Cosa significa quando una crosta diventa gialla?

Le croste sono una parte normale del processo di guarigione del corpo e talvolta possono ingiallire mentre la ferita guarisce. In altri casi, le croste gialle possono essere un sintomo caratteristico di alcune infezioni della pelle, come l’impetigine e l’herpes labiale.

Sebbene le croste siano di solito rosso scuro, possono subire molti cambiamenti di colore e consistenza mentre la ferita sta guarendo.

In questo articolo, esaminiamo le possibili cause di croste gialle e le loro opzioni di trattamento.

Il processo di guarigione: cosa rende una crosta gialla?

La pelle agisce come una barriera, proteggendo il corpo dagli agenti nocivi nell’ambiente. Quando qualcosa ferisce la pelle, il sangue si coagulerà intorno alla ferita formando una crosta secca temporanea chiamata crosta.

Il corpo forma naturalmente croste per sigillare la ferita, prevenendo il sanguinamento e riducendo il rischio di germi che entrano nella pelle.

Le croste sono di solito inizialmente di colore rosso scuro o marrone e spesso diventano più scure durante il processo di guarigione. Tuttavia, in alcune persone, una crosta potrebbe perdere colore e diventare più chiara nel tempo.

Una crosta giallastra può formarsi su una crosta quando si accumula pus. Il pus è di solito un segno di infezione e può indicare un’infezione batterica, come l’impetigine, o un’infezione virale, come l’herpes.

A volte, la crosta può rompersi e una piccola quantità di liquido giallo o rosa chiaro può fuoriuscire. Di solito, questo è normale e non è motivo di preoccupazione. Tuttavia, una persona dovrebbe essere sicura di mantenere l’area pulita e asciutta.

È infetto?

A volte, il sistema immunitario non può combattere tutti i batteri che entrano in una ferita e questo può portare a un’infezione.

Alcuni dei segni di una ferita infetta sono:

  • un’area in espansione di arrossamento attorno alla ferita
  • pus o liquido torbido proveniente dalla ferita
  • gonfiore, tenerezza o dolore intorno alla ferita che peggiora piuttosto che migliorare con il tempo
  • la febbre
  • croste giallastre sulla ferita

Impetigine

L’impetigine è un’infezione della pelle che può svilupparsi a seguito di qualsiasi lesione cutanea. Succede quando i batteri entrano in una ferita, come un taglio o un’area di eczema in cui la pelle si è screpolata o rotta. Una persona con impetigine sperimenterà una crosta giallastra sulla pelle, che in genere trasuderà.

I bambini a volte ottengono l’impetigine quando un naso che cola persistente provoca irritazione della pelle che provoca infezione.

L’impetigine è raramente grave, ma è contagiosa. Se una persona graffia o tocca l’area infetta, può diffondere i germi attorno al corpo o ad altre persone.

Herpes labiale

Il virus dell’herpes simplex (HSV) provoca l’herpes labiale, che di solito appare intorno alle labbra.

Un’herpes labiale spesso inizia come una sensazione di formicolio, prurito o bruciore nell’area interessata. Questa sensazione può durare da alcune ore a un giorno, dopo di che apparirà un gruppo di bolle rosse piene di liquido. Queste vesciche possono apparire più torbide nel tempo e il fluido può assomigliare a pus.

Le bolle di solito si aprono dopo diversi giorni e piangono un liquido chiaro o giallo. Le epidemie possono essere dolorose e tendono a durare per circa una settimana.

Nella fase finale, le vesciche crollano. Queste croste, che a volte sono gialle, tendono ad asciugarsi e cadere in pochi giorni.

Trattamento

In persone altrimenti sane, ferite come tagli, graffi e escoriazioni miglioreranno da sole finché una persona le mantiene pulite.

Se qualcuno pensa di avere una ferita infetta, dovrebbe parlare con un medico. Il medico prescriverà di solito un ciclo di antibiotici orali o una crema o unguento antibiotico, a seconda della gravità e dell’entità dell’infezione.

Trattare l’impetigine

I medici trattano anche l’impetigine con antibiotici per via orale o topica. Poiché l’impetigine è contagiosa, un bambino infetto non dovrebbe andare a scuola per alcuni giorni dopo l’inizio del trattamento.

L’impetigine di solito si risolve da sola entro poche settimane.

L’American Academy of Dermatology consiglia alle persone di gestire l’infezione:

  • pulire le piaghe con acqua e sapone tutte le volte che il medico consiglia
  • evitando il contatto pelle a pelle fino a quando le vesciche si incrostano o la persona non ha assunto antibiotici per 1 o 2 giorni
  • piaghe coprenti con bende di garza e nastro adesivo
  • evitando di toccare o graffiare le piaghe
  • usando una nuova salvietta ogni volta

Trattare un’herpes labiale

Non esiste una cura per l’herpes labiale. Una volta che qualcuno ha contratto l’HSV, è probabile che sviluppi un’herpes labiale ogni tanto per il resto della sua vita. Fattori quali malattia, stress e lesioni cutanee possono scatenare un focolaio.

Il docosanolo (Abreva) è un farmaco topico da banco che le persone possono usare per trattare un focolaio quando ci sono segni che sta iniziando. Questo farmaco agisce combattendo il virus.

I farmaci antivirali orali sono disponibili anche su prescrizione medica per trattare le epidemie e, se il medico lo ritiene necessario, prevenire ulteriori epidemie.

Sommario

Le croste sono una parte normale del processo di guarigione della pelle. Impediscono ai batteri di penetrare nella ferita mentre il sistema immunitario ripara il tessuto sottostante.

Le croste di solito sono di colore rosso scuro e tendono a diventare più scure prima di seccarsi e cadere. Quando c’è croste attorno alla crosta e appare gialla, è possibile che l’area sia stata infettata e abbia bisogno di cure con antibiotici. Chiunque pensi di avere una ferita infetta dovrebbe parlare con un medico.

L’impetigine e l’herpes labiale sono due condizioni comuni che possono anche causare croste gialle. Le persone potrebbero aver bisogno di antibiotici per curare l’impetigine, ma è spesso possibile gestire l’herpes labiale a casa.

Questo post è stato utile per te?