efficacia

Gleevec e Sprycel hanno diversi usi approvati dalla FDA. Entrambi trattano la LMC Ph + di nuova diagnosi nella fase cronica (la prima fase della LMC) negli adulti e nei bambini. Gleevec e Sprycel trattano anche Ph + ALL nei bambini se usati in combinazione con la chemioterapia.

Inoltre, sia Gleevec che Sprycel trattano Ph + CML nelle fasi avanzate e esplosione negli adulti, o Ph + ALL, se altri farmaci non hanno funzionato per loro.

L’uso di Gleevec e Sprycel nel trattamento della LMC Ph + di nuova diagnosi negli adulti è stato confrontato direttamente in uno studio clinico. I ricercatori hanno confrontato le persone che assumevano 400 mg di Gleevec al giorno o 100 mg di Sprycel al giorno.

Entro 12 mesi, il 66,2% delle persone che hanno assunto Gleevec non aveva cellule Ph + nel midollo osseo (dove si sviluppano le cellule cancerose CML). Nel gruppo che ha assunto Sprycel, il 76,8% delle persone non aveva cellule Ph + nel midollo osseo.

Dopo cinque anni di trattamento, si stima che l’89,6% delle persone che hanno assunto Gleevec fosse ancora vivo. Questo è rispetto a circa il 90,9% delle persone che hanno assunto Sprycel.

I risultati di questo studio suggeriscono che Sprycel potrebbe essere leggermente più efficace di Gleevec nel trattamento della LMC Ph + di nuova diagnosi nella fase cronica.

Costi

Gleevec e Sprycel sono entrambi farmaci di marca. Sprycel non ha una forma generica, ma Gleevec ha una forma generica chiamata imatinib. I farmaci di marca costano generalmente più dei farmaci generici.

La forma generica di Gleevec (imatinib) può anche costare meno di Sprycel. Il prezzo effettivo che pagherai per entrambi i farmaci dipende dalla tua dose, dal tuo piano assicurativo, dalla tua posizione e dalla farmacia che usi.

Gleevec e alcool

Non è noto se Gleevec e l’alcool interagiscano tra loro.

Tuttavia, il tuo fegato metabolizza (scompone) sia Gleevec che alcool. Quindi, bere troppo alcol durante l’assunzione di Gleevec può impedire al fegato di abbattere il farmaco. Ciò potrebbe aumentare i livelli di Gleevec nel tuo corpo e aumentare il rischio di gravi effetti collaterali, tra cui danni al fegato.

Sia Gleevec che l’alcol possono causare effetti collaterali come:

  • nausea
  • diarrea
  • mal di testa
  • stanchezza (mancanza di energia)

Bere alcolici durante il trattamento con Gleevec potrebbe aumentare il rischio di avere questi effetti collaterali.

Se bevi alcolici, parla con il tuo medico di quanto è sicuro per te durante il trattamento con Gleevec.

Interazioni con Gleevec

Gleevec può interagire con molti altri farmaci. Può anche interagire con determinati integratori e determinati alimenti.

Interazioni diverse possono causare effetti diversi. Ad esempio, alcuni possono interferire con il funzionamento di un farmaco, mentre altri possono causare effetti collaterali.

Gleevec e altri farmaci

Di seguito è riportato un elenco di farmaci che possono interagire con Gleevec. Questo elenco non contiene tutti i farmaci che potrebbero interagire con Gleevec.

Prima di prendere Gleevec, si rivolga al medico e al farmacista. Raccontagli di tutte le prescrizioni, farmaci da banco e altri farmaci che prendi. Parla anche di eventuali vitamine, erbe e integratori che usi. La condivisione di queste informazioni può aiutarti a evitare potenziali interazioni.

In caso di domande sulle interazioni farmacologiche che potrebbero interessarti, si rivolga al medico o al farmacista.

Gleevec e Tylenol

L’assunzione di Gleevec con Tylenol (acetaminofene) può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali, come danni al fegato.

Gli enzimi (proteine ​​speciali) nel fegato scompongono sia Gleevec che Tylenol. Insieme, i due farmaci possono sopraffare gli enzimi e danneggiare le cellule del fegato.

Chiedi al tuo medico se è sicuro assumere Tylenol durante il trattamento con Gleevec.

Gleevec e alcuni farmaci per le convulsioni

L’assunzione di Gleevec con determinati farmaci per le convulsioni può ridurre i livelli di Gleevec nel corpo. Questo può rendere Gleevec meno efficace (lavorare meno bene).

Esempi di farmaci per le convulsioni che possono ridurre i livelli di Gleevec includono:

  • fenitoina (Dilantin, Phenytek)
  • carbamazepina (carbatrolo, tegretolo)
  • fenobarbital

Se sta assumendo Gleevec e alcuni farmaci per le convulsioni, il medico può prescrivere un diverso farmaco per le convulsioni o regolare il dosaggio di Gleevec.

Gleevec e alcuni antibiotici

L’assunzione di Gleevec con alcuni antibiotici (farmaci che trattano le infezioni batteriche) può aumentare i livelli di Gleevec nel corpo. Gli antibiotici impediscono a Gleevec di degradarsi nel tuo corpo. Ciò aumenta il rischio di gravi effetti collaterali.

Un esempio di antibiotico che può aumentare i livelli di Gleevec è la claritromicina (Biaxin XL).

Se stai assumendo Gleevec e hai bisogno di un antibiotico, il medico potrebbe monitorarti per gli effetti collaterali. Potrebbero anche ridurre il dosaggio di Gleevec per un certo periodo.

Gleevec e alcuni antifungini

L’assunzione di Gleevec con alcuni antifungini (farmaci che trattano le infezioni fungine) può prevenire la rottura di Gleevec nel corpo. Ciò può aumentare i livelli di Gleevec nel sangue e aumentare il rischio di gravi effetti collaterali.

Esempi di antifungini che possono aumentare i livelli di Gleevec sono:

  • itraconazolo (Onmel, Sporanox, Tolsura)
  • chetoconazolo (Extina, Ketozole, Xolegel)
  • voriconazolo (Vfend)

Se stai assumendo Gleevec e hai bisogno di un trattamento antifungino, il medico ti controllerà per gli effetti collaterali. Potrebbero anche ridurre il dosaggio di Gleevec per un certo periodo.

Gleevec e oppioidi

L’assunzione di Gleevec con determinati farmaci antidolorifici può aumentare i livelli di antidolorifico nel corpo. Ciò potrebbe aumentare le probabilità di avere gravi effetti collaterali come sedazione (sonnolenza e meno allerta) e depressione respiratoria (respirazione lenta).

Esempi di farmaci per il dolore da oppiacei che possono aumentare i livelli di Gleevec includono:

  • ossicodone (Oxycontin, Roxicodone, Xtampza ER)
  • tramadolo (ConZip, Ultram)
  • metadone (Dolophine, Methadose)

Parlate con il vostro medico se è sicuro assumere antidolorifici durante il trattamento con Gleevec. Possono suggerire altri modi per alleviare il dolore.

Gleevec e alcuni farmaci per l’HIV

L’assunzione di Gleevec con determinati farmaci per l’HIV può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali. Alcuni farmaci per l’HIV possono impedire il collasso di Gleevec, portando a livelli più elevati di Gleevec nel tuo corpo.

Esempi di farmaci per l’HIV che possono aumentare i livelli di Gleevec includono:

  • atazanavir (Reyataz)
  • nevirapina (Viramune)
  • saquinavir (Invirase)

Un altro farmaco per l’HIV, efavirenz (Sustiva), può ridurre i livelli di Gleevec nel corpo. Ciò può rendere Gleevec meno efficace.

Molti farmaci per l’HIV arrivano in compresse combinate, il che significa che includono più di un farmaco. Quindi assicurati di parlare con il tuo medico di tutti i farmaci per l’HIV che prendi.

Se è necessario assumere Gleevec con determinati farmaci per l’HIV, il medico può modificare il dosaggio di Gleevec.

Gleevec e alcuni farmaci per la pressione sanguigna

L’assunzione di Gleevec con determinati farmaci per la pressione sanguigna può aumentare o diminuire i livelli di entrambi i farmaci nel corpo. Ciò potrebbe aumentare le probabilità di avere effetti collaterali o ridurre l’efficacia dei farmaci.

Esempio di questi farmaci includono verapamil (Calan, Tarka).

Se è necessario assumere Gleevec con uno di questi farmaci, il medico la controllerà più attentamente per gli effetti collaterali. Possono anche regolare il dosaggio di entrambi i farmaci o raccomandare un altro farmaco.

Gleevec e warfarin

L’assunzione di Gleevec con warfarin (Coumadin, Jantoven) può aumentare il rischio di sanguinamento. Gleevec impedisce al warfarin di degradarsi nel tuo corpo. Ciò aumenta i livelli di warfarin e può portare a sanguinamenti difficili da controllare.

Se ha bisogno di un anticoagulante (fluidificante del sangue) durante l’assunzione di Gleevec, il medico probabilmente prescriverà un farmaco diverso dal warfarin.

Gleevec e iperico

Prendere Gleevec con l’erba di San Giovanni può ridurre i livelli di Gleevec nel tuo corpo. Questo può rendere Gleevec meno efficace (non funziona anche).

Chiedi al tuo medico se l’erba di San Giovanni è sicura da assumere durante il trattamento con Gleevec. Possono raccomandare un’alternativa all’erba di San Giovanni o aumentare la dose di Gleevec.

Gleevec e pompelmo

Mangiare pompelmo o bere succo di pompelmo durante il trattamento con Gleevec può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali. Il pompelmo contiene sostanze chimiche che impediscono a Gleevec di degradarsi nel tuo corpo. Ciò provoca un aumento dei livelli di Gleevec, che può portare a effetti collaterali più gravi.

Assicurati di evitare di mangiare pompelmo e bere succo di pompelmo durante il trattamento con Gleevec.

Come prendere Gleevec

Assicurati di assumere Gleevec secondo le istruzioni del medico o dell’operatore sanitario.

Quando prenderlo

Per dosi di Gleevec di 600 mg o meno, il farmaco deve essere assunto una volta al giorno. Puoi prenderlo in qualsiasi momento.

Se il medico prescrive 800 mg di Gleevec al giorno, lo prenderà in due dosi: 400 mg al mattino e 400 mg la sera.

Il medico le fornirà le istruzioni su quando deve assumere la dose.

Assunzione di Gleevec con il cibo

Prendi Gleevec con un pasto e un bicchiere d’acqua. Questo può aiutare a prevenire mal di stomaco.

Gleevec può essere schiacciato, diviso o masticato?

Non dovresti schiacciare, dividere o masticare compresse Gleevec. Le compresse schiacciate e divise possono essere dannose per qualsiasi pelle o altre parti del corpo che vengono a contatto con esse.

In caso di problemi a deglutire le compresse di Gleevec, posizionare la compressa in un bicchiere d’acqua o succo di mela. Mescola l’acqua con un cucchiaio per far sciogliere la compressa. Quindi bevi subito il composto.

Come funziona Gleevec

Gleevec contiene il farmaco imatinib, che appartiene a una classe di farmaci chiamati inibitori della tirosina chinasi (TKI). I farmaci nella classe di farmaci TKI sono terapie mirate. Colpiscono proteine ​​molto specifiche nelle cellule tumorali.

Gleevec è approvato per il trattamento di diverse condizioni. Qui esploreremo come funziona Gleevec per curarne due.

Per Ph + CML

Nella leucemia mieloide cronica (LMC) Philadelphia-positiva (Ph +), le cellule che creano i globuli bianchi hanno un errore nella loro composizione genetica. Questo errore genetico si trova su un filamento di DNA chiamato cromosoma di Filadelfia.

Il cromosoma Philadelphia contiene un gene anormale (BCR-ABL1) che provoca la formazione di troppi globuli bianchi. Questi globuli bianchi non maturano e muoiono come dovrebbero. I globuli bianchi immaturi chiamati “esplosioni” espellono altri tipi di globuli di cui il sangue ha bisogno per funzionare correttamente.

Gleevec agisce legandosi a una proteina, chiamata tirosina chinasi, nelle cellule prodotte da BCR-ABL1. Quando Gleevec si lega a questa proteina, il farmaco impedisce alla cellula di inviare segnali che indicano alla cellula di crescere. Senza questi segnali di crescita, le cellule del sangue cancerose muoiono. Questo aiuta a ripristinare il numero di celle di esplosione su un numero più sano.

Per GIST

Gleevec aiuta anche a trattare i tumori stromali gastrointestinali (GIST). In molte cellule tumorali GIST, esiste un numero più elevato di determinate proteine, chiamate Kit e fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF), rispetto alle cellule normali. Queste proteine ​​aiutano le cellule tumorali a crescere e dividersi.

Gleevec prende di mira queste proteine ​​e impedisce loro di funzionare. Questo rallenta la crescita del cancro. Inoltre fa morire le cellule tumorali.

Quanto tempo ci vuole per funzionare?

Dipende. Il momento in cui Gleevec inizia a funzionare è diverso per ogni persona.

Gli studi clinici hanno esaminato le persone con LMC che hanno assunto Gleevec. In un mese, il numero di cellule cancerose nel sangue è stato ridotto in circa la metà delle persone nella fase di crisi esplosiva (stadio avanzato della LMC). Negli studi su persone con GIST che hanno assunto Gleevec, i tumori hanno smesso di crescere o si sono ridotti in tre mesi.

Il medico monitorerà regolarmente il sangue per vedere se Gleevec sta lavorando per te.

Gleevec e gravidanza

Dovresti evitare Gleevec se sei incinta. Sono stati segnalati aborti e danni al feto nelle donne che hanno assunto Gleevec durante la gravidanza. E negli studi sugli animali, le donne in gravidanza cui è stato somministrato Gleevec avevano un aumentato rischio di difetti alla nascita.

Se sei incinta, il medico può consigliarti di aspettare fino a dopo il parto per iniziare a prendere Gleevec. Oppure raccomanderanno un farmaco diverso.

Se stai assumendo Gleevec, è importante utilizzare un efficace controllo delle nascite in modo da non rimanere incinta. Dopo aver assunto l’ultima dose di Gleevec, continua a usare il controllo delle nascite per 14 giorni.

Gleevec e allattamento

Gli studi dimostrano che Gleevec passa nel latte materno umano. Ciò può causare gravi danni a un bambino che allatta.

Se stai allattando e stai pensando di prendere Gleevec, il medico può consigliarle di interrompere l’allattamento quando inizi il trattamento.

Dopo aver assunto l’ultima dose di Gleevec, attendere almeno un mese prima di iniziare l’allattamento.

Overdose di Gleevec

Prendere troppo Gleevec può aumentare il rischio di gravi effetti collaterali.

Sintomi di overdose

I sintomi di un sovradosaggio possono includere:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • mal di pancia
  • eruzione cutanea grave
  • spasmi muscolari (contrazioni)
  • mal di testa
  • mancanza di appetito
  • debolezza muscolare
  • stanchezza (mancanza di energia)
  • gonfiore
  • disturbi del sangue, come bassi livelli di piastrine, globuli rossi o globuli bianchi
  • Febbre

Domande frequenti su Gleevec

Ecco le risposte ad alcune domande frequenti su Gleevec.

Gleevec è un tipo di chemioterapia?

Gleevec non è tecnicamente una forma di chemioterapia. Gleevec è una terapia mirata che colpisce molecole specifiche nelle cellule tumorali.

Individuando molecole specifiche, terapie mirate come Gleevec aiutano a rallentare la crescita e la diffusione delle cellule tumorali. Il medico prescriverà in genere una terapia mirata per te in base al tipo di tumore che hai.

I farmaci chemioterapici sono diversi dalle terapie mirate. I farmaci chemioterapici agiscono su tutte le cellule del corpo in rapida crescita, non solo sulle cellule tumorali. I farmaci chemioterapici di solito uccidono le cellule in crescita e influenzano più cellule del corpo rispetto alla terapia mirata.

La forma generica di Gleevec è efficace quanto il farmaco di marca?

La Food and Drug Administration (FDA) richiede ai produttori di farmaci generici di dimostrare che il loro prodotto ha:

  • lo stesso principio attivo del farmaco di marca
  • la stessa forza e forma di dosaggio del farmaco di marca
  • la stessa via di somministrazione (come si prende il farmaco)

Il farmaco generico deve inoltre funzionare allo stesso modo e anche con il prodotto di marca.

Secondo la FDA, la forma generica di Gleevec soddisfa questi requisiti. Ciò significa che la FDA garantisce che la forma generica è efficace quanto il farmaco di marca.

Posso sviluppare resistenza al trattamento con Gleevec?

Sì. È possibile sviluppare resistenza a Gleevec. La resistenza significa che il farmaco smette di funzionare nel tempo. Si pensa che ciò sia causato da un cambiamento nei geni delle cellule tumorali.

Se sviluppa resistenza a Gleevec, il medico può prescrivere una dose più elevata. Vedranno se le cellule tumorali rispondono di nuovo al farmaco. Il medico può anche prescrivere un farmaco diverso a cui non si ha resistenza.

Ci sono restrizioni dietetiche che dovrei seguire durante l’assunzione di Gleevec?

Non ci sono restrizioni dietetiche formali da seguire durante l’assunzione di Gleevec. Tuttavia, dovresti evitare di mangiare pompelmo e bere succo di pompelmo. Il pompelmo contiene una sostanza chimica che può impedire al corpo di metabolizzare (abbattere) Gleevec. Ciò può portare a livelli più alti di farmaco nel sangue. Livelli di Gleevec più alti del normale aumentano il rischio di gravi effetti collaterali.

Inoltre, il medico può fornirti consigli generali sulla tua dieta per alleviare alcuni effetti collaterali. Ad esempio, Gleevec provoca nausea e vomito in molte persone. Per evitare questo, il medico può raccomandare di evitare cibi che possono peggiorare la nausea. Questi includono cibi pesanti, grassi o grassi e cibi piccanti o acidi. Esempi sono la maggior parte delle salse rosse, cibi fritti e molti alimenti a rapida preparazione.

Infine, se sta assumendo Gleevec per un tumore gastrointestinale, come i tumori stromali gastrointestinali (GIST), il medico può raccomandare restrizioni dietetiche specifiche. L’obiettivo è prevenire problemi allo stomaco o all’intestino. Parla con il tuo medico di quali alimenti sono i migliori per te.

Avrò i sintomi di astinenza se smetto di usare Gleevec?

Tu potresti. Alcune persone hanno avuto sintomi di astinenza dopo aver terminato il trattamento con Gleevec. In un piccolo studio clinico, il 30% delle persone ha avuto dolori muscolari o ossei dopo l’interruzione di Gleevec. Il dolore era più spesso nelle loro spalle, fianchi, gambe e braccia. Questo sintomo di astinenza si è verificato entro una o sei settimane dall’interruzione del trattamento.

Circa la metà delle persone ha trattato il proprio dolore con antidolorifici da banco. L’altra metà aveva bisogno di farmaci da prescrizione. Nella maggior parte delle persone che hanno manifestato questi sintomi di astinenza, i dolori muscolari e ossei sono scomparsi entro tre mesi o un anno o più.

Dovrò usare altri farmaci con Gleevec per il trattamento?

Dipende da quanto è avanzato il tuo cancro. Per le fasi avanzate del cancro o dei tumori che si sono diffusi al cervello o alla colonna vertebrale, il medico può aggiungere la chemioterapia al trattamento con Gleevec. Inoltre, i bambini con leucemia linfatica acuta Philadelphia (Ph +) positiva (ALL) possono ricevere Gleevec insieme alla chemioterapia.

Per alcuni tipi di tumori, il medico può anche prescrivere uno steroide. E potrebbe essere necessario utilizzare farmaci per gestire gli effetti collaterali, come antidolorifici per il dolore muscolare.

Scadenza, conservazione e smaltimento di Gleevec

Quando ricevi Gleevec dalla farmacia, il farmacista aggiungerà una data di scadenza all’etichetta sulla bottiglia. Questa data è in genere un anno dalla data di erogazione del farmaco.

La data di scadenza aiuta a garantire l’efficacia del farmaco durante questo periodo. L’attuale posizione della Food and Drug Administration (FDA) è quella di evitare l’uso di farmaci scaduti. Se hai farmaci inutilizzati che sono andati oltre la data di scadenza, parla con il tuo farmacista. Possono dirti se potresti essere ancora in grado di usarlo.

Conservazione

Per quanto tempo un farmaco rimane buono può dipendere da molti fattori, incluso il modo e il luogo di conservazione del farmaco.

Conserva le tue pillole Gleevec a temperatura ambiente in un contenitore ermeticamente chiuso. Assicurati di proteggerli dall’umidità.

Disposizione

Se non è più necessario assumere Gleevec e assumere farmaci rimanenti, è importante smaltirlo in modo sicuro.

Questo aiuta a impedire ad altri, compresi bambini e animali domestici, di assumere il farmaco per caso. Inoltre aiuta a evitare che il farmaco danneggi l’ambiente.

Il sito Web della FDA fornisce numerosi suggerimenti utili sullo smaltimento dei farmaci. Puoi anche chiedere al tuo farmacista informazioni su come smaltire i farmaci.

Informazioni professionali per Gleevec

Le seguenti informazioni sono fornite per clinici e altri professionisti sanitari.

indicazioni

Gleevec (imatinib) è approvato dalla FDA per il trattamento di quanto segue:

  • adulti e bambini con leucemia mieloide cronica (LMC) Philadelphia-positivo (Ph +) di nuova diagnosi nella fase cronica
  • adulti con LMC Ph + in qualsiasi fase, a seguito del fallimento della terapia con interferone-alfa
  • adulti con leucemia linfocitica acuta con recidiva o refrattaria (TUTTI)
  • bambini con Ph + ALL di nuova diagnosi in combinazione con chemioterapia
  • adulti con malattia mielodisplastica / mieloproliferativa associata a riarrangiamenti genici del recettore del fattore di crescita derivati ​​dalle piastrine
  • adulti con mastocitosi sistemica aggressiva senza mutazione D816V c-Kit o con stato mutazionale c-Kit sconosciuto
  • adulti con sindrome ipereosinofila e / o leucemia eosinofila cronica con chinasi di fusione FIP1L1-PDGFRα, negativi per la chinasi di fusione FIP1L1-PDGFRα, o stato sconosciuto
  • adulti con dermatofibrosarcoma protuberans (DFSP) non resecabili, ricorrenti o metastatici
  • adulti con kit maligno non resecabile o metastatico + tumori stromali gastrointestinali (GIST)
  • terapia adiuvante per adulti con Kit + GIST dopo resezione lorda completa

Meccanismo di azione

Gleevec inibisce la tirosina chinasi BCR-ABL, che è la tirosina chinasi anormale presente nella LMC Ph +. L’inibizione della tirosina chinasi BCR-ABL previene la proliferazione cellulare e induce l’apoptosi nelle linee cellulari BCR-ABL e nelle linee cellulari leucemiche. Gleevec inibisce anche la tirosina chinasi per il fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF) e il fattore delle cellule staminali (SCF), nonché il c-Kit, che inibisce la proliferazione e induce l’apoptosi nelle cellule GIST.

Farmacocinetica e metabolismo

La biodisponibilità assoluta media è del 98% dopo somministrazione orale. Circa il 95% della dose è legato alle proteine ​​plasmatiche (principalmente albumina e glicoproteina acida α1).

Il metabolismo si verifica principalmente tramite CYP3A4 a un metabolita attivo, con un metabolismo minore che si verifica tramite CYP1A2, CYP2D6, CYP2C9 e CYP2C19. Il principale metabolita attivo circolante è formato principalmente dal CYP3A4. Circa il 68% viene eliminato nelle feci, con il 13% nelle urine. L’emivita di eliminazione del farmaco immodificato è di 18 ore e l’emivita di eliminazione del principale metabolita attivo è di 40 ore.

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni assolute all’uso di Gleevec.

Conservazione e manipolazione

Le compresse di Gleevec devono essere conservate a temperatura ambiente (77 ° F / 25 ° C) in un contenitore ermeticamente chiuso. Proteggere le compresse dall’umidità.

Le compresse Gleevec sono considerate pericolose, secondo gli standard OSHA (Occupational Safety and Health Administration). Le compresse non devono essere frantumate. Evitare di toccare compresse schiacciate. Se la pelle o le mucose entrano in contatto con compresse compresse, lavare l’area interessata secondo la guida OSHA.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu