Neurologia

Cosa sapere sul recupero dalla commozione cerebrale

Nella maggior parte dei casi, le persone guariscono completamente dalla commozione cerebrale entro 1 mese. Alcuni fattori possono aiutare il recupero, tra cui riposarsi molto e seguire una dieta salutare e ricca di proteine.

Una commozione cerebrale può verificarsi a causa di alcuni tipi di lesioni cerebrali traumatiche. Il trauma cranico può danneggiare il cervello a causa della forza diretta o quando il cervello si sposta o gira rapidamente. Le cause includono cadute, colpi o tremori.

Sebbene a volte possano essere lievi, i medici considerano le commozioni cerebrali come lesioni cerebrali traumatiche (TBI) e le persone dovrebbero sempre prenderle sul serio.

Le commozioni cerebrali non sono rare e presentano diversi fattori di rischio, anche tra le persone che praticano sport. Mentre i sintomi possono persistere per alcune settimane, la maggior parte delle persone di solito effettua un recupero completo o quasi completo.

I dati dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) mostrano che le TBI hanno rappresentato 2,87 milioni di visite al pronto soccorso, ricoveri e decessi nel 2014.

Questo articolo esamina la cronologia e le fasi del ripristino della commozione cerebrale e offre suggerimenti per accelerare il processo di recupero.

Cronologia del recupero e fasi del recupero

Dopo una commozione cerebrale, la maggior parte delle persone guarisce dai sintomi iniziali entro 2 settimane a 1 mese.

Gli effetti a lungo termine sono insoliti, anche se circa il 20% delle persone presenterà sintomi persistenti della sindrome post-commozione cerebrale, dove i loro sintomi durano per più di 6 settimane.

I sintomi e la quantità di tempo necessaria per andare via possono differire tra le persone e tra le commozioni cerebrali. Ogni commozione cerebrale è diversa, anche per la stessa persona, e il percorso di recupero della commozione cerebrale varierà per ogni individuo.

I sintomi comuni di commozione cerebrale includono:

  • nausea
  • mal di testa
  • problemi con la vista e l’equilibrio
  • fatica
  • difficoltà a pensare e concentrazione
  • cambiamenti d’umore
  • cambiamenti nelle abitudini del sonno
  • maggiore sensibilità al suono e alla luce

Non tutti i sintomi di commozione cerebrale saranno evidenti subito dopo l’infortunio, con alcuni non compaiono fino a giorni o settimane dopo.

Subito dopo una commozione cerebrale, in quella che i medici chiamano la fase acuta, gli esperti raccomandano 24-72 ore di riposo. Durante questo periodo, le persone devono ridurre tutte le loro attività, dal lavoro e la scuola allo sport e alle faccende domestiche.

Le persone non dovrebbero assumere alcun farmaco senza il parere di un medico. Inoltre, qualcuno che ha subito un trauma cranico non deve essere lasciato solo per le prime 48 ore.

Dopo questa fase acuta, le persone possono iniziare a tornare alle loro normali vite. Tuttavia, devono farlo lentamente e gradualmente per assicurarsi che non si sovraccarichino o si rianimino.

Le persone dovrebbero consultare il proprio medico per vedere quando possono:

  • torna al lavoro
  • guidare una macchina
  • prendere decisioni importanti
  • viaggiare in aereo
  • riprendere le attività atletiche
  • bere alcolici

Il recupero da commozione cerebrale può essere più complicato per gli atleti. Alcuni medici possono raccomandare un minimo di 7-10 giorni di guarigione prima di tornare a giocare, anche se le ricerche del 2018 hanno rilevato che il recupero completo dalla commozione cerebrale era in media di 29,4 giorni.

Se qualcuno non sembra riprendersi completamente da una commozione cerebrale dopo diverse settimane, dovrebbe consultare nuovamente un medico per verificare la sindrome post-commozione cerebrale.

Quali fattori possono influenzare il recupero?

Uno dei fattori critici che influenzano il recupero da commozione cerebrale è la gravità della lesione originale. In generale, più grave è la lesione, maggiore è il tempo necessario per il recupero.

Il riposo è essenziale per chiunque si riprenda da una commozione cerebrale, non importa quanto siano giovani o quanto siano forti.

Cercare di fare troppo presto può interferire con la guarigione e tornare a un esercizio fisico troppo presto aumenta il pericolo di una ripetuta lesione cerebrale, con conseguenze potenzialmente molto più gravi per la salute.

Una dieta salutare può favorire il recupero da commozione cerebrale. La Headway Foundation, un’organizzazione no profit che promuove sport più sicuri, raccomanda i seguenti alimenti:

  • proteine ​​per supportare la funzione cerebrale sana
  • frutta e verdura ricca di vitamina E per sostenere il sistema nervoso
  • pesce, noci e altri alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 per favorire la guarigione del cervello

Alcuni fattori interferiscono con il recupero da commozione cerebrale. Questi includono:

  • una storia di commozioni cerebrali
  • problemi neurologici preesistenti
  • età, poiché gli adulti più anziani impiegano più tempo a riprendersi in generale

Suggerimenti per il recupero

Di seguito sono riportati sette suggerimenti per il recupero da commozione cerebrale:

  • La cosa più importante è prendere sul serio l’infortunio e consultare un medico per una valutazione approfondita.
  • Il prossimo passo fondamentale è riposarsi molto. È essenziale dormire bene la notte ogni notte e fare delle pause durante il giorno, in particolare quando si svolgono attività che possono tassare il corpo e il cervello.
  • Una dieta salutare è più importante che mai durante il recupero da commozione cerebrale. Il corpo e soprattutto il cervello hanno bisogno di nutrienti per riprendersi dalla lesione. È importante bere molti liquidi per mantenere il corpo idratato ed evitare l’alcol.
  • Prendersi del tempo libero dallo sport è essenziale per un efficace recupero della commozione cerebrale. Può essere dannoso sollecitare eccessivamente il corpo ed è pericoloso correre il rischio di una nuova guarigione, soprattutto quando non si lavora al meglio.
  • A volte, le persone con commozione cerebrale possono soffrire di nausea. I prodotti a base di zenzero, come lo zenzero e la birra allo zenzero, possono aiutare a calmare lo stomaco, anche se non aiutano a curare una commozione cerebrale. Leggi i rimedi per la nausea qui.
  • Dopo una commozione cerebrale, è utile ridurre significativamente la quantità di tempo trascorso davanti a uno schermo, sia esso un computer, uno smartphone o una televisione. Lo sfarfallio di questi dispositivi può causare affaticamento della vista e mal di testa,
  • La pazienza è essenziale durante il processo di guarigione. Tieni presente che, in breve tempo, la maggior parte delle persone può aspettarsi di effettuare un recupero completo.

Sommario

Le persone a volte descrivono le commozioni cerebrali come lievi lesioni cerebrali, ma devono trattarle seriamente e adottare misure per aiutare il loro recupero. È importante cercare assistenza medica e seguire le istruzioni del medico.

La maggior parte delle persone con commozione cerebrale sperimenterà un completo recupero, ma il tempo necessario per guarire il corpo e la mente può variare. Nella maggior parte dei casi, qualcuno recupererà entro un mese. In rari casi, il recupero può richiedere più di 6 settimane, noto come sindrome post-commozione cerebrale.

Durante il processo di recupero della commozione cerebrale, le persone possono iniziare a tornare alle loro normali attività. Tuttavia, dovrebbero farlo lentamente e con cautela, soprattutto quando si tratta di sport.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu