Cardiovascolare / Cardiologia

Esiste un legame tra reflusso acido e palpitazioni?

Le palpitazioni sono battiti cardiaci irregolari che possono verificarsi sporadicamente o frequentemente. Anche se le palpitazioni hanno molte cause dirette, la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), la presenza a lungo termine e frequente di reflusso acido, è improbabile che sia una di queste. Tuttavia, il reflusso acido condivide alcuni degli stessi fattori scatenanti delle palpitazioni e può anche indirizzarle indirettamente.

Il sintomo principale che il reflusso acido provoca è un dolore bruciante nel torace e nell'addome superiore, che si verifica a causa della fuoriuscita di acido gastrico nel tubo del cibo.

In questo articolo, esaminiamo le palpitazioni cardiache in modo più dettagliato, incluse le cause comuni delle palpitazioni e il loro rapporto con il reflusso acido.

Quali sono le palpitazioni?

Le palpitazioni sono battiti cardiaci irregolari che possono far sentire una persona come se il loro cuore avesse saltato un battito. Il cuore può anche sentire come se stesse svolazzando nel petto.

Altre persone con palpitazioni cardiache possono sentire che il loro cuore batte più forte del solito o che batte troppo velocemente rispetto alla sua frequenza normale.

La maggior parte delle volte, le palpitazioni cardiache sono innocue e le persone possono considerarle come un dosso accelerato nel ritmo naturale del cuore.

Altre volte, le palpitazioni cardiache possono segnalare un problema con il cuore o altri organi.

Alcune persone sperimentano regolarmente le palpitazioni cardiache mentre altre possono averle solo in rare occasioni.

Reflusso acido e cause di palpitazioni cardiache

Mentre il reflusso acido di solito non è una causa diretta delle palpitazioni cardiache, può portare a loro indirettamente.

Ad esempio, se una persona con GERD si sente stressata o ansiosa per i suoi sintomi, ciò può portare a palpitazioni.

Diversi fattori possono anche innescare sia il reflusso acido che le palpitazioni cardiache. Quando ciò accade, è facile confondere le cause.

Ad esempio, il consumo di alcol può causare palpitazioni in alcune persone e può anche causare sintomi da GERD.

Allo stesso modo, troppa caffeina a volte può scatenare i sintomi della GERD, e gli effetti della caffeina possono anche causare battiti cardiaci saltati o palpitazioni.

Mangiare troppo, o mangiare un pasto particolarmente pesante, può anche causare sia palpitazioni cardiache che reflusso acido in alcune persone.

Altre cause di palpitazioni cardiache

Altre possibili cause di palpitazioni possono includere:

  • droghe illegali, come la cocaina o la metanfetamina
  • tabacco da fumo
  • fumare marijuana
  • gravidanza
  • alcuni farmaci stimolanti
  • squilibrio elettrolitico, come bassi livelli di potassio
  • basso livello di zucchero nel sangue
  • malattia

Alcune condizioni mediche possono causare palpitazioni, tra cui:

  • tachicardia ventricolare
  • tachicardia sopraventricolare
  • fibrillazione atriale
  • anemia
  • una ghiandola tiroide iperattiva

Sintomi di palpitazioni cardiache

I sintomi delle palpitazioni cardiache possono variare da persona a persona, ma possono includere:

  • un battito cardiaco veloce o da corsa
  • il cuore batte forte al petto o batte forte
  • una sensazione di sfarfallio nel petto
  • una sensazione del cuore che salta un battito
  • una sensazione di "flip-flopping" nel petto, come se il cuore si fosse rovesciato

Queste sensazioni sono dovute a contrazioni atriali premature (PAC) o contrazioni ventricolari premature (PVC). Entrambi sono battiti extra nel cuore che si verificano appena prima del battito cardiaco regolare, facendo sì che la persona provi una strana sensazione.

Sono inoltre possibili sintomi gravi a fianco delle palpitazioni cardiache. Questi possono includere:

  • dolore al petto
  • difficoltà respiratoria
  • sudori freddi
  • sensazione di vertigini o svenimento
  • senso di oppressione, dolore o pressione alla spalla, al collo o alla mascella

Quando si verificano insieme alle palpitazioni cardiache, questi sintomi possono indicare una condizione cardiaca o un'emergenza medica. Chiunque soffra di questi sintomi dovrebbe cercare assistenza medica di emergenza.

Diagnosticare le palpitazioni cardiache

Per diagnosticare le palpitazioni cardiache, i medici eseguiranno prima un esame fisico e chiederanno eventuali sintomi. Può essere utile per le persone con palpitazioni cardiache tenere un diario giornaliero dei loro sintomi da discutere con il medico all'appuntamento.

Il medico può eseguire alcuni controlli fisici, come ascoltare il cuore con uno stetoscopio o controllare la gonfiore della tiroide. Per la maggior parte del tempo, ordinano anche uno o più test per esaminare il cuore in modo più dettagliato. I test possibili includono:

Elettrocardiogramma (ECG)

Un ECG registra impulsi nel cuore. I medici possono ordinare un ECG per tracciare il ritmo e i battiti del cuore e verificare eventuali irregolarità.

Monitor Holter

Se un semplice ECG non rileva irregolarità, i medici possono avere la persona che indossa un monitor Holter.

Un monitor Holter è un ECG portatile che registra il cuore per un lungo periodo continuo, potenzialmente 24 ore o più. Questo può essere utile per le persone che hanno solo palpitazioni in situazioni specifiche, come quando si è sdraiati o dopo un pasto.

Registratore di eventi

Se le palpitazioni sono meno frequenti, un medico può chiedere all'individuo di indossare un registratore di eventi. Un registratore di eventi registra solo il cuore quando richiesto. L'utente preme un pulsante quando sente la palpitazione e il registratore lo preleva affinché il medico possa esaminarlo in un secondo momento.

Le persone possono indossare i registratori di eventi per molto più tempo dei monitor Holter, a volte tenendoli per diverse settimane.

ultrasuono

A volte i medici ordinano un'ecografia del torace, chiamata ecocardiogramma, per vedere il cuore e vedere come sta funzionando.

Analisi del sangue

Alcuni esami del sangue possono aiutare a diagnosticare cause sottostanti, come anemia o problemi alla tiroide.

Trattamento per le palpitazioni cardiache

I medici di solito trattano solo le palpitazioni cardiache legate a condizioni cardiache più gravi.

Il trattamento può variare in ogni caso, e i medici discuteranno approfonditamente tutte le opzioni della persona con loro.

Per le palpitazioni cardiache comuni, un medico può raccomandare cambiamenti nello stile di vita.

Se le palpitazioni sembrano verificarsi nello stesso periodo dei sintomi della MRGE, è probabile che sia a causa del pasto che la persona ha appena mangiato.

Possono consumare pasti troppo grandi o il loro corpo può essere sensibile a un cibo specifico che stanno mangiando.

Le persone possono spesso identificare i cibi trigger tenendo un diario giornaliero di ciò che mangiano e qualsiasi sintomo che provano. Il trattamento delle palpitazioni a volte può essere semplice come rimuovere questi alimenti dalla dieta.

Evitare il consumo eccessivo di tabacco, alcol e marijuana potrebbe anche aiutare alcune persone.

Per le palpitazioni legate allo stress, i medici possono consigliare alle persone di alleviare lo stress incorporando alcune delle seguenti attività nelle loro routine settimanali:

  • meditazione
  • yoga
  • Tai Chi
  • esercizi di respirazione profonda
  • esercizio da lieve a moderato

Fare almeno una di queste attività regolarmente può aiutare a ridurre lo stress, che può causare palpitazioni in alcune persone.

Cosa fare quando si verificano le palpitazioni

Le palpitazioni possono essere un segno di una condizione sottostante, anche nei casi in cui lo stress le innesca.

Chiunque viva palpitazioni cardiache insieme ad altri sintomi gravi dovrebbe cercare cure mediche di emergenza. Questi sintomi includono:

  • dolore al petto, alla schiena o alla spalla
  • tenuta alla mascella
  • mancanza di respiro

Come fermare le palpitazioni

Ci sono un paio di tecniche che le persone possono provare a fermare le palpitazioni quando si verificano. Questi metodi stimolano il nervo vago, che può aiutare a controllare il battito cardiaco:

  • Manovra Valsalva. Pizzica il naso e chiudi la bocca. Cerca di respirare dal naso per un paio di secondi per creare una sensazione di pressione nella testa.
  • Acqua fredda. Spruzzare acqua fredda sul viso per 30 secondi o schiacciare la testa in acqua fredda. Questo può stimolare una risposta nel corpo, rallentando la frequenza cardiaca.
  • Piombando. Sopportare è l'atto di stringere i muscoli nello stomaco e chiudere lo sfintere anale mentre si spinge verso il basso come se stesse iniziando un movimento intestinale. Questa azione ha lo stesso risultato della manovra di Valsalva.

Queste tecniche potrebbero funzionare temporaneamente, ma è fondamentale non ignorare la causa sottostante delle palpitazioni. Il trattamento a lungo termine dovrebbe essere una priorità assoluta per le persone con questo sintomo.

Porta via

Mentre è improbabile che il GERD o reflusso acido causi direttamente palpitazioni cardiache, i sintomi associati a GERD possono innescare palpitazioni in alcune persone.

Chiunque non sia sicuro dei propri sintomi dovrebbe parlare con un medico e qualsiasi sintomo severo indica che è necessaria un'assistenza medica di emergenza.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu