Controllo delle nascite

Cosa sapere sulla nausea anticoncezionale

Alcune persone che assumono pillole anticoncezionali non hanno effetti collaterali. Tuttavia, per altri, la nausea è comune.

Pillole anticoncezionali o contraccettivi ormonali sono un modo per prevenire la gravidanza. Possono anche aiutare a regolare i periodi e ridurre il dolore associato. Queste pillole contengono uno o più ormoni che aiutano a fermare la produzione di uova e impediscono allo sperma di raggiungere l’utero.

Questo articolo esplora perché le pillole anticoncezionali possono causare nausea. Descrive anche come ridurre la nausea e altri effetti collaterali della contraccezione ormonale.

Perché il controllo delle nascite provoca nausea?

I medici ritengono che gli ormoni nelle pillole anticoncezionali possano causare nausea.

Ad esempio, mentre l’ormone estrogeno, nelle pillole anticoncezionali, aiuta a controllare le mestruazioni, può anche causare nausea e altri effetti collaterali. Gli estrogeni possono irritare il rivestimento dello stomaco e maggiore è il dosaggio di estrogeni nella pillola, maggiore è la probabilità che una persona si senta nauseata.

Il progesterone, un altro ormone nelle pillole anticoncezionali, può anche causare nausea. Alcune ricerche indicano che il progesterone e gli estrogeni causano questo effetto collaterale rilassando i muscoli lisci, che possono cambiare il modo in cui lo stomaco si svuota.

Le pillole anticoncezionali di emergenza, come Plan B ed Ella, contengono un’alta dose di progesterone artificiale e la nausea è un effetto collaterale comune.

Alcune pillole per il controllo delle nascite regolari contengono solo progestinico, una forma sintetica di progesterone. Un altro nome per le pillole solo progestinici è la “mini-pillola” e non contiene estrogeni. La mini-pillola può causare nausea, sebbene si tratti di un raro effetto collaterale.

Altri possibili effetti collaterali delle pillole anticoncezionali includono:

  • seno allargato
  • aumento di peso
  • seno dolorante
  • mal di testa
  • cambiamenti d’umore

Mentre un po ‘di nausea è un effetto collaterale comune delle pillole anticoncezionali, un forte mal di stomaco o addominale può segnalare un’emergenza medica. Chiunque prenda il controllo delle nascite che avverte questo dolore dovrebbe ricevere cure mediche immediate.

Altri sintomi che possono indicare un’emergenza medica, come un coagulo di sangue, includono:

  • forte dolore alle gambe
  • dolore al petto
  • mancanza di respiro

Quanto dura la nausea?

Secondo il Center for Young Women’s Health, la maggior parte degli effetti collaterali delle pillole anticoncezionali scompare dopo che la persona ha assunto le pillole per alcuni giorni.

Una persona di solito sperimenterà meno effetti collaterali dopo aver assunto le pillole per 3-4 mesi. Questo perché il corpo si abitua agli ormoni nel tempo.

Rimedi casalinghi

Un modo per ridurre la nausea dalle pillole anticoncezionali è prendere la pillola a cena o con uno spuntino serale. L’assunzione di questo tipo di pillola a stomaco vuoto può aumentare il rischio di nausea.

Quando una persona ha la nausea, può aiutare a mangiare cibi insipidi, come banane, purè di patate, salsa di mele o semplici cracker.

Quanto segue può anche aiutare a ridurre la nausea:

Zenzero

Lo zenzero fresco e altre forme, come il tè allo zenzero o lo zenzero candito, possono aiutare a ridurre la nausea, secondo una recensione della rivista Integrative Medicine Insights. Gli autori si riferiscono a molteplici studi in cui i ricercatori hanno descritto i ruoli di vari preparati allo zenzero nel trattamento della nausea.

agopressione

Questa pratica dell’antica medicina cinese prevede l’applicazione di una certa pressione su alcuni punti del corpo per ridurre il disagio e la malattia.

Secondo il Memorial Sloan Kettering Cancer Center, una persona può usare il punto di pressione di Neiguan per alleviare la nausea.

Per trovare questo punto di pressione:

  • Posizionare una mano in modo che il palmo sia rivolto verso il corpo e le dita e il pollice siano rivolti verso l’alto.
  • Usando l’altra mano, posiziona l’indice, il centro e l’anulare in una riga sotto il palmo. Il punto di pressione si trova nella parte inferiore del polso, proprio sotto il punto in cui giace il dito indice.
  • Usando il pollice, esercitare una pressione su questo punto, usando movimenti fermi e circolari, per 2-3 minuti.
  • Fai lo stesso sul polso opposto.

Trattamento medico

Un medico può prescrivere farmaci antinausea se la nausea è un effetto collaterale duraturo e distruttivo del controllo delle nascite. Possono prescrivere ondansetron (Zofran) o meclizine. Antivert è il nome commerciale della meclizina resistente alle prescrizioni, ma il farmaco è disponibile anche al banco, come Dramamine.

Un’altra opzione è quella di chiedere al medico di prescrivere una pillola a base di solo progestinico, nota anche come mini-pillola, invece di pillole che contengono sia estrogeni che progestinici. La mini-pillola ha meno probabilità di causare nausea.

Oppure, un medico può prescrivere una pillola che contiene meno estrogeni dell’attuale pillola anticoncezionale della persona. Una pillola a basso contenuto di estrogeni può avere meno effetti collaterali, riducendo il rischio di nausea.

Prevenzione

Alcune persone assumono farmaci antinausea come precauzione prima di prendere le loro prime pillole anticoncezionali. Questo può ridurre il rischio di nausea.

Anche rimanere idratati e assumere pillole anticoncezionali a stomaco pieno può aiutare. Inoltre, una persona può avere meno probabilità di provare nausea se prende la pillola prima di andare a letto o dopo uno spuntino.

Evitare cibi piccanti o acidi, come gli agrumi, può anche ridurre il rischio di nausea.

Sommario

La nausea è un effetto collaterale comune delle pillole anticoncezionali, specialmente nei primi giorni o settimane. Nella maggior parte dei casi, la nausea scompare quando il corpo si adatta agli ormoni aggiuntivi.

Se una persona ha preso le pillole per diversi mesi e ha ancora la nausea, dovrebbe parlare con il proprio medico delle alternative.

Il medico può raccomandare una pillola che contenga livelli bassi o bassi di estrogeni. Un’opzione è la mini-pillola, che contiene un diverso ormone. Un’altra opzione è un dispositivo intrauterino, o IUD, che non contiene ormoni.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu