Sclerosi multipla

Cosa sapere sulla chirurgia per la SM

La sclerosi multipla attacca il rivestimento protettivo intorno ai nervi in ​​tutto il corpo, compresi quelli nel cervello. La sclerosi multipla è una malattia progressiva, il che significa che in genere peggiora nel tempo.

Man mano che progredisce, una persona spesso nota che i suoi movimenti, le parole e altre funzioni corporee vengono compromesse. Alla fine, queste menomazioni possono cambiare la vita.

Secondo una ricerca finanziata dalla National Multiple Sclerosis Society, circa 1 milione di persone negli Stati Uniti vive con la sclerosi multipla (SM). Non esiste una cura per la SM, ma il trattamento può ridurre la gravità dei suoi sintomi.

Un potenziale trattamento che le persone che vivono con SM possono optare per un intervento chirurgico. Di seguito, discutiamo alcune delle procedure chirurgiche più comuni per MS così come i vantaggi e i rischi di avere un intervento chirurgico per trattare questa condizione.

rizotomia

La SM può causare gravi dolori ai nervi, che spesso colpiscono il viso e la testa. A volte, anche una leggera stimolazione di questa parte del corpo può scatenare il dolore. La rizotomia è un’opzione chirurgica che può aiutare ad affrontare il dolore facciale.

La rizotomia comporta il taglio di una sezione di un nervo. Anche se questo trattamento è efficace, provoca anche il viso a diventare insensibile.

Talvolta i medici raccomandano la rizotomia per trattare la spasticità grave nella SM. La spasticità si riferisce alla rigidità e alle contrazioni muscolari.

Stimolazione cerebrale profonda

I tremori muscolari sono un altro sintomo comune della SM. Un potenziale trattamento per tremori comporta l’uso di elettrodi impiantati che scioccano il talamo, la parte del cervello responsabile di questo sintomo.

Il chirurgo impianta un dispositivo nel torace che si collega agli elettrodi impiantati nel cervello. Questo dispositivo invia segnali elettrici al cervello e questi shock interrompono l’attività nel talamo. Di conseguenza, una persona può sperimentare o tremori meno gravi o senza tremori affatto.

Una persona può regolare la potenza degli shock, se necessario. Possono anche spegnere il dispositivo se altri trattamenti interferiscono con esso.

Tuttavia, la stimolazione cerebrale profonda non è adatta per tutti coloro che hanno la SM, e di solito i medici non la considerano un’opzione per una persona in grado di gestire i sintomi della SM con terapie e altre terapie.

Pompa baclofen

Una persona che vive con SM può anche sperimentare cambiamenti nella spasticità.

Baclofen è un farmaco che colpisce il cervello e consente ai muscoli di rilassarsi. Le forme orali di baclofen causano significativi effetti collaterali, tra cui nausea, mal di testa e esaurimento. Se un medico inietta baclofen nella colonna vertebrale, tuttavia, causa meno effetti collaterali ed è più efficace.

Una persona che vive con SM può optare per un intervento chirurgico per impiantare una pompa baclofen, che il chirurgo posizionerà vicino al midollo spinale. Il dispositivo inietta automaticamente baclofen su base regolare. Un professionista sanitario dovrà riempire la pompa ogni volta che il farmaco inizia a esaurirsi.

Vantaggi per la chirurgia

Le terapie che trattano i sintomi della SM possono offrire alcuni vantaggi rispetto ai farmaci, ai trattamenti domiciliari e alle terapie alternative. Tuttavia, una persona dovrebbe parlare al proprio medico se gli interventi chirurgici potrebbero funzionare per loro.

Un potenziale vantaggio è che la chirurgia può produrre risultati duraturi. Sia gli impulsi elettrici che una pompa baclofen possono fornire un sollievo a lungo termine con un intervento minimo o nullo da parte della persona che li utilizza.

rischi

Tutte le procedure chirurgiche comportano un certo rischio e la maggior parte delle persone avrà dubbi su un intervento chirurgico.

Tuttavia, la paura dell’anestesia non dovrebbe essere una di queste. Secondo la National Multiple Sclerosis Society, la maggior parte delle persone che vivono con SM non sono a rischio maggiore rispetto alle persone senza SM quando vanno sotto anestesia.

Inoltre, gli esperti ritengono che i rischi durante l’intervento siano all’incirca uguali tra le persone che convivono con la SM e quelle che non lo fanno.

Una persona dovrebbe parlare con il proprio medico di qualsiasi procedura che stanno prendendo in considerazione e chiedere sui rischi che sono specifici per l’intervento chirurgico. Ad esempio, l’inserimento di una pompa può causare dolore al sito dell’incisione. Una persona con una pompa può anche sperimentare alcuni degli effetti collaterali del farmaco stesso, ma questi sono spesso ridotti rispetto alla versione orale.

Sommario

Per le persone che vivono con SM, la chirurgia può essere un’opzione valida per alleviare alcuni sintomi.

Tuttavia, i medici non possono prendere in considerazione le persone per un intervento chirurgico se le terapie e i farmaci sono efficaci per loro.

Una persona dovrebbe discutere la propria situazione con il proprio medico per determinare se la chirurgia è la migliore linea d’azione per ridurre al minimo la gravità dei sintomi della SM.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu