Cosa sapere sull'ossido nitroso

L’ossido nitroso è un gas incolore e inodore che può ridurre l’ansia durante le procedure dentali. Altri operatori sanitari possono anche usare protossido di azoto per il dolore e come sedativo lieve.

Le persone spesso si riferiscono all’ossido nitroso come gas ridente. L’ossido nitroso rallenta il tempo di reazione di una persona e provoca una sensazione di euforia. Una volta che una persona usa protossido di azoto, non ci vuole molto prima di sentire gli effetti del gas. Quando le persone smettono di usarlo, gli effetti si esauriscono rapidamente.

L’ossido nitroso è generalmente sicuro da usare per le procedure mediche e dentistiche. Gli usi medici includono procedure su neonati, bambini e adulti. Tuttavia, come con qualsiasi farmaco, esiste il rischio di effetti sulla salute a breve e lungo termine. Potrebbe anche esserci un potenziale sovradosaggio.

Breve termine

Gli effetti collaterali a breve termine non sono molto comuni, ma possono verificarsi. Il motivo più comune per cui una persona può manifestare effetti collaterali a breve termine è dovuto all’inalazione del gas troppo rapida o all’inalazione eccessiva.

In queste circostanze, alcuni degli effetti collaterali più comuni dell’ossido nitroso includono:

  • vertigini, nausea o vomito
  • fatica
  • mal di testa
  • sudorazione eccessiva
  • tremante

È anche possibile che una persona possa provare la sensazione di essere alta quando riceve protossido di azoto. Potrebbero anche essere consapevoli delle distorsioni del suono.

Durante o immediatamente dopo la somministrazione di protossido di azoto, un operatore sanitario può anche somministrare ossigeno a una persona.

Quando una persona riceve ossigeno dopo una procedura medica, è in genere per eliminare il protossido di azoto rimanente dal proprio corpo. Questo aiuta l’individuo a riacquistare la vigilanza e può aiutare a prevenire il mal di testa.

Le persone possono sentirsi pigre o non allertate dopo l’inalazione di protossido di azoto. Questo effetto in genere svanisce rapidamente.

Le persone possono guidare da e verso una procedura medica se ricevono protossido di azoto, purché si diano il tempo necessario per riprendersi dal gas.

Per aiutare a evitare problemi di stomaco, una persona dovrebbe mangiare un pasto leggero ed evitare di mangiare un pasto pesante per diverse ore dopo la loro procedura.

Infine, le persone dovrebbero essere consapevoli delle possibili reazioni allergiche al protossido di azoto. Questi possono verificarsi se qualcuno sperimenta il protossido di azoto per la prima volta, come un bambino.

I sintomi a cui prestare attenzione includono:

  • brividi
  • orticaria
  • respiro sibilante o problemi respiratori
  • febbri

Se una persona manifesta uno di questi durante o dopo aver ricevuto protossido di azoto, dovrebbe rivolgersi immediatamente a un medico.

Lungo termine

Esistono poche prove che suggeriscono che il protossido di azoto provoca gravi effetti collaterali a lungo termine.

La maggior parte degli effetti collaterali svanisce rapidamente dopo l’uso del gas. Una persona dovrebbe comunque far sapere al proprio medico se si verificano effetti collaterali insoliti o se questi durano per alcune ore o giorni dopo la loro procedura.

Sebbene la persona media non possa manifestare effetti collaterali a lungo termine, un’esposizione prolungata o un uso improprio intenzionale di protossido di azoto possono causare problemi di salute. La sovraesposizione può causare anemia o carenza di vitamina B-12. Quest’ultimo può causare danni ai nervi, che possono far intorpidire gli arti, le dita o le dita di una persona.

Infine, non tutti sono un buon candidato per ricevere protossido di azoto. In alcuni casi, condizioni mediche preesistenti possono rendere l’assunzione di protossido di azoto meno sicura.

Alcuni potenziali motivi per cui gli operatori sanitari possono evitare di somministrare una persona protossido di azoto includono:

  • carenza di vitamina B-12
  • una storia di condizioni di salute mentale
  • essere nel primo trimestre di gravidanza
  • una storia di abuso di sostanze
  • avere la carenza di metilenetetraidrofolato reduttasi nella condizione enzimatica
  • una storia di malattie respiratorie

Overdose

Sebbene in genere molto sicuro, esiste la possibilità che una persona possa sovradosare con protossido di azoto. Le ragioni più comuni di un sovradosaggio includono l’ottenimento di una quantità eccessiva di gas in una sola volta e l’esposizione a lungo termine.

Una persona che lavora in uno studio che utilizza o immagazzina protossido di azoto è maggiormente a rischio di esposizione accidentale o a lungo termine.

Come paziente, è probabile che una persona non subisca un sovradosaggio. Questo perché la quantità necessaria per farlo è molto più alta di quella che ricevono durante una procedura.

Se qualcuno manifesta un sovradosaggio, potrebbe presentare uno dei seguenti sintomi:

  • senso di oppressione al petto
  • irritazione di occhi, gola e naso
  • difficoltà respiratorie – allucinazioni o psicosi
  • soffocamento
  • tinta blu alle dita dei piedi, delle labbra o delle dita
  • aumento della pressione sanguigna e rischio di infarto o ictus
  • convulsioni
  • aumento della frequenza cardiaca

Se un individuo ha troppi protossido di azoto contemporaneamente con ossigeno limitato o assente, può anche sviluppare un danno cerebrale.

Se qualcuno sospetta di aver assunto una dose eccessiva di protossido di azoto, dovrebbe rivolgersi immediatamente a un medico. Se non trattata, una persona potrebbe entrare in coma o morire.

Quando le persone usano l’ossido nitroso come farmaco ricreativo, il gas appartiene alla categoria degli inalanti. Secondo il National Institute on Drug Abuse, gli adolescenti più giovani o i preteens hanno maggiori probabilità di usare inalanti rispetto agli adolescenti più grandi.

Poiché un picco dura solo pochi secondi, un utente spesso subisce ripetutamente un colpo di gas per diversi minuti o ore, il che può portare a un sovradosaggio accidentale.

Porta via

L’ossido nitroso è in genere un farmaco sicuro che aiuta a sedare una persona prima e durante le procedure odontoiatriche e lo stesso giorno. Gli effetti del farmaco in genere vanno e vengono rapidamente all’avvio e all’arresto del gas.

Se una persona sperimenta un effetto collaterale, in genere ha una vita breve e scompare dopo aver fermato il gas. Se gli effetti durano per un periodo più lungo o una persona manifesta sintomi di una reazione allergica, dovrebbe rivolgersi immediatamente al medico.

Sebbene raro, è possibile overdose su protossido di azoto. I lavoratori delle strutture che usano o immagazzinano il protossido di azoto e quelli che lo abusano sono maggiormente a rischio. Una persona ha poche possibilità di sovradosaggio durante le cure di routine.

Questo post è stato utile per te?