Neurologia

Cosa sapere sugli aneurismi cerebrali

Un aneurisma cerebrale, a volte chiamato aneurisma cerebrale, è un punto debole di un’arteria cerebrale. Il punto debole crea un palloncino che si riempie di sangue.

Le pareti dell’arteria sono più deboli vicino a un aneurisma, il che significa che l’aneurisma può aprirsi o rompersi. Un aneurisma rotto è una condizione pericolosa per la vita che può causare gravi lesioni cerebrali o ictus. Tuttavia, non tutti gli aneurismi si rompono.

Le persone con un aneurisma potrebbero aver bisogno di un monitoraggio continuo per assicurarsi che non stia crescendo. Potrebbe essere necessario che un medico rimuova un aneurisma più grande.

In questo articolo, forniamo una panoramica degli aneurismi cerebrali, inclusi tipi, sintomi, cause, complicanze e trattamenti.

Statistiche sull’aneurisma cerebrale

Secondo il National Institute of Neurological Disorders and Stroke, gli aneurismi cerebrali colpiscono circa il 3-5% delle persone negli Stati Uniti durante la loro vita. Sono più comuni nelle femmine che nei maschi e tendono a colpire gli adulti di età compresa tra 30 e 60 anni.

La Brain Aneurysm Foundation afferma che gli aneurismi cerebrali rotti rappresentano solo il 3-5% di tutti i nuovi casi di ictus. Se un aneurisma si rompe, è fatale in circa il 40% dei casi, con il 15% delle persone che muoiono prima di raggiungere l’ospedale.

Tipi di aneurisma

I medici classificano gli aneurismi in base alla forma del punto debole dell’arteria.

Esistono tre tipi principali di aneurisma:

  • Aneurismi sacculari formare una tasca all’esterno di un’arteria. Sono il tipo più comune di aneurisma cerebrale. Alcune persone si riferiscono a loro come aneurismi di bacche a causa del loro aspetto.
  • Aneurismi fusiformi si verificano quando il vaso sanguigno si espande su tutti i lati. Questo tipo di aneurisma è più comune dopo una lesione a un vaso sanguigno.
  • Aneurismi micotici sono quelli che formano un sacco attorno a un’arteria. Accadono quando un’infezione da un’altra area del corpo entra nel flusso sanguigno e si diffonde nel cervello. La miocardite, un tipo di infezione del cuore, è un colpevole comune, ma gli aneurismi micotici sono molto rari.

La dimensione di un aneurisma è un fattore predittivo significativo della rottura o meno di:

  • I piccoli aneurismi hanno una larghezza inferiore a 11 millimetri (mm), circa le dimensioni di una gomma per matita di grandi dimensioni.
  • Gli aneurismi di grandi dimensioni hanno un diametro di 11–25 mm, all’incirca delle dimensioni di un centesimo.
  • Gli aneurismi giganti sono 25 mm o più, più del diametro di un quarto.

Alcuni aneurismi crescono nel tempo e un piccolo numero cresce rapidamente. La crescita, in particolare la crescita rapida, aumenta il rischio di rottura dell’aneurisma.

Sintomi e segni premonitori

Aneurismi più grandi hanno maggiori probabilità rispetto a quelli più piccoli di causare sintomi prima che si rompano, ma la maggior parte degli aneurismi non provoca alcun sintomo durante questa fase.

Quando le persone con un aneurisma non rotto presentano sintomi, possono includere:

  • dolore sopra o dietro l’occhio che peggiora o che non scompare nel tempo
  • intorpidimento
  • debolezza
  • paralisi o contrazioni su un lato del viso
  • cambiamenti di visione, come visione offuscata o doppia
  • una pupilla dilatata in un solo occhio

A volte un aneurisma perde prima che si rompa. I medici chiamano questo una rottura della sentinella o sanguinamento della sentinella.

Le rotture della sentinella a volte causano mal di testa alla sentinella. Un mal di testa improvviso e grave – specialmente uno che non si adatta al solito tipo di mal di testa di una persona o che è peggiore di qualsiasi altro mal di testa che abbia mai avuto – potrebbe essere un mal di testa sentinella.

Altri sintomi di una rottura della sentinella includono:

  • nausea o vomito
  • la visione cambia
  • confusione o cambiamenti nella coscienza
  • un torcicollo
  • sensibilità alla luce
  • svenimenti o convulsioni
  • arresto cardiaco

Chiunque abbia sintomi di aneurisma dovrebbe consultare immediatamente un medico. Se una persona ha precedentemente ricevuto una diagnosi di aneurisma non rotto, è essenziale che lo sappiano il team di pronto soccorso.

Cause e fattori di rischio

Gli aneurismi cerebrali sono più comuni nelle femmine che nei maschi e hanno maggiori probabilità di colpire gli adulti tra i 30 ei 60 anni. Inoltre, i fattori genetici e di stile di vita che indeboliscono le pareti dei vasi sanguigni aumentano notevolmente il rischio di aneurisma.

I fattori di rischio per gli aneurismi cerebrali includono:

  • condizioni genetiche che indeboliscono i vasi sanguigni, tra cui la malattia renale policistica, alcuni disturbi del tessuto connettivo e malformazioni artero-venose (AVM)
  • un familiare stretto, come un genitore, un figlio o un fratello, con un aneurisma
  • alta pressione sanguigna incontrollata
  • disturbo da uso di droghe, in particolare quello che coinvolge farmaci che aumentano la pressione sanguigna, come anfetamine e cocaina
  • uso di droghe illecite per via endovenosa
  • fumo
  • un tumore al cervello
  • Lesioni alla testa
  • infezioni nelle arterie

Diagnosi

Mentre le tecniche di imaging del cervello, come le scansioni TC e le scansioni MRI, possono aiutare i medici a diagnosticare alcuni aneurismi, un angiogramma consente loro di fare una diagnosi definitiva.

Per eseguire un angiogramma cerebrale, un medico inserirà un piccolo tubo sottile chiamato catetere in un vaso sanguigno nell’inguine e lo dirigerà nei vasi sanguigni del cervello sotto la guida dei raggi X. Lì, inietteranno un colorante che rende più facile la visione dei vasi sanguigni e di eventuali strutture insolite.

Un angiogramma può aiutare il medico a valutare le dimensioni e la gravità dell’aneurisma, nonché il suo tipo. Queste informazioni li aiutano a formulare raccomandazioni terapeutiche appropriate.

Trattamento

Non tutti gli aneurismi cerebrali richiedono un trattamento immediato. Se l’aneurisma è piccolo, un medico può raccomandare di monitorarlo nel tempo.

L’opzione di trattamento migliore dipenderà dai seguenti fattori:

  • l’età della persona
  • qualsiasi condizione neurologica o medica
  • se l’aneurisma si è rotto
  • il rischio di rottura dell’aneurisma
  • qualsiasi storia familiare di emorragia subaracnoidea

Una persona con una famiglia o una storia personale di rottura dell’aneurisma può aver bisogno di cure anche se l’aneurisma è piccolo.

Un medico può raccomandare una procedura endovascolare o un intervento chirurgico per curare l’aneurisma.

Procedura endovascolare

Durante una procedura endovascolare, un chirurgo inserisce un catetere attraverso l’inguine, quindi naviga verso l’aneurisma. Successivamente, imballano l’aneurisma con bobine di metallo o uno stent per reindirizzare il flusso sanguigno. In questo modo si impedisce al sangue di fluire nell’aneurisma, prevenendo la rottura.

Chirurgia

La chirurgia per un aneurisma richiede un’operazione al cervello, che si svolgerà in anestesia generale. Questa procedura di solito richiede che una persona trascorra diversi giorni in ospedale e potrebbe essere necessario radersi la testa. Durante l’operazione, un chirurgo ritaglia l’aneurisma per impedire al sangue di fluire al suo interno.

A seguito di questo trattamento, la maggior parte degli aneurismi non si ripresenta.

Rischi di trattamento

Sia il trattamento endovascolare che la chirurgia cerebrale comportano rischi, tra cui:

  • danno cardiaco o polmonare
  • ictus
  • complicanze chirurgiche, come l’infezione
  • Morte
  • fallimento chirurgico che rende necessario un ulteriore trattamento

complicazioni

Un aneurisma non rotto in genere non causa complicazioni. Tuttavia, un aneurisma rotto può causare condizioni di salute gravi e durature e può essere fatale.

Le possibili complicanze di un aneurisma cerebrale rotto includono:

  • ictus emorragico, un tipo di ictus che si verifica a causa di sanguinamento nel cervello
  • sanguinamento, che si verifica quando un aneurisma si rompe di nuovo
  • cambiamenti nel livello di sodio nel cervello, che possono causare danni permanenti al cervello
  • vasospasmo, uno spasmo che provoca il restringimento delle arterie, limitando il flusso sanguigno al cervello e potenzialmente causando gravi danni cerebrali o un ictus
  • convulsioni
  • idrocefalo, che si verifica quando il liquido cerebrospinale si accumula nel cervello, causando una pressione pericolosa che può danneggiare questo organo

Prevenzione

Alcuni aneurismi non sono prevenibili. Tuttavia, uno stile di vita salutare può supportare la salute dei vasi sanguigni e ridurre il rischio di aneurisma.

Le persone possono ridurre il rischio utilizzando le seguenti strategie:

  • smettere di fumare, se applicabile
  • astenendosi dall’utilizzare farmaci che aumentano la pressione sanguigna
  • evitando o limitando i farmaci che aumentano la pressione sanguigna, sotto la guida di un medico
  • adottare uno stile di vita salutare che includa una dieta equilibrata ed esercizio fisico regolare
  • parlare con un operatore sanitario delle strategie per controllare la pressione sanguigna
  • chiedere consigli su ulteriori strategie per ridurre il rischio di aneurisma se un parente di primo grado (un genitore, un bambino o un fratello) ha avuto un aneurisma

Le persone che hanno aneurismi non interrotti dovrebbero parlare con un medico su come ridurre al minimo il rischio di rottura. Il monitoraggio continuo può ridurre questo rischio e guidare le decisioni di trattamento di un medico.

Differenze tra aneurisma e ictus

Un aneurisma non è un ictus, ma può causare uno. Quando scoppia un aneurisma, questo priva il cervello di sangue, potenzialmente portando a un ictus.

I sintomi di un aneurisma rotto e di un ictus sono simili ma non identici. Mentre entrambi causano sintomi neurologici, come vertigini o visione offuscata, gli aneurismi in genere causano mal di testa.

Entrambe le condizioni sono gravi emergenze mediche che richiedono un trattamento immediato. Pertanto, una persona dovrebbe consultare un medico se ha sintomi di aneurisma, ictus o entrambi.

Scopri di più sulle differenze tra aneurismi e ictus qui.

prospettiva

Tra le persone che sopravvivono a una rottura dell’aneurisma, circa il 25% muore per complicanze entro 6 mesi e il 66% ha un danno neurologico duraturo.

Per questo motivo, è importante identificare e trattare gli aneurismi il prima possibile. Le cure mediche rapide aumentano le possibilità di sopravvivenza di una persona.

Questo post è stato utile per te?

+0

Ti potrebbe interessare

Menu