Diabete di tipo 2: lo stress da lavoro può aumentare il rischio nelle donne

Una nuova recensione pubblicata sull'European Journal of Endocrinology suggerisce che un ambiente di lavoro stressante può aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle donne.

Secondo le ultime statistiche, oltre 100 milioni di persone negli Stati Uniti hanno diabete o prediabete.

Oltre il 9% della popolazione americana vive con il diabete e oltre 84 milioni di persone vivono con prediabete, una condizione che è destinata a svilupparsi in un diabete di tipo 2 in piena regola senza trattamento.

I fattori di rischio per il diabete di tipo 2 comprendono la mancanza di attività fisica, il sovrappeso o l'obesità, l'età di 45 anni o più, il colesterolo alto e l'ipertensione, o una storia familiare di diabete, malattie cardiache o ictus.

I fattori psicologici possono anche svolgere un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 2. Vivere con la depressione può aumentare il rischio, e un nuovo studio suggerisce ora che lo stress correlato al lavoro può anche aumentare la probabilità di sviluppare la condizione, almeno per le donne.

Guy Fagherazzi, ricercatore senior presso il Centro di ricerca in epidemiologia e salute della popolazione presso l'istituto di ricerca Inserm a Parigi, in Francia, ha condotto il nuovo studio.

Il lavoro mentalmente stancante aumenta il rischio del 21 percento

Fagherazzi e i suoi colleghi hanno cercato di esaminare se tra il 1992 e il 2014 ci fosse un legame tra "lavoro mentalmente stancante" e l'incidenza del diabete di tipo 2 in più di 70.000 donne per un periodo di 22 anni.

Circa il 75% delle donne nello studio erano insegnanti, e il 24% di loro ha dichiarato all'inizio dello studio che il loro lavoro era "molto mentalmente stancante".

Durante il periodo di studio, 4.187 donne hanno sviluppato il diabete di tipo 2. L'analisi ha rivelato che la prevalenza del diabete era considerevolmente più alta tra le donne che ritenevano che il loro lavoro fosse mentalmente più drenante.

Nello specifico, coloro che hanno affermato che il loro lavoro era "molto" mentalmente tassativo all'inizio dello studio erano il 21% in più di probabilità di sviluppare la condizione rispetto alle donne con "poco o nessun lavoro mentale stancante".

Quando i ricercatori si sono adeguati ad altri fattori, tra cui abitudini di vita non salutari e fattori di rischio cardiometabolico, come l'ipertensione o un indice di massa corporea elevato, l'associazione tra rischio di lavoro e diabete è rimasta la stessa. Fagherazzi e colleghi concludono:

"Questi risultati osservazionali suggeriscono l'importanza di prendere in considerazione il potenziale impatto metabolico a lungo termine dello stress correlato al lavoro per le donne che lavorano in un ambiente esigente".

I commenti dell'autore dello studio: "Sebbene non possiamo determinare direttamente quale aumento del rischio di diabete in queste donne, i nostri risultati indicano che non è dovuto ai tipici fattori di rischio del diabete di tipo 2. Questo risultato sottolinea l'importanza di considerare la stanchezza mentale come un fattore di rischio per il diabete tra le donne. "

Prosegue: "Sia il lavoro mentalmente stancante che il diabete di tipo 2 sono fenomeni sempre più diffusi: quello che sappiamo è che il supporto sul posto di lavoro ha un impatto più forte sullo stress correlato al lavoro nelle donne rispetto agli uomini".

"Pertanto, un maggiore sostegno per le donne in ambienti di lavoro stressanti potrebbe aiutare a prevenire patologie croniche come il diabete di tipo 2", conclude il ricercatore.

Nel prossimo futuro, lui e il suo team hanno in programma di esaminare l'effetto del lavoro mentalmente stancante su persone che stanno già vivendo con il diabete di tipo 2. I ricercatori sperano che le loro scoperte contribuiranno allo sviluppo di nuovi modi per gestire la condizione.

Questo post è stato utile per te?