Dermatologia

Cosa sapere sulla cura delle ferite aperte

Una ferita aperta è una lesione interna o esterna che lascia il tessuto interno esposto all’ambiente esterno. Le persone a volte possono curare ferite aperte acute a casa con farmaci e rimedi naturali.

Tuttavia, le persone dovrebbero rivolgersi immediatamente a un medico per ferite gravi che comportano sanguinamento significativo o ossa rotte.

Le ferite si dividono in due grandi categorie: aperto o chiuso.

In una ferita chiusa, si verificano danni tissutali e sanguinamento sotto la superficie della pelle. Esempi di ferite chiuse includono lividi.

Una ferita aperta comporta una rottura della pelle che lascia esposto il tessuto interno. Le ferite aperte possono derivare da cadute, traumi contusivi e interventi chirurgici.

Copriremo diversi tipi di ferite aperte, nonché come trattarle, in maggior dettaglio di seguito.

tipi

Alcuni esempi di ferite aperte includono quanto segue.

Abrasione

Una ferita da abrasione si verifica quando la pelle si sfrega o scivola contro una superficie ruvida. Esempi di abrasioni includono un ginocchio raschiato o eruzione cutanea.

Sebbene le abrasioni producano pochissimo sangue, è importante disinfettare la ferita e rimuovere eventuali detriti per prevenire l’infezione.

Lacerazione

Una lacerazione è un’apertura profonda o una lacrima nella pelle. Le lacerazioni di solito avvengono da incidenti o incidenti che coinvolgono coltelli, macchinari o altri strumenti affilati. Questo tipo di ferita può causare sanguinamento significativo.

Avulsione

Un’avulsione implica strappare con forza la pelle e il tessuto sottostante.

Le avulsioni possono derivare da incidenti violenti, come esplosioni, attacchi di animali o incidenti automobilistici.

foratura

Una ferita da puntura è un piccolo foro nel tessuto molle. Le schegge e gli aghi possono causare ferite acute da puntura che interessano solo gli strati esterni del tessuto.

Tuttavia, ferite da coltello o da arma da fuoco possono danneggiare i muscoli profondi e gli organi interni, il che può causare sanguinamento significativo.

Incisione

Un’incisione è un taglio netto e pulito nella pelle. Molte procedure chirurgiche utilizzano incisioni. Tuttavia, incidenti che coinvolgono coltelli, lame di rasoio, vetri rotti e altri oggetti appuntiti possono causare incisioni.

Le incisioni di solito causano sanguinamento pesante e rapido. Le incisioni profonde possono danneggiare i muscoli oi nervi e molto probabilmente richiederanno punti.

trattamenti

Le ferite minori o acute aperte non possono richiedere cure mediche. Le persone possono trattare questi tipi di ferite a casa.

Tuttavia, ferite aperte gravi che comportano un sanguinamento significativo richiedono cure mediche immediate.

La cura della ferita aperta dovrebbe comportare le seguenti fasi:

  • Fermare l’emorragia: Utilizzando un panno o una benda pulita, applicare delicatamente pressione sulla ferita per favorire la coagulazione del sangue.
  • Pulire la ferita: Utilizzare acqua pulita e una soluzione salina per eliminare eventuali detriti o batteri. Quando la ferita appare pulita, asciugala con un panno pulito. Un medico può aver bisogno di eseguire uno sbrigliamento chirurgico per rimuovere i detriti da gravi ferite che contengono tessuto morto, vetro, proiettili o altri oggetti estranei.
  • Tratta la ferita con antibiotici: Dopo aver pulito la ferita, applicare un sottile strato di unguento antibiotico per prevenire l’infezione.
  • Chiudi e vesti la ferita: La chiusura delle ferite pulite aiuta a promuovere una guarigione più rapida. Bende e garze impermeabili funzionano bene per le ferite minori. Le ferite profonde possono richiedere punti o graffette. Tuttavia, lasciare una ferita già infetta aperta fino a quando l’infezione scompare.
  • Cambiare regolarmente la medicazione: I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano di rimuovere le vecchie bende e di verificare la presenza di segni di infezione ogni 24 ore. Disinfettare e asciugare la ferita prima di riapplicare una benda adesiva pulita o una garza. Ricorda di mantenere la ferita asciutta mentre guarisce.

Farmaci per ferite aperte

Le persone possono assumere farmaci antidolorifici over the counter (OTC) per ridurre l’infiammazione e i sintomi dolorosi durante il processo di guarigione. Evitare l’aspirina, tuttavia, poiché può causare sanguinamento e ritardare il processo di guarigione della ferita.

Un medico può prescrivere antidolorifici più forti per le persone con ferite gravi o infette.

Le persone possono usare antibiotici topici su piccoli tagli e graffi. Un operatore sanitario può prescrivere antibiotici per via orale se ritengono che qualcuno abbia un alto rischio di sviluppare un’infezione durante la guarigione.

Rimedi casalinghi

Le persone possono usare i seguenti rimedi casalinghi per curare ferite minori, come tagli e graffi.

Pasta di curcuma

Un composto in curcuma chiamato curcumina possiede potenti proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche, che possono migliorare la guarigione delle ferite.

Uno studio del 2017 ha esaminato le proprietà curative della curcuma in 178 persone con zoccolo secco, che è un’infezione comune che si sviluppa dopo l’estrazione del dente.

I partecipanti trattati con curcuma hanno riportato riduzioni di dolore, gonfiore e necrosi tissutale entro 2 giorni.

Le persone possono fare una pasta mescolando la curcuma con acqua tiepida. Applicare delicatamente la pasta sulla ferita e coprire con una benda o una garza.

Aloe Vera

L’aloe vera appartiene alla famiglia dei cactus. Le foglie della pianta di aloe vera contengono una sostanza simile al gel ricca di minerali e vitamine, che promuovono la guarigione delle ferite.

Secondo una revisione sistematica del 2019 di 23 studi, l’aloe vera contiene il glucomannano composto, che promuove la rigenerazione cellulare e la produzione di collagene. Il collagene è una proteina essenziale che promuove la guarigione delle ferite.

Inoltre, l’aloe vera può aiutare a ridurre l’infiammazione, prevenire le ulcere e migliorare l’integrità della pelle.

Applicare uno strato sottile di gel di aloe vera nella zona o vestire la ferita in una benda imbevuta di gel di aloe vera.

Olio di cocco

L’olio di cocco può favorire la guarigione delle ferite a causa della sua alta concentrazione di monolaurina, un acido grasso noto per i suoi effetti antimicrobici.

L’uso di olio di cocco di alta qualità può aiutare a ridurre il rischio di infezione nelle ferite di guarigione.

aglio

L’aglio contiene un composto chiamato allicina, che ha proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie. Secondo uno studio sul ratto del 2018, un unguento contenente il 30% di aglio ha promosso una maggiore proliferazione cellulare rispetto alla vaselina.

rischi

Diversi gruppi di batteri popolano la superficie della pelle, il che significa che le ferite aperte richiedono cure adeguate e servizi igienico-sanitari per ridurre il rischio di infezione.

Alcuni segni e sintomi di una ferita infetta includono:

  • pelle arrossata, gonfia o calda vicino alla ferita
  • peggioramento del dolore
  • fluido chiaro o pus che si raccoglie nella ferita
  • vesciche o piaghe
  • febbre
  • linfonodi ingrossati

Le infezioni che possono svilupparsi da ferite aperte includono:

Infezione da stafilococco

Lo stafilococco si riferisce a un gruppo di batteri presenti sulla pelle e all’interno del naso.

I batteri stafilococchi di solito non causano malattie. Tuttavia, possono entrare nel corpo attraverso ferite aperte, causando una condizione contagiosa che i medici chiamano un’infezione da stafilococco.

Le infezioni da stafilococco possono rimanere nella pelle e influenzare il sudore e le ghiandole sebacee. Tuttavia, possono anche diffondersi in tutto il corpo e colpire più organi.

Un operatore sanitario può prescrivere antibiotici per combattere le infezioni da stafilococco. Tuttavia, alcuni ceppi di Staphylococcus, come lo Staphylococcus aureus meticillino-resistente (MRSA), resistono agli antibiotici che i medici prescrivono in genere.

Tetano (trisma)

Clostridium tetani (C. tetani) può entrare nel corpo attraverso ferite aperte nella pelle, causando un’infezione batterica chiamata tetano. Una volta all’interno del corpo, C. tetani può causare dolorosi spasmi muscolari nel collo e nella mascella.

C. tetani esiste nel suolo, nella polvere e all’esterno di oggetti metallici. Per questo motivo, una persona dovrebbe cercare assistenza medica se riceve una ferita da una puntura da un chiodo o da un altro oggetto metallico appuntito.

I progressi nei vaccini hanno quasi sradicato il tetano negli Stati Uniti. Il CDC raccomanda agli adulti di ottenere un tiro di richiamo del tetano ogni 10 anni.

Fascite necrotizzante

La fascite necrotizzante è una rara infezione batterica che uccide i tessuti molli. I batteri chiamati Streptococco di gruppo A causano tipicamente questa infezione. Si sviluppa improvvisamente e si diffonde rapidamente.

La fascite necrotizzante è una condizione medica grave che richiede un trattamento immediato. Può portare a sepsi, sindrome da shock tossico, insufficienza multiorgano e persino morte.

I sintomi della fascite necrotizzante assomigliano a quelli dell’influenza. Possono includere:

  • forte dolore vicino alla ferita
  • pelle rossa o viola vicino alla ferita
  • febbre
  • mal di stomaco
  • gola infiammata
  • nausea
  • diarrea
  • brividi
  • dolori muscolari

Ferita cronica

Una ferita cronica è quella che impiega un tempo insolitamente lungo per guarire o riaprire continuamente.

Le cause di ferite croniche comprendono gravi infezioni batteriche, indebolimento della funzione immunitaria e condizioni di salute sottostanti. Avere diabete o cancro può aumentare il rischio di sviluppare ferite croniche.

Sommario

Le ferite aperte sono quelle che lasciano i tessuti del corpo esposti all’ambiente esterno.

Le ferite aperte possono essere infettate dalle colonie batteriche presenti sulla pelle. Tuttavia, la pratica di adeguate tecniche igienico-sanitarie e di cura delle ferite può aiutare a ridurre il rischio di infezione e contribuire a promuovere una guarigione più rapida.

Minori ferite aperte potrebbero non richiedere un trattamento medico, ma l’uso dell’unguento antibiotico OTC aiuterà a mantenere la ferita pulita. Le persone possono usare curcuma, aloe vera, olio di cocco o aglio come trattamenti naturali per ferite aperte minori.

Le grandi ferite aperte che comportano un’emorragia significativa richiedono cure mediche immediate.

Alcuni dei rimedi casalinghi per le ferite aperte elencati in questo articolo sono disponibili per l’acquisto online.

  • Acquista per bende impermeabili.
  • Acquista una garza medica.
  • Acquista per nastro benda.
  • Acquista un unguento antibiotico.
  • Acquista la polvere di curcuma.
  • Acquista il gel di aloe vera.
  • Acquista l’olio di cocco.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu