Salute delle donne / Ginecologia

Cosa succede se un tampone si blocca?

Avere un tampone bloccato nella vagina è relativamente comune. Mentre il pensiero può essere preoccupante, di solito non pone rischi per la salute.

Tuttavia, è importante rimuovere il tampone il più presto possibile per evitare complicazioni.

In questo articolo, esaminiamo cosa succede se un tampone si blocca per giorni o settimane, i rischi che ciò potrebbe comportare e come rimuoverlo. Nella maggior parte dei casi, una persona può rimuovere il tampone a casa, ma spieghiamo anche quando consultare un medico.

Un tampone può rimanere bloccato?

Un tampone può incunearsi nella vagina, rendendo difficile la rimozione. Tuttavia, non può “perdersi” all’interno del corpo.

Il canale vaginale è relativamente corto – circa 3-4 pollici – e la cervice è troppo piccola per entrare in un tampone. Quindi, mentre un tampone può essere incastrato, è sempre possibile rimuoverlo dalla vagina.

Un tampone può rimanere bloccato nel canale vaginale a seguito di una persona:

  • inserendo un nuovo tampone prima di rimuovere quello vecchio
  • avere rapporti senza prima rimuovere un tampone
  • dimenticare il tampone

In alcuni casi, una corda tampone può rompersi o spostarsi nella vagina.

È importante rimuovere il tampone bloccato il più presto possibile per prevenire infezioni e altre complicazioni.

Gli operatori sanitari raccomandano alle persone di usare i tamponi con la giusta assorbenza per il loro flusso mestruale. In questo modo è più semplice inserire e rimuovere i tamponi agli intervalli di tempo appropriati.

La Food and Drug Administration (FDA) raccomanda di sostituire i tamponi ogni 4-8 ore e di non indossare mai un tampone per più di 8 ore.

Come puoi sapere se un tampone è bloccato?

Una persona che ha un tampone incastrato all’interno del canale vaginale può notare i seguenti sintomi:

  • cattivo odore, scarico colorato dalla vagina
  • la febbre
  • dolore o indolenzimento nella zona pelvica
  • prurito nella vagina
  • gonfiore intorno alla vagina
  • disagio durante la minzione
  • infiammazione intorno ai genitali

Possibili rischi e complicazioni

L’uso del tampone è molto comune tra le donne in età riproduttiva negli Stati Uniti. La ricerca ha scoperto che il 55% di bianco, il 31% di nero e il 22% di femmine ispaniche usano regolarmente i tamponi.

La FDA considera i tamponi come dispositivi medici e li regola come tali. Il più delle volte, le persone usano i tamponi senza alcun problema, anche se alcuni segnalano fastidio durante l’inserimento o la rimozione.

Non è possibile per un tampone trattenuto ferire gravemente la cervice o la vagina. Tuttavia, un tampone bloccato nella vagina comporta il rischio di infezione, quindi è importante rimuoverlo il più rapidamente possibile.

La sindrome da shock tossico (TSS) è la complicanza potenziale più grave di avere un tampone bloccato nella vagina. È anche molto raro.

Sebbene molte persone possano erroneamente pensare che lasciare i tamponi troppo a lungo possa causare TSS, i tamponi non causano la sindrome da soli. Affinché una persona sviluppi TSS, devono essere presenti anche batteri, in particolare il ceppo di Staphylococcus aureus.

Tuttavia, l’uso di tamponi con una capacità di assorbimento più elevata del necessario o lasciarli troppo a lungo può aumentare la probabilità di crescita di batteri che possono causare TSS. I sintomi della TSS includono:

  • febbre
  • nausea
  • mal di gola
  • vomito
  • sentirsi svenire
  • un’eruzione cutanea simile a una scottatura solare

L’Organizzazione nazionale per i disturbi rari riferisce che nel 1980 ci furono sei casi di TSS negli Stati Uniti su ogni 100.000 donne di età compresa tra 19 e 44 anni. Tuttavia, nel 1986 – una volta che i tamponi super assorbenti non erano più sul mercato e c’erano nuove linee guida per la produzione e l’uso dei tamponi – c’erano solo da uno a tre casi per 100.000 femmine.

Alcune persone potrebbero preoccuparsi che un tampone bloccato danneggi i loro organi. Tuttavia, anche se un tampone bloccato può sentirsi dolorante e una persona può irritare il rivestimento della vagina durante il tentativo di rimuoverlo, è molto improbabile che danneggi la cervice.

Come rimuovere un tampone bloccato

Una volta che una persona è consapevole di avere un tampone bloccato nella vagina, è importante estrarlo il più presto possibile.

Una persona di solito può farlo da sola, ma dovrà essere molto gentile e attenta. Utilizzare i seguenti passaggi:

  1. Lavare e asciugare accuratamente le mani.
  2. Coprire eventuali tagli o graffi sulle mani e sulle dita con delle bende.
  3. Rilassati e siediti su un water con i piedi leggermente rialzati.
  4. Spingere come se avesse un movimento intestinale.
  5. Posiziona un dito nella vagina e spostalo lungo i lati, cercando il tampone o lo spago e assicurandoti di raggiungere la parte superiore della vagina.
  6. Tenere uno specchio nell’altra mano può facilitare la ricerca e la rimozione del tampone.
  7. Afferra il tampone o lo spago tra due dita ed estrailo lentamente e delicatamente.

L’uso di lubrificante può facilitare la rimozione di un tampone bloccato. Le persone dovrebbero evitare di usare un altro oggetto, come una pinzetta, in quanto ciò potrebbe causare lesioni.

Quando vedere un dottore

Il più delle volte, una persona può rimuovere un tampone bloccato senza bisogno di assistenza medica.

Se non sono in grado, un medico o un altro operatore sanitario può rimuoverlo. I professionisti formati sapranno cosa fare e probabilmente avranno precedenti esperienze di assistenza alle persone con questo problema.

Se una persona ha segni o sintomi di un’infezione, dovrebbe consultare il proprio medico. Questi includono:

  • la febbre
  • dolore all’addome e al bacino
  • nausea
  • prurito o eruzione cutanea attorno alla vagina
  • scarico maleodorante dalla vagina
  • vertigini
  • disagio durante la minzione

Sommario

Avere un tampone bloccato nella vagina può essere molto scomodo, sia fisicamente che emotivamente, ma non è un problema raro.

Nella maggior parte dei casi, la persona può rimuovere da sola un tampone trattenuto, ma quando ciò non è possibile, un medico può aiutare. I tamponi che rimangono troppo a lungo nella vagina possono aumentare il rischio di infezione e TSS, quindi è fondamentale una pronta assistenza medica.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu