Dermatologia

Cosa sapere sull'acropustolosi

L’acropustolosi è una condizione della pelle rara che provoca prurito, o pustole, a sviluppare sulla pelle. Di solito appare nei bambini ma può colpire anche gli adulti.

L’acropustolosi si verifica tipicamente sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi.

Anche se le pustole possono essere pruriginose e scomode, la condizione non è seria e tende a risolversi quando il bambino raggiunge i 3 anni di età. L’acropustolosi infantile non causa complicazioni durature.

In questo articolo, descriviamo i sintomi e le cause dell’acropustolosi e elenchiamo i trattamenti disponibili.

Sintomi

L’acropolosi provoca pustole ricorrenti e pruriginose sulla pelle. Inizialmente, le pustole appaiono come protuberanze piatte, rosse, ma poi si riempiono di liquido che assomiglia al pus. Quando ciò accade, diventano sollevati e diventano gialli o bianchi.

Pustole si verificano in gruppi, che sono chiamati raccolti. Le colture vanno e vengono nei primi anni della vita del bambino. I periodi durante i quali le pustole sono presenti sono noti come razzi e questi di solito durano dai 7 ai 14 giorni. Tendono a ricorrere ogni 2 o 4 settimane.

L’acropustolosi colpisce più comunemente i palmi delle mani e le piante dei piedi, ma le colture possono anche apparire sul:

  • caviglie
  • dorso delle mani
  • piedi
  • cuoio capelluto
  • polsi

I neonati con questa condizione possono sembrare irritabili e a disagio a causa del prurito.

Sebbene la condizione non causi complicazioni durature, l’American Osteopathic College of Dermatology avvisa che la pelle in cui si manifesta l’eruzione potrebbe rimanere più scura per qualche tempo dopo che l’eruzione si è risolta. Alla fine, la pelle dovrebbe tornare al suo colore normale.

Età di esordio

L’acropustolosi infantile si presenta tipicamente nei primi 2 a 12 mesi di vita di un bambino. La condizione di solito diventa meno grave col passare del tempo, e tende a scomparire prima dei 3 anni.

L’acropustolosi è più comune nei bambini, ma può colpire anche i bambini più grandi e gli adulti.

Le cause

La causa esatta dell’acropustolosi dell’infanzia è sconosciuta. Alcuni casi si sviluppano dopo un’infezione da scabbia. La scabbia è una condizione della pelle altamente contagiosa che si verifica quando l’acaro parassita di Sarcoptes scabiei penetra nella pelle.

L’acropustolosi può indicare una reazione allergica all’acaro della scabbia.

Tuttavia, altri casi di acropustolosi infantile si verificano indipendentemente dall’infezione da scabbia. A differenza della scabbia, l’acropustolosi non è contagiosa.

Fattori di rischio

I medici non sono sicuri del motivo per cui alcuni bambini ricevono l’acropolosi mentre altri non lo fanno. Il principale fattore di rischio per l’acropustolosi nei neonati è l’età, con le lesioni che si verificano più comunemente nei bambini sotto i 3 anni.

Altri fattori di rischio includono:

  • infezione da scabbia
  • precedenti riacutizzazioni di acropustulosi

Diagnosi

I medici diagnosticano tipicamente acropustolosi infantile ispezionando visivamente le lesioni e escludendo la presenza di acari della scabbia o di tane.

Occasionalmente, un medico può ordinare esami di laboratorio per escludere altre condizioni o controllare un’infezione, come la varicella.

Diagnosi differenziale

A volte, le persone scambiano l’acropustolosi dell’infanzia per altre condizioni simili. Questi includono:

  • Scabbia, un’infezione parassitaria altamente contagiosa della pelle.
  • Eczema disidrico, una condizione della pelle che causa una caratteristica minuscola e pruriginosa vescica sulle dita, i palmi delle mani e le piante dei piedi.
  • Malattia delle mani, dei piedi e della bocca (HFMD), un’infezione virale che colpisce spesso i bambini che causa afta epizootica ed eruzioni cutanee su mani, piedi e glutei.
  • Impetigine, una comune infezione cutanea contagiosa che causa la comparsa di piaghe rosse con formazione di croste su alcune parti del corpo, più comunemente viso, mani e piedi.
  • Melanosi pustolare neonatale transitoria (TNPM), una condizione rara che colpisce i neonati e può produrre pustole in qualsiasi parte del corpo.

Trattamento

Non tutti i casi di acropustolosi infantile richiedono un trattamento. La condizione di solito si risolve dal momento in cui un bambino ha 3 anni.

Per ridurre il rischio di danni alla pelle o cicatrici, i caregivers possono mettere calzini e guanti di cotone morbido sui bambini per evitare che possano graffiare le pustole.

Quando il trattamento è necessario, le opzioni includono:

Steroidi topici

Gli steroidi topici da moderati a potenti sono in genere il primo trattamento che i medici raccomandano.

Uno steroide topico è un farmaco anti-infiammatorio che richiede l’applicazione direttamente sulla pelle una o due volte al giorno per diversi giorni o settimane. Questi farmaci sono disponibili come crema, pomata o soluzione.

A volte, gli steroidi topici possono causare secchezza della pelle. L’uso di un emolliente in seguito può impedirlo. È importante seguire le istruzioni del medico su come utilizzare questi farmaci, in quanto un uso prolungato o errato può portare ad effetti collaterali se il corpo assorbe troppo steroide dalla pelle.

Antistaminici orali

Gli antistaminici riducono gli effetti dell’istamina, una sostanza chimica che il corpo rilascia in risposta agli allergeni. Come l’istamina provoca anche prurito, i farmaci antistaminici possono fornire sollievo dal prurito delle pustole. Le persone dovrebbero dare questi farmaci ai bambini solo su raccomandazione di un pediatra, in quanto possono avere effetti collaterali che includono sonnolenza.

Dapsone

I medici a volte trattano casi gravi di acropustolosi infantile con dapsone (Aczone), un antibiotico che tratta varie condizioni della pelle.

I medici monitoreranno attentamente i bambini che ricevono il trattamento dapsone.

Gli effetti collaterali possono includere:

  • mal di stomaco
  • mal di testa
  • anemia

Occasionalmente possono verificarsi effetti collaterali più gravi, come la debolezza muscolare.

Trattamento per la scabbia

Se l’acropolosi si verifica accanto alla scabbia, un medico prescriverà farmaci per uccidere gli acari della scabbia. L’acropustolosi può ancora ripresentarsi anche dopo il trattamento con successo della scabbia.

Non tutti i farmaci per la scabbia sono adatti per i bambini, ma quelli che includono:

  • Permetrina (Elimite) – questa crema topica è adatta per i bambini di età pari o superiore a 2 mesi.
  • Ivermectin (Stromectol) – questo farmaco per via orale è adatto a bambini di peso pari o superiore a 15 chilogrammi (kg), sebbene la Food and Drug Administration (FDA) non lo abbia ancora approvato per questo uso.

Sommario

L’acropolosi provoca forti pruriti e protuberanze sulla pelle. Di solito si verifica nei bambini, ma può colpire anche i bambini più grandi e gli adulti.

L’acropustolosi di solito si sviluppa sulle mani e sui piedi, ma può anche apparire in altre zone del corpo.

Sebbene sia scomoda, la condizione non è grave e di solito si risolverà completamente entro i 3 anni di età. Molti bambini non richiedono alcun trattamento per l’acropustolosi infantile, sebbene alcuni possano aver bisogno di farmaci topici o orali.

Nel corso del tempo, i brillamenti diventeranno meno frequenti e meno severi, il che significa che diventeranno più facili da gestire.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu