Salute delle donne / Ginecologia

Cosa sapere sulla sindrome premestruale (PMS)

La sindrome premestruale, o sindrome premestruale, si riferisce ai sintomi fisici e psicologici che le donne sperimentano nella settimana o due prima del loro periodo mestruale.

Mal di testa, gonfiore, crampi e sbalzi d’umore sono tra i sintomi più comuni della sindrome premestruale. Per alcuni, questi sintomi sono un piccolo inconveniente. Per gli altri, i sintomi possono essere così gravi da mancare il lavoro o la scuola.

La maggior parte delle donne sperimenta un certo grado di sindrome premestruale. In effetti, oltre il 90% riferisce di aver riscontrato sintomi PMS nella settimana o due prima del loro periodo.

In questo articolo guardiamo al PMS, inclusi i suoi sintomi, cause, trattamenti e suggerimenti per affrontare. Discutiamo anche quando una persona dovrebbe vedere un medico sui suoi sintomi.

Cos’è il PMS?

PMS si riferisce alla vasta gamma di sintomi fisici e psicologici che le persone sperimentano prima del loro periodo mestruale.

La causa esatta di PMS rimane sconosciuta. Tuttavia, le fluttuazioni naturali dei livelli ormonali, specialmente quelle di estrogeni e progesterone, nella settimana o due prima delle mestruazioni sono probabilmente responsabili dei sintomi.

I livelli di estrogeni e progesterone diminuiscono drasticamente dopo l’ovulazione. Questo potrebbe giocare un ruolo importante nello sviluppo dei sintomi della sindrome premestruale.

Il calo dei livelli di estrogeni può influenzare i livelli di serotonina di una persona. La serotonina è una sostanza chimica del cervello che aiuta a regolare l’umore, il sonno e l’appetito, tutti effetti della PMS.

I sintomi gravi o debilitanti della PMS non sono comuni e possono indicare la presenza di una condizione di salute di base. Parla con un medico di eventuali sintomi gravi della sindrome premestruale.

Sintomi

Immagine di credito: Stephen Kelly, 2019.

I sintomi della PMS vanno da lievi a gravi. Alcune persone ottengono i loro periodi senza sperimentare alcun sintomo PMS affatto.

Per le altre persone, tuttavia, i sintomi della sindrome premestruale possono influenzare significativamente la loro capacità di svolgere attività regolari e possono anche ridurre la loro qualità di vita.

I sintomi fisici della sindrome premestruale possono includere:

  • cambiamenti nell’appetito, come voglie di cibo
  • petti teneri o gonfi
  • aumento di peso
  • gonfiore addominale
  • dolore nell’addome inferiore o crampi mestruali
  • costipazione o diarrea
  • mal di testa
  • fatica
  • pelle grassa
  • acne, brufoli e altri sintomi della pelle

I sintomi psicologici della sindrome premestruale possono includere:

  • umore basso
  • sentirsi in lacrime o piangere
  • irritabilità o rabbia
  • depressione
  • aumento dell’ansia
  • sbalzi d’umore
  • ritiro sociale
  • problemi di sonno, come l’insonnia
  • difficoltà di concentrazione
  • diminuzione della libido

Nelle POM, le persone possono anche notare che i sintomi di malattie come il diabete, la depressione e la sindrome infiammatoria dell’intestino peggiorano.

Inoltre, l’età può influire sulla gravità della sindrome premestruale. Durante la perimenopausa, che è il periodo di transizione che porta alla menopausa, le persone possono avvertire un peggioramento dei sintomi della sindrome premestruale.

Come faccio a sapere che è PMS?

Le persone potrebbero non rendersi conto subito che i loro sintomi sono legati alle mestruazioni, specialmente se hanno un ciclo irregolare.

Tenere un diario di quando si verificano i sintomi può aiutare una persona a notare i modelli. Se i sintomi si manifestano all’incirca alla stessa ora ogni mese o allo stesso stadio del ciclo mestruale di una persona, possono essere dovuti a PMS. In caso contrario, i sintomi potrebbero avere un’altra causa.

Sintomi PMS gravi o debilitanti non sono comuni. Parla con un medico se i sintomi della PMS interferiscono con la vita quotidiana. In alcuni casi, i sintomi gravi possono indicare disordine disforico premestruale (PMDD) o un’altra condizione medica.

Alcune condizioni che influenzano il sistema riproduttivo, come l’endometriosi e la sindrome dell’ovaio policistico, possono causare gravi PMS. Un medico può aiutare a trattare queste condizioni e ridurre la frequenza e la gravità dei sintomi di una persona.

Le persone potrebbero voler considerare di vedere un medico se i loro sintomi PMS non migliorano dopo aver provato farmaci da banco (OTC), rimedi casalinghi o cambiamenti dello stile di vita.

A volte, l’assunzione di contraccettivi ormonali può dare origine a sintomi simil-PMS. Questo perché questi farmaci modificano i livelli di ormoni nel corpo.

Questi sintomi possono essere meno prevedibili a seconda del tipo di contraccezione che una persona sta usando. Le persone possono notare i loro sintomi migliorare dopo aver cambiato il controllo delle nascite.

Quanto è comune il PMS?

Stime di come le PMS comuni sono variabili.

L’ufficio per la salute delle donne spiega che oltre il 90% delle donne riferisce di aver riscontrato alcuni sintomi della sindrome premestruale.

Uno studio del 2017 sulle donne in premenopausa ha riportato che sebbene il 75% abbia almeno un sintomo PMS, solo l’8-20% soddisfa i criteri clinici per una diagnosi di sindrome premestruale.

Secondo l’American College of Obstetricians and Gynecologists, un operatore sanitario effettuerà una diagnosi clinica di sindrome premestruale quando:

  • i sintomi interferiscono con le attività quotidiane
  • i sintomi compaiono 5 giorni prima dell’inizio del periodo e terminano 4 giorni al suo interno
  • i sintomi si verificano per almeno 2-3 mesi

Un numero minore di persone sperimenta una forma grave di PMS chiamata PMDD.

Come posso trattare PMS?

Le opzioni di trattamento per PMS variano a seconda dei sintomi specifici di una persona.

Le persone possono gestire i sintomi della PMS assumendo farmaci, apportando cambiamenti dietetici, esercitando, provando metodi di auto-cura e apportando altri cambiamenti nello stile di vita.

medicazione

Prendendo OTC e farmaci da prescrizione può aiutare ad alleviare i sintomi dolorosi, come crampi addominali e mal di testa.

Esempi di farmaci che le persone prendono per trattare PMS includono:

  • antidolorifici come il paracetamolo, che può aiutare ad alleviare dolori muscolari, crampi e mal di testa
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei, che possono ridurre il dolore crampi, mal di testa e dolori muscolari
  • diuretici, che possono aiutare ad alleviare il gonfiore e il dolore al seno

Per i sintomi gravi della PMS, un medico può raccomandare che una persona inizi a prendere le pillole anticoncezionali ormonali per ridurre i sintomi della PMS. Questi farmaci agiscono influenzando i livelli di estrogeni e progesterone nel corpo.

Parla con un medico di gravi PMS. Possono prescrivere farmaci per alleviare la depressione, l’ansia o altri sintomi legati all’umore.

Usa le tecniche di rilassamento

Gestire lo stress e utilizzare tecniche di rilassamento, come la respirazione profonda o la meditazione, può aiutare a regolare gli squilibri emotivi dovuti alla sindrome premestruale.

Altri esempi di gestione dello stress e tecniche di rilassamento includono:

  • yoga
  • Tai Chi
  • allungamento
  • fare un bagno
  • uscire a passeggiare
  • journaling
  • parlando con un caro amico o amato
  • incontro con un consulente o terapista della salute mentale

Prova un esercizio delicato

L’esercizio dolce può aumentare i livelli di estrogeni e progesterone, che possono aiutare a ridurre i sintomi della PMS.

Uno studio del 2018 che ha coinvolto donne in età universitaria ha rilevato che 1,5 ore di esercizio aerobico ogni settimana hanno portato a miglioramenti nei seguenti sintomi fisici della PMS:

  • nausea
  • costipazione o diarrea
  • gonfiore delle mammelle
  • gonfiore
  • risciacquo
  • aumento dell’appetito

Vale la pena notare che fattori esterni incontrollati, come il sonno, la nutrizione e gli ambienti di vita dei partecipanti, potrebbero aver influenzato questi risultati.

Al contrario, i risultati di uno studio cross-sectional 2017 non hanno trovato un’associazione significativa tra attività fisica e miglioramenti nei sintomi della sindrome premestruale.

Alleviare il gonfiore

Il gonfiore può far sentire una persona pesante e letargica. Le persone possono ridurre il gonfiore correlato alla PMS:

  • non mangiare cibi salati, che peggiorano il gonfiore
  • mangiare cibi ricchi di potassio, come le banane
  • rimanendo idratato
  • facendo esercizio delicato

Scopri di più su come alleviare il gonfiore mestruale qui.

Allevia i crampi mestruali

I crampi mestruali di solito insorgono pochi giorni prima dell’inizio del periodo e possono durare per diversi giorni. Provare rimedi casalinghi come l’applicazione di calore sull’addome, fare esercizi delicati, provare massaggi e usare gli olii essenziali può aiutare.

Scopri di più su come alleviare i crampi mestruali qui.

Mangia determinati nutrienti

Apportare alcune modifiche dietetiche può ridurre i sintomi della sindrome premestruale da lieve a moderata. Di seguito sono riportati alcuni esempi di sostanze nutritive che possono aiutare una persona a gestire i sintomi della PMS:

  • Magnesio può aiutare ad alleviare gli episodi di emicrania relativi alla sindrome premestruale. Verdure a foglia verde, come cavoli e spinaci, contengono magnesio.
  • Acidi grassi può aiutare a ridurre i crampi addominali legati alla sindrome premestruale. Le buone fonti includono pesce, noci e verdure verdi.
  • Calcio supporta la forza e la densità ossea. Avere livelli di calcio adeguati aiuta anche a regolare l’umore, il sonno e il desiderio di cibo. Uno studio in doppio cieco del 2017 ha riportato che le femmine in età universitaria che consumavano 500 milligrammi di calcio al giorno per 2 mesi avevano una significativa riduzione della depressione, dell’ansia e della ritenzione idrica correlata alla sindrome premestruale.

prospettiva

La maggior parte delle donne sperimenta almeno un sintomo di sindrome premestruale. Le fluttuazioni dei livelli ormonali potrebbero avere un ruolo significativo nella sindrome premestruale, ma la causa esatta rimane sconosciuta.

Una piccola percentuale di persone può sviluppare una forma grave di sindrome premestruale chiamata PMDD.

Assumere antidolorifici OTC, apportare opportune modifiche dietetiche e gestire lo stress può aiutare a ridurre i sintomi della PMS.

Le persone potrebbero voler vedere il proprio medico se i sintomi non migliorano, se peggiorano nonostante il trattamento o se interferiscono con la loro capacità di svolgere compiti quotidiani.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu