Cosa sapere del linfoma di stadio 4

Linfoma di stadio 4 si verifica quando il cancro si è diffuso in una parte lontana del corpo al di fuori del sistema linfatico, come il midollo spinale, i polmoni o il fegato.

Il linfoma è un cancro che ha origine in un tipo di globuli bianchi chiamati linfociti. Queste cellule viaggiano attraverso il sistema linfatico, che fa parte del sistema immunitario del corpo. Come con molti tipi di cancro, ci sono quattro fasi del linfoma.

Il linfoma di stadio 4 (IV) è spesso curabile. La prognosi di una persona dipende da molti fattori, tra cui il tipo di linfoma e l’età dell’individuo.

In questo articolo, discutiamo i diversi tipi di linfoma, compresi i loro sintomi, trattamento e tassi di sopravvivenza.

Tipi di linfoma in stadio 4

Linfoma è il termine che le persone usano per descrivere il cancro che si sviluppa nel sistema linfatico. Esistono due tipi principali di linfoma: linfoma di Hodgkin e linfoma non Hodgkin.

Linfoma di Hodgkin

Il segno distintivo del linfoma di Hodgkin è la presenza di cellule Reed-Sternberg, che sono cellule immunitarie di tipo B mature che sono diventate cancerose.

Si stima che il 95 percento dei linfomi di Hodgkin sia un linfoma di Hodgkin classico, di cui esistono quattro sottotipi:

  • sclerosi nodulare
  • cellularità mista
  • ricco di linfociti
  • linfociti impoverito

Circa il 5% delle persone con linfoma di Hodgkin ha linfoma di Hodgkin predominante nei linfociti nodulari.

Ogni diverso sottotipo di linfoma di Hodgkin ha caratteristiche uniche che determineranno le sue opzioni di trattamento.

Linfoma non Hodgkin

Il linfoma non Hodgkin, a differenza del linfoma di Hodgkin, può provenire da cellule immunitarie di tipo B o T. Può anche formarsi nei linfonodi e in altri organi, come lo stomaco, l’intestino e la pelle.

Esistono più di 90 tipi di linfoma non Hodgkin ed è possibile classificarli in modi diversi.

Ad esempio, i medici possono classificare il linfoma non Hodgkin come una cellula T o una cellula B, a seconda del tipo di linfocita che influenza. In alternativa, possono descrivere il linfoma come indolente o aggressivo per riflettere quanto velocemente cresce e si diffonde.

Come nel caso del linfoma di Hodgkin, il tipo di linfoma non Hodgkin determinerà il trattamento.

Sintomi

Linfoma di Hodgkin e linfoma non Hodgkin condividono molti degli stessi sintomi. Alcuni sintomi si verificano quando la malattia colpisce organi al di fuori del sistema linfatico, come lo stomaco oi polmoni.

I sintomi del linfoma di stadio 4 possono includere:

  • linfonodi ingrossati sotto la pelle
  • fatica
  • brividi
  • perdita di appetito
  • pizzicore
  • una tosse persistente
  • mancanza di respiro
  • dolore al petto
  • gonfiore addominale
  • prima sazietà
  • facile lividi o sanguinamento
  • infezioni frequenti
  • nausea o vomito

Un gruppo di sintomi chiamati “sintomi B” contribuisce alla stadiazione di linfoma non Hodgkin e Hodgkin. La presenza di questi sintomi si manifesta con una malattia più avanzata e comprendono:

  • perdita involontaria di oltre il 10 percento del peso corporeo entro 6 mesi
  • febbre che va e viene senza infezione
  • inzuppare i sudori notturni

Trattamento

Il trattamento per il linfoma di stadio 4 dipenderà dal tipo di linfoma che una persona ha, dalla sua storia clinica e da quali organi esso colpisce.

Linfoma di Hodgkin

Il trattamento per il linfoma di stadio 4 Hodgkin coinvolge in genere più cicli di farmaci chemioterapici.

I farmaci combinati chemioterapici possono includere:

  • ABVD, che è il regime preferito e comprende doxorubicina, bleomicina, vinblastina e dacarbazina.
  • BEACOPP, che comprende bleomicina, etoposide, doxorubicina, ciclofosfamide, vincristina, procarbazina e prednisone. I medici riservano questo regime per le persone con caratteristiche specifiche. È efficace ma è un’opzione meno comune a causa dei rischi che comporta la leucemia secondaria e l’infertilità.
  • Stanford V, che comprende la mecloretamina, la doxorubicina, la vinblastina, la vincristina, la bleomicina, l’etoposide e il prednisone. I medici non usano comunemente questo regime.

Un medico può raccomandare radioterapia per le persone che hanno grandi masse o evidenza di malattia residua nelle scansioni di follow-up.

Potrebbero anche suggerire altri metodi di trattamento, tra cui un trapianto di cellule staminali o farmaci alternativi o combinazioni di farmaci.

Linfoma non Hodgkin

Un regime standard di chemioterapia che i medici spesso usano per trattare il linfoma non Hodgkin è noto come CHOP. Questo regime include i farmaci ciclofosfamide, doxorubicina, vincristina e prednisone.

Per i tipi aggressivi di linfoma non-Hodgkin, il medico potrebbe aggiungere un farmaco immunoterapico chiamato rituximab al regime CHOP. Questa combinazione aumenta l’efficacia del trattamento e può potenzialmente curare il linfoma non-Hodgkin.

Un oncologo può anche raccomandare altri farmaci che attaccano le cellule tumorali in modi diversi o trattamenti alternativi, come il trapianto di cellule staminali o di radiazioni.

prospettiva

Il miglioramento continuo delle opzioni di trattamento disponibili significa che i medici possono talvolta essere in grado di curare il linfoma di stadio 4, a seconda del tipo e dei fattori di rischio di una persona. Se una cura non è possibile, il trattamento mira a gestire i sintomi di una persona e mantenere la qualità della vita.

Tassi di sopravvivenza

I tassi di sopravvivenza forniscono alle persone una migliore comprensione di quanto è probabile che il trattamento abbia successo per il loro tipo e stadio del cancro.

I tassi di sopravvivenza sono stime che variano a seconda dello stadio del cancro. È importante notare che ognuno è diverso e molte persone possono vivere molto più a lungo di quanto suggeriscono queste stime.

Complessivamente, il tasso di sopravvivenza a 5 anni per il linfoma di stadio 4 di Hodgkin è del 65%. I seguenti fattori di rischio influenzano la prognosi di una persona e possono rendere il linfoma più grave:

  • presenza di sintomi B.
  • avere più di 45 anni
  • essere maschio
  • con conta dei globuli bianchi e rossi specifici

Il tasso di sopravvivenza relativa globale a 5 anni per tutte le persone con diagnosi di linfoma non-Hodgkin è del 71%.

I tassi di sopravvivenza relativa confrontano le persone con questa malattia con quelle senza di esse e variano molto per i diversi tipi e stadi. Molti fattori possono influenzare i tassi di sopravvivenza. Una persona dovrebbe discutere i propri fattori di rischio specifici con il proprio medico.

Sommario

Il linfoma è un cancro del sistema linfatico. Linfoma di stadio 4 significa che il cancro si è diffuso a un organo esterno al sistema linfatico.

I tassi di sopravvivenza variano ampiamente a seconda dei fattori di rischio e del tipo di cancro di un individuo. Il tasso di sopravvivenza del linfoma di stadio 4 è inferiore a quello degli altri stadi, ma in alcuni casi i medici possono curare la condizione.

Le persone con una diagnosi di linfoma di stadio 4 dovrebbero discutere le loro opzioni di trattamento e la prospettiva con il loro medico. Trattare questa malattia richiede un approccio collaborativo da parte di medici, infermieri, assistenti sociali, consulenti per la salute mentale e supporto sociale.

Questo post è stato utile per te?