Salute delle donne / Ginecologia

Dolore vaginale: cause e come trattarlo

Il dolore vaginale può essere un sintomo temporaneo di infezione o lesione. Oppure, può essere un sintomo cronico senza causa nota.

Il dolore vaginale persistente senza una chiara causa si chiama vulvodinia. È una condizione ginecologica comune, che colpisce fino al 16% delle donne negli Italia.

La paura o l’imbarazzo possono impedire a una persona di cercare un trattamento professionale per il dolore vaginale. Alcuni che hanno cercato il trattamento riferiscono che i dottori hanno rapidamente respinto i loro sintomi.

Tuttavia, il giusto operatore sanitario lavorerà diligentemente per diagnosticare e trattare il problema.

Continua a leggere per conoscere i sintomi e le cause del dolore vaginale, nonché le opzioni di trattamento.

Cause di dolore vaginale

Una vasta gamma di condizioni può causare dolore vaginale, ma le seguenti sono le più comuni:

Infezione

Le infezioni da lieviti sono tra le cause più comuni di dolore vaginale. Circa il 75% delle donne sviluppa un’infezione da lievito vaginale ad un certo punto.

Un’infezione da lievito può causare prurito, bruciore e talvolta scarico simile alla ricotta dalla vagina.

Queste infezioni di solito non si diffondono attraverso i rapporti sessuali e la maggior parte degli esperti non raccomanda di trattare i partner sessuali.

Anche la vaginosi batterica (BV) è comune, in particolare tra le persone sessualmente attive.

Sebbene BV non possa causare sintomi, può causare i seguenti sintomi nella vagina:

  • dolore
  • pizzicore
  • ardente
  • un odore di pesce
  • sesso a disagio

Molte persone confondono i sintomi di BV con quelli di un’infezione da lievito. Tuttavia, i due hanno cause diverse e richiedono trattamenti diversi.

Alcune altre infezioni, in particolare le infezioni da trasmissione sessuale (IST), la clamidia e la gonorrea, possono anche causare dolore e perdite insolite.

Trauma fisico

Le lesioni fisiche alla vagina o alla vulva possono causare dolore vaginale. Lesioni come i tagli da rasatura possono essere responsabili, ma una delle cause più comuni di lesioni e dolore è il parto.

Il parto provoca lacrimazione vaginale nella maggior parte delle donne la prima volta che vanno al travaglio. La lacrima di solito si estende nel perineo, che è l’area tra la vagina e l’ano. I medici si riferiscono a questo come una lacrima perineale. È anche possibile che il clitoride o le labbra si strappino durante il parto.

Un medico o un’ostetrica potrebbe aver bisogno di ricucire lacrime gravi. I punti si dissolvono nel tempo e non richiedono la rimozione.

Disfunzione o lesioni del pavimento pelvico

I danni ai muscoli del pavimento pelvico possono causare dolore alla vagina, allo stomaco, alla schiena e ai muscoli in altre aree.

Alcuni fattori che possono aumentare il rischio di problemi al pavimento pelvico includono:

  • età
  • gravidanza
  • lesioni da parto
  • episiotomia, che è un’incisione chirurgica per allargare l’apertura vaginale nel perineo durante il travaglio

Alcune persone con disfunzione del pavimento pelvico sperimentano anche incontinenza, specialmente quando si starnutisce o si salta. Una persona può anche sperimentare incontinenza fecale, dolore durante il passaggio delle feci o entrambi.

Vulvodinia

La vulvodinia è un tipo di dolore cronico nella vulva, nella vagina o in entrambi. Il dolore varia da persona a persona, ma molti riportano un dolore bruciante che è abbastanza continuo, sebbene possa essere innescato o peggiorato dal rapporto sessuale.

I medici non comprendono appieno la vulvodinia e il motivo per cui si verifica. Il processo diagnostico può essere lungo perché comporta l’esclusione di altre cause di dolore vaginale.

Chiunque sospetti di avere vulvodinia dovrebbe consultare un medico: sono disponibili vari trattamenti.

La cisti di Bartolini

Le ghiandole di Bartolini siedono su entrambi i lati dell’ingresso della vagina e aiutano a lubrificarla.

Un blocco in una di queste ghiandole può dare origine a una cisti, che può sembrare un nodulo duro o apparire come un brufolo. La cisti può causare dolore, di solito su un lato della vagina.

Le cisti di Bartolini possono ingrandirsi per diversi giorni, quindi scomparire o rompersi. A volte si infettano, causando dolore intenso.

Sintomi

Il dolore vaginale può avere molte caratteristiche diverse. Descrivere il dolore in dettaglio può aiutare un operatore sanitario a diagnosticare correttamente il problema.

Di seguito sono riportati i tipi più comuni di dolore vaginale.

Ardente

Infezioni da lieviti vaginali, BV e altri tipi di infezione causano spesso una sensazione di bruciore, specialmente durante o dopo il rapporto sessuale.

Inoltre, la vulvodinia spesso causa dolore bruciante e in genere anche altri sintomi.

Pizzicore

Il prurito è un classico segno di un’infezione, come un’infezione da lievito, BV o STI.

Meno frequentemente, una lesione del pavimento pelvico provoca disfunzione nervosa che sembra prurito o un’altra sensazione insolita.

Alcune persone avvertono prurito vaginale in particolare durante il rapporto sessuale. Alcune possibili cause di ciò includono:

  • vulvodinia
  • la rottura della cisti di un Bartolini
  • guarigione a seguito di una lesione fisica

Spasmi muscolari o di tensione

Rigidità, indolenzimento e spasmi muscolari nella vagina possono indicare disfunzione del pavimento pelvico. Alcune persone avvertono anche dolore con caratteristiche diverse o in altre aree, come mal di schiena o fastidio all’anca.

La vulvodinia può causare la contrazione dei muscoli vaginali prima o durante il rapporto sessuale. Alcune persone riferiscono che i loro muscoli si contraggono così fortemente che non sono in grado di avere rapporti sessuali.

Tenerezza o sensibilità

Se la pelle intorno alla vagina e alla vulva si sente dolorosa, tenera o sensibile, questo può essere un sintomo della cisti di un Bartolini.

L’area potrebbe anche essere rossa e potrebbe esserci un nodulo duro o gonfiore visibile. Se si sviluppa un’infezione, il dolore può diventare intenso.

Il trauma alla vagina o alla vulva può anche causare tenerezza e sensibilità. Molte donne segnalano dolore dopo il parto, soprattutto dopo una lacrima perineale.

Dolore durante il rapporto

Il rapporto sessuale può peggiorare qualsiasi tipo di dolore vaginale perché l’attrito provoca irritazione.

Tuttavia, se una persona avverte dolore vaginale solo durante il rapporto sessuale, la causa può essere la vulvodinia.

Se un odore di pesce segue un rapporto doloroso, ciò potrebbe indicare BV.

Diagnosi

Un medico di solito può diagnosticare un’infezione da lievito vaginale in base ai soli sintomi di una persona, anche se potrebbe essere necessario testare un campione di dimissione. Ciò aiuterà il medico a escludere infezioni batteriche e malattie sessualmente trasmissibili, come la gonorrea e la clamidia.

Il medico può anche:

  • eseguire un esame fisico dell’area per verificare la presenza di lesioni recenti
  • eseguire un esame vaginale interno per verificare anomalie muscolari, gonfiore e irritazione
  • prendere una storia medica completa, comprese le domande sui fattori di rischio per specifici problemi di salute vaginale

Le persone con vulvodinia non hanno in genere sintomi rilevabili di un disturbo fisico. Per questo motivo, il medico dovrà escludere altre cause di dolore vaginale prima di arrivare alla diagnosi.

Trattamenti

Il giusto trattamento dipende dalla causa del dolore.

Gli antibiotici possono trattare la gonorrea, la BV, la clamidia e alcune altre infezioni batteriche. Anche le lesioni fisiche, come ferite profonde o infette, possono richiedere antibiotici.

Poiché il lievito è un fungo, non un batterio, gli antibiotici non trattano un’infezione da lievito e possono peggiorare la situazione. Invece, il medico può raccomandare un trattamento da banco o prescrivere farmaci antifungini orali.

Le cisti di Bartolini in genere scompaiono da sole e impacchi caldi possono accelerare questo processo. Se una cisti diventa molto grande, un medico può drenarla chirurgicamente. Se una cisti viene infettata, potrebbe richiedere antibiotici.

La terapia fisica può aiutare con le lesioni del pavimento pelvico e il terapeuta può lavorare con la persona per sviluppare un piano per rafforzare il pavimento pelvico a casa. La terapia fisica può anche aiutare con la vulvodinia.

La vulvodinia è notoriamente difficile da trattare. Il trattamento giusto varia da persona a persona, ma spesso include una combinazione di:

  • antidolorifici orali e topici
  • stimolazione nervosa
  • farmaci chiamati blocchi nervosi
  • esercizi per il pavimento pelvico
  • terapia sessuale
  • adattamenti dello stile di vita, come evitare i trigger

Rimedi casalinghi

I rimedi casalinghi non possono trattare le infezioni vaginali batteriche e provare questi metodi può dare a un’infezione il tempo di peggiorare.

Chiunque sospetti di avere un’infezione batterica dovrebbe consultare un medico per una diagnosi e un trattamento.

I seguenti rimedi casalinghi possono aiutare con sintomi di altre condizioni:

  • applicare impacchi caldi sulla cisti di un Bartolini più volte al giorno
  • usando un bagno sitz, impacchi di ghiaccio, spray intorpiditi o una combinazione per alleviare il dolore di una lacrima vaginale

Prevenzione

Alcune strategie per prevenire alcune forme di dolore vaginale includono:

  • indossa un preservativo durante il sesso
  • sottoporsi a regolari test STI e chiedendo a tutti i partner il loro stato STI
  • non indossare abiti bagnati, che possono fornire un ambiente ideale per il lievito
  • chiedere a un medico o un’ostetrica i metodi per prevenire le lacrime durante il parto

Sommario

Il dolore vaginale può essere temporaneo o cronico e può variare da lieve irritazione a dolore grave e debilitante. La sensazione può derivare da infezione, lesioni o nessun motivo identificabile.

Chiunque abbia dolore vaginale dovrebbe consultare un medico o un altro operatore sanitario per una diagnosi. Molto spesso, il dolore vaginale scompare quando una persona trova il trattamento giusto.

La causa del dolore vaginale cronico può essere difficile da diagnosticare. In genere, un operatore sanitario diagnostica la vulvodinia solo dopo aver escluso altre possibili cause del dolore. Sebbene gli esperti sappiano poco delle cause della vulvodinia, ci sono molti trattamenti disponibili.

Alcune persone segnalano che gli operatori sanitari non sono comprensivi o non aiutano il dolore vaginale. In questo caso, chiedi una seconda opinione a qualcuno specializzato in questo tipo di dolore.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu