Tumore al seno

Cosa sapere sulla mastectomia radicale modificata

In una mastectomia radicale modificata, un chirurgo rimuove il seno, compresa tutta o parte della pelle sovrastante, il capezzolo e l’areola, la maggior parte o tutti i linfonodi sotto il braccio e il rivestimento sopra i muscoli del torace. Questa è una chirurgia meno estesa di una mastectomia radicale.

Nel trattamento del carcinoma mammario, l’obiettivo principale di un medico è quello di rimuovere le cellule cancerose e ridurre il rischio di diffusione del cancro, preservando il più possibile il tessuto mammario. La mastectomia radicale modificata è un modo in cui un chirurgo raggiunge questo obiettivo.

Questo articolo si concentra sulla mastectomia radicale modificata, sui suoi usi e su cosa aspettarsi prima, durante e dopo la procedura. Guardiamo anche ai possibili rischi e complicazioni.

Cos’è una mastectomia radicale modificata?

Una mastectomia radicale modificata è una procedura chirurgica che rimuove l’intero seno, compresi tutti o parte della pelle sovrastante, capezzolo e areola, i linfonodi circostanti sotto l’ascella e il rivestimento dei muscoli del torace.

Il chirurgo può anche rimuovere parte del muscolo della parete toracica. L’intervento mirerà a preservare il più possibile il tessuto sano.

La chirurgia è il trattamento principale per il cancro al seno. I medici usano spesso trattamenti sistemici, come la chemioterapia, la terapia ormonale o la radioterapia, oltre alla chirurgia per prevenire la crescita o il restringimento dei tumori.

Alcuni pazienti possono avere la possibilità di sottoporsi a un intervento chirurgico di ricostruzione del seno dopo il recupero da una mastectomia radicale modificata.

Un chirurgo può spesso eseguire la ricostruzione del seno durante la procedura di mastectomia radicale modificata a meno che la persona non richieda radioterapia dopo l’intervento.

L’American Cancer Society raccomanda che, se una persona vuole sottoporsi a un intervento chirurgico per la ricostruzione del seno, deve attendere fino al termine della radioterapia. Questo perché la radiazione può ritardare la guarigione dei tessuti, e il risultato della ricostruzione sarà migliorato se viene eseguito bene dopo ogni trattamento con radiazioni.

Mastectomia radicale modificata rispetto ad altri tipi di mastectomia

Un medico consiglierà la migliore opzione chirurgica, a seconda dello stadio del tumore e delle dimensioni del seno.

L’American Cancer Society descrive diversi tipi di chirurgia per il cancro al seno. Questi interventi chirurgici sono noti come mastectomie e includono quanto segue:

  • Mastectomia semplice o totale: Rimuovere l’intero seno e alcuni linfonodi ascellari, se necessario.
  • Mastectomia radicale modificata: Una semplice mastectomia che rimuove anche i linfonodi sotto il braccio, nota come dissezione linfonodale ascellare, insieme al rivestimento sui muscoli del torace. I chirurghi possono rimuovere parte dei muscoli della parete toracica se necessario.
  • Mastectomia radicale: Rimozione del seno intero, dei linfonodi e dei muscoli della parete toracica.

Le persone di solito hanno una mastectomia semplice se il loro cancro non si è diffuso oltre il tessuto mammario.

La mastectomia radicale era molto comune ma ora è rara. I chirurghi hanno scoperto che la versione modificata può essere altrettanto efficace e produce meno effetti collaterali. Le persone possono ancora avere una mastectomia radicale se hanno grandi tumori che stanno crescendo nei muscoli della parete toracica.

I medici usano mastectomie radicali modificate per trattare il carcinoma mammario invasivo che si è diffuso oltre il tessuto mammario. L’intervento chirurgico può trattare qualsiasi forma di cancro al seno che colpisce i linfonodi ascellari.

Le persone che hanno un cancro allo stadio iniziale possono essere in grado di scegliere tra chirurgia conservativa del seno e mastectomia.

Cosa aspettarsi

Le persone riceveranno un’anestesia generale per una mastectomia radicale modificata, poiché l’operazione è una procedura invasiva. Un chirurgo specializzato nel trattamento del tumore al seno eseguirà la procedura.

Il chirurgo inizierà disegnando segni intorno al petto e sul petto. Questi segni fungono da linee guida per il chirurgo quando vanno a fare incisioni.

Il chirurgo eseguirà un’incisione su un lato del torace e tirerà delicatamente indietro la pelle per rivelare il tessuto mammario. Rimuoveranno il tessuto mammario e i linfonodi ascellari che si trovano sotto il braccio. Infine, il chirurgo inserirà dei tubi sottili per drenare il liquido in eccesso dall’area del seno e quindi chiudere il sito di incisione.

Se i medici intraprendono immediatamente una ricostruzione, un espansore tissutale o un impianto permanente viene inserito nella tasca prima di chiudere l’incisione cutanea. A volte i tessuti di un paziente vengono utilizzati per costruire un seno dopo mastectomia. In queste situazioni, potrebbero esserci diversi tubi di drenaggio messi in opera alla fine dell’intervento.

Dopo la rimozione dei linfonodi, un professionista sanitario verificherà questi eventuali segni di cancro. Se il cancro si è diffuso ai linfonodi, potrebbe significare che si è diffuso anche ad altre aree del corpo.

Un medico può raccomandare la chemioterapia se il tumore si è diffuso al di fuori del tessuto mammario.

Rischi e complicazioni

Come per qualsiasi intervento chirurgico, le mastectomie radicali modificate presentano potenziali rischi e complicanze. Questi possono includere:

  • emorragia
  • infezione
  • dolore, gonfiore o tenerezza vicino al sito dell’incisione
  • gonfiore al braccio
  • gamma ridotta di movimento
  • cicatrici

Recupero

Di solito le persone si aspettano di rimanere in ospedale per 2 giorni o meno dopo una mastectomia.

Se hanno la ricostruzione del seno allo stesso tempo, possono rimanere più a lungo, ovunque da 2 giorni per un impianto fino a una settimana per la ricostruzione con il tessuto del paziente stesso.

Il personale ospedaliero monitorerà regolarmente la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna di una persona e verificherà la presenza di eventuali segni di infezione. Possono anche somministrare farmaci per alleviare eventuali fastidiosi effetti collaterali, come dolore o nausea.

Un membro del personale aiuterà le persone a eseguire esercizi che impediscono la rigidità della spalla durante il processo di guarigione. Un individuo può continuare a fare questi esercizi da solo una volta tornati a casa.

Il seguente elenco copre le linee guida generali per le persone da utilizzare quando tornano a casa dall’ospedale:

  • Riposati abbondantemente per evitare l’affaticamento.
  • Prendi un antidolorifico da prescrizione o da banco, come da istruzioni.
  • Lavare con cura il sito dell’incisione regolarmente.
  • Esegui esercizi con le braccia ogni giorno.
  • Evitare di indossare un reggiseno finché il sito dell’incisione non è completamente guarito.

Sommario

Una mastectomia radicale modificata rimuove l’intero seno e i linfonodi ascellari circostanti. A differenza di una mastectomia radicale, lascia intatto il tessuto muscolare sottostante.

Un medico potrebbe raccomandare una mastectomia radicale modificata per il carcinoma mammario invasivo che si è diffusa oltre il tessuto mammario o ha un’alta probabilità di diffondersi ai linfonodi.

Le persone possono discutere le loro opzioni di trattamento con il proprio medico. È importante valutare i costi e i benefici di tutti i potenziali trattamenti prima di prendere una decisione.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu