Mal di testa / Emicrania

Emicrania silenziosa: cosa sapere

A differenza delle emicranie tipiche, le emicranie silenziose non causano dolore. Tuttavia, possono produrre altri sintomi debilitanti, tra cui mal di stomaco, vertigini e sensibilità alla luce o al suono.

Le emicranie sono un problema di salute prevalente in tutto il mondo. Uno studio del 2015 ha riportato che il 14,2% degli adulti negli Stati Uniti aveva avuto un'emicrania o un forte mal di testa nei precedenti 3 mesi.

Le cause, i fattori di rischio e i trattamenti per tutte le emicranie sono simili, indipendentemente dal fatto che siano o meno emicranie silenziose.

In questo articolo, diamo uno sguardo più da vicino ai sintomi delle emicranie silenziose e discutiamo su come trattarli e prevenirli.

Sintomi

Il dolore è un sintomo significativo della maggior parte dei tipi di emicrania. Emicranie silenziose non causano dolore, ma condividono gli altri sintomi tipici delle emicranie regolari.

Questi sintomi variano in base alla fase dell'emicrania. Le fasi e i loro sintomi sono i seguenti:

La fase prodrice

Questa fase si verifica prima dell'inizio di un'emicrania e può iniziare alcuni giorni o solo poche ore prima. I sintomi possono includere:

  • depressione
  • difficoltà di concentrazione
  • difficoltà a parlare e leggere
  • stanchezza e sbadigli
  • voglie di cibo
  • irritabilità
  • rigidità muscolare
  • nausea
  • sensibilità alla luce e al suono
  • disturbi del sonno
  • frequente voglia di urinare

La maggior parte delle persone sperimenta la fase prodromo, ma potrebbe non verificarsi prima di ogni attacco di emicrania.

La fase dell'aura

Solo il 20-25% delle persone con esperienza di emicrania. Le persone con emicrania silenziosa hanno sintomi di aura senza mal di testa. I sintomi dell'aura includono:

  • intorpidimento e formicolio in alcune parti del corpo
  • perdita temporanea della vista
  • disturbi visivi, come l'apparizione di schemi, luci lampeggianti o punti ciechi davanti agli occhi

Questi sintomi si sviluppano gradualmente e possono persistere fino a un'ora o più.

La fase di mal di testa

Durante la fase di mal di testa, le persone soffrono in genere di dolore che può durare 4-72 ore. Questo non è il caso di quelli con un'emicrania silenziosa, che probabilmente sperimenteranno i seguenti sintomi durante questa fase:

  • ansia o umore depresso
  • vertigini
  • incapacità di dormire
  • congestione nasale
  • nausea
  • dolore al collo e rigidità
  • sensibilità alla luce, all'olfatto e al suono
  • vomito

La fase di post-malattia

Circa l'80% delle persone che soffrono di emicrania soffriranno di postumi. Si verifica alla fine della fase di mal di testa, motivo per cui alcune persone lo chiamano "postumi di sbornia emicrania".

La post-malattia può durare 24-48 ore e può causare i seguenti sintomi:

  • dolori muscolari
  • difficoltà di concentrazione
  • vertigini
  • euforia o depressione
  • fatica

Le cause

La causa esatta dell'emicrania è sconosciuta, ma è probabile che i fattori genetici e ambientali giochino un ruolo.

Emicrania può verificarsi a causa di attività cerebrale anormale che colpisce i nervi e vasi sanguigni. Anche i cambiamenti nelle sostanze chimiche del cervello, come la serotonina, possono essere un fattore che contribuisce.

Diversi fattori possono scatenare un attacco di emicrania, tra cui:

  • determinati alimenti
  • alcool e caffeina
  • cambiamenti nelle abitudini del sonno
  • cambiamenti nel tempo o pressione barometrica
  • fluttuazioni dell'estrogeno nelle femmine
  • intenso sforzo fisico
  • stimoli sensoriali, come luci intense, suoni forti e odori forti
  • stress
  • uso di alcuni farmaci, come contraccettivi orali e vasodilatatori

Fattori di rischio

I seguenti fattori aumentano il rischio di emoticon e altri tipi di emicrania:

  • Sesso. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), le donne hanno fino a 3 volte più probabilità di soffrire di emicrania rispetto agli uomini. Ciò è principalmente dovuto alle fluttuazioni degli ormoni femminili. Il rischio di emicrania aumenta durante la gravidanza, le mestruazioni e la menopausa.
  • Età. Il rischio di emicrania è più alto nelle persone di età compresa tra 35 e 45 anni. Tuttavia, l'emicrania può interessare molto più giovani o anziani. Gli attacchi di emicrania generalmente raggiungono il picco quando le persone hanno 30 anni e la gravità e la frequenza degli attacchi generalmente diminuiscono con l'età.
  • Storia famigliare. Le persone con un parente stretto che sperimentano emicranie hanno più probabilità di averle.

Tipi di emicrania

Un'emicrania silenziosa è solo un tipo di emicrania. Altri tipi includono:

  • Emicrania senza aura. Questo è quando le persone non sperimentano lo stadio dell'aura. La maggior parte delle emicranie si verificano senza aura.
  • Emicrania con aura. In questo tipo di emicrania, le persone ottengono sintomi dell'aura prima che si verifichi la fase di emicrania.
  • Emicrania basilare. Questa forma di emicrania è rara e può essere spaventosa. I sintomi possono includere visione doppia o offuscata, perdita di equilibrio, svenimento e difficoltà di parola.
  • Emicrania emiplegica. Durante l'emicrania emiplegica, una persona sperimenterà intorpidimento temporaneo, debolezza o paralisi su un lato del corpo.
  • Emicrania oftalmoplegica. Questo raro tipo di emicrania causa debolezza in uno o più muscoli che muovono l'occhio. Si verifica più spesso nei giovani.
  • Emicrania vestibolare. Le persone che soffrono di emicrania vestibolare soffriranno di vertigini che possono durare da pochi minuti a poche ore.

Diagnosi

Un medico può diagnosticare emicranie silenziose sulla base dei sintomi e della storia medica di una persona. Possono anche fare un esame fisico e neurologico.

Per sintomi gravi o insoliti, un medico può ordinare ulteriori test, come ad esempio:

  • analisi del sangue
  • test di imaging, tra cui scansioni TC e scansioni MRI
  • spinale, o puntura lombare

È fondamentale rivolgersi a un medico quando si verificano i sintomi dell'aura per la prima volta perché possono imitare i sintomi di altre condizioni, quali ictus e meningite.

Trattamento

I trattamenti di emicrania possono ridurre la frequenza e la gravità delle emicranie. Le opzioni di trattamento includono:

farmaci

I principali tipi di medicina per l'emicrania sono:

  • Antidolorifici: Questi possono interrompere i sintomi una volta che iniziano. Antidolorifici per emicranie sono disponibili al banco (OTC) o su prescrizione medica.
  • Droghe preventive: Le persone possono assumere questi farmaci regolarmente per ridurre il rischio di sviluppare un'emicrania. I medici di solito li prescrivono a persone che hanno emicranie ricorrenti, persistenti o gravi o i cui sintomi non rispondono ai soliti antidolorifici.

Stile di vita e rimedi casalinghi

Alcune persone trovano sollievo dai sintomi dell'emicrania usando i rimedi casalinghi. Questi includono:

  • praticare tecniche di rilassamento, come rilassamento muscolare progressivo, meditazione e yoga
  • dormire a sufficienza ogni notte
  • riposare in una stanza buia e silenziosa quando iniziano i sintomi
  • mettendo un impacco di ghiaccio sulla parte posteriore del collo
  • massaggiando delicatamente le aree dolenti del cuoio capelluto
  • tenere un diario per aiutare a identificare i trigger di emicrania

Medicina alternativa

Alcune persone, specialmente quelle con dolore cronico da emicrania, possono beneficiare di terapie alternative.

Le terapie alternative per l'emicrania includono:

  • Agopuntura: Secondo una review del 2016, l'agopuntura può ridurre il numero di attacchi di emicrania in persone che hanno diversi episodi al mese.
  • Biofeedback: Una valutazione in tempo reale del biofeedback per l'emicrania ha suggerito che il trattamento può migliorare i sintomi, come stress psicologico, ansia, depressione, irritazione e disabilità correlate alla cefalea. Può anche ridurre la durata delle emicranie e il numero di giorni in cui il mal di testa è intenso.
  • Terapia di massaggio: La terapia di massaggio regolare può ridurre lo stress e la tensione muscolare e può ridurre la frequenza delle emicranie.

Gestione e prevenzione

Alcuni cambiamenti dello stile di vita possono aiutare a ridurre o prevenire i sintomi dell'emicrania. Le persone possono provare:

  • identificando i trigger ed evitandoli se possibile
  • praticare attività per alleviare lo stress, come la meditazione, le terapie creative, la consapevolezza e lo yoga
  • esercitare regolarmente ma evitando l'esercizio improvviso e intenso, che può scatenare un'emicrania
  • andare a letto e alzarsi alla stessa ora ogni giorno
  • stabilendo i pasti regolari
  • evitando la caffeina e limitando l'assunzione di alcol
  • Smettere di fumare
  • raggiungere e mantenere un peso corporeo sano

Le persone che soffrono di emicrania in relazione alle fluttuazioni ormonali dovrebbero parlare con un medico che potrebbe essere in grado di aiutarli a ridurre gli effetti degli estrogeni.

Alcune persone potrebbero aver bisogno di evitare i farmaci che contengono estrogeni, che includono molti tipi di pillole anticoncezionali.

prospettiva

Emicranie silenti possono influire sulla qualità della vita di una persona, specialmente se sono gravi o si verificano frequentemente. Anche se le emicranie silenziose non causano dolore, gli altri sintomi possono essere debilitanti.

Farmaci e cambiamenti dello stile di vita possono aiutare a gestire i sintomi. Gli episodi di emicrania tendono a diventare più miti e meno frequenti con l'età.

Chiunque abbia sintomi di emicrania, in silenzio o in altro modo, dovrebbe consultare un medico per consigli e trattamenti.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu