Salute sessuale / Malattie sessualmente trasmissibili

Cosa sapere sulle verruche anali

Le verruche anali sono piccole escrescenze che appaiono intorno e all’interno dell’area anale. Il papillomavirus umano (HPV) provoca verruche anali, che i medici possono chiamare condilomi.

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) stimano che i ceppi di HPV ad alto rischio causano circa il 10% dei casi di verruche anali. Questi ceppi hanno maggiori probabilità di causare il cancro anale.

Tuttavia, è raro che le verruche anali indichino la presenza di cancro.

Le verruche anali non sempre causano sintomi. Se si verificano, possono includere piccoli dossi e escrescenze nell’area, nonché sanguinamenti.

In questo articolo, spieghiamo come identificare le verruche anali e quando vedere un medico. Discutiamo anche le opzioni di trattamento.

Sintomi

Nella maggior parte dei casi, le verruche anali sono indolori.

Una persona può essere completamente inconsapevole di averli. Se una persona ha sintomi, possono includere:

  • emorragia
  • dossi vicino o all’interno dell’apertura anale che di solito sono marrone chiaro o di colore della pelle
  • escrescenze simili a piccoli cavolfiori attorno all’ano
  • scarico simile al muco dai dossi
  • la sensazione di avere un nodulo o qualcosa di simile nella zona anale

In alcuni casi, una persona può confondere le verruche anali per le emorroidi.

Le cause

L’HPV provoca verruche anali. Tuttavia, ci sono molti diversi ceppi di HPV.

Secondo il CDC, circa il 90% delle verruche anali si verificano a causa dell’HPV di tipo 6 o di tipo 11. Questi ceppi di HPV possono anche causare verruche su altre parti del corpo, inclusi naso, occhi e bocca.

Il CDC nota inoltre che gli scienziati associano i ceppi 16, 18, 31, 33 e 35 dell’HPV a lesioni potenzialmente cancerogene. Una persona può avere verruche anali da diversi tipi di HPV.

Nella maggior parte dei casi, le persone sviluppano verruche anali a seguito di un rapporto anale ricettivo con qualcuno che ha l’HPV.

Tuttavia, è possibile per una persona sviluppare verruche anali senza avere rapporti anali. Ad esempio, il contatto mano-anale o l’esposizione ai fluidi infetti di un partner intorno all’area anale possono anche portare a verruche anali.

Le verruche anali sono contagiose?

Le verruche anali sono contagiose, in particolare durante un’epidemia. Detto questo, le persone possono passare l’HPV a qualcun altro anche se non hanno verruche.

Una persona può anche trasmettere il virus quando ha avuto trattamenti per le verruche anali.

Le persone con un sistema immunitario indebolito, comprese quelle con HIV, sono più vulnerabili alle infezioni. Pertanto, possono avere un rischio maggiore di contrarre l’HPV se vengono esposti ad esso.

Le persone con HIV potrebbero voler parlare con il proprio medico dei modi per ridurre il rischio di HPV. Ciò può includere la partecipazione a proiezioni regolari.

Diagnosi

Un operatore sanitario può diagnosticare le verruche anali esaminando fisicamente l’ano. Possono usare uno strumento medico chiamato anoscopio per visualizzare l’interno del canale anale e determinare se vi sono presenti anche verruche.

Un medico di solito può dire da un’ispezione visiva se i dossi sono verruche anali dovute all’HPV.

A volte, possono eseguire una biopsia, che comporta il prelievo di un campione del tessuto della verruca e l’invio per ulteriori test. Potrebbero farlo se le verruche non rispondono al trattamento o se peggiorano nonostante il trattamento.

Trattamento

Le opzioni di trattamento per le verruche anali dipendono dal loro numero, dimensione e sintomi.

A volte, il corpo cancella l’HPV stesso o le verruche scompaiono senza trattamento. Di conseguenza, i medici possono raccomandare di aspettare di vedere cosa succede dopo un piccolo focolaio se una persona non è disposta a proseguire il trattamento in quel momento.

Tuttavia, l’HPV può rimanere inattivo nel corpo di una persona per diversi anni. Pertanto, anche dopo che una persona è sottoposta a trattamento, a volte le verruche anali possono tornare.

Quando un medico decide che il trattamento è necessario, può suggerire una delle seguenti opzioni:

Trattamenti topici

Se i sintomi di una persona sono lievi, come sanguinamento rettale o piaghe non curative, o se le verruche non sono eccessivamente grandi, un medico può prescrivere un farmaco topico che ucciderà le verruche.

Esempi di questi trattamenti includono:

  • crema imiquimod 3,75% (Zyclara) o 5% (Aldara)
  • podofilox 0,5% soluzione o gel (Condylox)
  • unguento al 15% di sinecatechine (Veregen)

Alcune farmacie vendono rimedi da banco (OTC) per le verruche, ma le persone non dovrebbero usarle nella zona anale. La pelle su questa parte del corpo è molto delicata e una persona dovrebbe applicare solo trattamenti che un medico prescrive o raccomanda.

Congelamento o bruciore

A volte un medico può applicare azoto liquido alle verruche anali per rimuoverle. L’azoto liquido congela il tessuto della verruca, facendolo cadere.

In alternativa, un medico può applicare acidi per cauterizzare le verruche. Gli esempi includono acido tricloracetico o acido bicloracetico, che può distruggere il tessuto della verruca.

Entrambi questi trattamenti di solito si svolgono nell’ufficio del medico.

Chirurgia

Se una persona ha verruche anali interne o molto grandi, un medico può suggerire un intervento chirurgico.

La rimozione chirurgica delle verruche anali avverrà in anestesia generale. Se è necessario rimuovere molte verruche, un medico può raccomandare più di un intervento chirurgico per consentire il tempo di guarigione.

Dopo la rimozione chirurgica della verruca anale, una persona potrebbe aver bisogno di prendersi diversi giorni di lavoro o di scuola. Potrebbero voler assumere antidolorifici OTC o un medico può prescrivere farmaci antidolorifici più forti.

Il tempo necessario affinché una persona ritorni alle normali attività quotidiane dipende probabilmente dall’entità del trattamento chirurgico.

Prevenzione

Per evitare di contrarre o trasmettere verruche anali:

  • Astenersi dal contatto sessuale con persone che hanno verruche anali o genitali attive.
  • Usa i preservativi o altri metodi di barriera durante le relazioni sessuali. Sebbene questo non sia un modo garantito per prevenire la trasmissione dell’HPV, può ridurre il rischio.
  • Chiedi a un medico se il vaccino HPV Gardasil è necessario. Questo vaccino può prevenire i tipi di HPV che causano la maggior parte dei ceppi di verruche genitali, nonché quelli che causano il cancro.

Non esiste una cura per l’HPV. Ciò significa che una volta che una persona ce l’ha, ce l’ha per tutta la vita. Pertanto, è importante adottare pratiche sessuali sicure come l’uso di metodi di barriera.

Sommario

Le persone di solito sviluppano verruche anali a causa del sesso anale ricettivo con qualcuno che ha l’HPV. Alcune persone non saranno consapevoli di averle, mentre altre potrebbero manifestare sintomi gravi come sanguinamento.

Chiunque sospetti di avere verruche anali dovrebbe consultare un medico per la diagnosi e il trattamento.

Anche se non esiste una cura, le verruche anali sono generalmente altamente curabili. Potrebbero ripresentarsi, tuttavia.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu